Tag: magistrato delle contrade

Bravìo delle Botti 2019 – Tutte le notizie

Sponsorizzato da Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2019 del Bravìo delle Botti di Montepulciano Bravìo delle Botti 2019, si apre l’anno contradaiolo…

Sponsorizzato da Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2019 del Bravìo delle Botti di Montepulciano


Bravìo delle Botti 2019, si apre l’anno contradaiolo (28/04/2019)

Al periodo dei ponti pasquali che sta allietando la primavera di Montepulciano e dintorni si è aggiunto un appuntamento molto atteso dalla cittadinanza e la cui portata ha ormai valicato i confini territoriali: si è infatti aperto l’anno contradaiolo, la prima di una lunga serie di iniziative che porteranno a correre l’edizione 2019 del Bravìo delle Botti.

Domenica 28 aprile si è tenuta la prima uscita pubblica delle contrade dell’anno, per sancire l’inizio della manifestazione più attesa dai contradaioli, che culminerà nella giornata di domenica 25 agosto, in cui le botti rotoleranno lungo le vie cittadine fino al sagrato del Duomo di Montepulciano. Per celebrare degnamente l’evento, l’apertura dell’anno contradaiolo si è svolta come da cerimoniale, alla presenza delle otto contrade cittadine, del Magistrato delle Contrade e delle autorità cittadine. A partire dalle ore 10, il corteo storico ha sfilato dal Palazzo Comunale lungo le vie cittadine, fino a raggiungere il Santuario di Sant’Agnese, dove si è tenuta la Santa Messa in onore della patrona. Al termine delle celebrazioni, nel piazzale antistante la chiesa, si è tenuta la tradizionale sbandierata del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano.

“Oggi ha avuto inizio l’ultimo anno contradaiolo del mio secondo mandato – ha commentato Giulio Pavolucci, Reggitore del Magistrato delle Contrade – È stato un percorso bellissimo, difficile ma ricco di soddisfazioni. Ho avuto modo di collaborare con persone splendide e di capire giorno dopo giorno quanto sia essenziale il lavoro di gruppo per questo genere di attività. Non ringrazierò mai abbastanza tutti coloro che, a vario titolo, hanno lavorato e continuano a lavorare per il Bravìo delle Botti di Montepulciano. L’unico rammarico è quello di non aver ancora individuato un gruppo di persone che raccolga il testimone per il futuro, nonostante gli appelli alle contrade. Spero davvero di cuore che ci possa essere un avvicendamento graduale: l’estate 2019 sarebbe una perfetta palestra per preparare il nuovo gruppo.”

Nessun commento su Bravìo delle Botti 2019 – Tutte le notizie

Bravìo delle Botti 2018 – Tutte le notizie

Sponsorizzato da Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2018 del Bravìo delle Botti di Montepulciano Voltaia vince l’Arca d’Argento 2018, la Contrada di Talosa…

Sponsorizzato da Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2018 del Bravìo delle Botti di Montepulciano


Voltaia vince l’Arca d’Argento 2018, la Contrada di Talosa bissa il premio miglior sbandieratori e tamburini (16/09/2018)

Non sono mancate le emozioni nel pomeriggio di domenica 16 settembre al Teatro Poliziano, con le premiazioni che hanno sancito la chiusura dell’anno contradaiolo 2018. Un’edizione ricca di soddisfazioni e di successi culminata nella gara del 26 agosto, in cui a trionfare è stata la contrada di Poggiolo, che si è aggiudicata il panno realizzato in onore del cinquecentenario dalla fondazione del Tempio di San Biagio.

Dopo l’ultimo corteo storico dell’anno, in cui i figuranti delle otto contrade hanno sfilato dal Palazzo Comunale fino alla Chiesa di Sant’Agnese, i riflettori si sono accesi sul palco del Teatro Poliziano in cui Giulio Pavolucci, reggitore del Magistrato delle Contrade, e i rappresentanti dell’amministrazione comunale di Montepulciano hanno  tracciato i bilanci dell’edizione appena conclusa.

Le premiazioni sono cominciate con i risultati del concorso fotografico organizzato dal Photoclub Poliziano. Anche quest’anno il concorso era suddiviso in due sezioni: la sezione “Lo Sfocato” ha visto trionfare Gianluca De Micco, seguito da Andrea Ciolfi e Alessandro Piccardi, con una menzione d’onore per il portfolio di Valentina Daviddi. Per quanto riguarda il tema libero, invece, a vincere è stata Marta Brocchi, seguita da Giulia Valdambrini e da Gabriele Maramai. Anche in questo caso la giuria ha voluto assegnare una menzione speciale per Margherita Garavelli.

Le emozioni sono poi continuate con la consegna del premio ‘Bravìo nel Cuore’, assegnato dal reggitore del Magistrato delle Contrade a una personalità che ha dimostrato grande e profondo amore per la manifestazione. Il premio è andato ad Adriano Garosi, che fin dalla prima edizione del Bravìo delle Botti è stato figurante nel corteo storico.

Al termine del pomeriggio è stato poi consegnato il premio Memorial cav.Aldo Trabalzini, destinato alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di tamburini. La giuria di esperti ha premiato anche quest’anno la contrada di Talosa come migliore coppia di sbandieratori (Simone Mosca e Francesco Perugini) e per il quinto anno consecutivo, ancora la contrada di Talosa per la migliore coppia di tamburini (Adele Giannettoni e Cristina Mosca).

Il premio Arca d’Argento, dedicata al miglior corteo storico del Bravìo delle Botti 2018 è andato alla Contrada di Voltaia, per un corteo considerato molto curato nei dettagli e l’ottima scelta dei figuranti. Le addette al corteo Chiara Pizzinelli, Giada Tiberini, Laura Brachi, Sonia Pellegrini e Francesca Paolucci hanno ritirato il premio elaborato e realizzato a mano da Debora Betti.


Bravìo delle Botti, si chiude l’anno contradaiolo (13/09/2018)

Domenica 16 settembre si chiuderà un altro anno straordinario per il Bravìo delle Botti di Montepulciano, al termine di un’edizione ricca di emozioni e colpi di scena che ha visto trionfare la contrada del Poggiolo sul sagrato del Duomo nella gara tra gli spingitori dello scorso 26 agosto.

L’appuntamento per la chiusura dell’anno contradaiolo, come da tradizione, è per la prossima domenica al Teatro Poliziano, per una serie di premiazioni e di bilanci finali sull’edizione appena passata. Il pomeriggio a teatro sarà anticipato dalla sfilata mattutina del corteo storico lungo le strade di Montepulciano, dal Palazzo Comunale fino alla Chiesa di Sant’Agnese, e dall’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini.

A partire dalle ore 16:30, occhi puntati sul palco del Teatro Poliziano, con il premio “Arca d’Argento” destinato alla contrada che ha esibito il miglior corteo storico nella giornata del Bravìo delle Botti e il “Memorial cav. Trabalzini” per la migliore coppia di sbandieratori e di tamburini. Altri premi molto attesi sono i risultati del concorso fotografico “Attimi di Bravìo” organizzato dal Photoclub Poliziano e del “Bravìo nel cuore”, che viene assegnato dal Magistrato delle Contrade a chi si sia contraddistinto in maniera particolare per la sua dedizione alla manifestazione.

La chiusura dell’anno contradaiolo sarà anche l’occasione per un bilancio dell’edizione appena conclusa, alla presenza del reggitore del Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci, e di tutto lo staff di volontari e contradaioli che hanno lavorato per tutto l’anno alla riuscita di una manifestazione cresciuta in maniera considerevole nel corso del tempo.


La contrada del Poggiolo vince il Bravìo delle Botti (26/08/2018)

Festa grande a Montepulciano per la contrada del Poggiolo, che al termine di una gara emozionante e ricca di colpi di scena si è aggiudicata l’edizione 2018 del Bravìo delle Botti. Dopo una pausa di due anni, dominati dalla contrada di Voltaia, sono quindi i colori bianco-azzurri a tornare a sventolare su Piazza Grande, con la coppia di spingitori formata da Ciro Franch e Francesco Caporali che ha raggiunto per prima il sagrato del Duomo e si è aggiudicata la vittoria con un tempo di 9 minuti.

La gara di quest’anno era caratterizzata da un alto grado di incertezza, complice la presenza di tante coppie di spingitori capaci di ambire alla vittoria. Le estrazioni delle posizioni di partenza della mattina avevano già dato delle importanti indicazioni, ponendo la contrada del Poggiolo in prima fila, assieme a Voltaia, San Donato e Gracciano. Alla partenza il grande equilibrio ha portato a una serie di sorpassi e controsorpassi, che hanno visto per prima defilarsi la contrada di Talosa; i successivi scontri tra le botti hanno permesso alla coppia Franch-Caporali di riprendere possesso della prima posizione, e da metà del percorso sono riusciti a staccare il gruppo degli inseguitori. Grande prestazione anche per la contrada di Collazzi, con Valentini e Benassi autori di una grande rimonta che li ha portati in seconda posizione, e per la contrada di San Donato, arrivata in terza posizione nonostante Diego Luculli abbia affrontato tutta la corsa senza una scarpa, persa alla partenza dopo uno scontro di gara.

Questo l’ordine di arrivo definitivo: Poggiolo, Collazzi, San Donato, Gracciano, Le Coste, Cagnano, Voltaia e Talosa. Per la contrada del Poggiolo si tratta della quinta vittoria complessiva, una grande gioia per tutti i contradaioli e per la coppia di spingitori Ciro Franch e Francesco Caporali, considerati tra i principali favoriti alla vigilia,3e che erano stati proprio gli ultimi a portare il Bravìo alla contrada bianco-azzurra nel 2015. Per Franch si tratta della quarta vittoria complessiva, mentre per Caporali della seconda.


Le contrade di Montepulciano pronte a sfidarsi nel Bravìo delle Botti (25/08/2018)

La grande attesa è finalmente finita: dopo il suggestivo spettacolo del Corteo dei Ceri, che ha affascinato il nutrito pubblico presente in Piazza Grande con l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, il corteo storico e i giochi pirotecnici sulla facciata del palazzo comunale, le otto contrade sono pronte a sfidarsi nella grande gara del Bravìo delle Botti di domenica 26 agosto.

Questo il programma della giornata più attesa dell’anno a Montepulciano: appuntamento alle ore 10:00 in Piazza Grande con l’estrazione delle posizioni di partenza e la marchiatura a fuoco delle botti sul sagrato del Duomo, seguita dalla messa e dalla benedizione degli spingitori. A partire dalle ore 15:00 comincerà poi la sfilata del corteo storico dalla Colonna del Marzocco lungo le vie cittadine, accompagnati dalle esibizioni degli sbandieratori e dei tamburini delle rispettive contrade.

L’attesa avrà il suo culmine alle ore 19:00, quando comincerà la vera e propria gara del Bravìo delle Botti, dalle postazioni di fronte alla Colonna del Marzocco. Due spingitori per ogni contrada dovranno spingere le rispettive botti, dal peso di circa 80kg ciascuna, lungo un percorso in salita di quasi 1,8 km. La prima contrada a raggiungere il sagrato del Duomo si aggiudicherà la vittoria e il panno dipinto da Fabio Mazzieri, dedicato ai cinquecento anni del Tempio di San Biagio.

Come per tutta la settimana degli eventi, è prevista una grande affluenza di pubblico e ingenti misure di sicurezza per garantire l’ordine e la regolarità dell’evento. Durante il pomeriggio, dalle ore 14:00 alle ore 19:00, l’accesso al centro storico di Montepulciano sarà regolamentato da un biglietto di ingresso di 2,50€, disponibile presso le biglietterie alle porte della città. All’interno di Piazza Grande sarà inoltre installato un maxischermo dove sarà possibile seguire in diretta tutto il corteo storico e la gara, che mai come quest’anno si prospetta equilibrata ed entusiasmante.


Bravìo delle Botti 2018: le prove notturne degli spingitori (22/08/2018)

Il caratteristico rumore che accompagna le serate di Montepulciano nella settimana degli eventi del Bravìo delle Botti è quello delle botti che rotolano sulla pietra serena: in questi giorni, infatti, si stanno svolgendo le prove notturne degli spingitori, in preparazione alla gara di domenica 26 agosto. Le prove si svolgono tutte le sere, fino a venerdì 24 agosto, e sono un’importante occasione per provare i punti più difficili del percorso e testare lo stato di forma delle coppie di spingitori lungo le strade della cittadina poliziana.

Complice il maltempo della scorsa domenica che ha causato il rinvio della prima giornata, quelle di lunedì 20 agosto sono state delle prove particolarmente significative, con tutte le contrade che hanno provato il percorso e hanno fatto registrare i seguenti risultati: Collazzi 9’12” – Voltaia 8’37” – Poggiolo 9’20” – San Donato 9’26” – Le Coste 9’30” – Talosa 9’19” – Cagnano 9’07” – Gracciano 8’53”. Per il secondo turno di prove libere invece i risultati sono stati: Poggiolo 9’27” – San Donato 9’00” – Talosa 10’42” – Cagnano 13’17”.

Le prove avranno una giornata di pausa giovedì 23 agosto, quando si svolge il tradizionale appuntamento con il Corteo dei Ceri. Il suggestivo corteo storico partirà alle ore 21:30 dalla Colonna del Marzocco e sfilerà lungo le vie cittadine fino a Piazza Grande, attraversando il centro storico illuminato esclusivamente da torce e fiaccole. Alle ore 22:00 si terrà sul sagrato del Duomo l’offerta dei ceri in nome di San Giovanni Decollato e l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepuciano.

