La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Categoria: Sport

La grande impresa della Polisportiva Bettolle. Le voci dello spogliatoio

Ciro Tommassini capitano della compagine bettollina e il suo compagno di squadra Giampaolo Consiglio sono i due protagonisti della grande impresa che la Polisportiva Bettolle ha compiuto nella stagione 2015/2016, vincendo…

Ciro Tommassini capitano della compagine bettollina e il suo compagno di squadra Giampaolo Consiglio sono i due protagonisti della grande impresa che la Polisportiva Bettolle ha compiuto nella stagione 2015/2016, vincendo nel girone N di Seconda Categoria Toscana con quattro giornate di anticipo.

Come in passato abbiamo dedicato interviste monografiche a personalità dello sport, anche in questo caso Tommaso Ghezzi e Giovanni Marchi ci raccontano la storia del Bettolle 2015/2016 lasciando il campo (nel vero senso della parola) alle personalità stesse, che si raccontano in una chiacchierata di fine stagione tra due compagni di squadra.

Ciro Tommassini, classe 1983, dopo una lunga peregrinazione tra club di categorie diverse (è stato tra le altre cose una delle colonne del centrocampo della Pianese dal 2008 al 2012, portando anche la fascia da capitano) approda nella storica squadra della sua città natale.

Giampaolo Consiglio, 1995, ha affiancato Ciro Tommassini nella gestione del centrocampo della Polisportiva Bettolle, nell’impresa che ha visto la squadra avanzare in maniera inarrestabile, sulla vetta della classifica, distaccando di più lunghezze la seconda “Fratta S. Caterina”, la quale, insieme alle squadre di Montagnano, Olmoponte e Terontola, disputerà del gare di Playoff per accedere al campionato di Prima Categoria 2016/2017.

Nessun commento su La grande impresa della Polisportiva Bettolle. Le voci dello spogliatoio

Fantacalcisticamente: la volata finale

Eccoci qua, amici di Fantacalcisticamente. Ennesimo turno spezzatino diviso in tre giorni ed ennesima polemica. Settimana scorsa, come avevo previsto, ho perso per colpa di quel numero 9 con la maglia…

fantacalcisticamente saragiolino

Eccoci qua, amici di Fantacalcisticamente. Ennesimo turno spezzatino diviso in tre giorni ed ennesima polemica. Settimana scorsa, come avevo previsto, ho perso per colpa di quel numero 9 con la maglia azzurra. Questa settimana perderò a causa del numero 9 viola, il kondor Kalinic. Anche perché lo affronto con Toni…

Stasera, venerdì, abbiamo Juventus – Sassuolo. La partita che nel girone di andata cambiò tutto quanto in casa Juve. Ospiti a secco di Missiroli (il mio pilastro del centrocampo), Cannavaro (sempre nella mia rosa) e probabilmente di Berardi. Sarebbe un bel gesto nei miei confronti se Allegri facesse giocare Morata titolare e mi permettesse di usare un bel 3-4-3 spavaldo, ma Alvaro è talmente scarso… Alex Sandro primo marcatore.

Sabato alle 18 spettacolo ad Empoli, dove una ritrovata Sampdoria cerca i tre punti salvezza. Roberto Soriano è in forma smagliante e ha ritrovato confidenza con il gol, quindi è da mettere assolutamente. In casa Empoli Zielinski è il giocatore in più.

Sabato sera, tra un Gin Lemon e un altro non dimentichiamoci di guardare Inter – Bologna. Donadoni settimana scorsa mi ha ascoltato e ha messo Mounier, ma l’ha tolto dopo 45 minuti, lasciandomi con un miserabile 5… Talmente deludente che lo ripropongo titolare. Forse se gioca 15′ ce la fa ad arrivare al 6! Sarà una gara che andrà vinta a centrocampo, quindi EpicBrozo inamovibile.

Smaltito tutto il Lemon bevuto, all’ora di pranzo c’è Chievo – Milan. Sto pensando seriamente di schierare Pellissier titolare. Non so perché, chiamiamolo colpo di genio (?). Sarà che in coppia con Meggiorini giocherebbe bene anche Balotelli. Vi farò sapere… Sponda Milan il solito Bonaventura sarà uomo bonus, dato che sarà spostato più avanti rispetto al solito.

Ore 15 tutti sul divano, c’è Carpi – Frosinone. Se il Carpi perde va in Serie B, ma se vince sarà una lotta fino all’ultima giornata. Lollo è il mio pupillo e Mancosu senza la concorrenza di Mbakogu sarà più efficace. Negli ospiti si punta tutto su Pavlovic e Ciofani! Ci sarà da divertirsi.

Fiorentina – Verona sarà la partita che segnerà la fine della mia corsa al titolo. Tello e Kalinic contro è come avere CR7 e Messi nella stessa squadra. Solo un Toni ispiratissimo può mettere a tecere quei due colossi. Segnerà anche Tino Costa da quanto è poco in forma il Verona.

Ci spostiamo a Udine per un Udinese – Roma molto interessante. Squadra di casa in crisi di tutto, dal gioco ai seggiolini colorati psichedelici che danno crisi epilettiche a noi poveri uomini del sabato sera. Se non portano punti a casa Colantuono se ne va (giustamente e troppo tardi), mentre se dovesse arrivare la vittoria si complicherebbe la marcia della Roma, neo delusa della Champions League. Di Natale primo marcatore, la favola deve continuare.

Genoa – Torino è la gara dell’ex Cerci. Accompagnato dal veterano Pandev e da BelliCapelli Laxalt farà sicuramente gol. Nel Toro potrebbe essere la svolta per Glik, ancora a secco di gol.

Domenica sera addirittura due partite: Lazio – Atalanta e Palermo – Napoli. Nella prima c’è aria di turnover, visti gli impegni di Europa League. Attenzione però che nella Dea dovrebbe tornare a disposizione Papu Gomez. Non come titolare, ma quei venti minuti in cui mette a ferro e fuoco Braafheid e Mauricio ci possono portare un 6,5 tattico. Comunque sia la pennellata di Biglia sotto al sette è già poesia.

A Palermo invece niente di nuovo, solito cambio di allenatore settimanale e Novellino alla guida. 2 fisso facile come rubare caramelle a un bambino, ritorno al gol di Allan e Palermo in Serie B dritto come un razzo. Copione già scritto.

Squadra della settimana
Skorupski
Gonzalez Gagliolo Letizia
Lollo Mounier Vives Mauri
Pinilla Meggiorini Ciofani

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: la volata finale

Fantacalcisticamente: ridateci Mounier!

Ed eccoci di nuovo a venerdì, ennesimo turno diviso in tre giorni. Venerdì, sabato e domenica tutti da vivere. Oggi sono un po’ in polemica con Donadoni perché mi ha…

fantacalcisticamente saragiolino

Ed eccoci di nuovo a venerdì, ennesimo turno diviso in tre giorni. Venerdì, sabato e domenica tutti da vivere. Oggi sono un po’ in polemica con Donadoni perché mi ha fatto fuori Mounier. Per carità, giustamente eh, però poteva dirmelo prima senza farmi spendere 20 fantamilioni. Intanto la settimana scorsa ho vinto grazie a Thereau e Morata, non aggiungo altro.

Bueno, andiamo a vedere le partite. Venerdì c’è lo scontro per il terzo posto tra Roma – Fiorentina. In stato di grazia la formazione di casa, che da quando ha capito di togliere Dzeko dalla formazione titolare vince sempre. Nella partita odierna però potrebbe giocare, visto che martedì c’è la Champions e al Bernabeu non metterà piede in campo. Se la viola fa una partita come contro il Napoli vince 0-3 in scioltezza, questo è ovvio, ma potrebbe comunque fare lo scherzetto. Non ha più coppe e ha meno da perdere rispetto alla Roma. Vecino primo marcatore mi solletica.

