Il 13-14-15 giugno Petroio, il borgo nel comune di Trequanda, gioiello arroccato su una collina tra Valdichiana, Crete e Val d’Orcia, si riaccende di colori e sarà di nuovo festa con “La Corrida del Contadino”. La festa popolare e l’artigianato tradizionale della Terracotta, emblema petroiano per eccellenza, si riuniscono per rianimare le vie di questo affascinante paesino di origini medievali.

Terracotta di Petroio
Terracotta di Petroio

In apertura alla manifestazione la consueta inaugurazione della Mostra Mercato della terracotta dove i produttori esporranno nei singoli stand i propri prodotti e potranno dare dimostrazione pratica della lavorazione della Terracotta. Per chiunque volesse poi approfondire sulle origine di questo antico mestiere il Museo della Terracotta rimane aperto per tutti i 3 giorni di eventi. Tutta la comunità partecipa alla festa, compresi i bambini della scuola dell’infanzia “Arca di Noè” , coinvolgendo i visitatori in una lezione aperta di animazione musicale venerdì alle 19.

Petroio reso celebre dalla terracotta quanto dal buon cibo apre la cena della prima serata con “La Maialata”, una grande grigliata in piazza, con carne direttamente dalla brace al piatto, in un’atmosfera informale e conviviale in pieno stile contadino. Gli organizzatori ci sorprendono anche quest’anno con delle serati davvero originali e in pieno accordo con lo stile campestre della manifestazione. La prima sera si rievocano gli anni 60’ con la rock’n’roll band “The Shakers”, gruppo dalla grande dinamicità, pronti a scatenare l’energia nella piazza. La seconda sera: un perfetto intrattenimento pre-mondiali di calcio, che saranno vissuti a Petroio in piazza San Pietro su maxi-schermo e preceduti da un grandissimo “Gianni Drudi” con le sue ballerine brasiliane per oltre 2 ore di musica esilarante con i tormentoni come “FikiFiki”, “Tiramisù la banana col bacio” e il resto della musica trash anni 80 tutta da ridere.

9La terza ed ultima sera, come da tradizione tornano i “Superdiscobros” con la loro musica 70’, 80’, 90’ per festeggiare la contrada vincitrice del Palio della Corrida del Contadino. Da evidenziare che l’evento clou della festa è appunto questa terza riedizione della Corrida del Contadino nata circa 30 anni fa, con il nome “Corrida del Maiale” e dopo l’interruzione durata 10 anni, trasformata in “Corrida del Contadino” da un gruppo di giovanissimi in controtendenza, rimasti aggrappati alle loro origini e a questo luogo e protagonisti di un gruppo che anima ogni anno con grande cuore ed impegno le vie del borgo dove sono nati.

Sabato 15 Giugno, all’interno di “Petroio borgo d’arte” la rassegna artistica alla seconda edizione, la quale vede muri e strade del paese diventare luogo di mostra ed esposizione di quadri dipinti da oltre 20 artisti provenienti da tutta Italia, i quali verranno liberamente giudicati dai visitatori durante l’intera giornata e colui che otterrà il maggior numero di preferenze da parte del pubblico, alle 19.30 per la premiazione vedrà assegnarsi “l’Orcio d’autore”, donato da uno dei terracottai artisti di Petroio.

Sempre Sabato mattina, al “Terracotta workshop”, quest’anno si terrà un interessante seminario di vendita molto attuale e concreto rivolto a tutti i produttori e imprenditori, con partecipazione libera, dal titolo: “Come vincere le sfide in periodi di crisi”, relatore Federico Villani mental coach e trainer. Alle 18.00 invece un gruppo di bellissime ragazze indosserà gli abiti delle nonne e delle signore che hanno voluto gentilmente donare i loro abiti per una sfilata Vintage tutta da vedere, per gongolarsi nei ricordi e far conoscere ai più giovani la moda d’altri tempi. Domenica 15, giornata all’apice nel calendario petroiano, parte con l’apertura del mercatino dei prodotti tipici locali, la consueta “Biciclettata” della corrida con colazione e il vespa raduno con aperitivo e pranzo allo stand gastronomico che funzionerà sia a pranzo che a cena, sabato e domenica.

La domenica pomeriggio è prevista la più goliardica delle contese: la Corrida del Contadino. Il corteo contadino partirà ai piedi dell’imponente Torre medievale (che tra l’altro sarà visitabile i giorni della festa) per giungere agli impianti sportivi, dove si svolgerà la competizione tra le 4 contrade: Torre, Borgo, Fonte e Pianata che si contenderanno il Palio, dipinto quest’anno da Tommaso Casini, artista Petroiano doc. La gara in se stessa, altro non è, che l’allegoria della vita di una coppia contadina tra campi, fieno, fontane, una carretta utilizzata come mezzo di trasporto e gli immancabili animali da cortile: il maiale. A Petroio ci aspetta un fine settimana davvero pieno di piacere.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close