A seguire, l’esibizione di danza a cura del gruppo “Dam Danza” e lo spettacolo messo in scena dalla “Compagnia teatrale piccolo nuovo teatro” intitolato “Alchimie di fuoco”, in cui magia, sogno e destino faranno da sfondo agli artisti che incanteranno tutti i presenti con fuoco vivo, trampoli, prese acrobatiche ed effetti pirotecnici. La serata si concluderà con lo spettacolo pirotecnico sulla facciata del Palazzo Comunale di Montepulciano. I biglietti per tribune e platea, dal costo di 12,00 €, sono a disposizione presso gli uffici turistici della Pro Loco di Montepulciano (Piazza Don Minzoni, 1) e della Strada del Vino Nobile di Montepulciano (Piazza Grande, 7). Ingresso gratuito per bambini fino a tre anni.


Presentato il panno del Bravìo delle Botti 2018 (20/08/2018)

La cerimonia che si è svolta domenica 19 agosto al Teatro Poliziano, culminata con la presentazione del panno del Bravìo delle Botti 2018 e la premiazione del concorso “A Tavola con il Nobile” ha celebrato la coesione di una comunità e il valore di una manifestazione che nel corso degli anni è riuscita a innovarsi, diventando un punto di riferimento per tutto il territorio e uno dei momenti di più alto coinvolgimento della cittadinanza e degli ospiti.

Il panno, realizzato dall’artista senese Fabio Mazzieri, è stato svelato alla presenza del reggitore del Magistrato delle Contrade Giulio Pavolucci, il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi e il consigliere delegato Stefano Bazzoni, che hanno presentato l’edizione 2018 del Bravìo delle Botti. Il panno è dedicato ai 500 anni dalla posa della prima pietra del Tempio di San Biagio, monumento che caratterizza Montepulciano in tutto il mondo e che è al centro di una serie di iniziative di celebrazione già da molti mesi; l’ambito trofeo sarà consegnato alla contrada vincitrice al termine della gara tra le botti che si svolgerà domenica 26 agosto, fino a quel momento sarà esposto al Tempio di San Bagio.

Il pomeriggio è proseguito con il premio Cesare Olmastroni, istituito lo scorso anno per ricordare l’autore dei panni delle edizioni 2015 e 2016, una figura particolarmente apprezzata dalla comunità poliziana e rimasta nel cuore delle contrade. Il premio, consegnato dal figlio Duccio Olmastroni, è stato assegnato proprio al pittore Fabio Mazzieri. Successivamente si è svolta la consegna del “Grifo Poliziano”, dedicato alle personalità che si sono distinte per il loro impegno nella valorizzazione di Montepulciano in ambito internazionale; il riconoscimento è stato assegnato a Roland Boer, direttore artistico e musicale del Cantiere Internazionale d’Arte.

Nell’occasione sono stati presentati i nuovi costumi dei portatori di cero, commissionati dal Magistrato delle Contrade alla costumista e scenografa Noemi Grottini, con cui si conclude un progetto triennale che ha completato il rinnovo della parte pubblica del corteo storico. Per tali costumi non c’erano precedenti iconografici, quindi è stato creato un modello apposito per Montepulciano, rispettando la storicità e i colori della cittadina poliziana, ricamando a mano gli otto stemmi delle contrade.

La seconda parte della cerimonia al Teatro Poliziano ha visto come protagonista il Vino Nobile di Montepulciano, con la presentazione di un cortometraggio dedicato al vino che rende famosa la cittadina poliziana in tutto il mondo, e la premiazione dell’edizione 2018 del concorso enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, giunto alla sedicesima edizione.  Quest’anno il tema del concorso erano i pici, sulla cui base le otto contrade dovevano sfidarsi nella realizzazione di ricette originali. Le ricette sono state giudicate da una giuria di giornalisti internazionali e food blogger presieduta dalla madrina Adua Villa e dal giornalista Bruno Gambacorta, ideatore del concorso. Il premio è stato vinto dalla contrada di Talosa con “I Pici della Trebbiatura”. I piatti del concorso saranno a disposizione di tutti gli ospiti nei rispettivi stand gastronomici delle contrade durante tutta la settimana degli eventi del Bravìo delle Botti.


Ai nastri di partenza l’edizione 2018 del Bravìo delle Botti (16/08/2018)

La settimana più attesa dell’anno nella cittadina poliziana è finalmente ai nastri di partenza: da venerdì 17 agosto parte la nuova edizione del Bravìo delle Botti, la gara tra le otto contrade di Montepulciano che si concluderà con la sfida tra le botti di domenica 26 agosto. Prima di quel momento, tuttavia, la città sarà animata da lunghe serate piene di iniziative, feste in contrada, spettacoli e prove notturne, per un settimana densa di emozioni.

Si comincia venerdì 17 agosto alle ore 18 con la terza edizione del “Daniele’s Drink”, in cui le otto contrade si sfideranno nella preparazione di un cocktail; un evento organizzato dalla Contrada del Poggiolo in ricordo di Daniele Santoni. Si prosegue poi in Piazza Grande dalle ore 20 con “Cantine in Piazza”, in cui sarà possibile degustare il Vino Nobile di Montepulciano direttamente con i produttori, in abbinamento ai prodotti tipici del territorio, selezionati e serviti dal Magistrato delle Contrade. Per completare la magica atmosfera, la musica dal vivo di Kobrero Trio.

Sabato 18 agosto il primo spettacolo della settimana degli eventi sancirà l’inizio della sfida tra le otto contrade, ovvero il “Proclama del Gonfaloniere”. Il corteo storico suddiviso in terzieri sfilerà lungo le vie cittadine, fino ad arrivare sul Sagrato del Duomo, per udire la lettura del proclama. Il Gruppo Sbandieratori e Tamburini si esibirà prima dell’esibizione di danza contemporanea “Apocalisse” della scuola di danza Petite Ecole e dello spettacolo equestre della “Compagnia di Teatro Equestre Le Zebre”, che evocherà magiche atmosfere di un medioevo fantastico. Per l’acquisto dei biglietti, fino a esaurimento, è possibile rivolgersi agli uffici turistici della Pro Loco di Montepulciano (Piazza Don Minzoni, 1) e della Strada del Vino Nobile (Piazza Grande, 7). Il costo è di 5,00 €, ingresso gratuito per bambini fino a tre anni.

Grande chiusura della primo weekend per domenica 19 agosto, a partire dalle ore 15:30 con il corteo storico del Gruppo Sbandieratori e Tamburini e Montepulciano e la “Presentazione del Panno” al Teatro Poliziano. Durante il pomeriggio verrà infatti svelata l’opera realizzata dall’artista Fabio Mazzieri e dedicata al Tempio di San Biagio, di cui ricorrono quest’anno i 500 anni dalla posa della prima pietra. Verrà inoltre premiata la contrada vincitrice della nuova edizione di “A Tavola con il Nobile”, il concorso gastronomico organizzato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. Al termine del pomeriggio in teatro, il panno verrà esposto in Piazza Grande assieme all’esibizione dei piccoli e grandi Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano; l’esposizione continuerà per tutta la settimana all’interno del Tempio di San Biagio.

Nella serata di domenica inizieranno anche le prove notturne degli spingitori, che si terranno tutte le sere a partire dalle ore 21, fino a venerdì 24 agosto. Per tutta la settimana le contrade di Montepulciano saranno aperte, con cene e musica dal vivo, fino alla grande gara di domenica 26 agosto. Tutta la manifestazione sarà raccontata in diretta dal programma televisivo “Quelli che la Botte”, con approfondimenti, interviste e riprese esclusive, in onda su Tele Idea (canale regionale 190) anche in streaming sul sito www.teleidea.it e sulla pagina Facebook del Bravìo delle Botti


Piccoli Sbandieratori e Tamburini: arriva la nuova edizione (01/08/2018)

Tutto è ormai pronto per la nuova edizione del Bravìo delle Botti, l’appuntamento più atteso dell’estate poliziana: prima dell’inizio della manifestazione, come da tradizione, si terrà un altro importante appuntamento, molto apprezzato da contradaioli e visitatori, ovvero la sfida tra le nuove generazioni di Sbandieratori e Tamburini.

Domenica 5 Agosto si terrà infatti la 36° edizione dei “Piccoli Sbandieratori e Tamburini – Paolo Gonnelli”, organizzata dalla Contrada di San Donato in occasione della festa patronale. Tanti i bambini e i ragazzi di età compresa tra i 6 e 10 anni (per la categoria junior) e di età compresa tra gli 11 e i 14 anni (per la categoria senior) che si esibiranno in Piazza Grande, suddivisi in gruppi per rappresentare le rispettive contrade.

Questo il programma della giornata: dalle ore 11, corteo storico per le vie della Contrada di San Donato con sbandierata in Piazza Grande, seguirà Santa Messa in Cattedrale. Il concorso vero e proprio si svolgerà dal pomeriggio, a partire dalle ore 16:30, con le esibizioni e le premiazioni in piazza. Al termine della giornata, a partire dalle ore 20:00, saranno aperti gli stand gastronomici nei giardini della Fortezza di Montepulciano, in cui sarà possibile cenare con piatti tipici toscani e degustare i vini locali, accompagnati dalla musica del duo Stefano Giannotti e Gianluca Meconcelli.


Un Bravìo dedicato ai 500 anni del Tempio di San Biagio (19/07/2018)

L’edizione 2018 del Bravìo delle Botti, il momento più atteso dell’anno per tanti contradaioli e cittadini poliziani, sarà dedicata al cinquecentenario della posa della prima pietra del Tempio di San Biagio. I festeggiamenti per questa importante ricorrenza si stanno protraendo già da molti mesi a Montepulciano, a dimostrazione dell’importanza di questo monumento per tutta la comunità, e anche il Bravìo delle Botti non poteva esimersi dal partecipare alle celebrazioni. Il reggitore del Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci, presenta così l’edizione 2018 della manifestazione poliziana:

“I 500 anni del Tempio di San Biagio sono una ricorrenza importante per tutti i poliziani, così come il Bravìo delle Botti è la festa per eccellenza del nostro calendario annuale. Siamo pronti ad affrontare la nuova edizione, con il piacere di contribuire a tanti eventi collaterali organizzati dalle contrade, che animano i periodi di avvicinamento alla gara e portano tante persone ad avvicinarsi alle contrade, a dimostrazione del loro fondamentale ruolo di aggregazione e coesione sociale.”

“In continuità con il lavoro svolto nel corso degli anni precedenti, quest’anno presenteremo i nuovi costumi dei portatori di cero. – prosegue Giulio Pavolucci – Si completa quindi il rinnovo della parte di corteo pubblico comune a tutte le contrade. Gli otto costumi dei portato di cero, finanziato dal Magistrato e dalle stesse contrade, realizzati dalla costumista Noemie Grottini, saranno introdotti domenica 19 agosto al Teatro Poliziano durante la presentazione del panno.”

È l’artista senese Fabio Mazzieri l’autore del panno del Bravìo 2018, dedicato ai 500 anni del Tempio di San Biagio. L’incarico gli è stato assegnato dall’Amministrazione Comunale che ha accolto l’offerta dell’artista di realizzare l’opera. Nato a Siena nel 1945, diplomato all’Accademia di Belle Arti di Firenze, Mazzieri ha insegnato educazione artistica nelle scuole medie di tutta la provincia di Siena e poi Discipline pittoriche a Firenze e a Siena. È stata l’esperienza come docente a Montepulciano, alla quale è rimasto fortemente legato, insieme ad altre attività che lo hanno messo in contatto con il territorio, ad indurre Mazzieri ad “offrirsi” al Comune di Montepulciano. Non poca importanza, in questo quadro, ha avuto anche il tema, “Quinto centenario della posa della prima pietra della Chiesa di San Biagio in Montepulciano, 1518 – 2018”.

L’autore, che ha avuto incontri preliminari con il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi, con il Consigliere delegato al Bravìo Stefano Bazzoni e con altri Amministratori, ha già consegnato l’opera completata che è ora nelle mani delle sarte per le rifiniture. Ma, com’è noto, il panno sarà rivelato solo la domenica precedente il Bravìo (quest’anno 19 agosto) durante la cerimonia in programma al Teatro Poliziano. Ad aumentare l’aspettativa del mondo contradaiolo di Montepulciano c’è un ulteriore aspetto importante: l’artista incaricato ha infatti realizzato nel 1985 il drappellone per il Palio di Siena (quell’anno dedicato al Conte Chigi Saracini, fondatore dell’Accademia Chigiana) che rappresenta una sorta di sigillo di qualità in materia.

La proposta di dedicare il panno del Bravìo 2018 al quinto centenario della costruzione di San Biagio era stata formulata al Comune dal Parroco Don Domenico Zafarana unitamente alle Opere Ecclesiastiche Riunite ed era stata accolta dalla Giunta Comunale anche in considerazione dell’importanza che tale anniversario riveste sia sotto il profilo culturale sia sotto quello sociale.


Premiazione spingitori categoria allievi

Voltaia e San Donato si aggiudicano i ‘Piccoli spingitori del Bravìo delle Botti’ (25/06/2018)

Le contrade di Voltaia, per la categoria allievi, e San Donato, categoria senior, si sono aggiudicate la nuova edizione dei “Piccoli Spingitori del Bravìo delle Botti”, organizzata come di consueto dalla contrada di Talosa in Piazza Grande a Montepulciano, in occasione dell’11esima edizione del ‘Memorial Lucci’.

La gara dei piccoli spingitori ha preso il via sabato 23 giugno con il corteo storico lungo le vie della contrada di Talosa che ha visto la partecipazione dei figuranti della contrada e dei piccoli spingitori partecipanti. La giornata di sabato è poi proseguita con l’estrazione a sorte dell’ordine di partenza della gara a cronometro per entrambe le categorie, allievi e senior.

Domenica 24 giugno, invece, si è svolta la prova di abilità a cronometro della categoria allievi con un percorso allestito all’interno di Piazza Grande e con la gara a coppie per la categoria seniori, per le batterie formatesi sulla base dei tempi a cronometro realizzati nel percorso di sabato 23 giugno. Il percorso, per la categoria senior, si è snodato tra Porta di Collazzi, Via di Collazzi, Arco del Paolino, Via Ricci  e Sagrato del Duomo. Una bella prova di forza e resistenza per gli spingitori del domani che grazie alla contrada Talosa hanno potuto già assaporare le prime emozioni della botte sulla pietra serena di Montepulciano.