Arriviamo a sabato, ore 18 e dopo le fatiche del derby Sarteano – Sant’Albino come non godersi un grandioso Verona – Sampdoria. Partita piena di gol, me lo sento. Tra l’ex Pazzini e Muriel ne vedremo delle belle. Spero vinca l’Hellas, come noi romantici del calcio in generale ci auguriamo sempre, ma credo vinca la Sampdoria, rinfrancata dalla vittoria sul Frosinone. Comunque over 3,5.

Alle 20,45 Higuain sarà l’artefice della mia presa a male, dato che ce l’ho contro e gioca in casa con il Chievo. Fortunatamente Le Fonti e la festa alle Terme mi tireranno su di morale. (Pellissier primo marcatore).

Domenica a pranzo abbiamo Torino – Lazio. Tutto scritto: vittoria degli ospiti e esonero di Ventura che il prossimo anno allenerà la Nazionale. Nel mezzo ci passano i gol di Candreva e Matri. Troppo semplice rubare soldi alla SNAI.

Dopo mesi e mesi tornano cinque partite alle 15 di domenica ed è subito emozione vera. Bologna – Carpi senza Mounier è come un americano senza panino del McDonald’s in mano: non ha senso di esistere. Io comunque lo schiero, come Morata la settimana scorsa, non si sa mai… Destro in casa è una sentenza, ma vedo bene primo marcatore Masina. Se ne parla tanto ed è arrivato il momento che regali bonus e cash.

Genoa – Empoli per come vanno le cose da inizio campionato è un 2 fisso, però Gasperini è uno che ne sa, quindi calma. Intanto potrebbe rispolverare il buon Pandev, che verrebbe accompagnato dalle frecce Cerci e Suso. Izzo ha compiuto gli anni da poco quindi gli faccio il regalo di metterlo titolare. So che apprezzerà questo gesto. Ospiti sempre pericolosi con quel gioco spumeggiante e la gran velocità che li contraddistingue. Pucciarelli può far male a una difesa molto lenta.

Atalanta – Juventus è ostica. Dopo la gran batosta presa in Coppa Italia vedremo come l’avrà preparata Allegri. Un gol lo subirà sicuramente, da un Cigarini qualsiasi magari. Tornerà Marchisio e chissà che non sia la volta buona… Gol sulla bolletta e s’abbracciamo.

Sassuolo – Milan è la partita di Berardi, si sa. Perciò mettetelo, voi che avete preferito lui a Thereau. Partita da X, difficile e intensa. Chi correrà di più sarà il vincitore. Duncan primo marcatore è una sicurezza.

Frosinone – Udinese è un altro scontro salvezza. Dovrebbe avere un risultato scontato, con l’Udinese vincitore grazie a quel Totò Di Natale fresco come una rosa. Chissà perché non giocava, tra l’altro. 2 fisso e siamo a un passo da far cassa.

Domenica sera l’Inter sfida il Palermo e non sarà così scontata come si crede. Nonostante i tre gol fatti alla Juventus, l’Inter è una squadretta che si crogiola sugli allori. Dovrà essere bravo Mancini a inculcare la mentalità vincente. Perciò puntiamo sui giocatori di casa come Perisic e Kondogbia (sì, proprio Mr. 40 milioni) che sono in forma e su Vazquez, l’unico in grado di far male.

Squadra della settimana
Gollini
Helander Masiello Ajeti
Maresca Guilherme Lollo Mounier
Pucciarelli Cassano Pandev

 

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: ridateci Mounier!

Fantacalcisticamente: tutti i rischi dell’Europa

Un saluto a tutti da Fantacalcisticamente, che anche oggi è un po’ in polemica con il turno spezzatino. Ancor più polemico quando in rosa hai: Izzo squalificato (grande uomo spogliatoio),…

fantacalcisticamente saragiolino

Un saluto a tutti da Fantacalcisticamente, che anche oggi è un po’ in polemica con il turno spezzatino. Ancor più polemico quando in rosa hai: Izzo squalificato (grande uomo spogliatoio), Papu Gomez ucciso in uno scontro di gioco (e da una parte meglio così, visto che era in condizioni vergognose), Missiroli squalificato nonostante l’allenatore l’abbia definito “il Pogba dei poveri”, Ljajic che ha giocato tutto il girone di andata e appena l’ho comprato viene preferito a Biabiany e Pavoloso (sì, la Crusca ha confermato anche questo vocabolo) che ormai ha smesso di giocare a calcio. Ma vabbè, lasciamo perdere. Mi godo un grandissimo Giuseppe Vives e un super Hiljemark.

Lo spezzatino inizia sabato alle 18 con Empoli – Roma e visto che nei toscani mancano tutti praticamente, i lupacchiotti avranno strada agile. Dzeko si è sbloccato, ma potrebbe essere un fuoco di paglia. Pjanić primo marcatore che pennella una punizione sotto l’incrocio.

Alle 20,45 Galliani ci scuserà se non assisteremo alla grande partita, ma abbiamo un impegno che ci terrà fuori casa e fuori fase fino alla domenica mattina: la finale di Spit Fix. Ci perderemo i gol di Montolivo e Belotti, ma ci godremo il freestyle di Ghiaccio e la botta clamorosa di Meta. Detto questo, finirà over 3,5.

Domenica a pranzo, se saremo già coscienti, c’è da gustarsi Palermo – Bologna, dove vedremo Gila che suona il violino in faccia a Zamparini (dopo che gli ha dato dell’incapace praticamente) e il king del 5,5 Mounier che metterà la firma sul pareggio.

Quattro partite alle 15: Carpi – Atalanta la più difficile. Come detto agli ospiti mancherà Papu e forse Reja giocherà con Diamanti dietro la punta, portando a casa punti preziosi. In caso contrario sarà dura scalfire il fortino modenese. Pinilla uomo bonus.

Sampdoria – Frosinone è l’ultima spiaggia. Ve lo dico: se Montella non porta a casa i tre punti vado personalmente a Genova e lo affogo. Muriel è da tripletta.

Chievo – Genoa è ostica. I padroni di casa ancora piangono per il derby perso settimana scorsa e Meggiorini gira voce che si sia dato alle biglie, visto che non si vede in campo dal ’98. Nel Genoa è in grande spolvero Cerci (non ridete, è vero) che si candida ufficialmente a un ruolo per gli Europei. A noi piacerebbe vederlo nell’antico ruolo del porta borracce, però vedremo.

Scontro salvezza a Udine, con Udinese – Verona. Veronesi col vento in poppa, galvanizzati dalle ultime prestazioni e da un Pazzini in veste di trequartista che #tantaroba. In casa friuliana solo Badu e Duvan possono fare la differenza, gli altri non li vorrei neanche con me in terza categoria.

Domenica sera c’è il derby d’Italia. Juve – Inter. Entrambe stanche per le fatiche di cop… Ah, no. Sperando che Allegri faccia giocare il mio Morata (che non segna mai, ma almeno non mi fa giocare in 10), Dybala è da primo marcatore super gasato per il primo gol in Champions. Senza EpicBrozo a centrocampo rischiamo di vedere Medel e Melo nella stessa partita e attenzione perché potrebbe essere la cosa più bella dell’anno. Mi auguro anche di vedere Eder in panchina.

Arriviamo al lunedì e proprio dopo il mio corso di pilates c’è un Lazio – Sassuolo molto invitante. Gli aquilotti biancocelesti sono l’unica squadra italiana ad andare avanti in Europa League, ma il Sassuolo è tre volte più forte del Galatasaray quindi non sarà facile. Klose si è sbloccato finalmente e secondo me Pioli lo lancia titolare, tanto Matri sarà cotto e Djordjevic è una tortura vederlo in campo. Negli ospiti c’è quel Cannavaro che ricorda vagamente Pique e quel tridente che Pep Guardiola sta pensando di portare al City il prossimo anno che è troppo bello da vedere. Berardi – Aguero – Sansone ed è subito fantasia. Gol sulla schedina è tattico.

