La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: palio dei ciuchi

“Torrita paese diletto”, si risveglia ogni anno in un gran fermento

Penso che Torrita sia un po’ come la Bella Addormentata: un paesino adagiato nel verde delle colline della Valdichiana, che riposa beato nel susseguirsi inevitabile delle stagioni. Poi all’improvviso, come…

Penso che Torrita sia un po’ come la Bella Addormentata: un paesino adagiato nel verde delle colline della Valdichiana, che riposa beato nel susseguirsi inevitabile delle stagioni. Poi all’improvviso, come arriva il principe Filippo a svegliare con un bacio la principessa Aurora, per Torrita arriva il Palio a scuoterla dal suo lungo torpore. E allora canti e balli, le strade si vestono a festa, l’aria diventa frizzante, le persone diventano euforiche e si buttano a capofitto nella vita di contrada.

A dare il primo scossone alla beatitudine torritese, sono le taverne. Tutto è pronto! Il primo sabato sera di festa, il centro storico brulica di persone che passano di taverna in taverna per assaggiare i piatti tipici toscani. Non importa di che contrada tu sia, né che tu sia torritese o meno, per questa sera siamo tutti amici e tutti mangiamo alla stessa tavola brindando con i bicchieri colmi di vino fino all’orlo.

Passeggiare per i borghi, è la gioia dei sensi. La vista gode della moltitudine di sfumature dei fazzoletti dei contradaioli, delle bandiere e delle coccarde che rendono la piazza una tavolozza di colori. L’udito è lieto nel sentire una Torrita finalmente viva, e l’eco del nostro amato inno, “Torrita paese diletto”, giunge da ogni borgo che circonda la piazza. L’olfatto è confuso nel sentire tanti odori così diversi, ma che si mescolano insieme. Scie di profumo dei cibi cucinati dalle massaie delle contrade, fanno venire l’acquolina in bocca, e come direbbe la Signora vestita di giallo: “ho un certo languorino”...ma alle taverne altro che cioccolatini!!!! Qui si parla di roba seria: Pici al sugo, all’aglione, panelle con il prosciutto, panini con la salsiccia e quant’altro. Il gusto, appagato dalla bontà dei piatti presentati, non può far altro che gioire. Il tatto è felice, quando le dita intorpidite per il freddo si scaldano a contatto con il cartoccio bollente pieno di frittelle.

E se a fine serata, verso le 23.00 ti trovi in piazza e alzi gli occhi al cielo, una brillante luna piena bacia la facciata del comune come a voler benedire le bandiere delle contrade. Anche se io, da buona contradaiola, spero ne benedica una in particolare, e mi auguro che questo Palio possa essere sotto il segno del Drago…Adesso a voi gli scongiuri! 

Nessun commento su “Torrita paese diletto”, si risveglia ogni anno in un gran fermento

Si alza il sipario sulla 57^ edizione del Palio dei Somari di Torrita di Siena

Tutto è pronto a Torrita di Siena per la 57ª edizione del Palio dei Somari. Dopo settimane di intensi preparativi, finalmente sabato 15 marzo si alzerà il sipario sulla festa…

Tutto è pronto a Torrita di Siena per la 57ª edizione del Palio dei Somari. Dopo settimane di intensi preparativi, finalmente sabato 15 marzo si alzerà il sipario sulla festa stracittadina in onore di San Giuseppe, e come vuole la tradizione più recente, l’avvio del programma è subito ricco di appuntamenti particolarmente sentiti dai contradaioli.

Due gli eventi clou della prima giornata, il sorteggio delle batterie eliminatorie per la sfida tra i ciuchi che si disputerà domenica 23 marzo, e l’apertura delle Taverne, ritrovi per buongustai in cui la cucina tradizionale di contrada si esalta e raggiunge le vette più elevate.

L’intenso week end dei torritesi inizierà alle 15.00 di sabato 15marzo con l’apertura del Mercato medievale intitolato allo storico personaggio di Nencia, martire per la libertà della comunità in epoca medievale, e con l’inaugurazione, nei locali della Biblioteca, della mostra fotografica retrospettiva realizzata in collaborazione con Enzo Sodi e dedicata quest’anno agli spettatori del Palio, spesso protagonisti al pari dei figuranti e dei fantini.