Per quanto riguarda la categoria allievi la vittoria è andata alla contrada  di Voltaia con Alessandro De Micco e Alessandro Mazzetti, bissando così il successo dell’anno precedente, mentre per la categoria senior a trionfare è stata la contrada San Donato con Giacomo Tonini ed Emanuele Bazzoni.

Ai vincitori delle rispettive categorie sono stati consegnati i panni dipinti dall’artista poliziana Laura Cozzani e consegnati da Sara Lucci, figlia di Michele Lucci spingitore di Talosa prematuramente scomparso undici anni fa a cui la contrada giallo-rossa è molto attaccata e lo ricorda sempre con grande affetto.

Proseguono così i preparativi per il Bravìo delle Botti del 26 Agosto, quando a gareggiare saranno gli spingitori ufficiali delle contrade. L’ambito panno di quest’anno sarà dedicato al V centenario della prima posa del Tempio di San Biagio.


Piccoli spingitori del Bravìo: si sfidano i talenti del futuro (20/06/18)

Quello organizzato dalla Contrada di Talosa è un appuntamento dedicato ai giovani contradaioli, che guardano al futuro del Bravìo delle Botti: giunta alla quindicesima edizione, la sfida tra i “Piccoli spingitori della botte” è ormai diventato un appuntamento tradizionale nel periodo di avvicinamento alla manifestazione di fine agosto, e si svolgerà nel weekend di sabato 23 e domenica 24 giugno a Montepulciano.

La gara tra i giovani talenti delle contrade, 11° “Memorial Michele Lucci”, da quest’anno sarà aperta anche alle ragazze e vedrà i partecipanti sfidarsi in due diversi concorsi: la sezione allievi, per i nati tra il 2004 e il 2007, e la sezione senior, per i nati tra il 2001 e il 2003. Ai vincitori delle rispettive categorie saranno consegnati i panni dipinti dall’artista poliziana Laura Cozzani.

Il programma del weekend prevede la S. Messa nell’oratorio dei Cavalieri di Santo Stefano sabato 23 giugno alle ore 16:30, a cui seguirà il corteo storico dei figuranti della contrada di Talosa e  l’esibizione di sbandieratori e tamburini. Alle ore 18:00 partiranno le prove cronometrate per la categoria allievi e la categoria senior. Domenica 24 giugno, invece, a partire dalle ore 17:00 si svolgeranno le prove di abilità a cronometro della categoria allievi, mentre alle ore 18:00 le gare a coppie della categoria senior. Al termine delle premiazioni dei vincitori la contrada di Talosa aprirà le proprie cucine e darà la possibilità di cenare a tutti i contradaioli e i visitatori.


Seconda edizione delle “Dame della Botte”: vince Collazzi (10/06/18)

I pronostici della vigilia sono stati rispettati: la coppia di atlete formata da Ludovica Galli e Daniela Braconi, per la contrada di Collazzi, si è aggiudicata nuovamente la vittoria nella gara al femminile del Bravìo delle Botti che si è tenuta lungo le vie attorno a Piazza Grande, nel caldo pomeriggio di domenica 10 Giugno a Montepulciano. Un successo che bissa quello dello scorso anno, in cui la giovane coppia aveva conquistato il trofeo della prima edizione delle “Dame della Botte”.

La seconda edizione della manifestazione, organizzata dalla Contrada di San Donato, ha visto una grande partecipazione da parte del pubblico e un notevole interesse da parte delle contrade, che hanno gareggiato con le rispettive atlete nelle batterie eliminatorie e nella finale, lungo un rinnovato tragitto di gara he ha visto le atlete spingere delle botti dal peso di 80 kg ciascuna attorno al Duomo, lungo via di Talosa e per la salita di via Ricci, fino al tradizionale arrivo sul sagrato.

Le batterie eliminatorie hanno visto trionfare proprio la contrada di Collazzi contro Talosa, San Donato contro Poggiolo, Le Coste contro Gracciano e Cagnano contro Voltaia. Le quattro vincitrici delle rispettive batterie si sono affrontate nella finale, che prevedeva un giro aggiuntivo attorno al Duomo, in cui la coppia formata Galli e Braconi ha portato per prima la botte sul sagrato, conquistando così la seconda vittoria di fila per la contrada di Collazzi.

Questo l’elenco completo delle spingitrici: Biagianti Angelica e Feri Cristina per la contrada di Cagnano, Braconi Daniela e Galli Ludovica per la contrada di Collazzi, Marchetti Elisa e Pierini Sara per la contrada di Gracciano, Damiano Veronica e Stainko Rebecca per la contrada Le Coste, Moretti Silvia e Piastra Lorena per la contrada Poggiolo, Iannuzzi Eleonora e Silva Laudijane Maria per la contrada Talosa, Barmeschi Francesca e Tomaszun Monica per la contrada di San Donato, Menchetti Kety e Pascucci Paola per la contrada di Voltaia.


Arriva la seconda edizione delle “Dame della Botte” (05/06/18)

Dopo il successo dello scorso anno, nel weekend di sabato 9 e domenica 10 Giugno a Montepulciano si svolgerà la seconda edizione delle “Dame della Botte”, che vedrà sfidarsi le otto contrade poliziane in una sorta di “Bravìo al femminile” che anticipa la manifestazione estiva. Organizzato dalla contrada di San Donato, che proprio lo scorso anno ebbe l’idea di progettare questo nuovo evento, ha da subito riscosso ottimi apprezzamenti da parte della popolazione, delle altre contrade e del Magistrato delle Contrade del Bravìo delle Botti.

Tante le novità di quest’anno che vedranno le atlete spingere le botti lungo le strade di Montepulciano, tra cui l’allungamento dei tragitti delle batterie e delle gare. Nel nuovo percorso infatti le sfidanti partiranno di fronte al Comune, faranno un giro intorno alla cattedrale, seguiranno Via San Donato e Via Fiorenzuola, quindi via di Talosa e via Ricci all’altezza del Museo Civico, con arrivo sul sagrato del Duomo. Al termine delle batterie, le quattro contrade vincitrici si sfideranno nella finale, che prevede un ulteriore giro intorno al Duomo.

Il ricco programma degli eventi del weekend prevede sabato pomeriggio le prove del percorso di gara, che potranno essere svolte anche da coppie miste, e l’esibizione degli Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano delle edizioni antecedenti il 2013. La giornata di domenica si aprirà alle ore 17 con le estrazioni delle batterie e i primi gironi eliminatori, fino alla gara finale che partirà alle ore 19 circa. Entrambe le sere, inoltre, sarà possibile cenare con gli stand gastronomici gestiti dalla contrada di San Donato presso i giardini della Fortezza di Montepulciano.


Bravìo delle Botti 2018, aperto l’anno contradaiolo (23/04/18)

Una splendida e soleggiata domenica poliziana ha accolto la prima uscita pubblica delle contrade per l’inizio degli appuntamenti dell’edizione 2018 del Bravìo delle Botti, uno degli eventi più attesi di Montepulciano e di tutto il territorio. Domenica 22 aprile l’apertura dell’anno contradaiolo ha infatti sancito il primo momento dei lunghi mesi di attesa e di lavoro che ci porteranno alla sfida di domenica 26 agosto, in cui le botti rotoleranno lungo le vie cittadine.

Come da tradizione, le contrade hanno sfilato in corteo storico fino al santuario di S.Agnese, dove hanno partecipato alle celebrazioni della messa in onore della patrona cittadina. Al termine del rito si è svolta l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, prima che ogni contrada tornasse nelle rispettive sedi.

I contradaioli hanno anche portato la statua di S.Agnese da Piazza Grande fino al santuario, per ricordare i 700 anni della morte della santa poliziana, la cui teca non è stata aperta come da cerimoniale: era infatti rimasta aperta alla fine dell’edizione 2017, attraverso un anno contradaiolo che non si è formalmente chiuso ma che continua simbolicamente attraverso tutta l’edizione 2018, sancendo una sorta di passaggio di consegne tra le celebrazioni per i 700 anni dalla morte di Sant’Agnese fino alle celebrazioni dei 500 anni dalla posa della prima pietra del Tempio di San Biagio.

Sarà proprio al monumento di San Biagio e alla sua importanza per l’intera comunità poliziana uno dei punti focali dell’edizione 2018, a cui sarà dedicato il panno che verrà consegnato alla contrada che per prima porterà la botte sul sagrato del duomo nella sera di domenica 26 agosto.. L’edizione che si appresta a vivere il Bravìo delle Botti sarà quindi incentrata sul celebre passato di Montepulciano, ma sempre aperta al futuro, per il continuo coinvolgimento delle nuove generazioni e l’impegno nel far crescere costantemente la manifestazione.

1 commento su Bravìo delle Botti 2018 – Tutte le notizie

Bravìo delle Botti 2017 – Tutte le notizie

Branded Content a cura di Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2017 del Bravìo delle Botti  Poggiolo vince l’Arca d’Argento 2017, alla Contrada…

Branded Content a cura di Valdichiana Media e Magistrato delle Contrade di Montepulciano – Notizie e aggiornamenti dall’edizione 2017 del Bravìo delle Botti 


Tamburini e Sbandieratori Contrada di Talosa – Foto di Enea Barbieri

Poggiolo vince l’Arca d’Argento 2017, alla Contrada di Talosa il premio miglior sbandieratori e tamburini (18/09/2017)

Tante premiazioni al Teatro Poliziano di Montepulciano per salutare, solo in maniera formale, l’edizione 2017 del Bravìo delle Botti. Il premio ‘Bravìo nel cuore’ a Lorenzo Martire detto Torello, spingitore prematuramente scomparso.

Montepulciano – Tante emozioni si sono susseguite sul palco del Teatro Poliziano di Montepulciano in occasione della chiusura dell’anno contradaiolo 2017. Una chiusura solo formale, quella di quest’anno, perché l’anno contradaiolo rimarrà simbolicamente aperto in continuità con il 2018, in onore dei 700 anni dalla morte di Sant’Agnese Segni, co-patrona di Montepulciano.

Dopo la Santa messa della mattina che si è svolta nella Chiesa di Sant’Agnese, la comunità ha avuto modo di assistere all’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini poi seguita dal Corteo Storico per i borghi poliziani. Nel pomeriggio, riflettori accesi al Teatro Poliziano per l’atto finale della giornata, ovvero la cerimonia di premiazione, momento molto atteso dai contradaioli, e un momento anche per fare il bilancio dell’edizione del Bravìo appena conclusa e che ha visto trionfare sul sagrato del Duomo la Contrada di Voltaia con la coppia Attilio Niola ‘Attila’ e Matteo Paganelli ‘White Kenyan’.

Il lungo pomeriggio al teatro è stato aperto dalla proiezione dell’emozionante e suggestivo filmato di Alex Marchi che ha ripercorso, attraverso le espressioni dei volti di tutti i protagonisti della manifestazione, quella che è stata la settimana degli eventi del Bravìo 2017. Le emozioni sono poi continuate con la consegna del premio ‘Bravìo nel Cuore’, assegnato dal Magistrato delle Contrade ad una personalità che ha dimostrato grande amore per la manifestazione, profonda sincerità e passione per la corsa del Bravìo. Il premio è andato a Lorenzo Martire detto Torello, spingitore prematuramente scomparso che con Giovanni Zorn, detto Cacio, ha vinto ben 7 Bravìi, cinque con la contrada Le Coste e due con la Contrada di Talosa. Ed è stato proprio Giovanni Zorn a ritirare il premio e a ricordare Lorenzo in un teatro poliziano visibilmente commosso.

A salire poi sul palco è toccato ai vincitori del concorso fotografico organizzato dal Photoclub Poliziano, con la collaborazione del Magistrato delle Contrade e il patrocinio del Comune. Anche quest’anno il concorso era suddiviso in due sezioni: la sezione “Luci e ombre” ha visto trionfare Marco Paolo con la foto dal titolo ‘L’Attesa del guerriero’, secondo posto per Alessandro Piccardi con ‘Ritratto maschile’ e terzo posto per Roberto Leonardi con ‘Sole di mezzogiorno’. Per questa sezione la giuria ha attribuito anche un premio speciale al portfolio di fotografie di Valentina Daviddi. Per quanto riguarda, invece, il tema libero la giuria non stilato una classifica ma ha segnalato la foto di Samuele Romagnoli dal titolo ‘Sublimità’.

Vincitori Concorso Fotografico – Foto di Enea Barbieri

Infine il momento più atteso, ovvero la consegna del premio Memorial cav. Trabalzini, andato alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di tamburini. La giuria di esperti ha premiato la contrada di Talosa come migliore coppia di sbandieratori (Simone Mosca e Francesco Perugini) e per il quarto anno consecutivo, ancora la contrada di Talosa per la migliore coppia di tamburini (Adele Giannettoni e Cristina Mosca).

Il premio Arca d’Argento, dedicata al miglior corteo storico del Bravìo delle Botti 2017 è andato alla Contrada di Poggiolo. Le addette al Corteo, Anna Bigozzi, Emma Bernardini, Fabiola Conti, Anna Bernardini e Margherita Pellegrini, hanno ritirato il premio commosse e molto emozionate. I premi consegnati sono stati tutti elaborati da Debora Betti.

Addette al Corteo e Rettore Contrada Poggiolo – Foto di Enea Barbieri

Gli organizzatori del Bravìo, Giulio Pavolucci Reggitore del Magistrato delle Contrade di Montepulciano, insieme al vice sindaco Luciano Garosi e al consigliere con delega al Bravìo Stefano Bazzoni, hanno espresso grande soddisfazione per l’edizione 2017 del Bravìo in quanto per tutto il periodo della manifestazione, la cittadina poliziana è stata letteralmente invasa dai visitatori, che ne ha incrementato ulteriormente la sua fama e la sua visibilità.