Chiudiamo lo spezzatino con le due eliminate di Europa League: Fiorentina – Napoli. Match fondamentale per le sorti delle proprie stagioni. Sarri spera di recuperare Higuain, che è tornato quello dell’anno scorso, inconcludente e nervoso. Sousa ha dalla sua il fenomeno Bernardeschi e un ritrovato kondor Kalinic. Ilicic primo marcatore, su punizione o su rigore.

Squadra della settimana
Karnezis
Piris Cannavaro Frey
Jajalo Lollo Frara Correa
Cerci Defrel Mancosu

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: tutti i rischi dell’Europa

Fantacalcisticamente: occhio alla vetta

Finito il polemico spezzatino di settimana scorsa in cui ho pareggiato avendo Honda contro, questa giornata inizia venerdì con Bologna – Juventus. Tornata prima in campionato e aspettando il Bayern,…

fantacalcisticamente saragiolino

Finito il polemico spezzatino di settimana scorsa in cui ho pareggiato avendo Honda contro, questa giornata inizia venerdì con Bologna – Juventus. Tornata prima in campionato e aspettando il Bayern, sarà una partita ostica. Donadoni generalmente non sbaglia questo tipo di match e Allegri potrebbe fare un po’ di turnover. Azzarderei una bella X, 1-1 Destro e Zaza.

Sabato alle 18 il grande derby di Verona, in casa Hellas. Solitamente vince chi sta messo peggio, poiché il derby ti dà quella carica in più, ma non è detto. Toni è pronto a metterci lo zampino anche questa settimana, mentre sponda Chievo Inglese è a secco da troppo tempo. Sabato sera invece possiamo gustare Inter – Sampdoria. Tecnicamente è 1 fisso, ma la squadra del Mancio è allo sbando quindi punterei sull’Over 3,5.

Arriviamo a domenica pomeriggio, senza il turno di pranzo e Torino – Carpi è l’1 più facile di giornata. 2-1 il risultato esatto con Baselli primo marcatore.

Sassuolo – Empoli, se tanto mi dà tanto, è un altro 1. Padroni di casa reduci da un pareggio e ospiti da una sconfitta. Berardi in dubbio e Maccarone non eterno. Tutti i presupposti per un grande spettacolo.

Numeri a sfavore in Genoa – Udinese, che senza Pavoloso non segnano e non vincono mai. Però l’Udinese è veramente inguardabile quindi il risultato è completamente incerto. Primo marcatore Burdisso (?).

Atalanta – Fiorentina potrebbe sancire la rinascita della dea. Viola stanchi e sicuramente col turnover facile, perciò una frenata in campionato è possibile, nonostante i padroni di casa si otinino a giocare con Diamanti che rovina le squadre e per colpa sua Papu non becca un 6 dal 2005.

Alle 18 c’è un quasi derby: Frosinone (culone) – Lazio. Fortino in casa creato da Stellone e giocatori ospiti a tratti imbarazzanti reduci dalle fatiche di Coppa. Gol è la giocata più giusta, ma anche Candreva marcatore SI è buona.

Domenica sera c’è Roma – Palermo, con gli ospiti finalmente attrezzati di un allenatore. Infatti è tornato Beppe Iachini. Ne beneficerà lo spettacolo, ma i padroni di casa conquisteranno ugualmente i tre punti. 1-0 gol di Pjanić.

Arriviamo a lunedì sera, sfida al San Paolo tra Napoli – Milan. Qualche certezza in meno per i partenopei e entusiasmo a mille invece per i rossoneri. Higuain contro Bacca affascina, ma De Sciglio – Ghoulam è pura poesia. Un gol il Napoli lo becca sempre, ma sarà decisivo il risultato della Juve per l’umore e la voglia di vincere. Ovviamente Bonaventura uomo bonus e Honda primo marcatore, così mi ripago la beffa della scorsa settimana.

Squadra della settimana
Perin
Burdisso Danilo De Silvestri
Lodi Taider Rigoni N. Greco
Dionisi Mbakogu Pucciarelli

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: occhio alla vetta

Fantacalcisticamente: a chi piace lo spezzatino?

Puntata un po’ polemica questa: non è possibile azzeccare le formazioni di domenica partendo dal giovedì. È contro natura. Ma poi per mettere di giovedì un Lazio – Verona, che…

fantacalcisticamente saragiolino

Puntata un po’ polemica questa: non è possibile azzeccare le formazioni di domenica partendo dal giovedì. È contro natura. Ma poi per mettere di giovedì un Lazio – Verona, che è quasi uno scontro salvezza. Vabbè, ci proviamo ugualmente.
P.S. Italia fuori ai quarti degli europei di calcetto è una presa a male indescrivibile.

Dicevamo della partita di stasera: 1 fisso sofferto fino alla morte. Con la rete di Biglia su punizione. Partita decisiva per Felipe Anderson, che sicuramente tornerà ad essere il giocatore che abbiamo ammirato l’anno scorso. Nel caso in cui dovesse finire a favore del Verona potremmo tranquillamente salutare il buon Pioli, giustamente.

Venerdì invece abbiamo un bel Carpi – Roma. Non sarà facile sbancare nel fortino modenese, ma una cosa è certa: Dzeko, dopo secoli di letargo, si sbloccherà. Sarà un catenaccio old-school della squadra di casa, che proverà a far male in contropiede con il grande Letizia e bomber Mancosu. Risultato esatto 0-2

Chissà se i tifosi del Frosinone guarderanno la partita sabato pomeriggio alle 15 o si rifiuteranno per l’evidente tristezza. Comunque sia sarà un Empoli pronto a tornare alla vittoria, con primo marcatore SaponaraChievo – Sassuolo è 2 fisso. Ospiti da troppo a secco di vittorie e Di Francesco li farà scendere col piglio giusto. 1-2 con la rete di Inglese.

Sabato sera il programma è facile: doccia, Bar Le Fonti, alcol e partita. Juventus – Napoli. Match che vale una stagione. Chi vince ha mezzo scudetto cucito addosso. Ovviamente è impronosticabile, ma tutti speriamo in una partita ricca di gol e che non finisca in pareggio. Goal comunque dovrebbe essere abbastanza sicuro nella schedina. In quanto ai giocatori beh, dire gli attaccanti (Morata escluso, che non segna mai) punterei forte su Marchisio, che è ancora a zero gol e chissà, magari nella partita più importante… Se lo azzecco vi offro da bere alla Bussola Inn, dove proseguirà il degrado della serata.

Domenica a pranzo c’è Milan – Genoa, di quella pippa di Cerci. Grande, grandissimo ex di turno. C’erano più persone al suo addio che all’arrivo. I numeri dicono che senza Pavoloso (che ne avrà per un mesetto) il Grifone non vince mai, mentre nel Milan dovrebbe giocare quell’altra pippa di Balotelli. Mah, saprò cosa non guardare probabilmente. Over 3,5 facile facile.

Sampdoria – Atalanta: finalmente arriverà una vittoria per Montella. Arriverà alla fine perché in quella squadra costruita a caso si svegliano alla fine e sarà Muriel a regalare i tre punti. Udinese – Bologna è uno scontro avvincente sulla carta, peccato che ci sia gente come Taider, Kuzmanovic e Lodi a rovinare il tutto. Vincerà l’Udinese e gli attaccanti ne saranno protagonisti.

A Palermo c’è più confusione per trovare un allenatore che nel mio gruppo WhatsApp del fantacalcio. Schelotto se n’è andato dopo neanche un mese, ma che gente esiste?! Sarà un pareggio pirotecnico, con la doppietta di Immobile e un gol di Goldaniga.

Chiude il turno spezzatino Fiorentina – Inter, le due grandi squadre che a dicembre volevano vincere lo scudetto, superiori a chiunque e che ora sono in lotta per un terzo posto (che acciufferà la Roma) e per un ingresso in Europa League. Credo che sarà un 2, con Icardi e Perisic (che se fatto giocare esterno sinistro è mostruoso) possibili marcatori.

Squadra della settimana:
Karnezis;
Letizia Gastaldello Cassani;
Buchel Soddimo Ntcham De Roon;
Maccarone Dionisi Mbakogu.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: a chi piace lo spezzatino?

