house of single oslo

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: xu hong fei

Montepulciano: premiazioni durante la chiusura dell’anno contradaiolo

Le iniziative della cerimonia di chiusura sono iniziate la mattina con il corteo storico, che in tutto il suo rigore e il suo fascino, ha raggiunto la Chiesa di sant’Agnese…

Le iniziative della cerimonia di chiusura sono iniziate la mattina con il corteo storico, che in tutto il suo rigore e il suo fascino, ha raggiunto la Chiesa di sant’Agnese per assistere alla messa di ringraziamento.

Dopo la messa è seguita la sbandierata nella piazza antistante la chiesa, dove si è potuto assistere alle ultime figure delle bandiere delle otto contrade, che con il loro colori e i loro simboli hanno addobbato Montepulciano dall’apertura dell’anno contradaiolo dello scorso aprile. Al Teatro Poliaziano ha poi fatto seguito un lungo e ricco pomeriggio di premiazione che ha visto protagonisti gli sbandieratori e tamburini per il “Memorial Aldo Trabalzini”; il premio “Arca d’Argento” dedicato al miglior corteo storico, come portamento e attinenza dei figuranti al loro ruolo; consegna del riconoscimento “Bravìo nel cuore” e la premiazioni del Concorso fotografico gestito dal Photoclub poliziano e dedicato ad Emo Barcucci.

A vincere l’Arca d’Argento è stata la contrada di Voltaia, che bissa così la vittoria nella corsa delle botti del 31 agosto. Un’apposita commissione del Magistrato delle Contrade ha assegnato alla contrada rossonera il premio come migliori figuranti del corteo storico che precede la corsa. Un vero en plein per questa contrada, che negli ultimi anni non è mai sazia di premi.  I premi alla memoria del Cavalier Aldo Trabalzini, invece, sono andati agli sbandieratori di Collazzi Mattia Canapini e Aaron Accetturo, mentre per quanto riguarda i tamburini, il premio è andato per la prima volta ad una coppia di ragazze: Adele Giannettoni e Cristina Mosca della contrada di Talosa.

Il “Bravìo nel cuore” è il premio che viene assegnato a un personaggio che negli ultimi anni si è dedicato con passione alla realizzazione di questa complessa e caratteristica manifestazione. Consegnato da Giulio Pavolucci, reggitore del Magistrato delle Contrade, è stato omaggiato Giuliano Crociani come riconoscimento per il lavoro svolto dagli operai del comune, sempre disponibili oltre i consueti orari di lavoro.

I premi per il concorso fotografico gestito dal Photoclub poliziano e dedicato ad Emo Barcucci erano suddivisi in due categorie. Per la categoria “Attimi di Bravìo” il vincitore è stato Mauro Maramai, seguito da Stefania Chiezzi e Michele Bettollini. Per la categoria “Bravìo mosso” a trionfare è stato Gianluca De Micco, seguito da Elisa Leonardi e Simone Capitini, oltre al premio speciale della giuria per Carlo Pellegrini.

Il Magistrato delle Contrade ha poi voluto omaggiare con dei pubblici ringraziamenti e delle pergamene di ricordo Ilario Ciurnelli, il Photoclub Poliziano, la redazione de La Valdichiana e Adriano Garosi figurante del Bravìo per tutti i quaranta anni della manifestazione.

 La cerimonia di premiazione, alla presenza del sindaco Andrea Rossi, del consigliere delegato al Bravio Stefano Bazzoni e del’intero staff del Magistrato delle Contrade retto da Giulio Pavolucci, si è aperta con la consegna del Grifo Poliziano allo scultore cinese Xu Hong Fei. Il premio viene conferito dal Comune a una personalità che si è particolarmente distinta per il proprio impegno nella promozione della città e del suo territorio; il maestro Xu Hong Fei è voluto essere presente per ricevere personale il premio e ringraziare Montepulciano per questo importante riconoscimento.

E con questa carrellata di riconoscimenti ed emozioni il Magistrato delle Contrade di Montepulciano chiude l’edizione del quarantennale e rilancia l’appuntamento al prossimo anno con una nuova edizione del Bravìo del Botti.

Nessun commento su Montepulciano: premiazioni durante la chiusura dell’anno contradaiolo

Chiusura dell’anno contradaiolo del Bravìo delle Botti

Domenica 28 settembre, alle 16:30 presso il Teatro Poliziano, chiusura dell’anno contradaiolo. Premiazioni, riconoscimenti, bilanci e previsioni per il Bravìo 2015 Un’intera giornata dedicata ai riconoscimenti e ai ringraziamenti per…

Domenica 28 settembre, alle 16:30 presso il Teatro Poliziano, chiusura dell’anno contradaiolo. Premiazioni, riconoscimenti, bilanci e previsioni per il Bravìo 2015

Un’intera giornata dedicata ai riconoscimenti e ai ringraziamenti per l’edizione del quarantennale del Bravìo delle Botti, quella di domenica 28 settembre a Montepulciano, in occasione della chiusura dell’anno contradaiolo 2014.

A partire dalla mattina, alle ore 10, le contrade di Montepulciano in corteo storico raggiungeranno la Chiesa di Sant’Agnese per assistere alla celebrazione della cerimonia. Seguirà la sbandierata degli alfieri nella piazza antistante la chiesa, l’ultima della stagione, prima di riporre le bandiere in attesa di un nuovo anno contradaiolo.
IMG_3745Nel pomeriggio, al Teatro Poliziano, si svolgeranno alcune premiazioni molto significative, tra cui quella dedicata ai più bravi sbandieratori e tamburini e quella del miglior corteo uscito il giorno del Bravìo, lo scorso 31 agosto.