Seguirà l’inaugurazione della mostra dei lavori realizzati, sempre in tema paliesco, dagli studenti delle scuole di Torrita e poi, alle 16.00, preceduta da una breve ma solenne passeggiata storica, avrà inizio la cerimonia di sorteggio dell’ordine di sfilata delle comparse di contrada ma soprattutto dell’estrazione delle batterie di qualificazione che designeranno le prime quattro sicure contendenti del drappellone dipinto da Daniele Righi Ricco.

Alle 17.30, quando a tenere banco saranno i commenti e le previsioni sugli scontri diretti tra fantini e somari, sarà possibile cominciare a degustare le autentiche leccornie proposte delle Taverne.

La formula, che richiama ogni anno affezionati commensali da un ampio bacino che va ben oltre la Val di Chiana, è semplice e accattivante: la cena è itinerante, ciascuna area del centro storico è curata da diverse contrade (che per l’occasione possono anche unire le proprie forze) ed attrezzata per servire le varie portate. E mentre alcuni cibi possono essere consumati in piedi, per degustare le immancabili, pantagrueliche porzioni di pici al sugo o i succulenti arrosti ci si può accomodare nei cosiddetti borghi ovvero nei suggestivi, accoglienti vicoli allestiti con lunghe tavolate.

Nessun dubbio sulla qualità delle proposte che vedono all’opera le migliori cuoche della cittadina: oltre ai già citati “classici”, si va dai crostini e minestrone in crosta alla polenta e fagioli, dalle carni alla griglia ai saporitissimi fritti fino ai dolci accompagnati dai migliori vini dolci.

La serata sarà animata fino a tarda ora dagli spettacoli degli artisti di strada che si esibiranno in acrobazie, giocolerie e altre forme di intrattenimento mentre alle 23.30, nella centralissima Piazza Matteotti, spetterà al gruppo Lang Bart il compito di chiudere il sabato con un concerto di musica medievale.

E domenica si replicheranno sia il mercatino artigianale sia le taverne con l’intrattenimento ma con una cornice di nuovi eventi, altrettanto ricca e carica di spettacolo.

Nessun commento su Si alza il sipario sulla 57^ edizione del Palio dei Somari di Torrita di Siena

Al via la 57^ edizione del Palio dei Somari di Torrita di Siena

Marzo è il mese della primavera, ma per Torrita è anche mese di Palio, una festa nata per gioco, e divenuta ormai una delle più conosciute ed apprezzate della provincia…

Marzo è il mese della primavera, ma per Torrita è anche mese di Palio, una festa nata per gioco, e divenuta ormai una delle più conosciute ed apprezzate della provincia di Siena e della Toscana.

Il programma, reso noto dall’Associazione Sagra di San Giuseppe, conferma le tradizioni ormai consolidate da quasi 50 anni di storia. I festeggiamenti avranno inizio sabato 15 marzo, con l’estrazione dell’ordine di sfilata delle otto contrade e la successiva apertura al pubblico delle rinomate “taverne”. Durante tutta la settimana si susseguiranno giochi fra contrade e incontri culturali per poi arrivare al venerdì, giorno dedicato alle cene propiziatorie. Da sabato sera si entrerà nel vivo della festa con l’apertura del banchetto medioevale dove, su prenotazione, potranno essere gustati cibi in un’autentica atmosfera d’altri tempi, per poi proseguire con la benedizione del Palio, dipinto quest’anno dall’artista Daniele Righi Ricco e concludersi in piazza Matteotti con la spettacolare gara a coppie tra sbandieratori e tamburini delle otto contrade: la prima sfida nella sfida.