Fantacalcisticamente: un derby scoppiettante

E siamo a 18! Diciottesima puntata di Fantacalcisticamente. Settimana contornata dal pazzo mercato di gennaio, che ha dato via a uno strano giro di punte. Eder all’Inter, Niang forse al Leicester,…

fantacalcisticamente saragiolino

E siamo a 18! Diciottesima puntata di Fantacalcisticamente. Settimana contornata dal pazzo mercato di gennaio, che ha dato via a uno strano giro di punte. Eder all’Inter, Niang forse al Leicester, Quagliarella probabilmente alla Sampdoria e Amauri al Modena. Acquisti e cessioni di una tristezza inaudita, ma che movimentano il fantacalcio. Stranamente non mi hanno venduto più nessun giocatore, il che è già tanto…

Ma andiamo alle partite. Sabato full immersion: alle 15 apre uno splendido Carpi – Palermo. Partitaccia dal punto di vista delle scommesse perché il Carpi in casa è un fortino e il Palermo è troppo acerbo e la vittoria scorsa potrebbe essere dovuta al caso. Mbakogu primo marcatore e andiamo a conquistare questo sabato sera. Gilardino e Trajkovski diranno comunque la loro.

Alle 18 abbiamo Atalanta – Sassuolo. Analizziamo le squadre: la prima viene da scelte di mercato quantomeno discutibili e da risultati scarsi. Si presentano con un Borriello in più, ma con un Diamanti in versione XXXL. Il Sassuolo va a Bergamo con due sconfitte di seguito e un solo gol fatto. Berardi prende 6 ma non influisce sui bonus da troppo tempo e la mancanza di Missiroli si fa sentire. Comunque sia azzardo un 2 fisso, riscuoto alle 21 e alle 22 sono già seduto al bar con una buona birra.

Chiude il sabato Roma – Frosinone (culone). Poco da dire, la vittoria dei padroni di casa è scontata e giocarci la vincita delle precedenti schedine sopra potrebbe essere la reale svolta del sabato.

Domenica alle 12,30 ci faranno compagnia Chievo – Juventus. Squadra di casa orfana di Paloschi (cessione record in casa veronese: quasi 10 milioni di euro incassati e presidente Campedelli che potrà fare mercato fino al 2025) e Cesar, squalificato. La 12a vittoria della Juve non arriverà però, poiché il Chievo in casa è una muraglia. L’unico che potrebbe trovare la via del gol è Lichtsteiner, con un inserimento a mandare in pensione nonno Gobbi.

Alle 15 la Serie A va in All In: Napoli – Empoli è la prova del nove per Sarri e compagnia bella. Emozioni e mille ex giocatori per dar vita ad una bella partita in un San Paolo pieno. Higuain è acciaccato (e io ho tagliato Gabbiadini mercoledì) e forse tutto il Napoli è un po’ stanco, viste le concessioni fatte settimana scorsa. Da mettere Big Mac, che potrebbe purgare la sua controfigura nei film porno Reina.

Genoa – Fiorentina è troppo strana. Il Grifone ne piazza 4 al Palermo, ma si fa fermare dal Verona ultimo in classifica. Gasperini ritrova Burdisso e potrebbe lanciare dall’inizio l’ex Cerci, anche se Suso sta facendo la differenza. Nell’attesa che se ne vada, Perotti continua a prendere voti altissimi e domenica potrebbe neutralizzare Roncaglia in pochi secondi. La Fiorentina reduce da una bella vittoria ha riscoperto Babacar (6,5 per un attaccante senza aver fatto gol o assist è tantissimo), l’attaccante più in forma nel reparto. Un mio amico che ha Kalinic al fantacalcio ha dichiarato “Da condor è diventato un piccione”. E non ha tutti i torti…

Torino – Verona è per entrambe il crocevia della stagione. Confusione in casa granata dal portiere, che ancora non si sa quale sia titolare, all’attacco, con il probabile addio di Quagliarella e quello sicuro di Amauri. Tutta la stagione con il Gallo e Immobile? Rischioso. Nelle fila del Verona c’è ottimismo per la titolarità di Toni, tornato da giorni in gruppo, nonostante Pazzini stia facendo grandi cose per me e per Delneri. Risultato esatto: 2-3.

Udinese – Lazio, in caso di risultato negativo per i padroni di casa, sarà l’ultima di Colantuono. E probabilmente lo sarà, dato che il 2 nella bolletta è quasi certo. Squadra romana che sta ritrovando lo spirito vincente smarrito in questi mesi. Djordjevic è completamente fuori forma e Klose potrebbe timbrare il cartellino.

Bologna – Sampdoria è un netto 2-0. Sampdoria troppo in confusione, causa mille movimenti di mercato indotti da Ferrero che durante le notti brave prende in mano il cellulare e vende random. Destro MVP.

Chiude la domenica il derby di Milano, Milan – Inter. Due delle squadre meno in forma e due delle più inguardabili a livello di gioco e intensità di tutta la Serie A. Sarà l’ennesimo derby brutto da vedere o le difese imbarazzanti daranno vita a una bella pioggia di gol? Speriamo nella seconda ovviamente. Icardi zittirà Mancini con una bella doppietta, ma finirà 2-2. Bertolacci e Bacca per il Milan.

Squadra della settimana:
Mirante;
Alex Munoz Moras;
Mounier Zielinski Jajalo Badu;
Zapata Dionisi Maccarone.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: un derby scoppiettante

Fantacalcisticamente: sempre meglio che lavorare

Bentrovati amici di Fantacalcisticamente, diciassettesima puntata e ventunesima giornata di Serie A. Coppa Italia alle spalle, con Napoli e Lazio eliminate, si torna al tanto amato campionato. Partiamo sabato alle 18…

fantacalcisticamente saragiolino

Bentrovati amici di Fantacalcisticamente, diciassettesima puntata e ventunesima giornata di Serie A. Coppa Italia alle spalle, con Napoli e Lazio eliminate, si torna al tanto amato campionato. Partiamo sabato alle 18 con Frosinone – Atalanta. Squadra di casa in crisi nera e con una difesa più larga della pancia di Maxi Lopez. Teoricamente non dovrebbe avere grossi problemi la Dea, forte di un Alino Diamanti in più e di un Denis in meno. Papu Gomez è da troppo che non ci regala bonus…

Empoli – Milan del girone di andata me lo ricordo bene. Cena in contrada e una promessa, fatta poco prima del fischio iniziale: “se fa gol Luiz Adriano buttiamo giù Voltaia”. Inutile dire che non ho altri ricordi di quella serata… La partita è tosta, dal risultato totalmente incerto. Riuscirà il Milan a dare un po’ di continuità? Bonaventura e Maccarone +3 sicuro.

fantacalcisticamente quagliarella

Riuscirà Quagliarella a non farsi fischiare dai suoi tifosi?

All’ora di pranzo la Serie A ci offre un(a) Fiorentina – Torino di tutto rispetto. Viola in crisi di gioco e risultati, mi lascia con un dubbio: perché Babacar non gioca più? 4 gol in 7 presenze sono tanti, eppure… Borja Valero assisterà al meglio Kalinic. Nelle fila granata se Quagliarella dovesse giocare, farà gol.

Grande derby alle 15: Sassuolo – Bologna. Squadre meravigliose che da tempo ci regalano un gran calcio. La purghetta di Berardi è scontata, mentre nel Bologna potrebbe fare la differenza Mounier.

Il Carpi sarà la vittima sacrificale dell’Inter. Nerazzurri in fiducia e Icardi bloccato da qualche partita. Risultato esatto: Altro.

Problemi in casa Lazio, che vede perdere capitan Biglia per almeno un mese. Durissimo rimpiazzare l’argentino, specie se nel suo ruolo c’è solo Cataldi. Klose sembra essere l’attaccante più in forma, ma Pioli preferisce farlo giocare solo in Coppa Italia. Bah, scelta discutibile. Pepe sta ritrovando lo smalto perso e potrebbe far male, ancora una volta, alla squadra romana.