“La chiusura dell’anno contradaiolo – spiega Giulio Pavolucci, reggitore del Magistrato delle Contrade – non è semplicemente la parte finale del cerimoniale, lo dico soprattutto da ex sbandieratore, ma si tratta di un appuntamento importantissimo per i premi ed i riconoscimenti che vengono assegnati”.

Una giuria, infatti, ha lavorato durante la giornata del Bravìo per decretare la contrada vincitrice a cui assegnare il premio più ambito, denominato “Arca d’Argento” e dedicato al miglior corteo storico, come portamento e attinenza dei figuranti al loro ruolo.
I tamburini e gli sbandieratori gareggiano, invece, per il “Memorial Aldo Trabalzini” dedicato proprio alla loro categoria, un premio molto ambito tra i giovani partecipanti, che ogni anno ingaggiano intense sfide personali a colpi di tamburo e bandiere.

“Il premio dedicato alla memoria del cav. Trabalzini – dice Pavolucci – viene conferito alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di Tamburini, mentre l’Arca d’Argento alla migliore comparsa. Sono premi molto ambiti e tutti si impegnano al massimo per vincerli!”

Il pomeriggio al Teatro Poliziano, condotto dal giornalista Diego Mancuso, vedrà anche la premiazioni del Concorso fotografico “Vivendo un sogno” gestito dal Photoclub poliziano e dedicato ad Emo Barcucci.
IMG_3577Grande attesa anche per la consegna del riconoscimento “Bravìo nel cuore”, che sarà dato direttamente dal Reggitore del Magistrato delle contrade ad alcuni personaggi che si sono dedicati in questi anni con passione alla manifestazione poliziana. Dopo quest’ultima cerimonia, la fase organizzativa del Bravìo rientrerà nelle stanze del Magistrato e delle singole contrade in preparazione della prossima edizione.

“Questa edizione sta per concludersi e tutto il Magistrato delle Contrade è già al lavoro per apportare migliorie per il futuro. Abbiamo già iniziato a programmare alcune attività, e stiamo aspettando di completare quelle già programmate; prima fra tutte la posa in opera della griglia di partenza in travertino, che verrà effettuata appena sarà completato l’iter burocratico per le autorizzazioni”. – conclude Pavolucci.

Alla cerimonia di chiusura, domenica 28 settembre, sarà presente anche l’artista cinese Xu Hong Fei che ritirerà il premio Grifo Poliziano. Lo scorso 23 agosto, in occasione della presentazione del panno del Bravìo 2014, l’artista non era riuscito ad essere presente per via della cancellazione del volo intercontinentale; la Giunta Comunale e il Magistrato delle Contrade, quindi, lo hanno invitato alla chiusura dell’anno contradaiolo al Teatro Poliziano per ritirare personalmente il riconoscimento.

Nessun commento su Chiusura dell’anno contradaiolo del Bravìo delle Botti

Xu Hong Fei omaggia Montepulciano con un’opera ispirata al Bravìo

Arrivata a Montepulciano l’opera omaggio del Maestro Xu Hong Fei. Il Bravìo selezionato come 35° Tappa del Giro d’Italia di Weekend a GoGo Ieri, 27 agosto, a Montepulciano la preziosa…

Arrivata a Montepulciano l’opera omaggio del Maestro Xu Hong Fei. Il Bravìo selezionato come 35° Tappa del Giro d’Italia di Weekend a GoGo

Ieri, 27 agosto, a Montepulciano la preziosa opera dell’artista cinese Xu Hong Fei, con la quale il Maestro vuole omaggiare tutta la comunità poliziana. L’opera doveva essere consegnata domenica 24 agosto al Teatro Poliziano nell’ambito della cerimonia di premiazione e svelamento del panno, ma il Maestro, per problemi di viaggio, non è potuto essere presente e quindi ha inviato l’opera a Montepulciano per corriere.

La statua è stata ideata dallo stesso Xu Hong Fei, secondo il suo perfetto stile personale, è di bronzo, pesa 20 kg, è alta 50 cm, ha una base in legno e riporta la tipica immagine del Bravìo delle Botti di Montepulciano, gli spingitori che spingono la botte. L’opera rappresenta un ringraziamento del Maestro per il conferimento del “Grifo d’Oro” e della cittadinanza onoraria di Montepulciano, come personalità che si è distinta per il proprio impegno nella promozione della città e del territorio.

La statua sarà esposta presso il Museo Civico Pinacoteca Crociani, nell’ambito delle mostra “40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori”, che ricordiamo è a ingresso gratuito per tutti i residenti nel Comune di Montepulciano, un regalo che il Magistrato delle contrade vuole fare ai poliziani per festeggiare il quarantennale.

Il Bravio delle Botti”, inoltre, è stato selezionato, dagli utenti di weekend-a-gogo, come uno dei 52 eventi weekend più rappresentativi della tradizione gastronomica e delle bellezze italiane, tanto apprezzato dal pubblico da essersi aggiudicato, nel prossimo fine settimana, la vittoria della 35° Tappa del Giro d’Italia in 52 Weekend – progetto ideato e finanziato dalla startup weekend-a-gogo.