Domenica 23 marzo sarà il giorno della festa. Al ritmo dei tamburi, gli sbandieratori alzeranno al cielo le loro bandiere seguiti dall’alfiere con il vessillo della contrada e dall’armato che, con passo forte e deciso, precederà la dama e il principe. A chiudere il Corteo saranno i paggetti e il dotto, l’uomo saggio di Contrada. Dopo la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa delle Sante Flora e Lucilla e le esibizioni in piazza degli Sbandieratori e dei Tamburini, le oltre duecento comparse formeranno il Corteo storico che sfilerà per gli antichi borghi del paese e terminerà al “Gioco del Pallone”, luogo simbolo del Palio, ovvero il campo di gara. Nel primo pomeriggio i figuranti di tutte le
Contrade, insieme al rispettivo fantino, entreranno nuovamente nel campo di gara offrendo uno spettacolo affascinante e ricco di colori. Al termine della sfilata si procederà al sorteggio per l’abbinamento somaro-contrada dal cui esito dipenderanno le sorti della gara. Dopo le varie batterie eliminatorie si arriverà alla finalissima, sicuramente il momento più intenso ma anche il più imprevedibile di tutta la manifestazione. E’ difficile fare pronostici: si sa, il Somaro è un animale strano, testardo, orgoglioso, capace di correre per quasi tre giri e fermarsi ad un metro dal traguardo; nulla è deciso fino a quando la linea non sarà oltrepassata. Ma un attimo dopo scoppierà irrefrenabile l’entusiasmo e la gioia dei vincitori… urla di gioia si mescoleranno a lacrime di felicità, il PALIO verrà preso, festeggiato, portato in trionfo. E mentre alla Contrada vittoriosa andrà la gloria e il successo, alle altre sette contrade sconfitte rimarrà solo da aspettare un altro anno nella speranza che la fortuna giri anche dalla loro parte o che il somaro assegnato non faccia nuovamente i capricci.

Programma Completo della Manifestazione

Sabato 15 Marzo 2014
Ore 15.00 Centro Storico: Apertura “Mercato Medievale della Nencia”
Ore 15.00 Biblioteca Comunale: Inaugurazione della mostra fotografica, realizzata in collaborazione con Enzo Sodi “Gente di Palio”
Ore 15.15 Centro Storico: Inaugurazione della mostra realizzata dai ragazzi della Scuola
Ore 16.00 Piazza Matteotti: Sorteggio dell’ordine di sfilata delle Contrade e abbinamento batterie della corsa
Ore 17.30 Centro Storico: Apertura delle Taverne con Banchetti Gastronomici e Spettacoli itineranti
Ore 22.00 Piazza Matteotti: “Cenerentolo” spettacolo di Acrobazia, Giocolerie e Mistero con la Compagnia Quinto Piano e le “Buffonerie” di Alico il Giullare
Ore 23:30 Piazza Matteotti : Concerto di Musica Medievale con il gruppo “Lang Bart”

Domenica 16 Marzo 2014
Ore 10.00 Palazzetto dello Sport: “Finale del Torneo di Tamburello tra Contrade”
Ore 10.00 Centro Storico: “Somarando” iniziative per ragazzi con i Somari
Ore 10.30 Centro Storico: Apertura “Mercato Medievale della Nencia”
Ore 16.00 Piazza Matteotti: “III Festa dei Giovani Sbandieratori e Tamburini” Rassegna della Scuola Sbandieratori e Tamburini di Torrita di Siena con la partecipazione dei Gruppi “Quartiere Prato di San Quirico d’Orcia”, “Gruppo Sbandieratori e Musici Città di Bibbiena 1981” e del “Gruppo Sbandieratori e Musici della Giostra del Saracino di Sarteano”
Ore 17.30 Centro Storico: Apertura delle Taverne con Banchetti Gastronomici e Spettacoli con Compagnie Popolari itineranti
Ore 19.30 Centro Storico: “Musicando nei Borghi” in collaborazione con la “Bandina La Samba”, Scuola di Musica G.
Monaco “La Samba”
Ore 22.00 Piazza Matteotti: “Ignis” Spettacolo di Fuoco Medievale con la Compagnia Quinto Piano e le “Buffonerie” di Alico il Giullare

Lunedì 17 Marzo 2014
Ore 21.00 Teatro degli Oscuri: Premiazione del Concorso delle Scuole
Ore 21.00 Biblioteca Comunale: “Torneo di Subbuteo” – Giochi tra Contrade

