Lunedì 22 dicembre, alle 9.30, a Montepulciano, imprenditori, professionisti e tecnici dell’ASL 7 si confronteranno all’interno del seminario gratuito, organizzato da Qualità e Sviluppo Rurale srl, dal titolo: “Il piano di autocontrollo HACCP: un’opportunità di crescita per le aziende”.

Con questa iniziativa la Qualità e Sviluppo Rurale avvia una serie di incontri gratuiti di informazione e formazione su sviluppo sostenibile, sviluppo di risorse naturali ed ambientali e sulla promozione e la salvaguardia di colture agricole di qualità.

Grazie a prodotti e servizi di elevata qualità, raggiunti con anni di lavoro e di ricerca delle migliori prassi, il settore agroalimentare ricopre per l’area della Valdichiana e della Vald’Orcia un ruolo molto importante; si pensi ai vini di Montepulciano, ai formaggi di Pienza, all’olio, alla ristorazione e all’importanza che questo complesso di attività riveste per il territorio, insieme alla cultura, al paesaggio e alla qualità della vita, attraendo molti turisti.

In programma gli interventi del dirigente professioni sanitarie della prevenzione dell’ASL 7, Dott.ssa Daniela Cardelli, sulle verifiche ispettive degli organi di controllo; del tecnico della prevenzione del dipartimento tecnico sanitario dell’ASL 7, Dott.ssa Beatrice Baldetti, sulla normativa cogente in materia di igiene e sicurezza alimentare; della Dott.ssa Francesca Sordi, esperto in materia di igiene e sicurezza, sull’implementazione di un sistema di autocontrollo, e del Dott. Massimo Bardelli sulle modalità di comunicazione dell’autocontrollo come leva economica per le aziende.

“E’ giunto il momento di mettere a sistema tutti gli attori della filiera dell’agroalimentare – afferma Stefano Biagiotti, Presidente di Qualità e Sviluppo Rurale – e cioè consulenti tecnici della prevenzione, imprese e organismi di vigilanza per far nascere sinergie tali da migliorare ancor più la qualità ma soprattutto per migliorare la comunicazione rivolta ai consumatori. Da questo obiettivo è nato il seminario da noi organizzato, con la partecipazione di dipendenti della locale ASL e patrocinato dall’Unione dei Comuni Valdichiana Senese che ha sposato l’iniziativa, ritenendola utile per il territorio”.

“Il piano di autocontrollo HAACP non può e non deve essere concepito al pari di un semplice adempimento burocratico, se ben concepito migliora e promuove l’immagine dell’azienda – conclude il Presidente – ma va saputo comunicare ai clienti: ecco perché abbiamo affidato un intervento ad un esperto in questo campo. Grazie ad una corretta comunicazione, il consumatore si sentirà tutelato dal punto di vista della sicurezza alimentare e potrà quindi apprezzare in pieno la qualità e l’autenticità del prodotti”.

Print Friendly, PDF & Email