Verona – Genoa è la partita da over 125,5 come si usa nel basket. Galvanizzata dal buonissimo pareggio in casa della Roma, Pazzini e compagnia bella proverà il colpaccio contro un Genoa in forma Pavolosa. Suso e Perotti danno continue certezze.

Sampdoria – Napoli è l’1 più facile di giornata. Sconfitta in casa da una buona Inter, il Napoli potrebbe aver perso qualche certezza e per la legge dei grandi numeri una partita la deve perdere. La Sampdoria non è in forma e ha una squadra mediocre, ma sarà Muriel il man of the match.

Palermo – Udinese è quasi uno scontro salvezza. Prove di 4-3-3 in casa Palermo, che con Gilardino e Vazquez potrebbe far male a una fragile difesa come quella friuliana. Dalle parti di Udine si sta ritrovando Duvan. Attaccante che può e deve fare la differenza nella stagione bianconera.

A conclusione della giornata c’è Juventus – Roma. Big match serale seguito da ogni dove. Favorita la Juventus ovviamente, ma le motivazioni date da Spalletti potrebbero essere superiori. Dzeko sta facendo male, ma questa partita segnerà la sua svolta. Se segna arriva a fine stagione con venti gol, altrimenti sarà dura, a tratti durissima. Partita da tripla, ma metterei primo marcatore Dybala. Cassa facile.

Squadra della settimana:
Mirante;
Letizia Wague Rossettini;
Soddimo Ntcham Fernando Zielinski;
Maccarone Mancosu Pazzini.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: sempre meglio che lavorare

Fantacalcisticamente: si ricomincia!

Bentrovati amici di Fantacalcisticamente. Dopo un periodo di pausa e di varie lavande gastriche causa alcol delle vacanze siamo tornati a parlarvi di quel #mainagioia che è il fantacalcio. Siamo nel…

fantacalcisticamente saragiolino

Bentrovati amici di Fantacalcisticamente. Dopo un periodo di pausa e di varie lavande gastriche causa alcol delle vacanze siamo tornati a parlarvi di quel #mainagioia che è il fantacalcio. Siamo nel pieno del mercato e del fantamercato e vi dico subito che l’1 gennaio ho venduto Luiz Adriano, quella pippa maledetta pagata ben 50 crediti. Al suo posto un’altra pippa, Gervinho, e il fidato Giaccherini.

In attesa che l’hangover del venerdì sera passi, alle 15 di sabato iniziamo con uno splendido Atalanta – Inter. Prima partita del girone di ritorno e difficoltosa in ambito di schedine. Ospiti che vengono da diverse sconfitte casalinghe, ma con qualche certezza in più a livello di gioco. La Dea con la cessione di Maxi Moralez ha perso il 70% delle proprie convinzioni. Potrebbe scapparci una X all’ultimo minuto se giocasse Kondogbia (35 milioni AHAHA). Il +3 di Perisic è abbastanza semplice.

spalletti

Spalletti torna in Italia dopo aver smaltito l’hangover?

Alle 18 il Torino, con un ritrovato Ciro Immobile, ospita il Frosinone culone. L’1 sulla carta è già scritto, ma il Toro quest’anno è strano, troppo. In attacco credo e spero che Quagliarella non giochi e che venga venduto in Cina. Chiedere scusa dopo un gol ai tifosi avversari è riprovevole, non il contrario.#iostoconitifosideltoro Maxi Pancetta Lopez timbra il cartellino.

La sera alle 20,45 uno spettacolare San Paolo ospiterà Napoli – Sassuolo. L’ammazza-grandi neroverde dal tridente più forte d’Europa non teme l’estro di Insigne e Higuain. Partita da Goal con primo marcatore Allan.

Archiviato il sabato sera (dimenticato, per meglio dire) alle 12,30 si sfidano Genoa – Palermo. Ospiti con il nuovo allenatore, nonché scommessa del patron Zamparini. Ne beneficerà sicuramente Vazquez, essendo sudamericani entrambi. Nei grifoni torna a disposizione Perotti dopo la squalifica e sicuramente il gioco migliorerà. Proverei un 1 fisso. Mentre al fantacalcio metterei Rigoni, che farà la partita della vita o verrà espulso.

Cinque partite alle 15: Chievo – Empoli è la partita di Inglese. Signori, un fenomeno. Gol sicuro. Nell’Empoli Zielinski e Pucciarelli potrebbero arginare una difesa abbastanza lenta.


Roma – Chievo
sarà la prima partita di Spalletti 2.0, dopo l’esonero neanche troppo clamoroso di Garcia. Il 4-2-3-1 è il marchio di fabbrica dell’allenatore, quindi Salah e Pjanić potrebbero e dovrebbero trovare più facilmente la via del gol. Curiosità di vedere Naingollan e De Rossi. Ce la faranno a reggere da soli il peso del centrocampo? Anche se, dal mio punto di vista, De Rossi può giocare soltanto centrale di difesa. Ma vabbè, non mi ascoltano gli allenatori. Verona con un piede e mezzo in Serie B. La cura Delneri non funziona e il mio Toni non segna mai. Io, comunque sia, lo schierò titolare.

Udinese – Juventus potrebbe essere la partita che porta in vetta i bianconeri, reduci da nove vittorie di fila. Alex Sandro uomo bonus. A Udine solita pochezza lì davanti, con Thereau unico vero giocatore.

A Bologna si presenta la Lazio. Squadra galvanizzata dalla scorsa vittoria a Firenze. Col 4-1-4-1 Pioli sembra aver trovato l’assetto giusto, ma Biglia, il mio Biglia, è in dubbio per un infortunio e Destro e compagni potrebbero approfittarne. Candreva su punizione regalerà un +3.

Carpi – Sampdoria è la partita più facile di questa giornata. 2 fisso e cassa sicura. Il gioco di Montella sta venendo fuori e Cassano si sta ritrovando. Eder solito bomber.

Ultima partita delle ventesima giornata è Milan – Fiorentina. Balotelli torna tra i convocati e per la seconda parte di stagione potrebbe essere fondamentale per i diavoli. Certo è che se vedi la difesa milanista prima della partita corri alla SNAI a giocare il 2, ma sarà una X. Niang e Kalinic i marcatori, con una super prova di Boateng.

Squadra della settimana:
Mirante;
Wague Masiello Gastaldello;
Mounier Zielinski Hallfredson Barreto;
Siligardi Maccarone Aguirre.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: si ricomincia!

Fantacalcisticamente: chi mangerà il panettone?

Bentornati appassionati di Fantacalcisticamente. Quindicesima puntata, dove racconteremo la 17a giornata di Serie A, oltre che augurarvi buone feste. Giornata non facile per le bollette visti i rendimenti delle squadre ultimamente,…

fantacalcisticamente saragiolino

Bentornati appassionati di Fantacalcisticamente. Quindicesima puntata, dove racconteremo la 17a giornata di Serie A, oltre che augurarvi buone feste. Giornata non facile per le bollette visti i rendimenti delle squadre ultimamente, ma qualcosa proveremo a vincere.

Partiamo sabato alle 20,45 con Bologna – Empoli. Lo so, non è un gran sabato. Però il pomeriggio possiamo tranquillamente stare un paio d’ore alla SNAI e tra un marcatore SI e una macchinetta la giornata vola via. Zielinski secondo me è da bonus peso.

Post sbronza e post qualsiasi eccesso in generale c’è Carpi – Juventus alle 12,30. Filotto positivo per gli ospiti, che se vogliono agguantare l’Inter sono obbligati a vincere. Manca solo Marchisio nel tabellino, quindi lo confermo. Il Carpi dopo i brutti risultati in campionato, ma eccellenti in Coppa Italia sta pensando ad un nuovo cambio di allenatore, visto che Mourinho ha lasciato il Chelsea. Ris. Esatto 0-1.