Il team di Weekend-a-gogo parteciperà alla manifestazione, consegnando alle autorità locali una targa di riconoscimento e raccontando l’evento attraverso un reportage fotografico e video, che sarà poi pubblicato sul sito ufficiale: www.52weekend.it. Una delegazione sarà, infatti, a Montepulciano dalla mattina di domenica 31 agosto, per seguire gli affascinanti riti e le cerimonie che prenderanno vita nella piazza, come l’estrazione dell’ordine di partenza delle botti, la sbandierata e la marchiatura a fuoco, fino al pomeriggio quando assisteranno alla suggestiva corsa delle botti che rotolano e ovviamente non potranno mancare ai meritati e lunghi festeggiamenti che dureranno tutta la notte nella contrada vincitrice.

Con questa iniziativa, Weekend-a-gogo, vuole aiutare sia i propri utenti a scoprire gli eventi realmente unici e autentici del nostro paese, sia gli operatori a promuovere le attrattive del proprio territorio.

Infine, per rimanere connessi alla manifestazione potete inviare foto e commenti con #bravio2014. Tutte le sere in onda su Teleidea, canale 86 del digitale terreste, la trasmissione dedicata al Bravìo, “Quelli della Botte”, con ospiti in studio e commenti alle prove libere in diretta, commentate e raccontate dal giornalista Diego Mancuso. #bravìo2014 stay with us!

Nessun commento su Xu Hong Fei omaggia Montepulciano con un’opera ispirata al Bravìo

Svelato il Panno del Bravìo 2014. Talosa vince “A Tavola con il Nobile”

Un panno dedicato alla settima arte, la Fotografia. È questa l’essenza del panno del Bravìo 2014 realizzato da Roberto Longi, direttore del Museo Civico Pinacoteca Crociani, diplomato alle Belle Arti…

Un panno dedicato alla settima arte, la Fotografia. È questa l’essenza del panno del Bravìo 2014 realizzato da Roberto Longi, direttore del Museo Civico Pinacoteca Crociani, diplomato alle Belle Arti di Firenze e insegnante presso la scuola di Arezzo. Il panno è stato presentato domenica 24 agosto presso il Teatro Poliziano di Montepulciano.

“Il panno 2014 non è dipinto, è ispirato alle foto storiche esposte presso il Museo Civico. Un’opera dedicata alle gente che crea e vive il Bravìo, perché i veri protagonisti della manifestazione sono i cittadini. – è la spiegazione di Roberto Longi – Il panno riporta come sfondo una foto dell’evento clou, ovvero Piazza Grande alla vista della botte che taglia la linea di arrivo davanti al sagrato del Duomo”.

TalosaOltre alla presentazione del panno, il Teatro Poliziano ha ospitato un ricco pomeriggio di premiazioni. Si è svolta, infatti, anche la premiazione del concorso “A Tavola con il Nobile”, la sfida ai fornelli ideata dal Consorzio del Vino Nobile con il giornalista del Tg2, Bruno Gambacorta, il cui obiettivo è quello di sposare al meglio il Vino Nobile con il piatto proposto. Dopo l’esperienza dei “pici” e della “nana” nella scorsa edizione, quest’anno il piatto base è stata “La Cinta Senese” e il primo premio è andato, per il secondo anno consecutivo, alla contrada di Talosa con la “Zuppa di cinta senese con pici”, in abbinamento a Salcheto Nobile di Montepulciano e Cantucci Pietrarossa 2011, con un punteggio di 386 e realizzato dalla signora Marisa. Secondo premio alla Contrada Poggiolo con “Maccheroni nobili al rustico di cinta senese con crema di pecorino gran riserva” e terzo posto alla Contrada Collazzi con i “Maccheroni con farina rustica al sugo della festa”. Sul palco per la premiazione Fabrizio Parisotto Salce, da 12 anni direttore responsabile del programma televisivo Agrisapori che va in onda su 150 emittenti in Italia e nella Svizzera italiana, Anna Scafuri del TG1 e Claudio Vismara di Mototurismo, oltre alla giornalista americana Shawn Dore nonché Brand Ambassador del Vino Nobile negli USA.

A seguire poi il “Grifo d’Oro”, andato all’artista cinese Xu Hong Fei, destinato a una personalità che si è distinta per il proprio impegno nella promozione della città e del territorio. Quest’anno il premio è stato assegnato all’artista cinese per la realizzazione della mostra “Nobile Leggerezza”, che dal 7 settembre al 3 novembre 2013 ha stupito e divertito Montepulciano e i suoi visitatori creando un punto d’incontro tra le due culture. L’artista purtroppo non ha potuto presenziare la cerimonia, a causa di problemi di viaggio, ma ha inviato un video messaggio dove si definisce onorato per avere ricevuto il premio e la conseguente cittadinanza onoraria di Montepulciano.

Premio BambiniInfine la premiazione del Concorso di pittura artistica “2014…40 anni di Bravio delle Botti ”, a cui hanno partecipato gli alunni delle Scuole Secondarie di I grado di Montepulciano. L’Assessora all’istruzione Francesca Profili ha definito così il progetto:

“Il progetto è stato molto interessante perché ha avuti un’ottima risposta da parte delle scuole. E’ importante collegare le scuole con il Bravìo, perché è una manifestazione legata alla tradizione e al territorio. Far socializzare le persone per la riuscita della manifestazione in generale, è un modo per insegnare ai ragazzi a diventare
cittadini e a saper condividere”.

