La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: olio novo

Festa dell’olio novo di Trequanda 2018

Un’intera settimana di festa per celebrare uno dei prodotti maggiormente caratteristici di Trequanda e della Valdichiana: l’olio extravergine d’oliva, la cui tradizione è portata avanti da una serie di produttori…

Un’intera settimana di festa per celebrare uno dei prodotti maggiormente caratteristici di Trequanda e della Valdichiana: l’olio extravergine d’oliva, la cui tradizione è portata avanti da una serie di produttori appassionati che animano la comunità locale. “L’olio novo di podere” è stato il protagonista della festa che ha visto una serie di iniziative susseguirsi dapprima a Castelmuzio (nel weekend del 13 e 14 ottobre) e successivamente nel centro storico di Trequanda (weekend del 20 e 21 ottobre), per celebrare degnamente il raccolto 2018 e la commercializzazione di un prodotto che caratterizza il piccolo comune toscano.

Tanti curiosi e appassionati hanno partecipato agli eventi organizzati durante le giornate di festa, dalla visita all’oliviera per la prima frangitura alla spiegazione di tutte le fasi produttive dell’olio, abbinati ad appuntamenti culinari con alimenti a km zero. Particolare attenzione è stata data ai corsi per assaggiatori organizzati dall’Associazione Italiana Conoscere l’Olio d’Oliva (Aicoo) a Castelmuzio e a Trequanda, così come alle passeggiate tra gli olivi e le visite guidate dei borghi storici. Alla riuscita della festa hanno partecipato le associazioni locali, dalla Pro Loco Trequanda a Castelmuzio Borgo Salotto, passando per i tanti volontari del posto, che hanno permesso la realizzazione di spettacoli di intrattenimento serali e momenti giocosi per i più piccoli.

La giornata conclusiva della “Festa dell’olio novo” si è svolta nel centro di Trequanda nella giornata di domenica 21 ottobre, con l’apertura degli stand per la degustazione e l’esposizione dell’olio e dei prodotti tipici, con la partecipazione diretta delle aziende e delle associazioni locali. I paesi gemellati di Marone (Brescia) e Poggio San Marcello (Ancona), con i rispettivi sindaci, hanno partecipato allo scambio di doni con il sindaco Machetti di Trequanda, in qualità di partecipanti all’Associazione Nazionale Città dell’Olio.

Durante il pomeriggio è stato inoltre assegnato, come da tradizione, il premio “Oliva d’oro”, assegnato al produttore che durante l’anno si è particolarmente contraddistinto nella cura dell’olio. Il premio di quest’anno è stato assegnato al Alessandra Arenostro dell’azienda “Il Sole”, che ha dato un’ulteriore spinta all’attività aziendale con la passione e gli investimenti della giovane generazione. Dal prossimo anno il premio cambierà, con un regolamento rinnovato che terrà conto delle caratteristiche tecniche del prodotto, della cura dell’oliveto e del rispetto dell’ambiente.

Uno speciale premio “Oliva d’oro”, un ramoscello d’olivo di metallo prezioso, è stato inoltre assegnato dall’amministrazione comunale all’attrice Olga Rossi, in qualità di artista che si è particolarmente distinta nella promozione di Trequanda in campo culturale. L’attrice, da anni residente nel centro storico di Trequanda, è diplomata al Teatro Stabile di Torino e può vantare la partecipazioni a importanti produzioni come “Tu mi nascondi qualcosa” e “I delitti del BarLume”. Olga Rossi ha ringraziato i concittadini per il premio ricevuto e ha annunciato la partenza di un progetto teatrale con gli abitanti, dedicato alla Costituzione Italiana.

La festa dell’olio novo è proseguita con canti popolari e balli folcloristici, concerti nella Chiesa dei santi Pietro e Andrea e stand gastronomici per gustare i prodotti tipici locali. Una settimana di festa, quindi, per un’annata olivicola da incorniciare: grazie alle favorevoli condizioni climatiche i produttori di Trequanda e dintorni possono vantare infatti una raccolta di qualità straordinaria.

Nessun commento su Festa dell’olio novo di Trequanda 2018

30ma Festa dell’ Olio, eccellenza olearia del territorio di Trequanda

Trae origine da un forte e diretto coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale di Trequanda al fianco dei produttori la trentesima Festa dell’Olio 2014. Una manifestazione che compie trent’anni e che riesce sempre…

Trae origine da un forte e diretto coinvolgimento dell’Amministrazione Comunale di Trequanda al fianco dei produttori la trentesima Festa dell’Olio 2014. Una manifestazione che compie trent’anni e che riesce sempre a rigenerarsi con nuove idee.

