La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: Barbetti

Barbetti: “Serve un piano di rilancio per il Parco Fucoli”

Forte preoccupazione da parte dell’Associazione Albergatori per le prospettive future del Parco Fucoli. Il Parco ha da sempre rappresentato un volano di presenze straordinario per Chianciano Terme, ma per poter…

Forte preoccupazione da parte dell’Associazione Albergatori per le prospettive future del Parco Fucoli. Il Parco ha da sempre rappresentato un volano di presenze straordinario per Chianciano Terme, ma per poter attivare oggi tutte le sue potenzialità necessita di un programma di investimenti urgente.

“Le risorse necessarie – dichiara l’Associazione Albergatori – a questo sono in grande parte già presenti e disponibili, ed è quindi importante che le Istituzioni individuino i percorsi più rapidi ed efficaci per sviluppare un progetto di rilancio del Parco, che dopo la decisione di trasferire la mescita dell’acqua Fucoli al parco Acqua Santa, ha come sua naturale vocazione quella di parco per eventi. Nella sua progettualità futura si deve mettere al centro la funzione di Fucoli come parco turistico e quindi primariamente al servizio dei turisti che soggiornano a Chianciano Terme.

Non è immaginabile trasformare un Parco – che deve essere volano di presenze turistiche- in un contenitore di eventi di valenza prevalentemente territoriale, pur riconoscendo che la competitività di Chianciano come destinazione turistica passa certamente anche dalla capacità di realizzare eventi per l’animazione turistica e commerciale della città durante tutto l’anno.

Il Parco rappresenta un asset irrinunciabile per tutta l’economia della città, ma al quale non possiamo non riconoscere una particolare connessione con quella del quartiere Rinascente. Senza un progetto di rilancio adeguato si rischia quindi di metter in ginocchio un intero quartiere della città, e di frenare le potenzialità di sviluppo di Chianciano Terme. Su questo punto in particolare quindi richiamiamo con urgenza l’Amministrazione Comunale e la Regione alle responsabilità che a loro competono come proprietari del parco, poiché le aziende ed i cittadini non possono permettersi una stagione 2015 senza un progetto chiaro, condiviso ed operativo sul futuro del Parco Fucoli. Auspichiamo quindi che la Regione ed il Comune attivino un tavolo su questo tema con tutti i soggetti economici interessati a tale problematica”.

Nessun commento su Barbetti: “Serve un piano di rilancio per il Parco Fucoli”

Barbetti, Federalberghi: “Media-Etruria essenziale per lo sviluppo del Sud della Toscana”

Nuova stazione per l’alta velocità di Media-Etruria essenziale per lo sviluppo economico e sociale del Sud della Toscana. Il presidente di Federalberghi Chianciano, Daniele Barbetti: “Un’infrastruttura imprescindibile per la Toscana…

Nuova stazione per l’alta velocità di Media-Etruria essenziale per lo sviluppo economico e sociale del Sud della Toscana. Il presidente di Federalberghi Chianciano, Daniele Barbetti:

“Un’infrastruttura imprescindibile per la Toscana meridionale, e in particolare Valdichiana ed Etruria, che rischiano di essere progressivamente tagliate fuori dalle grandi linee di comunicazione”

Appello alle associazioni di categoria: facciamo squadra per la realizzazione della stazione

“La stazione ferroviaria dell’alta velocità sarebbe sicuramente un decisivo fattore di crescita e sviluppo economico per l’intero territorio della Toscana meridionale, che appare oggi progressivamente tagliato fuori dalle grandi linee di comunicazione e quindi sempre più difficile da raggiungere. Per questo come Federalberghi Chianciano chiediamo che si proceda con la progettazione e la realizzazione di una fermata intermedia dell’Av/Ac tra Firenze e Roma, e che essa va ritenuta un’opera strategica irrinunciabile e che deve essere finanziata anche con i fondi del Ministero competente. Fondamentale poi che venga individuata per la fermata una posizione baricentrica tra Siena, Arezzo e il territorio umbro; un territorio dove da sempre si sono fermati i treni veloci, oggi perduti proprio con l’arrivo dell’alta velocità.

Nel 2014 non é più possibile immaginare che la sola autostrada A1 possa supplire alle necessità competitive di un territorio, considerato anche il progressivo taglio che Trenitalia ha effettuato sui treni a lunga percorrenza”.

Il presidente di Federalberghi Chianciano, Daniele Barbetti, si esprime così in merito al recente accordo siglato tra le Regioni Toscana e Umbria. La decisione finale sulla localizzazione sarà presa solo nel 2015, ma per Barbetti non c’è da esitare:

“Nelle prospettive di ammodernamento infrastrutturale della Toscana, non si può dimenticare di questa parte vitale della Regione che è l’area centro-meridionale, caratterizzata da un’economia diffusa e dalla presenza di tante importanti località turistiche, penalizzate dall’assenza di una rete efficiente di collegamenti. Bene dunque lavorare per potenziare gli hub aeroportuali di Firenze e Pisa, ma parallelamente bisogna adoperarsi anche per migliorare i collegamenti ferroviari del sud della Regione. Permettere alle province di Siena e Arezzo di poter contare su una stazione dell’alta velocità, in grado di avvicinarle a Firenze e Roma, significherebbe alimentare in modo considerevole l’economia locale oltre a rendere più facili gli spostamenti dei residenti. Oltre a dare nuovo valore al patrimonio immobiliare di tutta la zona, problema questo che nel caso specifico di Chianciano è particolarmente rilevante. Mi sento dunque di chiedere alle associazioni di categoria ed ai sindacati di condividere questo progetto e farsi carico congiuntamente di sostenerlo, perché dobbiamo fare squadra se vogliamo raggiungere questo obiettivo”.

Nessun commento su Barbetti, Federalberghi: “Media-Etruria essenziale per lo sviluppo del Sud della Toscana”

Type on the field below and hit Enter/Return to search