Il primo premio di questo concorso è andato a Niccoló Castagnozzi della scuola Pascoli di Montepulciano, il cui lavoro è la sintesi perefetta dei 40 anni di Bravìo, perché racchiude la vera essenza di ogni contrada, ovvero l’aggregazione. Secondo premio, ex aequo, a Pietro Lami, della 2B della scuola di Montepulciano Stazione e a Federico Marconi della 1A di Montepulciano; terzo premio a Ginevra Gambiacciani della 3A di Montepulciano.

Un emozionato Reggitore del Magistrato delle contrade, Giulio Pavolucci, che è stato omaggiato dall’intero Magistrato con un fazzoletto riportante tutti gli otto stemmi delle contrade del Bravìo, ha dichiarato:

“Sono emozionato alla vista di un Teatro Poliziano così gremito e soprattutto mi fa un certo effetto vedere nuove e vecchie glorie del Bravìo insieme. Se Don Marcello vedesse cosa siamo stati in grado di fare sarebbe orgoglioso di tutti i poliziani”.

“Questo è un ottimo inizio per il quarantennale del Bravìo delle Botti – è il commento del Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi – La presenza dell’Amministrazione dimostra la costante collaborazione tra evento e città. Il grande valore della manifestazione sta nelle contrade di Montepulciano. Questo sistema è un contenitore che dà delle risposte anche dal punto di vista economico”.

Al ricco pomeriggio al Teatro Poliziano ha fatto seguito, in Piazza Grande, l’esposizione del Panno e l’immancabile sbandierata dei piccoli Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. Domenica 24 agosto sono iniziate inoltre le prove in notturna degli spingitori, con partenza dalla Colonna del Marzocco; le prove notturne si svolgeranno per tutta la settimana nel centro storico di Montepulciano, oltre alle cene e agli intrattenimenti in contrada.

Nessun commento su Svelato il Panno del Bravìo 2014. Talosa vince “A Tavola con il Nobile”

A Canton accoglienza trionfale per la delegazione di Montepulciano

A Canton l’ultima tappa della missione in Cina del Vino Nobile e della Valdichiana Dei tre grandi eventi che hanno scandito la missione in Cina di Montepulciano, del Vino Nobile…

A Canton l’ultima tappa della missione in Cina del Vino Nobile e della Valdichiana

Dei tre grandi eventi che hanno scandito la missione in Cina di Montepulciano, del Vino Nobile e del sistema turistico della Valdichiana Senese quello conclusivo, organizzato nella sua casa – museo di Canton dallo scultore Xu Hong Fei è stato sicuramente il più vivace e il più intenso sotto il profilo istituzionale ma, allo stesso tempo, anche quello caratterizzato dal clima più amichevole, quasi familiare.

L’ospitalità offerta dell’artista, che in Cina è una personalità di primissimo piano sia nell’ambito culturale sia politico e governativo, è stata ampiamente all’altezza di quella offerta a Montepulciano alla folta delegazione cantonese in occasione dell’inaugurazione della mostra di sculture di Xu che, dal 7 giugno al 3 novembre, ha animato Piazza Grande ed una delle sale espositive della Fortezza.

Gli italiani, appena arrivati da Shanghai con un volo di circa tre ore delle aerolinee interne cinesi ed accolti da temperature prossime ai 30°, con sole abbagliante e forte tasso di umidità, hanno potuto subito visitare l’atelier del padrone di casa, un’ex-fabbrica ristrutturata con la linearità e l’eleganza che sa esprimere lo stile cinese

All’ingresso del loft la delegazione guidata dal Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi si è subito imbattuta nella cantinetta privata di Xu: nella preziosa collezione figura, tra i prodotti italiani, un gran numero di bottiglie di Vino Nobile di Montepulciano di tutte le annate, comprese le più ricercate, sia della produzione ordinaria sia di quella imbottigliata nei contenitori griffati del Maestro, alcuni – a loro volta – di elevato pregio (nonché costo).

canton_14

Il Sindaco, il Presidente del Consorzio dei produttori di Nobile Andrea Natalini, il responsabile marketing Thomas Francioni, i rappresentanti della Strada del Vino Nobile, coordinati da Bruna Caira e tutte le aziende presenti (Vecchia Cantina con il Presidente Eros Trabalzini, La Ciarliana con Luigi Frangiosa, Casale Daviddi con Maurizio Centanin e Il Macchione con Simone Abram oltre, ovviamente, a Le Berne di Natalini) sono stati monopolizzati dalla troupe della TV della provincia di Guandong (120 milioni di abitanti) ed intervistati da uno staff di graziose reporter per la realizzazione di uno speciale di 35 minuti su Montepulciano ed il suo vino.

In serata ha avuto inizio la manifestazione pubblica a cui Xu ed il suo staff hanno invitato la Canton “che conta” ovvero autorità, stampa e importanti imprenditori del territorio; la partecipazione è stata ampia (si sono contati oltre 200 ospiti) e convinta: il banco d’assaggio del Nobile è stato preso d’assalto e tenuto a lungo sotto assedio (con i produttori tempestati di domande), al pari del buffet, anche questo allestito con la collaborazione di Francesco Ye, dell’Enoteca Italiana – Yishang, che ha proposto finger food di ispirazione italiani e rivisitati in chiave cantonese come polenta, spiedini di carne, formaggi, prosciutto, verdure ed un trionfo di frutta mediterranea.