La prima importante kermesse dedicata all’olio del sud senese si terrà in due giorni diversi e altrettanti luoghi fisici diversi, i quali però sono uniti dalla scelta di produrre in un contesto di eccellenza.

Sabato 18 ottobre sarà di scena a Castelmuzio un vasto programma di iniziative. Si comincia alle 9 del mattino con un convegno sul tema sempre più attuale “Olivicoltura e cambiamenti climatici: Olio extra vergine di oliva e salute” che vedrà la vice presidente dell’Associazione Città dell’Olio, Anna Maria Betti, insieme al sindaco ospitante Roberto Machetti, ma anche la partecipazione del direttore del Dipartimento Scienze Bio-Agri-Alimentari del CNR, Mauro Centritto, Tullia Gallina Toschi e Enrico Valli del dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna, Gian Luigi Russo dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione CNR Avellino, Antonio Agostini, segretario Generale del Ministero dell’Ambiente Roma, coordinano Francesco Loreto e Antonio Cimato.

Il protagonista assoluto, però, sarà soltanto lui, l’olio prodotto dagli oliveti della zona. Assaggi, degustazioni, lezioni estemporanee di analisi sensoriale, dimostrazioni di macchine agricole e a partire dalle 15 animazione, dimostrazioni di mestieri medioevali, spettacoli di falconeria. Uno stand gastronomico e le osterie castelline rimarranno praticamente sempre aperte.

Domenica 19, invece, la kermesse si sposterà a Trequanda dove, dalle 16,30 saranno i produttori stessi–e questa è una peculiarità proprio di questa Festa dell’Olio–decideranno chi fra di essi sarà tanto meritevole da ricevere il premio Giordana Carpi “Oliva d’Oro”. Infine un testiomonial ancora di eccellenza: l’onorevole Luigi Dallai.

FESTA OLIO NOVO MANIFESTO

Nessun commento su 30ma Festa dell’ Olio, eccellenza olearia del territorio di Trequanda

Torta con zucca e cannella

L’autunno forse è la stagione meno amata da tutti noi, le giornate corte, i primi freddi e gli abiti pesanti, mettono in noi un po’ di malinconia, ma grazie ai…

L’autunno forse è la stagione meno amata da tutti noi, le giornate corte, i primi freddi e gli abiti pesanti, mettono in noi un po’ di malinconia, ma grazie ai suoi colori e i suoi frutti questa stagione risulta essere meno grigia e più sopportabile. Dalle castagne, ai funghi, dall’uva alle melagrane, l’autunno ci fornisce una grande varietà di frutta e ortaggi da utilizzare in cucina in mille modi diversi, abbinandoli anche tra di loro. Noi oggi vi proponiamo un dolce prettamente autunnale a base di zucca, altro frutto principe dell’autunno: “Torta con zucca e cannella”.

Per il suo gusto dolciastro, la zucca, che può piacere o meno, rappresenta un ottimo alleato in cucina sia per i piatti salati sia per quelli dolci. Questo frutto appartiene alla famiglia della Cucurbitaceae, ed è molto varia per forma, fusto, colore e dimensioni del frutto e del seme. La zucca è comunemente usata nella cucina di diverse culture: oltre alla polpa di zucca, se ne mangiano anche i semi, opportunamente salati. Dai semi si ottiene un olio rossiccio usato in cosmesi e cucina tradizionale.
La zucca è originaria dell’America Centrale insieme al pomodoro e alla patata, i quali diventarono ortaggi di importante valore alimentare dopo la scoperta dell’America. Nei paesi anglosassoni la zucca è utilizzata per la costruzione della Jachk – o –lantern, caratteristica lanterna rudimentale utilizzata durante la festa di Halloween per scacciare Spiriti maligni, che secondo la leggenda vagano sperduti sulla terra.

Quando si acquista una zucca è importante che il prodotto sia sodo e ben maturo: il picciolo deve essere morbido e ben attaccato alla zucca. La buccia deve essere priva di ammaccature e deve emettere un suono sordo se le si danno dei leggeri colpetti. La zucca intera può essere conservata in ambiente buio, fresco e asciutto anche per tutto l’inverno; la zucca in pezzi invece, si conserva in frigorifero, avvolta nella pellicola trasparente e va consumata velocemente poiché tende a disidratarsi.