Bravìo delle Botti 2017, un’edizione piena di emozioni (12/09/17)

Non si sono ancora placate le emozioni della gara del Bravìo delle Botti di domenica 27 agosto, che ha visto la coppia Attilio “Attila” Niola e Matteo “White Kenyan” Paganelli arrivare per primi sul sagrato del Duomo. Domenica 17 settembre le emozioni continueranno al Teatro Poliziano, con tutte le premiazioni previste dall’ormai consolidata tradizione della manifestazione di Montepulciano.

Domenica mattina, a partire dalle ore 10, partirà la sfilata del corteo storico lungo le strade di Montepulciano, partendo dal Palazzo del Comune e arrivando fino alla Chiesa di S.Agnese; quest’anno non si svolgerà formalmente la chiusura dell’anno contradaiolo, ma rimarrà simbolicamente aperto in continuità con il 2018, in onore dei settecento anni dalla morte di Sant’Agnese Segni. Dopo la messa, la comunità poliziana avrà l’opportunità di assistere all’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini, prima che ogni contrada torni alla propria sede.

Domenica pomeriggio tutti gli occhi saranno puntati sul Teatro Poliziano, in cui si svolgeranno numerose premiazioni a partire dalle ore 16. I momenti più attesi sono il premio “Arca d’Argento” dedicato al miglior corteo storico e il “Memorial cav. Trabalzini” dedicato alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di tamburini. Si svolgeranno inoltre le premiazioni del concorso fotografico “Attimi di Bravìo” organizzato dal Photoclub Poliziano e il “Bravìo nel cuore”, premio assegnato direttamente dal Magistrato delle Contrade ai personaggi che hanno mostrato particolare passione e dedizione alla manifestazione poliziana nel corso degli anni.

La giornata al Teatro Poliziano sarà anche il primo momento dei bilanci dell’edizione 2017; gli organizzatori del Bravìo, il Magistrato delle Contrade di Montepulciano, ha già espresso grande soddisfazione. Complice un periodo estivo dalle temperature molto calde, la cittadina poliziana è stata letteralmente invasa dai visitatori durante tutti i giorni della manifestazione, che ha incrementato ulteriormente la sua fama e la sua visibilità.

“Siamo molto felici dell’esito di quest’edizione del Bravìo delle Botti, soprattutto dal punto di vista della sicurezza. Tutto si è svolto in maniera serena: la collaborazione con il Comune di Motnepulciano, le forze dell’ordine, la protezione civile e le associazioni ha dato i suoi frutti. Nonostante le preoccupazioni per le circolari sulla sicurezza, abbiamo gestito tutto con attenzione e serenità, dimostrando un’ottima compattezza di squadra e una continua crescita della manifestazione.”


Bravìo 2017: ancora una vittoria per Voltaia (27/08/17)

I colori rossoneri di Voltaia tornano a sventolare su Montepulciano, grazie alla coppia formata da Attilio Niola, detto Attila, e Matteo Paganelli, detto White Kenyan, che bissa il successo dello scorso anno e si aggiudica la vittoria nell’edizione 2017 del Bravìo delle Botti.

Voltaia era la contrada favorita, forte del convincente successo dello scorso anno: le estrazioni mattutine della griglia di partenza, inoltre, l’avevano ulteriormente facilitata concedendo alla forte coppia di spingitori la prima posizione. In prima fila erano presenti anche Collazzi, Talosa e Le Coste; in seconda fila Poggiolo, Gracciano, Cagnano e San Donato.

La caldissima giornata a Montepulciano è proseguita con la sfilata del Corteo Storico lungo il centro cittadino e l’esibizione degli sbandieratori e dei tamburini delle otto contrade sul sagrato del Duomo. Un nutrito pubblico ha partecipato con entusiasmo alla gara, che ha visto le coppie di spingitori portare botti di circa 80kg per le strade di Montepulciano.

Inizio scoppiettante per quest’edizione del Bravìo, con Voltaia che è subito scattata in prima posizione e Collazzi che è rimasta incastrata in uno scontro con la retrostante coppia di Poggiolo, perdendo subito contatto con la testa della gara. La coppia Niola – Paganelli ha preso immediatamente un vantaggio considerevole, che ha mantenuto fino all’arrivo con un tempo di 8 minuti e 34 secondi. Notevole la prova di San Donato, che dalle retrovie ha raggiunto un encomiabile secondo posto, e della stessa Collazzi, che ha recuperato posizioni fino ad arrivare quinta. Lodevole anche la prova della coppia di Gracciano, composta da due giovanissimi spingitori al loro esordio, che ha concluso la gara in quarta posizione.

La coppia di Voltaia, forte del successo dello scorso anno, si è quindi aggiudicata l’ambito panno dipinto dal pittore senese Luca Pollai, dedicato ai 700 anni dalla morte di S.Agnese. Un’altra vittoria quindi per il giovane rettore Alessio Bellari, e la quinta vittoria totale per la contrada dai colori rossoneri. Tutti i sedici spingitori in gara hanno indossato casacche listate a lutto per la recente scomparsa di Lorenzo Martire detto Torello, storico spingitore del Bravio delle Botti.


Bravìo 2017: tutto pronto per la gara tra le 8 contrade (25/08/17)

L’affascinante appuntamento del Corteo dei Ceri non ha tradito le aspettative: il pubblico di Piazza Grande è rimasto affascinato dalle esibizioni del gruppo sbandieratori e tamburini di Montepulciano e dai fuochi d’artificio sulla facciata del palazzo comunale. Il miglior modo per stemperare l’attesa nei confronti della gara di domenica 27 Agosto con la sfida tra le otto contrade del Bravìo delle Botti.

La giornata inizierà alle ore 10:00 della mattina in Piazza Grande, con l’estrazione delle posizioni di partenza e l’esibizione di sbandieratori e tamburini di Montepulciano. Le botti della gara verranno marchiate a fuoco e all’interno de Duomo si terrà l’offerta dei ceri a San Giovanni Decollato, la messa e la benedizione degli spingitori.

Il pomeriggio, alle ore 15:00, comincerà la sfilata del corteo storico lungo le vie cittadine, con partenza dalla Colonna del Marzocco. Il pubblico comincerà a radunarsi in Piazza Grande, dove spettacoli ed esibizioni allieteranno l’attesa fino al momento della gara.

La gara vera e propria del Bravìo delle Botti comincerà alle ore 19:00 dalla Colonna del Marzocco: due atleti per ogni contrada dovranno spingere una botte di circa 80kg per le strade di Montepulciano, facendola rotolare in salita fino al sagrato del Duomo. La prima contrada a raggiungere il traguardo si conquisterà il panno dipinto dal pittore senese Luca Pollai e dedicato a Sant’Agnese.

La grande affluenza che in questi giorni si è registrata a Montepulciano ha ampliato le misure di sicurezza per la giornata di domenica 27 agosto. Durante il pomeriggio, dalle ore 14:00 alle ore 19:00, l’ingresso al centro storico sarà regolamentato da un biglietto di ingresso di 2,50€, disponibile presso le biglietterie poste alle porte della città. All’interno di Piazza Grande verrà installato un maxischermo dove sarà possibile seguire in diretta tutto il corteo storico e la gara.


Le prove notturne degli spingitori, aspettando il Corteo dei Ceri (23/08/17)

Le notti di Montepulciano non stanno tradendo le aspettative: il caratteristico rumore delle botti che rotolano sulla pietra serena sta infatti accompagnando i contradaioli e i visitatori del centro storico, in attesa della grande gara di domenica 27 agosto. Le prime serate di prove notturne degli spingitori hanno già dato alcuni interessanti elementi su cui riflettere, per cercare qualche anticipazione sulla contrada che potrebbe aggiudicarsi la vittoria finale.

Le prove sono principalmente l’occasione per testare i punti più ostici del percorso, preparare le strategie per la gara ufficiale e mettere alla prova lo stato fisico della squadra, soprattutto per le contrade che non hanno ancora scelto la coppia da schierare. Particolarmente interessanti, nella serata di prove di domenica 20 agosto, i tempi di Collazzi (8 minuti e 58 secondi), Voltaia (8 minuti e 14 secondi) e Le Coste (8 minuti e 47 secondi). Prove più blande nella serata di lunedì 21 agosto, con soltanto la contrada Le Coste scesa sotto la soglia dei 9 minuti. Ci sarà comunque tempo fino a venerdì 25 agosto per provare il percorso e svolgere gli aggiustamenti atletici necessari.

Nel frattempo, cresce l’attesa per l’appuntamento tradizionale con il Corteo dei Ceri, che si terrà giovedì 24 agosto: l’affascinante atmosfera del centro storico di Montepulciano, illuminato soltanto dalle fiamme delle padellette e dalle torce degli armati, sarà attraversata dal corteo notturno con i figuranti, gli sbandieratori, i tamburini e i portatori di cero di ogni contrada. Con partenza alle ore 21:15 dalla Colonna del Marzocco, la cerimonia si concluderà in Piazza Grande con l’offerta dei Ceri in nome di San Giovanni Battista Decollato.

A seguire, l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano e lo spettacolo messo in scena dalla compagnia teatrale “Piccolo Nuovo Teatro” intitolato “Zoè”, realizzato con trampoli, costumi, fuoco, luci ed effetti speciali. La serata si concluderà con lo spettacolo pirotecnico sulla facciata del Palazzo Comunale di Montepulciano.


Bravìo 2017: presentato il panno dedicato a Sant’Agnese (21/08/17)

Emozioni e momenti di commozione nel pomeriggio del 20 Agosto al Teatro Poliziano: nel tradizionale appuntamento della domenica antecedente al Bravìo delle Botti è stato infatti svelato il panno dipinto da Luca Pollai, dedicato ai 700 anni dalla morte di Sant’Agnese, co-patrona di Montepulciano. Il panno sarà l’ambito trofeo che si aggiudicherà la contrada vincitrice del Bravìo delle Botti 2017, al termine della gara che si correrà domenica 27 Agosto.

Luca Pollai è al suo primo panno, ma è figlio di un altro pittore senese, Enzo Pollai, già autore del Panno del Bravìo delle Botti del 1996 e lo scorso anno ha dipinto il drappellone del Palio di Siena. Prima dello svelamento è stato omaggiato con un commosso ricordo il pittore dei panni delle edizioni 2015 e 2016, il maestro Cesare Olmastroni, scomparso durante la primavera. Una figura particolarmente apprezzata dalla comunità poliziana, che si era fatta benvolere dal mondo delle contrade per la sua simpatia e la sua umanità artistica, tanto che l’Amministrazione Comunale di Montepulciano ha deciso di dedicare un premio permanente alla sua memoria, spettante al bozzetto ritenuto particolarmente pregevole e vicino alla visione artistica del maestro Olmastroni. La prima edizione di questo nuovo premio, alla presenza del figlio di Cesare Olmastroni, Duccio, è stata vinta da Tommaso Andreini, proprio uno degli allievi preferiti dello scomparso pittore senese.

Altre importanti cerimonie si sono svolte sul palco del Teatro, tra cui la consegna del “Grifo Poliziano”, il premio attribuito a personalità che si sono distinte per il loro impegno nella valorizzazione di Montepulciano in ambito internazionale. Il riconoscimento è stato consegnato a Riccardo Pizzinelli, presidente della Società Storica Poliziana e dell’Opera Ecclesiastica Riunita di Montepulciano, impegnata nella valorizzazione di importanti opere storiche e architettoniche come il Tempio di San Biagio.

Seguendo una linea tracciata già dallo scorso anno, anche durante quest’edizione  sono stati presentati ulteriori nuovi costumi del corteo pubblico, commissionati dal Magistrato delle Contrade alla costumista e scenografa Noemi Grottini, già collaboratrice del Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano.

Infine, un altro attesissimo appuntamento, giunto alla sua quindicesima edizione è stato il concorso enogastronomico “A Tavola con il Nobile”, organizzato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.  Quest’anno il tema del concorso, che vedeva la sfida tra le otto contrade, era un primo piatto a base di pecorino. Le ricette sono state giudicate da una giuria di giornalisti internazionali e food blogger presieduta da Bruno Gambacorta, ideatore del concorso. Il premio è stato vinto dalla contrada di Voltaia con “Il Cappello del Pastore”. I piatti del concorso si potranno gustare negli stand gastronomici delle rispettive contrade durante tutta la settimana degli eventi.

Si conclude così il primo weekend dell’edizione 2017 del Bravìo delle Botti, che ha già fatto registrare una notevole affluenza di pubblico durante la serata di Cantine in Piazza di venerdì 18 agosto e del Proclama del Gonfaloniere di sabato 19 agosto. Proprio questo spettacolo, che caratterizza l’inizio delle cerimonie in onore di San Giovanni Decollato, è stato particolarmente apprezzato per l’impegno profuso da tutto il Magistrato delle Contrade, anche nella figura della nuova cerimoniera Sara Tonini.


Al via l’edizione 2017 del Bravìo delle Botti di Montepulciano (17/08/17)

La lunga attesa è finita: venerdì 18 agosto prende il via la nuova edizione del “Bravìo delle Botti” che si concluderà con la grande gara tra le otto contrade di Montepulciano lungo le vie del centro storico di domenica 27 agosto. Prima di quel momento, come da tradizione, la cittadina poliziana si animerà di tante iniziative per una settimana densa di eventi ed emozioni.