Solite quattro partite alle 15, ma di gran classe. A Bergamo uno splendido Napoli proverà a scippare i tre punti alla Dea, che è parsa un po’ stanca nell’ultima settimana. Hamsik primo marcatore.

Garcia mangerà il panettone?

Garcia mangerà il panettone?

Fiorentina – Chievo sulla carta è 1 fisso, ma il calcio è strano Beppe, si sa. Viola un po’ in confusione dopo l’uscita dalla Tim Cup di mercoledì quindi chissà se la psiche giocherà un brutto scherzo. Kalinic troppo a secco ultimamente, potrebbe rivelarsi un flop proprio adesso che conta, se non segna. E quel Paloschi

Verona – Sassuolo deve essere la partita della rinascita. Con Toni sbloccato non dovrebbe essere difficile portare a casa i tre punti. Rumors in casa Sassuolo: dopo l’esonero di Mou il Chelsea pensa seriamente a Di Francesco e il suo 4-3-3 collaudato. Porterebbe i fedelissimi Peluso e Floccari con sé, mettendo in panchina Terry e Diego Costa. 1 fisso.

Roma – Genoa sarà la gara dell’esonero per Garcia? Lui ce la sta mettendo tutto per far si che ciò avvenga, ora tocca a Pallotta. Squadra con meno idee di me sotto natale. Ma il Genoa con Pavoletti ancora fuori non è in grado di vincere all’Olimpico, quindi l’allenatore francese mangerà il panettone. Reazione d’orgoglio da parte di Naingollan.

Alle 18 Frosinone – Milan ci avrebbe garantito una dormita eccelsa, ma purtroppo o per fortuna hanno affiancato altre due partite. Niang è sempre da mettere, è in forma smagliante. Se giocasse anche Luiz Adriano sarebbe il top per la mia formazione. La doppietta di Bonaventura è quasi già scritta.

Sampdoria – Palermo è la gara dell’ex per eccellenza: Barreto. Nonché mio pupillo da anni immemori, sarà sicuramente protagonista del match. Dall’altra parte c’è un attacco di tutto rispetto, con Trajkovski che ha dimostrato di saper giocar bene a calcio e l’eterno Gilardino, entrambi accompagnati da Vazquez. Bella sfida, ma Montella vorrà fare tre punti prima di natale?

Torino – Udinese è 1 fisso e tanti saluti a Colantuono. Mettere Domizzi è illegale in 23 paesi diversi, ma metterlo contro la capolista è da ghigliottina. Primo marcatore Glik.

Veniamo all’ultima partita del 2015: Inter – Lazio. Sebbene i pronostici siano tutti a favore dei nerazzurri, la Lazio potrebbe avere un colpo di reni. Certo, giocare con Konko e Radu non è facile per nessuno, però se Anderson e Candreva trovano un po’ di voglia di vivere forse portano a casa il risultato. Una bella X e tutti contenti.

Squadra della settimana:
Mirante;
Wague Masiello Gastaldello;
Mounier Zielinski Hallfredson Barreto;
Siligardi Maccarone Aguirre.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: chi mangerà il panettone?

Fantacalcisticamente: prima della pausa

Bentrovati amici di Fantacalcisticamente. Oggi parleremo della sedicesima giornata di Serie A, nonché LA giornata per eccellenza, viste le partite in programma. Anche questa settimana andrà dal sabato al lunedì,…

fantacalcisticamente saragiolino

Bentrovati amici di Fantacalcisticamente. Oggi parleremo della sedicesima giornata di Serie A, nonché LA giornata per eccellenza, viste le partite in programma. Anche questa settimana andrà dal sabato al lunedì, per la gioia di tanti.

Alle 15 iniziamo con Genoa – Bologna. 16 punti per entrambe ma il morale degli ospiti è nettamente più alto dopo la vittoria contro il Napoli. Genoa in crisi di gioco e risultati, penalizzato dalla squalifica di Pavoletti e dagli innesti di mercato insufficienti. Destro è in forma smagliante e Perotti è da bonus.

Alle 18 due sfide: Palermo – Frosinone e Sassuolo – Torino. Ultima chance per Sannino che se non vince in casa può tranquillamente fare i bagagli e non mangiare il panettone. Gila, Vazquez e Hiljemark sono imprescindibili. Dopo la splendida vittoria dei neroverdi, a Reggio Emilia si respira aria di Europa League. Defrel non vuole sbloccarsi e far fare bella figura a Floccari. Torino galvanizzato per il pareggio all’ultimo secondo contro la Roma. Glik è ancora a secco di gol, potrebbe essere la volta buona.

Chi guarderà Empoli - Carpi?

Chi guarderà Empoli – Carpi?

Udinese – Inter chiude questo appassionante sabato. L’Udinese è una delle peggiori squadre di quest’anno e le tre “pappine” prese a Firenze ne sono la prova. Con Di Natale a un passo dal ritiro niente sembra facile per i friuliani. Vedremo se il mio buon Thereau mi regalerà qualche bonus. Mi basta anche un 6,5. Dai, Cyril! La capolista è invece la squadra più cinica della storia. Da mettere assolutamente Icardi, che timbrerà il cartellino.

Domenica alle 15 in post sbronza piena godiamoci tre partite al top. Chievo – Atalanta hanno le formazioni più pazze d’Italia. Meggiorini, Inglese e Paloschi contro Papu, Moralez e Denis. Vere e proprie macchine da gol. Impossibile dire un risultato fisso, ma un over 3,5 è rischiabile. Empoli – Carpi la giocano solo perché in dovere di farlo, ma Maccarone e Saponara andranno a vincere 2-1 in scioltezza. Borriello gol.

Milan – Verona. La partita più brutta che ci sia, fin’ora. Mihajilović non esalta le qualità dell’unico giocatore forte che ha: Bonaventura. Non capisco perché non faccia girare la squadra intorno a lui. Ma poi potrà giocare con Cerci esterno del 4-4-2?! Verona scosso dall’annuncio del ritiro di Toni a fine stagione (e io più di loro probabilmente). Non sarà più la stessa cosa. È la partita della vita per loro, quindi 2 fisso.

Veniamo alle sfide di alta classifica, quelle per cui paghiamo fior di quattrini Sky. Domenica, ore 18: Napoli – Roma. Anche se ci saranno più morti fuori dallo stadio che gol, il Napoli vincerà a mani basse e Garcia non riuscirà a mangiare il panettone, per la gioia di chiunque. Troppo più in forma la squadra di casa è troppo impaurita la squadra romana. Quei tre lì davanti farebbero paura anche a Braveheart. L’unica possibilità per la Roma è che il duo bosniaco e Florenzi diano la scossa giocando la miglior partita della loro vita. Io metto De Rossi, voglio rischiare l’espulsione.

Alle 20,45 chiude la nostra domenica Juventus – Fiorentina. Una delle rivalità calcistiche più belle di sempre. Piccola frenata dei bianconeri in Champions che si troveranno contro le squadre più forti d’Europa. Dybala è l’uomo in più, ma decisivo sarà Marchisio. Fiorentina galvanizzata dal passaggio del turno in Europa League metterà anima e attributi nella partita più importante. Ilicic e Borja faranno girare le scatole alla difesa avversaria, mentre la difesa viola potrebbe essere un problema.

La giornata si chiude lunedì con Lazio – Sampdoria. Due delle squadre meno in forma del campionato. Sarà una X scritta, che salverà Pioli e che darà inizio al cammino di Montella. Uno 0-0 triste e ininfluente per il fantacalcio. Partita triste come un lunedì mattina.

Formazione della settimana:
Mirante;
Wague Masiello Gastaldello;
Mounier Zielinski Grassi Hallfredson;
Juanito Sansone Maccarone.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: prima della pausa

Fantacalcisticamente: sfide di alta classifica

Eccoci giunti alla tredicesima puntata di Fantacalcisticamente, reduci da una super accoppiata: schedina vinta e quasi tutti i giocatori bonus azzeccati. Sarà un weekend calcistico lungo: dal sabato al lunedì, con…

fantacalcisticamente saragiolino

Eccoci giunti alla tredicesima puntata di Fantacalcisticamente, reduci da una super accoppiata: schedina vinta e quasi tutti i giocatori bonus azzeccati. Sarà un weekend calcistico lungo: dal sabato al lunedì, con sfide (e sfighe) interessanti. Prima di passare alle schede tecniche delle partite mi sento in dovere di dirvi una cosa: nell’ultima giornata fantacalcistica avevo Rincon, Acerbi e Pavoletti. Non aggiungo altro.