Zucca e cannella

Zucca e cannella

Ma passiamo alla preparazione della ricetta di oggi “Torta con Zucca e Cannella”

INGREDIENTI
200 gr di farina
100 gr di zucchero
200 gr di zucca
2 uova
50 ml d’olio di semi
1 cucchiaino abbondante di cannella
mezza bustina di lievito
Zucchero a velo

PREPARAZIONE

Cuocere la zucca, in un cartoccio, in forno a 200° per mezz’ora, poi fate raffreddare e passate al mixer per renderla cremosa. A parte sbattere le uova e lo zucchero, aggiungere la crema di zucca, e sempre sbattendo con le fruste, unire l’olio e la farina mescolata al lievito. Aromatizzare il tutto con la cannella. Versare il composto in una teglia rivestita da carta da forno, infornare a 180° per circa 30 minuti. Far raffreddare e spolverare con lo zucchero a velo.

Nessun commento su Torta con zucca e cannella

“Festa dell’Olio novo” a Trequanda

Tutto pronto per la Festa dell’olio novo che si svolgerà sabato 19 e doemnica 20 ottore nel comune di Trequanda. Un programma molto ricco di eventi, con dibattiti, presentazioni di…

Tutto pronto per la Festa dell’olio novo che si svolgerà sabato 19 e doemnica 20 ottore nel comune di Trequanda. Un programma molto ricco di eventi, con dibattiti, presentazioni di libri, degustazioni e premiazioni, che quest’anno avranno luogo nella frazione di Castelmuzio, sabato 19 ottobre, e a Trequanda domenica 20 ottobre. Le iniziative in programma sono organizzate con la collaborazione della Pro Loco di Trequanda, della cooperativa il Lecceto, delle associazioni locali di volontariato e dei produttori agricoli locali.

La manifestazione comincerà sabato 19 alle 9.30 a Castelmuzio presso il Centro servizi per l’Olivicoltura con un dibattito sul mondo dell’olio e le sue regole. Alle 11.00 sarà offerta ai partecipanti una colazione dalla cooperativa Il Lecceto e a seguire i lavori riprenderanno con la presentazione delle opere eseguite dai ragazzi e dalle ragazze della Scuola secondaria di primo grado di Trequanda e l’incontro su l’olio e la terracotta del libro “Territorio e terracotta”.
Alla stessa ora nel centro storico di Castelmuzio sarà aperto il Mercatino dei produttori di olio e degli artigiani della terracotta del Comune di Trequanda e la Confraternita e Museo di Arte Sacra in pizza della Pieve.
Alle 13.00 il Ristorante Casal Mustia (tel. 0577665166) e la Trattoria della Filiera (tel- 0577665153) proporranno un menù fisso a base di piatti tipici arricchiti con Olio Novo dei produttori locali. Alle 15.00 riprenderanno gli incontri con la presentazione del Libro “Le Pievi Aretine – la millenaria storia di un territorio” testi di Franco Paturzo ed immagini di Gianni Brunacci presso la Confraternita e Museo di Arte Sacra in piazza della Pieve. Interverranno l’assessore ai Beni Culturali della Provincia di Arezzo, Rita Mezzetti Panozzi e lo storico Elio Torriti. Il professor Francesco Pericci illustrerà i risultati sulle ricerche archeologiche effettuate nel territorio del Comune di Trequanda. Possibilità di visita guidata alla Pieve di Santo Stefano a Cennano. Dalle 16.00 inoltre sarà possibile visitare il frantoio “Oliviera Sant’Angelo” e degustare vini in piazzetta San Bernardo, oltre all’apertura alle 20.00 dello stand enogastronomico a cura della Pro Loco di Trequanda.

Domenica 20 ottobre 2013 a Trequanda il programma comincerà dalle 11.00 con l’apertura degli stands per degustazione ed esposizione olio e prodotti tipici locali e dei paesi gemellati di Marone (BS) e Poggio San Marcello (AN) e dello stand gastronomico a cura della Pro Loco di Trequanda.
Alle 16.30 sarà, inoltre, consegnato il Premio Giordana Carpi “Oliva D’Oro” e a seguire sarà organizzato il laboratorio del Gusto sul primo olio a cura della Condotta Slow Food Montepulciano – Chiusi. Testimonial d’eccellenza della manifestazione il presidente Uncem Oreste Giurlani.

2 commenti su “Festa dell’Olio novo” a Trequanda

Type on the field below and hit Enter/Return to search