Il primo appuntamento è per venerdì 18 agosto alle ore 18 con la seconda edizione di “Daniele’s Drink”, la gara tra le otto contrade per la preparazione di un cocktail. L’iniziativa è organizzata dalla Contrada del Poggiolo in ricordo dell’amico e contradaiolo Daniele Santoni, apprezzato barman locale, scomparso prematuramente lo scorso anno. La serata proseguirà alle ore 20 in Piazza Grande con “Cantine in Piazza”, in cui decine di produttori di Vino Nobile di Montepulciano troveranno spazio nei banchi d’assaggio in uno scenario affascinante, reso ancora più magico dalla chitarra di Giacomo Rossetti; le degustazioni si svolgeranno in abbinamento ai prodotti tipici del territorio, selezionati dal Magistrato delle Contrade.

Sabato 19 agosto arriva il primo spettacolo della settimana, ovvero il “Proclama del Gonfaloniere”. Il corteo storico delle otto contrade, suddiviso in terzieri, sfilerà lungo le vie cittadine fino ad arrivare di fronte al Sagrato del Duomo, per udire la lettura del proclama che sancirà l’inizio della sfida tra le contrade. Il Gruppo Sbandieratori e Tamburini si esibirà prima dello spettacolo messo in scena dal Gruppo Storico Spadaccini di Soriano, con esercizi di gruppo in sincronia e duelli fuori dai classici schemi della schermata storica. Per le prenotazioni e l’acquisto dei biglietti, fino a esaurimento, è possibile rivolgersi agli uffici turistici della Pro Loco di Montepulciano (Piazza Don Minzoni, 1) e della Strada del Vino Nobile (Piazza Grande, 7)

Altri importanti appuntamenti per domenica 20 agosto, a partire dalle ore 15:30 con la passeggiata storica  del Gruppo Sbandieratori e Tamburini e Montepulciano e la “Presentazione del Panno” al Teatro Poliziano. Durante il pomeriggio verrà infatti svelata l’opera realizzata dall’artista senese Luca Pollai e dedicata a Sant’Agnese, di cui ricorrono quest’anno i 700 anni dalla morte. Verrà inoltre premiata la contrada vincitrice della 15esima edizione di “A Tavola con il Nobile”, il concorso gastronomico organizzato dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. Al termine, il panno destinato alla contrada vincitrice del Bravìo delle Botti sarà esposto in Piazza Grande assieme all’esibizione dei piccoli e grandi Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano.

La giornata dia domenica sancisce anche l’inizio delle prove notturne degli spingitori, che si terranno tutte le sere alle ore 21, fino a venerdì 25 agosto. Per tutta la settimana le contrade di Montepulciano saranno aperte, con cene e intrattenimenti, fino alla grande gara di domenica 27 agosto. Tutta la manifestazione sarà raccontata in diretta anche dal programma televisivo “Quelli che la Botte”, con approfondimenti, interviste e riprese esclusive, in onda su Tele Idea (canali 86 – 190 – 625 – 699 del digitale terrestre) e in differita su Teletruria (canale 10 del digitale terrestre).


Piccoli Sbandieratori e Tamburini: vincono San Donato e Gracciano (07/08/17)

Si è conclusa la 35° edizione dell’ormai tradizionale appuntamento estivo con le nuove generazioni di Sbandieratori e Tamburini del Bravìo delle Botti. In occasione della festa patronale, la contrada di San Donato ha infatti organizzato per la giornata di Domenica 6 Agosto il concorso tra i giovani Sbandieratori e Tamburini delle otto contrade di Montepulciano, che ha visto una grande partecipazione per tutto il pomeriggio.

Per la categoria junior, dedicata ai bambini di età compresa tra 6 e 10 anni, la contrada vincitrice è stata Gracciano con Lorenzo Tonini, Pietro Canapini, Ludovica Gonzi, Cristiano Rusciano e Simone Rusciano. Come migliori tamburini, la vittoria è andata a Talosa con Maria Gambacciani, Giulia Pagliai, Emma Toppi e Diletta Chierchini; per i migliori sbandieratori, invece, la contrada di Poggiolo con Tommaso Migliorucci, Dafne Rosati, Giulio Rossi e Alessandro Massoni.

Per la categoria senior, dedicata ai ragazzi di età compresa tra 11 e 14 anni, la contrada vincitrice è stata invece San Donato con Daniele Fiorini, Martina Fiorini, Francesco Chiavai, Caterina Chiavai, Lorenzo Scorza, Alessandro Niosi, Simone Zerillo e Filippo Angelo Pannevis. Come migliori tamburini, la vittoria è andata a Le Coste con Guido Ilari, Christian Alessandro Nocchi e Sofia Guerri; per i migliori sbandieratori sono stati premiati Andrea Nocchi e Gabriele Guerrini di Gracciano.

La giornata si è conclusa con la cena della contrada di San Donato e la musica presso la Fortezza di Montepulciano, nonostante non fosse cominciata sotto i migliori auspici: la notizia della scomparsa di Lorenzo Martire detto “Torello”, uno dei più importanti spingitori nella storia del Bravìo delle Botti, ha infatti profondamente scosso il mondo contradaiolo. Unanime il cordoglio, che è stato espresso anche attraverso una passeggiata di commemorazione lungo il centro storico da parte degli amici di contrada, i colleghi spingitori e la comunità di Montepulciano per il tragico evento.

La macchina organizzativa del Bravìo delle Botti continua giovedì 10 Agosto con la nuova edizione di “Calici di Stelle”, organizzata dalla Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese. Alle ore 18 si terrà l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, mentre per la cena tutte le contrade apriranno le cucine con i prodotti tipici della tradizione locale in abbinamento al Vino Nobile a al Rosso di Montepulciano.


 Dame della Botte: vince Collazzi (03/07/17)

È stata proprio la contrada di Collazzi a trionfare nella tanto attesa prima edizione delle “Dame della Botte”, la versione al femminile del Bravio delle Botti di Montepulciano che si è svolta sabato 1 Luglio in Piazza Grande. Collazzi, che nella gara maschile attende ancora la prima vittoria, si è così aggiudicata il premio nella gara femminile, grazie alla bravura drlle spingitrici Ludovica Galli e Daniela Braconi.

C’era grande attesa per la prima edizione di questo evento innovativo, ideato e organizzato dalla contrada di Dan Donato. La gara si è svolta con quattro batterie eliminatorie con due contrade alla volta, in cui le spingitrici dovevano fare un giro con la botte attorno al Duomo. La finale con le quattro contrade qualificate prevedeva invece due giri attorno al Duomo, ed è stata proprio la coppia di Collazzi a spingere per prima la botte sul sagrato.

“Siamo molto soddisfatti della riuscita di questa prima edizione – ha dichiarato Alessio Betti, rettore di San Donato – Le ragazze si sono divertite, la risposta del pubblico è stata ottima. Desideriamo ringraziare l’amministrazione comunale, il Magistrato delle contrade, il Cantiere internazionale d’arte e il Bruscello per l’aiuto e il supporto. Un ringraziamento particolare a Marco Tonini, che ha ideato l’evento”

Dopo la gara di sabato 1 Luglio la festa è continuata con la cena in fortezza e la “Selfie Night” ovvero una serata musicale con Dj set in Piazza Grande. Dopo la gara femminile, a questo punto, cresce l’attesa per la gara maschile, che si terrà domenica 27 Agosto con il consueto appuntamento con il Bravio delle Botti di Montepulciano


Piccoli spingitori del Bravìo: vincono Voltaia e Poggiolo (26/06/17)

Sono le contrade che si sono spartite le ultime cinque edizioni del Bravìo delle Botti, e che continuano a sfornare giovani e talentuosi atleti: le contrade di Voltaia e di Poggiolo si sono infatti aggiudicate la nuova edizione dei “Piccoli Spingitori del Bravìo delle Botti”, organizzata come di consueto dalla contrada di Talosa.

Lo scorso 24 e 25 Giugno si è infatti svolto il 10° “Memorial Lucci” in Piazza Grande a Montepulciano, con l’esibizione del gruppo sbandieratori e tamburini e la gara tra i piccoli spingitori delle otto contrade poliziane, che hanno gareggiato nelle categorie “Allievi” e “Senior”. Per quanto riguarda la categoria “Allievi” la vittoria è andata alla contrada di Voltaia con Alessandro De Micco e Alessandro Mazzetti (seconda classificata Talosa), mentre per la categoria “Senior” a trionfare è stata la contrada di Poggiolo con Giovanni Guarino e Jacopo Parissi (seconda classificata San Donato). Ai vincitori delle rispettive categorie sono stati consegnati i panni dipinti dall’artista poliziana Laura Cozzani.

Proseguono inoltre i preparativi per il Bravìo delle Botti del 27 Agosto, quando a gareggiare saranno gli spingitori ufficiali delle contrade. L’ambito panno di quest’anno sarà dipinto dallartista senese Luca Pollai, il cui bozzetto è stato selezionato dalla giuria composta dal Comune di Montepulciano e dal Magistrato delle Contrade.

Luca Pollai è nato a Siena nel 1966 ed è diplomato all’istituto d’arte; musicista ed esperto di grafica e realizzazione di oggettistica, è artista a tutto tondo. Figlio di Ezio Pollai, che dipinse il Bravìo del 1996 dedicato al cinquantesimo della Repubblica Italiana e vinto dalla contrada di Voltaia. Il tema del panno di quest’anno è dedicato a Sant’Agnese, di cui ricorrono i 700 anni dalla morte; oltre a conferire l’incarico a Luca Pollai, la giuria ha assegnato tre menzioni speciali agli artisti Tommaso Andreini, Luca Scaglione e Maria Luisa Taranta.


Nuovi costumi e tante novità per l’edizione 2017 del Bravìo delle Botti (20/06/17)

La macchina organizzativa del Bravìo delle Botti 2017 si è già messa in moto da molti mesi, e in questo periodo fervono i preparativi per i mesi più intensi della manifestazione poliziana. Il gruppo di lavoro del Magistrato delle Contrade, con un consiglio di gestione rinnovato, sta lavorando con entusiasmo già dai primi di febbraio; sono molte le novità che hanno in serbo per la nuova edizione, tra cui l’acquisto di nuovi costumi:

“La costumista Grottini, dopo lo splendido lavoro dello scorso anno, sta realizzando otto nuovi costumi per il Magistrato. – dichiara il reggitore Giulio Pavolucci I costumi, uno per contrada e realizzati anche grazie al contributo delle stesse, sono frutti di un’attenta ricerca storica. Grazie ai risparmi di gestione degli anni precedenti siamo riusciti a finanziare il rinnovo dei costumi del corteo, per continuare a investire nella crescita della manifestazione. La speranza, per il prossimo anno, è quella di rinnovare anche i gli otto costumi dei portatori di cero.”

Prosegue inoltre il corso di chiarine realizzato con l’Istituto di Musica di Montepulciano, finanziato dal Magistrato delle Contrade in collaborazione con la Fondazione Cantiere. Grazie all’impegno del maestro Bruno Bocci, sono cresciuti i partecipanti al corso di questo strumento musicale, tanto che è stato necessario acquistare altre due chiarine, la tipologia di tromba che viene utilizzata per manifestazioni di carattere storico come il Bravìo delle Botti.

“Un’altra importante novità è caratterizzata dal Bravìo delle Donne – commenta il Magistrato delle Contrade – organizzato dalla Contrada di San Donato. Si tratta di un’ottima idea del rettore Betti che abbiamo accolto di buon grado e sostenuto, che andrà ad animare Piazza Grande il prossimo sabato 1° luglio. Con il Bravìo delle Donne si va ad allargare il gruppo di manifestazioni collaterali, assieme al mini-Bravìo e ai Piccoli Sbandieratori e Tamburini, che sono già radicate e apprezzate dal mondo contradaiolo.”


Con l’apertura dell’anno contradaiolo cominciano i lavori per il Bravìo 2017 (24/04/17)

Domenica 23 aprile si è svolta la cerimonia di apertura dell’anno contradaiolo del Bravìo delle Botti, che sancisce l’inizio dei lavori per la nuova edizione della manifestazione poliziana più amata. Nel rispetto della tradizione, le otto contrade cittadine hanno sfilato in corteo storico lungo le vie del paese e hanno raggiunto il santuario di S.Agnese, in una splendida e limpida mattina che ha fatto registrare un grande afflusso di visitatori. Dopo la messa e l’esibizione del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, i contradaioli sono ritornati nelle rispettive sedi per dare il via al Bravìo 2017.

Anche se mancano ancora quattro mesi alla corsa del Bravìo delle Botti, che si svolgerà domenica 27 agosto lungo le vie di Montepulciano, le contrade fervono di attività. Il Magistrato delle Contrade è stato rinnovato per il prossimo triennio, con la conferma di Giulio Pavolucci come Reggitore e la formazione di nuovi ragazzi, per rinnovare continuamente la manifestazione e la partecipazione alla vita di contrada.

“L’arrivo di nuovi componenti del Gruppo Operativo del Consiglio di Gestione ha portato una ventata di entusiasmo – ha dichiarato Giulio Pavolucci – La macchina organizzativa si è messa in moto da oltre due mesi e stiamo lavorando al meglio per preparare la settimana degli eventi del Bravìo delle Botti di Montepulciano.”

La cerimonia di domenica scorsa ha sancito anche il forte legame tra la manifestazione e S.Agnese: l’anno contradaiolo, infatti, non chiuderà nel 2017, ma proseguirà per tutto il prossimo anno, formando un legame diretto con la prossima edizione. Se nel 2017 ricorrono i 700 anni dalla morte di Agnese Segni, nel 2018 ricorreranno i 750 anni dalla nascita, e il mondo del Bravìo delle Botti ha così pensato di omaggiare la ricorrenza.


Bravìo delle Botti: si apre l’anno contradaiolo (19/04/17)

Mancano ancora quattro mesi al Bravìo delle Botti, ma la cittadina poliziana è già al lavoro per la manifestazione più attesa dell’estate: la settimana degli eventi che culminerà con la gara tra le otto contrade di domenica 27 agosto, attraverso la sfida che porterà gli spingitori a far rotolare le botti in salita lungo le vie cittadine, fino al sagrato del Duomo.