Tutti i presenti hanno potuto ammirare il video realizzato dallo staff del Maestro a Montepulciano a settembre in occasione dell’inaugurazione della mostra (un prodotto di grande qualità narrativa e tecnica), proiettato su un maxi schermo nel salone del ricevimento ed una galleria di foto di grande formato che, accuratamente incorniciate, hanno ricoperto un’altra intera parete.

canton_3

Hanno onorato l’evento con la propria presenza l’Assessore alla Cultura della Provincia di Canton, Zhengxiang Liang, che ha offerto agli ospiti il saluto ufficiale del territorio, ed il consigliere del Consolato Italiano a Guangzhou (il nome cinese di Canton) Massimo Baldassarre che si è intrattenuto a lungo con il Sindaco e con il suo Vice Luciano Garosi, presentando agli Amministratori italiani il territorio; il giovane diplomatico ha soprattutto ben delineato il quadro delle opportunità che si potrebbero presentare ai marchi di casa nostra ed ha invogliato gli interlocutori ad utilizzare le strutture governative italiane all’estero per ottenere informazioni e collaborazioni ed elaborare strategie future.

A fine serata Xu Hong Fei ha ammesso la delegazione alla zona più preziosa e riservata della sua abitazione: gentile, affabile, a tratti addirittura divertito e sorridente (atteggiamenti ben poco conosciuti in un personaggio sempre molto riservato e poco incline a mostrare i suoi stati d’animo) l’artista ha prima aperto le sale in cui trovano posto le preziosissime opere del suo maestro Huang Yong Yu, pitture che riescono a mozzare il fiato tra cui una maxi-tavola a parete valutata 2 milioni di Euro, e poi dell’autentico caveau in cui, protette da un minuzioso sistema antifurto e tenute a temperature costante di 16° dall’aria condizionata, sono esposte le sue realizzazioni in giada, preziosissimo materiale caratteristico della Cina.

Senza mai lasciare l’amato sigaro ma tenendo nell’altra mano il calice di Nobile, attraverso il quale ha ripetutamente proiettato il colore del vino rosso sulla superficie levigata e lucente delle sculture, Xu ha fornito al Sindaco ed al suo staff tutte le spiegazioni sulla lavorazione della giada, sul significato delle opere, sul loro valore (per un elemento particolarmente ricco ha ricevuto un’offerta pari a 500.000 Euro) ed ha risposto a tutte le domande e curiosità, anche alle più impertinenti.

E così, quando gli è stato chiesto perché le sue modelle sono tutte donne floride e ben in carne, decisamente over-size, ha risposto che si è trattato di una scelta che gli consente di essere originale rispetto ad un mondo, anche artistico, che predilige le donne cosiddette “perfette” verso le quali, però, si indirizza la sua preferenza di uomo.

Il Maestro ha anche comunicato al Sindaco i suoi futuri progetti che prevedono a gennaio una mostra al Louvre, a Parigi (alla quale ha invitato gli Amministratori poliziani) e nuove presenze in Italia, tra cui a Firenze.

Alla soddisfazione espressa dal Sindaco per la riuscita della mostra a Montepulciano e per il diffuso gradimento che essa ha provocato, Xu ha risposto affermando che considera l’iniziativa in terra senese come una base di successo su cui costruirà quelle italiane future; Montepulciano sarà quindi sempre presente nel materiale di comunicazione che sarà prodotto per le prossime mostre.

Anche nel giorno della partenza dalla Cina, la delegazione ha avuto una agenda fitta di incontri rivelatisi però utilissimi. Gli ospiti sono stati infatti prelevati di prima mattina in albergo dall’imprenditore veneto Mauro Castellan e condotti presso l’IFL (International Fashion Laboratory), una struttura in cui lo stesso Castellan è socio con l’imprenditore locale Mr. Lee, un magnate sul cui patrimonio si favoleggia, parlando di 12 zeri dopo le cifre intere. Grazie all’amicizia ed ai rapporti di affari con Gigi Montanari, italiano trasferito a Canton dove importa vini della Penisola, collabora con Xu Hong Fei (ha organizzato la mostra a Montepulciano) e opera nei rapporti commerciali Italia – Cina, Castellan ha illustrato agli ospiti l’attività del gruppo che è pronto ad inaugurare un’enclave italiana dei prodotti di qualità nel distretto destinato ad avere il maggiore sviluppo nei prossimi anni.

Il giovane imprenditore veneto, di famiglia di calzaturieri ma oggi aperto a tutto il mondo imprenditoriale del Made in Italy, destinato ad avere successo in Cina, renderà la visita a Montepulciano all’inizio di dicembre ed in quella occasione formulerà un’offerta per riservare ai prodotti di qualità del territorio (non solo vino ma anche cibi e offerta di alto livello) un punto di riferimento operativo a Canton.

Si è chiusa così la trasferta in Cina di Montepulciano, del Vino Nobile e dell’offerta turistica della Valdichiana senese. Una missione fortemente alimentata dall’interesse che i cinesi nutrono verso i prodotti italiani in possesso dei requisiti di qualità, personalità e storicità e che ha gettato le basi per costruire l’auspicato ponte tra il paese asiatico e la provincia senese.