Bene, passiamo adesso all’anticipo del sabato, Torino – Bologna, dove potremmo ammirare sua maestà il gallo Belotti far gol. O in alternativa Maxi. Fatto sta che il Torino porterà a casa i tre punti, nonostante la buonissima forma dei rossoblu.

Milan – Sampdoria ci accompagnerà dalla cena fino all’ammazzino. Settimana scorsa ho detto che Montella è un perfezionista e avrebbe perso (e così è andata), ma stavolta non ci interessa il risultato, ma bensì il gol della Samp. È un over 2,5 scritto dove potrebbe uscire qualsiasi risultato, quindi raccomando Bacca e Cassano, che negli ultimi venti minuti può essere letale alla sua ex squadra.

Purtroppo o per fortuna niente anticipo di mezzogiorno, ma ben quattro partite alle 15. Chievo – Udinese è la gara di Thereau, l’ex più forte che abbia mai lasciato Verona, sponda Chievo. Meggiorini è una divinità, mentre Inglese sta diventando un giocatore vero. Nei bianconeri c’è sempre Ciccio Lodi da tener d’occhio.

Il ritorno del giovanissimo Toni

Il ritorno del giovanissimo Toni

Frosinone – Verona è invece la gara della verità per Mandorlini. Se perde anche questa l’esonero è un passo. Potrà e potrò contare su Luca Toni, visto che Pazzini segna meno di Bovo. Io, nel dubbio e giocando un po’ sulla psicologia del Pazzo, metto entrambi titolari.

Chissà se stavolta il Genoa ce la farà a far risultato senza dover far morire d’infarto qualche tifoso. Ntcham è assolutamente da mettere, così come Burdisso. Il Carpi è un po’ allo sbando e sempre più ultimo. Con il rientro di Borriello sicuramente ci sarà più peso offensivo e a tavola, ma servirà un mezzo miracolo a Castori.

Roma – Atalanta se si fosse giocata a campi inversi sarebbe stato l’1 fisso più bello del mondo. A Roma si gioca il secondo set, mentre Maicon e Szczesny ancora sono con la flebo al braccio lasciata in dotazione dal gentile Neymar. Sei gol non si dimenticano da un giorno all’altro, perciò Reja giocherà su questo. Se i bergamaschi vanno in vantaggio portano a casa la partita, in caso contrario sarà l’ennesima buona partita senza punti portati a casa. Pjanić potrebbe esser decisivo.

Alle 18 ci spostiamo ad Empoli per vedere i ragazzi di Giampaolo sfidare la Lazio di un Pioli sempre più sull’orlo di una crisi isterica. Candreva si è sbloccato e come ho già detto da adesso si rivedrà la vera Lazio. Matri e/o Djordjevic a seconda di chi scenderà in campo farà gol. No gol casa.

Alle 20,45 sfida al Barbera con Palermo – Juventus. Negli occhi degli juventini c’è ancora il capolavoro di Cassani e l’incredibile sòla di Amauri venduto come il nuovo Ronaldo. Scia positiva dei bianconeri, che hanno l’obbligo di vincere e chissenefrega del convincere. Visti i mille infortuni saranno Dybala e Morata a sostenere l’attacco, ma the man of the match sarà Pogba.

Lunedì non prendete impegni, tutti a lezione da Di Francesco per la partita più attesa dell’anno: Sassuolo – Fiorentina. Calcio champagne alla base della filosofia di entrambi gli allenatori, ma solo uno uscirà vincente dal Mapei Stadium. Tegola Berardi, che ha più espulsioni che anni e per tre giornate sarà inutilizzabile. Più spazio per il mio Defrel, che ha bisogno di giocare e sbloccarsi. Nella viola dire Kalinic sarebbe troppo facile, perciò dico Bernardeschi uomo bonus.

Ultima sfida di giornata è Napoli – Inter, la prima contro la seconda, Higuain contro Icardi, sud contro nord. Sfida scudetto forse è presto da dire, ma sicuramente è basilare per l’andamento di entrambe le squadre. Incredibile come la mancanza di Inler, Andujar e Maggio non si sia fatta sentire fin’ora. Partita da tripla, con l’Inter avvantaggiata per non giocare l’Europa League e il Napoli galvanizzato dalla bolgia del San Paolo. Saranno gli episodi a decidere la gara e se dovessi puntare 2€ direi X e Jovetic primo marcatore.

Squadra della settimana:
Mirante;
Wague Masiello Gastaldello;
Soddimo Ntcham TinoCosta Hallfredson;
Juanito Sansone Maccarone.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: sfide di alta classifica

Fantacalcisticamente: ricomincia la sfida!

Eccoci di nuovo con Fantacalcisticamente. Dodicesima puntata e la consapevolezza di non avere più pause nazionale fino all’anno nuovo. Tanto con le bellissime figure che rimediamo in giro per il…

fantacalcisticamente saragiolino

Eccoci di nuovo con Fantacalcisticamente. Dodicesima puntata e la consapevolezza di non avere più pause nazionale fino all’anno nuovo. Tanto con le bellissime figure che rimediamo in giro per il mondo è bene stare nei club. Tra l’altro su Facebook prima della partita con il Belgio avevo letto critiche piuttosto aspre nei confronti dei diables rouges e mi sono chiesto il perché, visto e considerato che sono veramente la nazionale più forte d’Europa. Ora i saccentoni da social network staranno zitti.

Ma veniamo alla nostra amata Serie A. Sarà un sabato scintillante, con Bologna – Roma ad aprire le danze. Il buon Donadoni sembra aver ridato linfa vitale alla squadra emiliana e tolto la boccia di Lambrusco a Destro, che però partirà dalla panchina. Preoccupazione in casa Roma e in casa mia: Digne sembra sia talmente scioccato dalle vicende parigine che difficilmente sarà in campo, mandando in fumo una mia, seppur improbabile, rimonta. Forfait in vista anche per Gervinho e questa X alla SNAI può far sognare.

Sfida di medio-bassa classifica alle 20,45: Juventus – Milan. Sui padroni di casa aleggia la presenza della Sampdoria e dell’Atalanta, che non aspettano altro che un passo falso della Signora. Milan che in quanto a risultati sta bene, ma in quanto a presenza scenica sta a pezzi. Perché diciamocelo, De Sciglio e Abate sono in nazionale. Contro la difesa lenta del Milan Cuadrado e Dybala possono fare il diavolo a quattro, mentre Carlone Bacca farà a gara di petto più grande con Barzagli. Marchisio uomo bonus.

fantacalcisticamente pazzini

Arriverà finalmente il momento di Pazzini?

A pranzo ci aspettano Verona – Napoli, ultima contro quarta. Sulla carta sono tre punti facili come prendere likes su Facebook con un post sui Coldplay, però si sa, la pausa nazionale porta con sé tante incertezze nella mente di ogni singolo calciatore. Vedremo se Mandorlini avrà sfruttato la pausa solo per le riunioni degli alcolisti anonimi o per far segnare il mio Pazzini. Sul Napoli poco da dire, se continuano a correre e a far gioco lo scudetto lo vincono a mani basse (no, non per scippo). Quindi rischierei il buon Juanito.

Full immersion alle 15 di gare talmente tristi che staremo incollati al televisore a guardarle (“Il mondo è così brutto che non so distogliere lo sguardo”). Atalanta – Torino potrebbe farci divertire davvero. Se le squadre giocano sui ritmi delle prime 12 sicuramente fioccheranno bonus. Scontato come “Sta guardando “Titanic” ” mentre passa il film su Canale5, Pinilla farà il +3.