L’inizio dei preparativi per il grande evento estivo è testimoniato dall’apertura dell’anno contradaiolo, che si terrà domenica 23 aprile presso il santuario di S.Agnese a Montepulciano. Come da tradizione, le contrade riceveranno la benedizione e renderanno omaggio alla santa patrona della cittadina, di cui quest’anno ricorrono i 700 anni dalla morte. Le celebrazioni di rito cominceranno la mattina della domenica, alle ore 10, con il corteo storico delle otto contrade; alle ore 11 si svolgerà la messa, e all’uscita si terrà la tradizionale sbandierata del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano, nel piazzale antistante la chiesa.

L’apertura dell’anno contradiolo sarà anche la prima uscita pubblica del nuovo Magistrato delle Contrade di Montepulciano, le cui cariche sono state rinnovate per il prossimo triennio. Confermato alla guida, in qualità di reggitore, Giulio Pavolucci: dopo le positive esperienza dello scorso triennio, il gruppo di lavoro composto da giovani appassionati provenienti dal mondo contradiolo è pronto a mettere in campo tutta l’esperienza degli anni precedenti. Oltre al reggitore Pavolucci, sono stati eletti Giacomo Volpi e Francesca Mozzini con la carica di vicari, Sara Tonini come cerimoniere, Marco Torelli con il ruolo di camerlengo. I componenti della gestione precedente del Magistrato delle Contrade rimasti a far parte del nuovo triennio si sono adoperati per cercare nuovi componenti del Gruppo Operativo, in modo da permettere la formazione di nuovi ragazzi e rinnovare continuamente la manifestazione.

Nessun commento su Bravìo delle Botti 2017 – Tutte le notizie

L’economia del dono ai tempi delle contrade

Un ringraziamento non è sufficiente, quando si riceve un dono. Perché il dono sfugge alle regole dello scambio commerciale ed entra nel legame sociale e affettivo, il suo valore non…

Un ringraziamento non è sufficiente, quando si riceve un dono. Perché il dono sfugge alle regole dello scambio commerciale ed entra nel legame sociale e affettivo, il suo valore non può essere misurato con la moneta, poiché è un valore culturale. Quando ci viene donato qualcosa, abbiamo l’obbligo di accettare il dono (la cortese reticenza iniziale non deve essere esagerata, rifiutare un dono è un’offesa!) e abbiamo l’obbligo di ricambiare. Sfuggire alle regole e alle consuetudini dello scambio dei doni ha il significato di abbandonare il legame sociale che si vorrebbe invece celebrare. In maniera simile ai fidanzati che reclamano la restituzioni dei rispettivi regali al momento della rottura.

MdcValdichianaLa dinamica sociale del dono è uno dei temi portanti dell’antropologia economica e vanta una bibliografia e una storia molto lunga. Quel che mi preme sottolineare in questa sede, tuttavia, è la sua differenza dallo scambio economico tradizionale, di tipo commerciale. Quello scambio in cui beni e servizi vengono offerti e acquistati in un mercato in cui entrambi i contraenti devono rimanere liberamente soddisfatti e in cui il rapporto termina al momento della transazione. Acquisto una merce, la pago, e non ho bisogno di intrattenere più alcun rapporto con il venditore: sono libero. Usufruisco di un servizio, pago il professionista, e il rapporto è concluso: sono libero.

Il dono celebra la perdita di questa libertà e il rafforzamento del legame sociale. Il dono celebra uno scambio sociale che è più forte di quello commerciale, perché non ci libera. Noi vogliamo donare, vogliamo ricevere doni, vogliamo ricambiare. Una sorta di indebitamento crescente e continuo a cui aderiamo volontariamente, perché attribuiamo al legame sociale e affettivo un valore economico e culturale che è superiore a quello commerciale.

Questo articolo è un piccolo pensiero, un piccolo modo di ricambiare il dono ricevuto dal Magistrato delle Contrade del Bravìo delle Botti di Montepulciano. La pergamena di ringraziamento che abbiamo ricevuto al Teatro Poliziano era a sua volta un modo per celebrare il legame e per ricambiare il lavoro svolto dalla redazione del nostro giornale nell’occasione del quarantennale della manifestazione: un legame che non poteva esaurirsi in uno scambio commerciale.

Un semplice ringraziamento non sarebbe stato sufficiente, da parte nostra: questo articolo rappresenta invece la nostra gratitudine, nel senso di “Sentimento e disposizione d’animo che comporta affetto verso chi ci ha fatto del bene, ricordo del beneficio ricevuto e desiderio di poterlo ricambiare”. Donare, ricevere, ricambiare. La nostra gratitudine è anche il nostro apprezzamento per il lavoro svolto dal Magistrato delle Contrade e tutti coloro che hanno donato il loro tempo e la loro fatica alla buona riuscita del Bravìo 2014, con la speranza che la manifestazione possa crescere ulteriormente.

La nostra gratitudine, quindi, non è il cortese ringraziamento per uno scambio economico che ci rende liberi: è il sincero rafforzamento di un legame sociale e affettivo, la speranza per la crescita di un rapporto che è destinato a durare nel tempo. Donare, ricevere, ricambiare.

Nessun commento su L’economia del dono ai tempi delle contrade

Montepulciano: premiazioni durante la chiusura dell’anno contradaiolo

Le iniziative della cerimonia di chiusura sono iniziate la mattina con il corteo storico, che in tutto il suo rigore e il suo fascino, ha raggiunto la Chiesa di sant’Agnese…

Le iniziative della cerimonia di chiusura sono iniziate la mattina con il corteo storico, che in tutto il suo rigore e il suo fascino, ha raggiunto la Chiesa di sant’Agnese per assistere alla messa di ringraziamento.

Dopo la messa è seguita la sbandierata nella piazza antistante la chiesa, dove si è potuto assistere alle ultime figure delle bandiere delle otto contrade, che con il loro colori e i loro simboli hanno addobbato Montepulciano dall’apertura dell’anno contradaiolo dello scorso aprile. Al Teatro Poliaziano ha poi fatto seguito un lungo e ricco pomeriggio di premiazione che ha visto protagonisti gli sbandieratori e tamburini per il “Memorial Aldo Trabalzini”; il premio “Arca d’Argento” dedicato al miglior corteo storico, come portamento e attinenza dei figuranti al loro ruolo; consegna del riconoscimento “Bravìo nel cuore” e la premiazioni del Concorso fotografico gestito dal Photoclub poliziano e dedicato ad Emo Barcucci.

A vincere l’Arca d’Argento è stata la contrada di Voltaia, che bissa così la vittoria nella corsa delle botti del 31 agosto. Un’apposita commissione del Magistrato delle Contrade ha assegnato alla contrada rossonera il premio come migliori figuranti del corteo storico che precede la corsa. Un vero en plein per questa contrada, che negli ultimi anni non è mai sazia di premi.  I premi alla memoria del Cavalier Aldo Trabalzini, invece, sono andati agli sbandieratori di Collazzi Mattia Canapini e Aaron Accetturo, mentre per quanto riguarda i tamburini, il premio è andato per la prima volta ad una coppia di ragazze: Adele Giannettoni e Cristina Mosca della contrada di Talosa.

Il “Bravìo nel cuore” è il premio che viene assegnato a un personaggio che negli ultimi anni si è dedicato con passione alla realizzazione di questa complessa e caratteristica manifestazione. Consegnato da Giulio Pavolucci, reggitore del Magistrato delle Contrade, è stato omaggiato Giuliano Crociani come riconoscimento per il lavoro svolto dagli operai del comune, sempre disponibili oltre i consueti orari di lavoro.

I premi per il concorso fotografico gestito dal Photoclub poliziano e dedicato ad Emo Barcucci erano suddivisi in due categorie. Per la categoria “Attimi di Bravìo” il vincitore è stato Mauro Maramai, seguito da Stefania Chiezzi e Michele Bettollini. Per la categoria “Bravìo mosso” a trionfare è stato Gianluca De Micco, seguito da Elisa Leonardi e Simone Capitini, oltre al premio speciale della giuria per Carlo Pellegrini.

Il Magistrato delle Contrade ha poi voluto omaggiare con dei pubblici ringraziamenti e delle pergamene di ricordo Ilario Ciurnelli, il Photoclub Poliziano, la redazione de La Valdichiana e Adriano Garosi figurante del Bravìo per tutti i quaranta anni della manifestazione.

 La cerimonia di premiazione, alla presenza del sindaco Andrea Rossi, del consigliere delegato al Bravio Stefano Bazzoni e del’intero staff del Magistrato delle Contrade retto da Giulio Pavolucci, si è aperta con la consegna del Grifo Poliziano allo scultore cinese Xu Hong Fei. Il premio viene conferito dal Comune a una personalità che si è particolarmente distinta per il proprio impegno nella promozione della città e del suo territorio; il maestro Xu Hong Fei è voluto essere presente per ricevere personale il premio e ringraziare Montepulciano per questo importante riconoscimento.

E con questa carrellata di riconoscimenti ed emozioni il Magistrato delle Contrade di Montepulciano chiude l’edizione del quarantennale e rilancia l’appuntamento al prossimo anno con una nuova edizione del Bravìo del Botti.

Nessun commento su Montepulciano: premiazioni durante la chiusura dell’anno contradaiolo

Chiusura dell’anno contradaiolo del Bravìo delle Botti

Domenica 28 settembre, alle 16:30 presso il Teatro Poliziano, chiusura dell’anno contradaiolo. Premiazioni, riconoscimenti, bilanci e previsioni per il Bravìo 2015 Un’intera giornata dedicata ai riconoscimenti e ai ringraziamenti per…

Domenica 28 settembre, alle 16:30 presso il Teatro Poliziano, chiusura dell’anno contradaiolo. Premiazioni, riconoscimenti, bilanci e previsioni per il Bravìo 2015

Un’intera giornata dedicata ai riconoscimenti e ai ringraziamenti per l’edizione del quarantennale del Bravìo delle Botti, quella di domenica 28 settembre a Montepulciano, in occasione della chiusura dell’anno contradaiolo 2014.

A partire dalla mattina, alle ore 10, le contrade di Montepulciano in corteo storico raggiungeranno la Chiesa di Sant’Agnese per assistere alla celebrazione della cerimonia. Seguirà la sbandierata degli alfieri nella piazza antistante la chiesa, l’ultima della stagione, prima di riporre le bandiere in attesa di un nuovo anno contradaiolo.
IMG_3745Nel pomeriggio, al Teatro Poliziano, si svolgeranno alcune premiazioni molto significative, tra cui quella dedicata ai più bravi sbandieratori e tamburini e quella del miglior corteo uscito il giorno del Bravìo, lo scorso 31 agosto.

“La chiusura dell’anno contradaiolo – spiega Giulio Pavolucci, reggitore del Magistrato delle Contrade – non è semplicemente la parte finale del cerimoniale, lo dico soprattutto da ex sbandieratore, ma si tratta di un appuntamento importantissimo per i premi ed i riconoscimenti che vengono assegnati”.

Una giuria, infatti, ha lavorato durante la giornata del Bravìo per decretare la contrada vincitrice a cui assegnare il premio più ambito, denominato “Arca d’Argento” e dedicato al miglior corteo storico, come portamento e attinenza dei figuranti al loro ruolo.
I tamburini e gli sbandieratori gareggiano, invece, per il “Memorial Aldo Trabalzini” dedicato proprio alla loro categoria, un premio molto ambito tra i giovani partecipanti, che ogni anno ingaggiano intense sfide personali a colpi di tamburo e bandiere.

“Il premio dedicato alla memoria del cav. Trabalzini – dice Pavolucci – viene conferito alla migliore coppia di sbandieratori e alla migliore coppia di Tamburini, mentre l’Arca d’Argento alla migliore comparsa. Sono premi molto ambiti e tutti si impegnano al massimo per vincerli!”

Il pomeriggio al Teatro Poliziano, condotto dal giornalista Diego Mancuso, vedrà anche la premiazioni del Concorso fotografico “Vivendo un sogno” gestito dal Photoclub poliziano e dedicato ad Emo Barcucci.
IMG_3577Grande attesa anche per la consegna del riconoscimento “Bravìo nel cuore”, che sarà dato direttamente dal Reggitore del Magistrato delle contrade ad alcuni personaggi che si sono dedicati in questi anni con passione alla manifestazione poliziana. Dopo quest’ultima cerimonia, la fase organizzativa del Bravìo rientrerà nelle stanze del Magistrato e delle singole contrade in preparazione della prossima edizione.

“Questa edizione sta per concludersi e tutto il Magistrato delle Contrade è già al lavoro per apportare migliorie per il futuro. Abbiamo già iniziato a programmare alcune attività, e stiamo aspettando di completare quelle già programmate; prima fra tutte la posa in opera della griglia di partenza in travertino, che verrà effettuata appena sarà completato l’iter burocratico per le autorizzazioni”. – conclude Pavolucci.

Alla cerimonia di chiusura, domenica 28 settembre, sarà presente anche l’artista cinese Xu Hong Fei che ritirerà il premio Grifo Poliziano. Lo scorso 23 agosto, in occasione della presentazione del panno del Bravìo 2014, l’artista non era riuscito ad essere presente per via della cancellazione del volo intercontinentale; la Giunta Comunale e il Magistrato delle Contrade, quindi, lo hanno invitato alla chiusura dell’anno contradaiolo al Teatro Poliziano per ritirare personalmente il riconoscimento.

Nessun commento su Chiusura dell’anno contradaiolo del Bravìo delle Botti

Botti ai blocchi di partenza, Bravìo di Montepulciano: è gara!