Nessun commento su A Canton accoglienza trionfale per la delegazione di Montepulciano

Montepulciano alla scoperta della Cina

Parte l’annunciata missione di Montepulciano con destinazione Cina. Comune, Consorzio del Vino Nobile (insieme ad un cospicuo numero di aziende produttrici) e Strada del Vino Nobile hanno messo a punto un intenso programma…

Parte l’annunciata missione di Montepulciano con destinazione Cina. Comune, Consorzio del Vino Nobile (insieme ad un cospicuo numero di aziende produttrici) e Strada del Vino Nobile hanno messo a punto un intenso programma che, in una settimana, toccherà Pechino, Shangai e Canton, sedi di incontri con operatori del mondo del vino e del turismo, giornalisti ed Istituzioni del grande paese asiatico. Il Consorzio del Nobile proseguirà poi per Hong Kong, dove è in programma la fiera internazionale “Wine & Spirits”.

La delegazione, di cui fanno parte anche imprenditori turistici ed esponenti del mondo della cultura, rappresenterà l’intera Valdichiana come testimonia la realizzazione di una pubblicazione che illustra le caratteristiche di questo territorio. La brochure “Valdichiana nel cuore” (questo il titolo dell’inedito volumetto, che sfrutta il format già positivamente testato con “Montepulciano nel cuore”) è infatti il risultato di un’iniziativa dell’Unione dei Comuni ed è stata realizzata in collaborazione con il Consorzio del Nobile. La novità è rappresentata dall’edizione in lingua cinese che va a colmare una delle lacune maggiormente evidenziate dai professionisti del settore turistico.

Prima tappa del viaggio Pechino, con due appuntamenti programmati per il 1 novembre, entrambi al Reignwood Wine Museum. Nel primo i tre partner istituzionali si presenteranno ai media della capitale cinese, nel secondo importatori e giornalisti saranno ospiti di una degustazione. A Pechino è previsto anche l’incontro del Sindaco Andrea Rossi e dei Presidenti Andrea Natalini (Consorzio) e Doriano Bui (Strada) con i rappresentanti dell’Istituto Italiano di Cultura.

Successivamente la delegazione si trasferirà a Shangai, capitale economica della Cina, dove sono ugualmente programmati due incontri, uno di taglio più economico, con gli operatori turistici, ed una degustazione aperta anche al pubblico.

Infine, a Canton, i poliziani renderanno la visita al Maestro Xu Hong Fei le cui sculture sono esposte dal 7 settembre, con grande successo di pubblico, in Piazza Grande e alla Fortezza. L’artista metterà a disposizione di Montepulciano un intero piano del suo atelier presso il quale radunerà giornalisti, operatori del settore vino e turismo ed esponenti del Governo locale. Per il giorno seguente è previsto l’incontro con un gruppo imprenditoriale, titolare di un centro styling a Canton interessato a proporre per le degustazioni prodotti italiani di alta qualità.

Il viaggio si inserisce nel programma “Montepulciano nel mondo” varato dall’Amministrazione Comunale con l’obiettivo di consolidare la conoscenza di cui Montepulciano, grazie al suo patrimonio paesaggistico e culturale ed ai vini di alta qualità, gode in molti paesi del mondo, e di promuovere l’offerta turistica del territorio.

Per il Consorzio del Vino Nobile la Cina rappresenta invece una meta già ampiamente collaudata. Oggi le esportazioni del pregiatissimo rosso a Denominazione di Origine Controllata e Garantita rappresentano circa il 3% del movimento complessivo verso l’estero ma, come sottolineano dall’associazione dei produttori  “il trend del vino sulla via dell’Oriente è in costante incremento ed è significativo che, dopo i “grandi”, anche aziende di dimensioni più contenute si stiano affacciando ed inizino ad affrontare il mercato cinese. E’ proprio la nascita di piccole reti distributive che alimenta le aspettative dei produttori di Montepulciano, la maggior parte dei quali si attesta su dimensioni medio-piccole offrendo però vini di spiccata personalità ed altissima qualità”.

A partire dall’inaugurazione dell’enoteca Yishang a Shanghai, avvenuta nel luglio 2008, il Consorzio del Vino Nobile ha ogni anno organizzato degustazioni o piccoli seminari di presentazione dei vini e della realtà di Montepulciano. Le azioni si sono concentrate su Shanghai e Hong Kong mentre ora ci affacceremo anche sulle piazze di Pechino e Canton in modo da allargare il nostro raggio d’azione ed esplorare due mercati nuovi per i produttori associati”

Nessun commento su Montepulciano alla scoperta della Cina

A Montepulciano è tornato il Ludobus

A Montepulciano, domenica 22 settembre, si è ripetuto l’ormai tradizionale appuntamento con il ludobus, l’automezzo che contiene giochi per bambini di tutte le età e che piacciono anche ai grandi. Dalle…

A Montepulciano, domenica 22 settembre, si è ripetuto l’ormai tradizionale appuntamento con il ludobus, l’automezzo che contiene giochi per bambini di tutte le età e che piacciono anche ai grandi. Dalle prime ore della mattina, fino a tarda sera, Piazza Grande è stata invasa di turisti e residenti trasformata in una piazza ludica dove piccoli e grandi si alternavano nell’uso di giochi, accomunati dalla voglia di divertirsi e di passare qualche momento di svago e ammirando le opere del maestro Xu Hong Fei.