Martedì 18 Marzo 2014
Ore 21.00 Teatro degli Oscuri: “Chissà se in contrada si sa…” – Giochi tra Contrade

Mercoledì 19 Marzo 2014
Ore 21.00 Teatro degli Oscuri: “Eccellenze Torritesi” – settore Musica

Venerdì 21 Marzo 2014
Ore 20.00 Nelle Contrade: Cene propiziatorie

Sabato 22 Marzo 2014
Ore 18.00 Centro Storico: “Banchetto Medievale de la Primavera”
Ore 21.00 Piazza Matteotti: Premiazione del torneo di Tamburello
Ore 21.30 S.S. Flora e Lucilla: Presentazione del Palio
Ore 22.00 Piazza Matteotti: Gara a coppie tra Tamburini e Sbandieratori delle Otto Contrade

Domenica 23 Marzo 2014
Ore 09.00 Piazza Matteotti: Presentazione delle Contrade
Ore 09.30 S.S. Flora e Lucilla: Santa Messa
Ore 10.30 Piazza Matteotti: Esibizione dei Tamburini e degli Sbandieratori
Ore 11.45 Centro Storico: Corteo storico per le antiche vie del paese
Ore 15.30 Campo di gara: Ingresso delle Contrade e del palio
Ore 16.00 Campo di gara: SI CORRE IL PALIO

In caso di pioggia il Palio verrà disputato Domenica 30 Marzo

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Pl59CfgrAbY[/youtube]

Nessun commento su Al via la 57^ edizione del Palio dei Somari di Torrita di Siena

L’ Associazione Contrade di Asciano finanzia e promuove l’arte

Per il terzo anno consecutivo l’associazione delle Contrade di Asciano finanzia e promuove l’arte. In occasione del prossimo Palio dei Ciuchi di Asciano, che si terrà il 14 settembre 2014,…

Per il terzo anno consecutivo l’associazione delle Contrade di Asciano finanzia e promuove l’arte. In occasione del prossimo Palio dei Ciuchi di Asciano, che si terrà il 14 settembre 2014, l’associazione responsabile dell’organizzazione della principale festa ascianese chiede l’aiuto degli artisti senesi e non per la realizzazione del cencio che andrà in premio alla contrada vittoriosa della corsa. L’ autore che metterà la firma sul drappo tanto ambito dalle sette contrade, avrà la possibilità di usufruire di un rimborso spese del valore di 700,00 euro.
Il tema di questo anno è “La via lauretana: una strada per artisti e pellegrini?” (leggi anche La Via Lauretana – prima parte la Via Lauretana – Seconda Parte  la Via Lauretana – Terza Parte).

L’obiettivo è quello di valorizzare e promuovere gli studi più recenti che hanno portato ad una valorizzazione storica del percorso delle Crete Senesi e del paese di Asciano, identificati come parte del percorso di fede che i pellegrini intraprendevano per dirigersi fino il Santuario di Loreto. Il cencio dovrà contenere la scritta “Palio dei Ciuchi” – “Asciano 14 Settembre 2014”, insieme allo stemma con i colori di tutte le sette contrade, lo stemma dell’Associazione delle Contrade e lo stemma del Comune di Asciano (Siena).

È possibile partecipare inviando un solo bozzetto cartaceo, grandezza massima formato “A3”, rigorosamente eseguito con tecniche pittoriche. Il termine ultimo per la presentazione del bozzetto è il 5 Aprile 2014, ore 12:00. Nel caso di raccomandata A/R farà fede la data e l’ora riportata sul timbro postale di invio.
Non verranno prese in considerazione domande presentate dopo tale orario e data.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili nell’apposita sezione sul sito Associazione Contrade di Asciano

L’associazione delle Contrade di Asciano, augurandosi la massima partecipazione, augura buon lavoro a tutti i concorrenti.

Nessun commento su L’ Associazione Contrade di Asciano finanzia e promuove l’arte

Type on the field below and hit Enter/Return to search