Tutto pronto per la gara del 40° anno del Bravìo delle Botti di Montepulciano di domenica 31 agosto. Piazza Grande è pronta ad accogliere la vittoria di una delle otto…

Tutto pronto per la gara del 40° anno del Bravìo delle Botti di Montepulciano di domenica 31 agosto. Piazza Grande è pronta ad accogliere la vittoria di una delle otto contrade

Una notte magica, quella di giovedì 28 agosto 2014, quando Montepulciano ha accolto e fatto da sfondo al suggestivo Corteo dei Ceri. Per i vicoli e i corsi illuminati solo dalla luce dei ceri e delle padellette, un trionfo di figure poetiche, movimenti e coreografie spirituali che hanno affascinato tutta la città poliziana. Piazza Grande, in religioso silenzio, ha seguito con attenzione tutto lo spettacolo che i Tamburini e gli Sbandieratori hanno regalato al proprio pubblico; quella silenziosa enfasi che contraddistingue il Bravìo dal resto degli eventi e delle rievocazioni del territorio, una scissione netta tra momenti contemplativi, momenti agonistici e momenti di festa.

10464235_628207570627508_3807711158452073914_nLa piazza principale di Montepulciano si è trasformata in una meravigliosa cartolina che ha accolto il suono dei diciassette tamburi, l’eleganza di ventiquattro bandiere, l’imponenza del corte storico, composto da circa duecento figuranti e la sinuosità e l’agilità di due compagnie di ballo: la Compagnia Il Posto Danza Verticale e Marco Castelli Small Ensemble, produzione Il Posto – Forte Marghera e le allieve della scuola di danza Art Studio Ballet.

Le ballerine della Compagnia di Danza Verticale hanno fatto tenere la testa all’insù al numeroso pubblico presente per ammirare la loro destrezza e bravura nel praticare la danza verticale, una danza di contatto con il muro e l’architettura dell’aria, nella quale il movimento delle danzatrici conferisce ai luoghi una dimensione diversa mettendo in comunicazione ogni singolo spazio dell’architettura. Alle 24:00 circa il suggestivo spettacolo pirotecnico, che ha visto ancora protagonista la facciata del Comune di Montepulciano.

Alla cerimonia erano presenti diverse figure istituzionali tra cui, il Vescovo Stefano Manetti, il Sindaco di Siena Bruno Valentini, Assessore alla Cultura della Provincia di Siena Marco Saletti, il Sindaco di Pienza Fabrizio Fè, il Sindaco di Poggibonsi David Bussagli, il Consigliere Comunale di Chiusi Pamela Fatighenti, il Consigliere Comunale di Siena Gianni Porcellotti, il Presidente della BCC Montepulciano Eros Nappini, il Direttore Generale della BCC Beniamino Barbi.

La cerimonia del Corteo dei Ceri del giovedì è l’ultimo degli appuntamenti istituzionali che precedono la corsa di domenica 31 agosto; il ricco programma di domenica avrà inizio la mattina alle ore 10:00, in Piazza Grande, con l’estrazione delle posizioni di partenza della gara, l’uscita degli Alfieri e dei figuranti di ciascuna contrada dal Palazzo Comunale, a seguire la marchiatura a fuoco delle botti e la sbandierata sul sagrato del Duomo.

Alle ore 11:00 la solenne consegna del Bravìo dalle mani del Sindaco di Montepulciano, Andrea Rossi, al Reggitore del Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci e la benedizione degli spingitori da parte del parroco di Montepulciano, Don Domenico Zafarana. Alle ore 12:00, nella Cattedrale di Montepulciano, offerta dei Ceri a San Giovanni Decollato e Solenne Pontificale.

Foto di gruppo con ValentiniAlle 15:00 si entra nel vivo della gara, dalla Colonna del Marzocco avverrà infatti la partenza del Corteo Storico del Bravìo; alle 16:30, in Piazza Grande, spettacolo di danza a cura delle allieve della Scuola di Danza Art Studio Ballet di Montepulciano. Alle 19:00, finalmente, è gara! Dalla Colonna del Marzocco partenza della corsa del 40° anno del Bravìo delle Botti. Ricordiamo che, l’anno scorso, la contrada che ha trionfato è stata la contrada di Voltaia.

Il biglietto d’ingresso della manifestazione è 2,50€, acquistabile presso le biglietterie dalle 14:00 alle 19:00 di domenica 31 agosto. Il prezzo, decisamente popolare, è stato deciso dal Magistrato delle Contrade per coprire i costi di gestione. Inoltre ricordiamo anche che in Piazza Grande verrà posto un maxischermo dove sarà possibile seguire in diretta tutto il corteo storico e la gara. Ricordiamo che anche domenica 31 agosto si svolgeranno cene e intrattenimenti in ognuna delle otto contrade.

Nessun commento su Botti ai blocchi di partenza, Bravìo di Montepulciano: è gara!

Il Bravìo delle Botti di Montepulciano rifiuta il doping

Controlli a sorpresa sugli spingitori del Bravìo come effetto deterrente al doping. Il 186° Reggimento paracadutisti “Folgore” di Siena in commissione per il controllo delle botti Il Bravìo delle Botti…

Controlli a sorpresa sugli spingitori del Bravìo come effetto deterrente al doping. Il 186° Reggimento paracadutisti “Folgore” di Siena in commissione per il controllo delle botti

Il Bravìo delle Botti di Montepulciano è una manifestazione che da sempre affascina turisti e cittadini dal punto di vista storico, culturale ed enogastronomico. Dalle grandi feste popolari spira sempre un desiderio di pulizia e legalità, elementi questi che prescindono dal tempo, dal luogo e dalle posizioni.

Valori che il Bravìo sposa appieno, e infatti negli ultimi anni gli organizzatori hanno posto sempre una maggiore cura e attenzione verso gli spingitori, le prove e tutta la gara dal punto di vista sportivo. Un gara che necessita grande prestanza fisica, quella che si preparano ad affrontare i sedici spingitori, due per ogni contrada di Montepulciano. Spingere una botte da 80 Kg per gli irti vicoli e le strade di Montepulciano non è una cosa semplice e richiede tanto allenamento e tecnica, ovviamente senza tenere conto dell’effetto emozione, che può giocare brutti scherzi, della paura e dell’ansia da prestazione durante la gara. Tutto questo insieme di emozioni e sforzi fisici potrebbe indurre gli sportivi ad assumere sostanze dopanti per accrescere le proprie prestazioni, ma il Bravìo rifiuta categoricamente ogni tentativo di doping.

Alessandro Fracassi, membro del consiglio di gestione,con incarico di referente antidoping e giudici di botte:

“Quest’anno, come l’anno precedente, i controlli sono stati intensificati e ad occuparsene è la Federazione Medici Sportivi Italiana convenzionata, per disponibilità, con la struttura di Foiano. A sua volta, come dice la Tecnica di Attuazione Normativa, il suo medico individua un referente CONI che farà visite di controllo, a sorpresa, sugli atleti durate tutto il periodo delle prove. Non è da escludersi che vengano fatti anche il giorno della gara, domenica 31 agosto. – continua Fracassi – Per fare i prelievi vengono prese tre provette (una per l’analisi, un’altra per la controanalisi e infine una terza che viene congelata), i risultati vengono inviati al Magistrato prima della chiusura dell’anno contradaiolo, il 28 settembre 2014 prossimo, che ne decreta la validità. In caso di negatività sarà il Magistrato stesso a prendere le dovute decisioni”.

Questo effetto deterrente è necessario per poter vivere la vera sostanza del Bravìo, una grande festa popolare con spirito aperto, libero e divertente, con la giusta dose di sana competizione: questa deve essere l’unica ricetta per affrontare la gara e la vita di tutti i giorni.

10647162_627267840721481_8120669926316163520_nAl Bravìo i controlli non vengono effettuati solo sugli atleti ma anche sulle botti. Le botti, infatti, prima della gara vengono controllate dai garanti dell’Amministrazione Comunale, scelti nei gruppi sportivi estranei alla competizione ma che sposino i principi di lealtà, abnegazione e rispetto. Questi principi si uniscono nella figura del militare, sarà infatti il 186° Reggimento paracadutisti “Folgore” di Siena, già a Montepulciano da venerdì 29 agosto, a eseguire tutti i controlli del caso. I militari, superpartes, verranno messi a conoscenza di tutto il percorso, dovranno sorvegliare gli atleti, cioè li affiancheranno, durante tutto il tragitto di gara, dovranno capire i trucchi del gioco, controllare la regolarità delle botti, verificare la rotazione e ogni minimo particolare.

I parà della folgore saranno vestiti con una divisa, appositamente realizzata dalla CLFactory, azienda made in Italy di calzature e borse con sede a Montepulciano, che riporterà il logo dell’amministrazione comunale di Montepulciano e il logo dell’esercito.

Nessun commento su Il Bravìo delle Botti di Montepulciano rifiuta il doping

Il tour enogastronomico per le otto contrade del Bravìo

Anche quest’anno, Montepulciano, il borgo più conosciuto della Valdichiana, è pronto per il Bravìo delle Botti 2014, edizione numero 40. La Valdichiana.it insieme a Dario Pichini, si è immersa totalmente…

Anche quest’anno, Montepulciano, il borgo più conosciuto della Valdichiana, è pronto per il Bravìo delle Botti 2014, edizione numero 40. La Valdichiana.it insieme a Dario Pichini, si è immersa totalmente nell’aria di festa, facendo in tre sere il giro di tutte le contrade. Tre serate all’insegna del divertimento, dell’allegria, e grazie alla disponibilità e la gentilezza delle Contrade, anche di vino a fiumi e ottimo cibo. Un vero e proprio tour enogastronomico per le otto Contrade del Bravìo.

Il tour comincia con la Contrada di San Donato, dove bella gente ci ha accolto con allegria. I pici dei bianco rossi valgono 10+; sono fatti a mano e con un ragù squisito.

Nella cucina di San Donato

Nella cucina di San Donato

I migliori complimenti allo staff della cucina, che si è dimostrato un portento ai fornelli ma anche a livello di simpatia. Con il sapore dei  pici di San Donato ancora in bocca, ripartiamo per attraversare una meravigliosa Piazza Grande illuminata a festa per fare visita a Talosa. La Contrada giallo rossa ha dalla sua parte una location che è una chicca. Tutto è curato nei minimi dettagli e in bella mostra su un tavolino agghindato, troneggia il premio vinto al concorso “A tavola con il Nobile”. Sfortunatamente non abbiamo l’onore di gustare il piatto vincitore, e quindi ci “accontentiamo” di assaggiare il dolce speciale di quest’anno. Sì perché Talosa quest’anno ha scelto di servire i waffel, dolce fuori dal comune ma molto, molto sfizioso. L’unico neo? Il waffel con la Nutella l’ho annaffiato con un bicchiere di Nobile… E come potete immaginare, l’accostamento non era dei migliori. A parte questo, una Grande Talosa.

La prima Contrada della sera seguente è la biancoceleste. Poggiolo organizza le serate in un piccolo giardino davvero molto carino. E c’è da dire che qui, ci hanno trattato proprio da pascià. Bevuto bene e mangiato meglio, penso proprio che sia una delle Contrade che più ci è rimasta nel cuore. La specialità dei biancocelesti sono i pici cacio, pepe e rigatino. Solo il nome fa venire l’acquolina in bocca, un piatto unico. Ma c’è una pecca… Piccina piccina… Il picio fatto a mano avrebbe esaltato ancora di più quel condimento eccezionale e gustoso. Il tour continua verso Le Coste, dove purtroppo il vento fa da padrone. Ma La Valdichiana.it trova il modo di scaldarsi con del buon vino. La gente che anima la cucina della Contrada gialloblu è meravigliosa e disponibile, generosa di sorrisi. L’emozione più grande, da buoni mangiatori quali siamo, è stata indubbiamente la succulenta bistecca di vitello sopra la griglia, messa a cuocere solo per noi. Carne ottima e cotta al punto giusto.

Proseguiamo verso Voltaia, Contrada nel cuore del paese, famosa per il gruppo giovani che ogni anno organizza feste memorabili e conosciute in tutta la zona. La Fiorentina (sì, prima una bella bistecca, ora questa… Ci hanno trattato proprio male, eh?) a detta di Valentina era buonissima. Una bella bistecca mangiata a malincuore pensando agli spingitori, che al tavolo accanto al nostro, si sono dovuti accontentare del petto di pollo. Ma, gente, loro hanno da correre per cercare di portare in Contrada il 2° Bravìo consecutivo! Noi abbiamo “solo” da correre da una Contrada all’altra per assaggiare le specialità di ogni cucina… Forse la cosa è leggermente diversa…

Il Valdichiana tour@Bravìo prosegue incessantemente la sera seguente, partendo da Collazzi. Anche questa Contrada ha conquistato un posticino nel nostro cuore. Pezzo forte della festa è la parte giovani, allestita fin nei più piccoli particolari dai ragazzi della contrada. Ma direi che in posizione ex aequo, altro pezzo forte di Collazzi è la nana. Come mi ha spiegato Franco, la nana gialloverde è cotta in porchetta, è per questo che la carne rimane così morbida. Da leccarsi i baffi.

Valentina, Maria Stella e Dario nella Contrada di Cagnano

Ci spostiamo dall’altra parte di Montepulciano per visitare Cagnano. Le risate intorno alla griglia a cielo aperto sono indimenticabili. Il servizio caotico dei camerieri, non ha sminuito la bontà della tagliata tricolore. Carne deliziosa con rucola, pomodorini e scaglie di grana.

Per concludere la serata, e purtroppo anche l’entusiasmante giro delle contrade poliziane, scendiamo a Gracciano. La musica qui rallegra gli animi, i fegatelli, gustati dalla Direttrice Valentina, e che ha trovato squisiti, soddisfano il palato e del buon vino scorre a fiumi. Ah, non posso dimenticarmi lo stand dei bomboloni, dove c’è un continuo e inarrestabile flusso di gente. Gracciano prende per la gola !