L’iniziativa, che fa parte di un progetto finanziato dalla Regione Toscana per la promozione dell’AIDO (Associazione Italiano Donatori Organi), ha visto a Montepulciano la collaborazione delle locali sezioni AIDO, AVIS , ADMO e il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Nella piazza maggiore della città cinquecentesca, sotto il palazzo comunale, si respirava un’atmosfera di gioia dove adulti e bambini si cimentavano all’uso di giochi che, nell’era di internet e dei social network , sembravano essere “balocchi medievali” invece si scopriva essere i passatempi dei nostri genitori del secondo dopo guerra.

ludobus_ivo_cortonesiIn piazza c’erano anche alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale, impegnati a divertirsi con i propri familiari e conoscenti , che plaudivano all’iniziativa e al fatto che era emozionante vedere Piazza Grande “vissuta” da tante persone nel comune interesse di divertirsi.

Il presidente della sezione AVIS di Montepulciano, Ivo Cortonesi, conosciuto dalla comunità poliziana per il suo continuo ed assiduo impegno in iniziative a carattere sociale, ha presidiato, con gli animatori e i responsabili regionali dell’AIDO, tutto il giorno la maggiore piazza di Montepulciano cercando di sensibilizzare i presenti a diventare donatori AIDO, AVIS e ADMO e a far comprendere quanto sia importante e bello “donarsi al prossimo”. Cortonesi ha aggiunto:

“È doveroso un ringraziamento, oltre a tutti coloro che hanno partecipato, all’Amministrazione Comunale di Montepulciano, alla locale Banca di Credito Cooperativo di Montepulciano e alla tipografia Madonna alla Querce, ai quali ogni volta viene loro proposta una manifestazione di promozione e sensibilizzazione alla donazione si prodigano per la sua riuscita.”.

L’augurio, al termine positivo di questa iniziativa che ha visto molte centinaia di persone di tutte le età, è che si possano moltiplicare iniziative di sensibilizzazione alla donazione perché è un atto di amore verso il prossimo.

(Stefano Biagiotti)

Nessun commento su A Montepulciano è tornato il Ludobus

Nobile Leggerezza, la mostra di Xu Hong Fei a Montepulciano

Nobile Leggerezza: Xu Hong Fei in mostra dal 7 al 24 settembre a Montepulciano Sabato 7 settembre è stata inaugurata la mostra “Nobile Leggerezza – Un felice incontro a Montepulciano”,…

Nobile Leggerezza: Xu Hong Fei in mostra dal 7 al 24 settembre a Montepulciano

Sabato 7 settembre è stata inaugurata la mostra “Nobile Leggerezza – Un felice incontro a Montepulciano”, esposizione delle sculture dell’artista cinese Xu Hong Fei, Rettore dell’Accademia di scultura di Canton. Le opere saranno esposte fino al 24 settembre in Piazza Grande e nel piano seminterrato della Fortezza, e l’accesso sarà gratuito per tutti i visitatori.

Alla cerimonia inaugurale, oltre all’artista Xu Hong Fei, erano presenti Andrea Rossi, Sindaco di Montepulciano, Nicola Bellini, Direttore dell’Istituto Confucio di Pisa e Andrea Natalini, Presidente del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. Hanno partecipato anche un nutrito gruppo di studenti cinesi, i rappresentanti delle istituzioni locali e del gruppo sbandieratori e tamburini del Bravìo delle Botti, con il contributo dell’agenzia Cantine in Canton, la Biblioteca Archivio Storico “Pietro Calamandrei” e la Società Storica Poliziana.

Prima del taglio del nastro, che ha segnato l’apertura ufficiale della mostra, l’artista ha dichiarato i suoi attestati di stima nei confronti di Montepulciano di fronte ai media italiani e cinesi. Due messaggi sono giunti da parte di Giuliano Amato, presidente della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, e da parte del presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, che si augurano una proficua collaborazione e contaminazione culturale tra due paesi così lontani e allo stesso tempo così vicini. L’artista Xu Hong Fei ha persino donato una delle sue opere al Comune di Montepulciano, che campeggia nei manifesti e nelle locandine dell’evento.

Ragguardevoli i numeri che caratterizzano la mostra: con un container che ha attraversato l’Oceano Pacifico sono giunte infatti a Montepulciano cinque sculture in vetroresina di grandi dimensioni (la più alta supera i due metri e mezzo) e diciotto più contenute, queste realizzate in rame, marmo bianco e legno. La delegazione che, dopo aver fatto tappa in Sicilia, è in arrivo in città è composta da ben 34 persone di cui solo una decina appartenenti allo staff del Maestro; gli altri componenti sono inviati dei media cinesi o esponenti di aziende della provincia di Guangdong.

Xu Hong Fei

Le opere di Xu Hong Fei sono accomunate da un inconfondibile elemento, la presenza di donne dalle forme opulente che sfoggiano però nelle proprie pose una straordinaria leggerezza e agilità. Il contrasto, realizzato con raffinato senso dell’humour, suscita immediata simpatia e rende le sculture particolarmente fruibili. Lo stesso autore predilige i luoghi aperti, come appunto le piazze, affinché il pubblico possa vivere le statue ed interagire con esse, toccandole e posando per le immancabili foto.

Xu Hong Fei, nato nel 1963, si è laureato al corso di scultura dell’Accademia di Belle Arti di Canton. Oggi è rettore dell’Accademia di Scultura di Canton. Dal 1999 realizza sapientemente le sue sculture di donne opulente da diverse prospettive e in vari materiali, come un regista che mette in scena una commedia piena di humour con infinite sfaccettature. Le sue sculture sono state universalmente apprezzate: esposizioni in Francia, Italia, Hong Kong, Macao, Beijing, Sidney e molte altre città. Le donne opulente di Xu Hong Fei sono state collocate in spazi urbani, collezioni private e musei pubblici.