Carpi – Chievo credo che neanche i tifosi delle squadre la guardino. Onestamente guardar giocare e dispensare calcio a Meggiorini fa gola a chiunque, però così è troppo. Lotito c’aveva visto lungo! Tornerà alla vittoria il Chievo comunque, con uno splendido Paloschi.

Derby toscano a Firenze, dove la Fiorentina sfida l’Empoli e prova ad allungare in classifica. Tra l’altro è uno dei derby meno sentiti nella storia del calcio. Ma comunque sia Paolone Sousa ci stupirà, con l’ingresso magari di un Pepito Rossi o di uno straordinario Verdù. Kalinic ha segnato anche in nazionale e sta diventando una certezza del nostro campionato, mentre Paredes è fortissimo e va messo.

Due 4-3-3 a confronto. Gasperini sfida il maestro Di Francesco: al Ferraris è Genoa – Sassuolo. Squadra di casa quest’anno condizionata dalla poca lucidità mentale dei difensori, che quasi sempre ne combinano una. Burdisso e Izzo quindi chiamati agli straordinari. Tino Costa ancora non ha fatto vedere il “cannone mancino” e questo mi scoccia alquanto. Nel Sassuolo inutile dire che Acerbi, Magnanelli e Berardi siano i migliori italiani nel proprio ruolo, per distacco.

Lazio – Palermo sarà probabilmente la svolta di Candreva, nel bene o nel male. Se azzeccasse un assist o un 7 in pagella tornerebbe quello dell’anno scorso, ma in caso contrario possiamo salutare il piccolo Antonio (sempre ammesso che giochi, dato l’infortunio in nazionale). Prima partita per Ballardini sulla panchina rosanero. Il Coach trova un Gilardino in grande spolvero, oserei dire in forma europea e un dispiaciuto Vazquez, che in quanto argentino porterà “lutto” per qualche partita, abbassando i voti ai quali ci aveva abituato. Se Parolo gioca fa gol.

Udinese – Sampdoria è un’altra partita d’esordio: Vincenzo Montella torna da allenatore nella sua amata Samp. Contrariamente a quello che dico solitamente sul cambio di allenatore, i blucerchiati perderanno. Montella è un perfezionista e la perfezione richiede tempo, perciò Udinese 1 fisso, Totò Di Natale.

A conclusione di questa eccitante giornata sportiva c’è Inter – Frosinone, in cui ovviamente la squadra di Milano vincerà e Jovetic segnerà. Perché ne sono sicuro? La Nike ha consegnato le nuove scarpette e sono bianche. Un attaccante ama le scarpe bianche, specie se è tecnico. E quindi fidatevi di me.

Squadra della settimana:
Karnezis;
Letizia Cesar Moras;
De Roon Sala Paredes Donsah;
Borriello Meggiorini Sansone.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: ricomincia la sfida!

Fantacalcisticamente: un tranquillo weekend di calcio

Eccoci giunti all’undicesima puntata di Fantacalcisticamente, divenuta ormai un appuntamento fisso per i malati di fantacalcio. Questo fine settimana si prospetta tranquillo e senza feste all’orizzonte. Finalmente fegato, reni e portafoglio…

saragiolino

Eccoci giunti all’undicesima puntata di Fantacalcisticamente, divenuta ormai un appuntamento fisso per i malati di fantacalcio. Questo fine settimana si prospetta tranquillo e senza feste all’orizzonte. Finalmente fegato, reni e portafoglio possono riposare.

Sabato alle 18 sfida salvezza in quel di Verona, dove l’Hellas penultimo sfida il Bologna terzultimo. Da quando non c’è Toni che la insacca per Mandorlini è crisi nera. 6 punti in 12 giornate non rendono giustizia all’etilista più amato del nord Italia. Le difese ballerine di entrambe le squadre dovrebbero regalare spettacolo, ma gli attacchi pressoché nulli di entrambe potrebbero complicare le cose. Juanito Gomez uomo da mettere.

Alle 20,45 il Milan di Cerci ed Essien (?) ospita l’Atalanta dei terribili tre: Migliaccio, Brivio e Raimondi. Rossoneri in forma, ma bloccati da tante assenza causa squalifica e infortuni. Pinilla giocatore da bonus, mentre una bella X farà alzare il bonus alla SNAI.

Alle 12,30, oltre che al pranzo della nonna, c’è Torino – Inter. Padroni di casa reduci dalla beffa nel derby e ancora accecati dalla perla di Cesarone Bovo sfidano la squadra più fortunata d’Europa. Perché quando vinci contro la Roma con un gol di Medel capisci che sei davvero a un passo dallo scudetto. Icardi a Torino ha sempre fatto la sua parte, mentre Baselli potrebbe tornare a timbrare il cartellino.

Empoli – Juventus è piena lotta per non retrocedere. Juventini avanti di un solo punto e da domenica spostati nella colonna di sinistra della classifica. Potrebbe esserci l’esordio di Rugani, ex di giornata. Partita non facile, i toscani corrono come se non ci fosse un domani e Chiellini e Alex Sandro sulla sinistra fanno tanta paura, ai propri tifosi. Morata è da +3.

Frosinone – Genoa è scontato sia sulla carta che al centro scommesse. 2 fisso e Perotti – Pavoletti marcatori.

Ultima spiaggia per Iachini. In casa contro il Chievo c’è solo da vincere e far segnare Gilardino per farmi vincere al fantacalcio. Zamparini ha già avvertito che sarà la sua ultima partita in caso di risultato negativo, quindi sono consigliati tutti i giocatori offensivi del Palermo. Nel Chievo delle meraviglie si è inserito il piccolo Inglese, giovane e talentuoso al cospetto di sua maestà Meggiorini. Paloschi è il +3 più sicuro e scontato mai visto. Parola di Rispoli.

1966273-di_francesco

Di Francesco passerà una sosta tranquilla?

Alle 15 per motivi di ordine pubblico c’è il derby di Roma. No, non Latina – Lupa Roma, ma Roma – Lazio. Attacchi super e difese imbarazzanti saranno complici di questo spettacolo, a cui non assisterò causa derby Chiusi – Sarteano che, sempre per motivi di ordine, si giocherà alle 14,30. Aquilotti in cerca di riscatto (non solo per i tre uomini rapiti da Radu) dopo le brutte figure rimediate qua e là. Deve essere la partita di Candreva, perché sennò può anche considerarsi venduto, e di Edin Dzeko visto che puntualmente ce l’avrò contro.

Per Sassuolo – Carpi torno a dire che quando c’è un cambio di allenatore la mentalità di tutta la squadra cambia. Di Francesco lo sa, ovviamente, e ha studiato bene tutte le possibili soluzioni. Ma sarà Defrel il man of the match.

Napoli – Udinese è una strana partita. Non perché chissà quale motivo, ma contro il Napoli c’è sempre il fattore Di Natale, che da buon campano quale è potrebbe fare lo scherzetto. Gabbiadini tanto non giocherà mai in campionato quindi è inutile schierarlo, ma Callejon potrebbe sbloccarsi. Ne sono quasi convinto.

Ultima partita è Sampdoria – Fiorentina e ve lo dico subito: Ilicic farà gol e assist. Difficilissima partita comunque per la capolista, forse anche stanca per l’Europa League. Dall’altra parte Zenga si coccola il divino Eder (la scena è brutta e sconsigliata ai minori di 56 anni), sempre più capocannoniere. Il fattore decisivo sarà Fernando, da lui passa il 90% dei successi della Samp, se è in serata saranno dolori.

Squadra della settimana:
Mirante
Gamberini Mesbah Zaccardo;
Soddimo Ntcham TinoCosta Hallfredson;
Juanito Sansone Maccarone.

Questa rubrica è realizzata in collaborazione con il Birrificio Saragiolino

saragiolino

Nessun commento su Fantacalcisticamente: un tranquillo weekend di calcio

Type on the field below and hit Enter/Return to search