I fegatelli di Gracciano

I fegatelli di Gracciano

Il tour enogastronomico per le otto Contrade poliziane ci ha regalato tanto e ci ha fatto conoscere gente meravigliosa. Un grazie di cuore da parte di tutti noi alle Contrade, a cui facciamo complimenti a gogò per i loro piatti strepitosi. Grazie anche ai rettori, alle rettrici, ai cuochi e ai “ciceroni” che ci hanno dedicato qualche minuto del loro tempo, prendendoci per mano e facendoci conoscere in un’ora soltanto le loro Contrade. E infine, un grazie speciale va a Giulio e a tutto il Magistrato delle Contrade, perchè alla fine dei conti, è grazie a loro se abbiamo potuto realizzare un lavoro del genere.

Potete vedere tutti i servizi video realizzati durante il tour enogastronomico delle contrade del Bravìo delle Botti nel nostro canale Youtube: Buona Visione!

Nessun commento su Il tour enogastronomico per le otto contrade del Bravìo

Comincia il Bravìo delle Botti di Montepulciano 2014

#Bravio2014, gli appuntamenti di sabato 23 agosto: presentazione annullo filatelico e cartolina, concorso “A Tavola con il nobile” e Proclama del Gonfaloniere A Montepulciano tutto è pronto per affrontare la…

#Bravio2014, gli appuntamenti di sabato 23 agosto: presentazione annullo filatelico e cartolina, concorso “A Tavola con il nobile” e Proclama del Gonfaloniere

A Montepulciano tutto è pronto per affrontare la settimana più “calda” dell’anno, quella della sfida delle otto contrade, il Bravìo delle Botti. Si comincia sabato mattina 23 agosto, presso Piazza Michelozzo, dove sarà presentata la nuova cartolina e l’annullo filatelico celebrativo dei 40 anni dal Bravìo moderno, disegnato da Laura Mangiavacchi e visibile dalle 10:30 alle 16:30. Le cartoline saranno in vendita per tutta la settimana successiva, insieme a tutte quelle realizzate negli anni passati.

foto1Nel primo fine settimana di eventi anche il concorso “A Tavola con i nobile” giunto alla sua dodicesima edizione, che finirà domenica 24 agosto, con la premiazione del vincitore presso il Teatro Poliziano. Le otto contrade di Montepulciano si sfideranno ai fornelli con obiettivo di sposare al meglio il Vino Nobile con il piatto proposto. Dopo l’esperienza de “I pici” e della “nana” (anatra) nella scorsa edizione, il tema su cui le massaie si dovranno confrontare sarà un’altra eccellente materia prima del territorio: la Cinta Senese Dop (ora Suino Cinto Toscano Dop) che dovrà essere declinata nei primi piatti. Sabato 23 agosto con la prima sessione di degustazioni, le contrade apriranno le porte al pubblico per far degustare le ricette della tradizione. I menu potranno essere assaggiati anche durante l’arco di tutta la prossima settimana, nelle contrade, ma anche nei ristoranti di Montepulciano che per l’occasione abbineranno piatti della tradizione locale al Vino Nobile. Il concorso è stato ideato dal Consorzio del Vino Nobile con il giornalista del Tg2, Bruno Gambacorta.

Alle ore 21:30, sempre di sabato 23 agosto, il corteo storico delle otto contrade, il Magistrato, gli Alfieri, gli sbandieratori e i tamburini, insieme a tutto il popolo delle contrade in costume storico, arriveranno il Piazza Grande e daranno inizio al cerimoniale con la lettura del Proclama e il saluto da parte del Gonfaloniere, capo storico della città trecentesca e interpretato da Stefano Banini, il quale darà avvio ai festeggiamenti per il Patrono San Giovanni. Le gare e le sfilate saranno descritte dall’autorità con la lettura del testo autentico dello statuto comunale dell’epoca. A seguire Sbandierata del Gruppo Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano e lo spettacolo “BELFAGOR”, messo in scena dal gruppo Lux Arcana, ispirato al mondo degli antichi giullari medioevali e alle arti marziali, con giocolierie, manipolazione di oggetti infuocati e molti effetti speciali. Il costo dello spettacolo è di 6,00€ e i biglietti sono già in vendita presso la Strada del Vino Nobile in Piazza Grande, 7 a Montepulciano e alla Proloco Piazza Don Minzoni, 1 a Montepulciano.

Infine, fino al 31 agosto, presso il Museo Civico Pinacoteca Crociani, sarà visibile la mostra “40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori”, con ingresso gratuito per tutti i residenti nel Comune di Montepulciano, un regalo che il Magistrato delle contrade vuole fare ai poliziani per festeggiare il quarantennale.

Attraverso #bravio2014, potete inviare commenti e foto e rimanere così connessi con la manifestazione per tutto il suo periodo di svolgimento. #bravìo2014 stay with us!

Nessun commento su Comincia il Bravìo delle Botti di Montepulciano 2014

Montepulciano inaugura una mostra fotografica per i 40 anni di Bravìo

“40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori” è la mostra fotografica dedicata ai quarant’anni del Bravìo delle Botti di Montepulciano che verrà inaugurata sabato 9 agosto alle…

“40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori” è la mostra fotografica dedicata ai quarant’anni del Bravìo delle Botti di Montepulciano che verrà inaugurata sabato 9 agosto alle ore 18:00, presso il Museo Civico Pinacoteca Crociani, in Via Ricci a Montepulciano.

Un’ articolata esposizione per far rivivere quarant’anni di Bravìo, raccontato attraverso foto storiche, dal 1974 fino ad oggi, e documenti originali scritti da Don Marcello, il tutto arricchito dagli abiti storici delle contrade. Materiale, colori e stoffe che hanno l’intento di rievocare quelle emozioni particolari che ogni poliziano, e non solo, prova alla vista di una botte che rotola nella gara più attesa dell’anno.

La mostra fotografica è organizzata dal Magistrato delle Contrade, in collaborazione con il Comune di Montepulciano, la Pro Loco di Montepulciano e il Photoclub Poliziano. Adriano Farina, che ne è il presidente, racconta così l’esposizione.

“La mostra fotografica “40 anni di Bravìo delle Botti… Storia, emozioni e colori”, è stata voluta dal Magistrato delle Contrade come primo evento per festeggiare i quarant’anni di questa manifestazione. Per far ciò è stato chiesto al Photoclub Poliziano di curare una selezione di fotografie più o meno note alla cittadinanza che potessero raccontare l’evoluzione del Bravìo durante questo lasso di tempo. A completamento delle immagini, il Magistrato e le contrade, hanno messo a disposizione dei vestiti storici e documenti originali. La mostra è ospitata all’interno del Museo Civico Pinacoteca Crociani, a indicare che ormai il Bravìo delle Botti fa parte integrante della storia di Montepulciano”

Con quale criterio sono state scelte le foto?

“La ricerca fotografica è cominciata contattando quelle persone che erano i fotografi di allora, i quali hanno messo a disposizione, con molto piacere, le proprie fotografie. – spiega Farina – Negli anni settanta la fotografia non era alla “portata di tutti”, per questo si è reso necessario fare un secondo passo per la ricerca di materiale che è stato quello più “difficile”, ossia sensibilizzare i cittadini poliziani a cercare degli scatti non qualitativamente ottimali, ma importanti da un punto di vista “del racconto”.

Poi abbiamo selezionato cinquantuno scatti, in comune accordo con i tutto il Magistrato delle contrade, partendo da un gruppo totale di circa 2000 fotografie. La scelta è stata doverosa, non potendo esporre un numero maggiore di scatti, quindi è ricaduta su quelle immagini che avessero un racconto forte o un momento particolare, con un’ attenzione soprattutto al primo decennio della corsa. Inoltre sono state effettuate delle piccole interviste alle persone ritratte nelle fotografie selezionate, per avere dei commenti in prima persona da inserire come didascalie a completamento dell’immagine”.

Rivedendo le foto storiche, la prima cosa che mi ha impressionato è la grande partecipazione e l’attaccamento dei poliziani alla manifestazione. Ho visto una Piazza Grande gremita all’inverosimile. Altro aspetto che si percepisce dalle foto è la volontà di partecipazione alla corsa con uno spirito di rivalità sincero e non astioso”. – conclude Farina.

Oltre all’inaugurazione della mostra di sabato 9 agosto, domenica 10 agosto a Montepulciano torna Calici di Stelle, l’imperdibile appuntamento di metà estate per celebrare le stelle cadenti della Notte di San Lorenzo. Arrivata alla 13° edizione, Calici di Stelle è un’occasione per assaporare le qualità locali a tutto tondo, dal bicchiere di vino al prodotto tipico, nella splendida cornice storica e artistica di Montepulciano.
Le otto Contrade del Bravìo delle Botti apriranno le proprie sedi ai visitatori per gustare i prodotti tipici della tradizione gastronomica locale. Lungo le vie cittadine sarà presente il Mercatino delle Arti e dell’Antiquariato, i prodotti tipici della filiera corta e concerti live per allietare la serata con l’esibizione del gruppo di Sbandieratori e Tamburini di Montepulciano. A partire dalle ore 17:00, in Piazza Grande, le cinquanta cantine poliziane apriranno le degustazioni con i propri vini. Sullo sfondo i temi della sostenibilità, con la scelta del portacalice in eco-pelle, e del consumo responsabile, grazie anche alla distribuzione gratuita di alcool test.

40 anni di bravio_LOCANDINA

Nessun commento su Montepulciano inaugura una mostra fotografica per i 40 anni di Bravìo

Bravio 2014: presentazione del nuovo Magistrato delle Contrade

Comincia il percorso verso il Bravio 2014: sabato 22 febbraio presso la sala consiliare del Comune di Montepulciano è stato presentato il nuovo Magistrato delle Contrade per il Bravìo delle…

Comincia il percorso verso il Bravio 2014: sabato 22 febbraio presso la sala consiliare del Comune di Montepulciano è stato presentato il nuovo Magistrato delle Contrade per il Bravìo delle Botti 2014, la principale manifestazione storica e folcloristica della cittadina poliziana che si svolgerà durante la prossima estate.

Un nuovo gruppo dirigente, al vertice del Magistrato delle Contrade, in coincidenza con il quarantennale del Bravìo delle Botti di Montepulciano. Lo hanno presentato il Sindaco Andrea Rossi e l’Assessore al Bravìo Andrea Biagianti, alla presenza dei Rettori delle otto contrade cittadine e di numerosi collaboratori e sostenitori della festa.

Il nuovo reggitore è Giulio Pavolucci, della Contrada di Gracciano, che, dopo una lunga militanza in nero-verde e un’intensa attività nella “cabina di regia” del Gruppo Sbandieratori e Tamburini, già dal 2013 aveva messo la propria passione e conoscenza a disposizione del Magistrato. Due i vicari, altrettanto giovani: Giacomo Volpi, delle Coste, con delega all’organizzazione, e Francesca Mozzini, del Poggiolo.

Restano nel gruppo dirigente due figure “di lungo corso” che hanno traghettato il Magistrato in quest’anno di passaggio, Stefano Bazzoni e Alessandro Fracassi, grazie ai quali le nuove leve hanno potuto compiere un valido apprendistato prima di spiccare il volo. Si è così felicemente completato il percorso di rinnovamento avviato nel 2013 e che mette il nuovo gruppo dirigente nella condizione di programmare l’attività in un anno di particolare significato, quale quello del quarantesimo anniversario, e per un mandato pieno, di durata triennale.

bravio 2014 sala

Il nuovo Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci, ha ringraziato il gruppo dirigente uscente e ha presentato il nuovo gruppo di lavoro, composto per la maggior parte da giovani. Ha inoltre promosso la partecipazione diretta delle contrade nella crescita della squadra e dell’evento:

“Vogliamo stimolare il mondo contradaiolo a criticarci, a darci consigli per migliorare. Se non riusciamo a coinvolgerlo pienamente nella partecipazione dell’evento, il Bravìo rischia di rimanere sterile: dobbiamo invece impegnarci affinché il Bravìo duri tutto l’anno. Le nostre iniziative saranno arricchite dai festeggiamenti per i quarant’anni, valorizzando appieno il progetto geniale di Don Marcello del Balio. Nel corso di quarant’anni di vita ci saranno state sicuramente delle occasioni per far finire tutto: se il Bravìo delle Botti continua, con sempre maggior prestigio, significa che è diventato importante nel tessuto sociale ed economico di Montepulciano, ma soprattutto nel cuore dei poliziani.”

Il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi ha invece posto l’attenzione sul ruolo che ha avuto l’amministrazione comunale uscente sulla manifestazione:

“Il nostro mandato amministrativo scadrà il 24 maggio, ma vogliamo garantire un percorso il più possibile sereno a questo gruppo giovane e capace per arrivare al Bravìo delle Botti di agosto nella maniera migliore. In questi cinque anni abbiamo provato a dare spessore alla manifestazione e riportare al centro le contrade, vere protagoniste dell’evento. Intorno all’evento di agosto la manifestazione è cresciuta tanto da diventare una delle più importanti iniziative dell’anno poliziano, giunta alla sua quarantesima edizione. Per arricchire i festeggiamenti, in questi giorni la Società Storica Poliziana sta preparando la sua pubblicazione annuale per onorare i quarant’anni del Bravìo delle Botti.”

Il nuovo Magistrato non esclude poi la realizzazione di un Bravìo straordinario, anche se si tratta di una possibilità remota:

“Un Bravìo straordinario richiede un impegno organizzativo, economico e logistico che è difficile da realizzare in così breve tempo. Non escludo a priori la possibilità, ma servirebbe una settimana libera nel cartellone degli eventi poliziano. Sarebbe comunque complicato gestire un Bravìo straordinario senza un’adeguata programmazione.”

bravio 2014 gruppo

Nessun commento su Bravio 2014: presentazione del nuovo Magistrato delle Contrade

Type on the field below and hit Enter/Return to search