Al di là degli interessanti aspetti artistici, l’intero progetto si inquadra nell’ambito di un rafforzamento dei rapporti tra Montepulciano e la Cina. La mostra nasce infatti dai rapporti che con il paese asiatico intrattengono i produttori di Vino Nobile di Montepulciano, molto interessanti ad un mercato vastissimo e ancora in parte inesplorato. All’expo di Xu Hong Fei farà infatti seguito una missione a Canton delle aziende del Nobile che, all’inizio di novembre, saranno ospiti nell’atelier del Maestro trasformato per l’occasione in un punto di riferimento per giornalisti ed operatori del settore enologico.

Nessun commento su Nobile Leggerezza, la mostra di Xu Hong Fei a Montepulciano

Montepulciano, tutto pronto per la mostra di Xu Hong Fei

Montepulciano, tutto pronto per la mostra di Xu Hong Fei Prosegue a ritmo incessante la serie dei “grandi eventi” dell’estate poliziana: a pochi giorni dalla chiusura del Bravìo delle Botti…

Montepulciano, tutto pronto per la mostra di Xu Hong Fei

Prosegue a ritmo incessante la serie dei “grandi eventi” dell’estate poliziana: a pochi giorni dalla chiusura del Bravìo delle Botti e del Live Rock Festival di Acquaviva (e mentre la mostra di Giorgio de Chirico continua a far registrare eccellenti riscontri al botteghino), tutto è pronto per l’avvio di un’altra iniziativa culturale di particolare significato.

Domani, Sabato 7 settembre, alle 17.00, sarà infatti inaugurata “Nobile Leggerezza – Un felice incontro a Montepulciano”, esposizione delle sculture dell’artista cinese Xu Hong Fei, Rettore dell’Accademia di scultura di Canton, popolarissimo nel paese asiatico e universalmente apprezzato.
Le opere saranno esposte fino al 24 settembre  in Fortezza, nel piano seminterrato, dove l’accesso sarà gratuito, e in Piazza Grande.

Ragguardevoli i numeri che caratterizzano la mostra: con un container che ha attraversato l’Oceano Pacifico sono giunte infatti a Montepulciano cinque sculture in vetroresina di grandi dimensioni (la più alta supera i due metri e mezzo) e diciotto più contenute, queste realizzate in rame, marmo bianco e legno. La delegazione che, dopo aver fatto tappa in Sicilia, è in arrivo in città è composta da ben 34 persone di cui solo una decina appartenenti allo staff del Maestro; gli altri componenti sono per lo più inviati dei media cinesi o esponenti di aziende della provincia di Guangdong.

L’artista ha fatto anche realizzare un ricco catalogo delle mostra con la presentazione del Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi e, insieme alle opere, ha inviato dalla Cina curiosi gadget che dimostrano quanto sia accurata la cura dell’immagine affiancata alla pregevole ricerca artistica.

Insomma, l’iniziativa si presenta come una grande opportunità di promozione del territorio presso un pubblico vastissimo come quello cinese e potenzialmente molto interessato all’Italia ed alla Toscana in particolare.

Le opere di Xu Hong Fei sono accomunate da un inconfondibile elemento, la presenza di donne dalle forme opulente che sfoggiano però nelle proprie pose una straordinaria leggerezza e agilità.
Il contrasto, realizzato con raffinato senso dell’humour, suscita immediata simpatia e rende le sculture particolarmente “fruibili”. Lo stesso autore predilige i luoghi aperti, come appunto le piazze, affinché il pubblico possa “vivere” le statue ed interagire con esse, toccandole e posando per le immancabili foto.

Al di là degli interessanti aspetti artistici, l’intero progetto si inquadra nell’ambito di un rafforzamento dei rapporti – peraltro già vivaci – tra Montepulciano e la Cina.

La mostra nasce infatti dai rapporti che con il paese asiatico intrattengono i produttori di Vino Nobile di Montepulciano, molto interessanti ad un mercato vastissimo e ancora in parte inesplorato.
All’expo di Xu Hong Fei farà infatti seguito una missione a Canton delle aziende del Nobile che, all’inizio di novembre, saranno ospiti nell’atelier del Maestro trasformato per l’occasione in un punto di riferimento per giornalisti ed operatori del settore enologico.

Nella fitta agenda della delegazione cinese figurano, tra l’altro, incontri con le realtà che formano il “Sistema Montepulciano”, visite alle Terme di Montepulciano e di Chianciano e una giornata “enologica” con visite ad alcune aziende produttrici di Vino Nobile.

Alla cerimonia inaugurale, oltre al Sindaco Andrea Rossi ed a Xu Hong Fei, presenzieranno il Direttore dell’Istituto Confucio di Pisa Nicola Bellini ed il Rettore dell’Università per Stranieri di Siena Massimo Vedovelli che sarà a sua volta a capo di un gruppo di studenti cinesi.

Nella cabina di regia dell’evento si trovano, oltre al Comune, la Biblioteca – Archivio Storico “Piero Calamandrei”, la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, il Consorzio del Vino Nobile e l’agenzia Cantine in Canton, con il contributo specialistico della Strada del Vino Nobile.

Nessun commento su Montepulciano, tutto pronto per la mostra di Xu Hong Fei

Type on the field below and hit Enter/Return to search