La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: forza italia

“Insieme per cambiare” risponde a Caroti sulla vicenda asilo nido di Montepulciano

Riceviamo e pubblichiamo una nota di “Insieme per cambiare” in risposta a quello di Roberto Caroti di Forza Italia, sulla vicenda asilo nido di Montepulciano “Roberto Caroti di Forza Italia…

Riceviamo e pubblichiamo una nota di “Insieme per cambiare” in risposta a quello di Roberto Caroti di Forza Italia, sulla vicenda asilo nido di Montepulciano

Roberto Caroti di Forza Italia con una nota stampa attacca il nostro Gruppo consiliare per l’atteggiamento tenuto sulla vicenda dell’asilo nido di Montepulciano. Devo dire che sinceramente sorprende l’improvviso attaccamento di Forza Italia all’asilo nido, e soprattutto sorprende che venga valutata negativamente la soluzione che sembra a portata di mano per salvare capra e cavoli: proseguire il servizio a Montepulciano senza creare una voragine nel bilancio del Comune che comporterebbe ulteriori rincari delle tasse a carico dei nostri concittadini. Perché ormai la questione è la seguente: si è favorevoli o meno all’accordo col Fumi? Una collaborazione con lo storico asilo cattolico Fumi, quello in cui generazioni di poliziani – sicuramente non provenienti da famiglie bolsceviche – si sono formate. Una integrazione pubblico/privato che sarebbe un esempio di applicazione del principio di sussidiarietà che è da sempre nel DNA dei moderati e che Forza Italia fin dalla sua fondazione non perde occasione per sostenere.

Peccato però che quando si presenti l’occasione per contribuire ad un’operazione storica per Montepulciano come questa, sicuramente non indolore per il centro-sinistra che infatti qualche lacerazione interna mostra di averla, Forza Italia pur di far vedere che esiste si metta a traino dei grillini con una contrarietà all’operazione degna della sinistra radicale. Infatti ha siglato un documento congiunto con Rifondazione Comunista, cosa sulla quale gli azzurri dovrebbero riflettere.

Pur essendo la posizione di Forza Italia del tutto ininfluente e marginale nel dibattito politico poliziano, visto che ha scelto di non essere rappresentata in Consiglio Comunale, non si può non sorprendersi. Non solo: si ha l’impressione che Forza Italia, e le altre forze politiche del variegato schieramento contrario all’accordo col Fumi, siano più interessate ad attaccare il resto dell’opposizione, cioè Insieme per Cambiare, che non la maggioranza. Incredibile!

Stupefacente poi la posizione personale di Roberto Caroti, consigliere della Fondazione Cantiere che gestisce l’Istituto di Musica, che pare auspicare la chiusura dell’Istituto di Musica stesso pur di non fare l’accordo col Fumi. Forse occorrerebbe chiarirsi le idee ed essere coerenti: le dimissioni dalla Fondazione Cantiere di cui si vuol sopprimere il pezzo più pregiato a questo punto sono inevitabili!”

Nessun commento su “Insieme per cambiare” risponde a Caroti sulla vicenda asilo nido di Montepulciano

Caroti (FI): “Insieme per Cambiare” subalterni alla maggioranza consiliare”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena, in risposta al comunicato odierno del gruppo “Insieme per Cambiare” del consiglio comunale di…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena, in risposta al comunicato odierno del gruppo “Insieme per Cambiare” del consiglio comunale di Montepulciano: 

Caro Direttore, mi corre l’obbligo scrivere queste brevi note dopo l’intervento del gruppo consiliare “Insieme per cambiare” il quale se prima si è caratterizzato per l’assordante silenzio in merito alla vicenda dell’asilo nido di Montepulciano ora con il comunicato stampa ha palesato in pieno la propria posizione subalterna alla maggioranza consiliare.

Le argomentazioni a supporto dell’apologia all’operato della maggioranza sono impalpabili di fronte al vero e grave problema costituito dalla chiusura di un’istituzione che, come già da me affermato nel precedente comunicato stampa, fornisce un servizio indispensabile alle famiglie soprattutto nei tempi che stiamo vivendo, caratterizzati dalla grave situazione economica che stenta ad imboccare la strada della ripresa.

E’ sicuramente vero che anche l’Istituto di Musica soffre per la riduzione degli iscritti ma, vorrei ricordare a Masina e C. , che mentre, seppur doloroso, è possibile, in tempi di rinunce, far a meno di far frequentare al proprio figlio l’istituto di musica è improbabile che uno dei genitori possa e debba rinunciare al proprio lavoro solo perchè strutture come l’asilo nido vengono chiuse.

Tra l’altro, con tutta la stima e l’apprezzamento per l’Asilo Fumi, vorrei ricordare che a detta dei genitori le rette delle due strutture non sono per niente simili ed a tal riguardo vorrei anche precisare che se il pagamento della differenza tra le due rette , viene accollata dall’amministrazione comunale, così come indicato dal Sindaco, ai genitori solo dei vecchi iscritti, quale risparmio economico si viene a realizzare? Ma poi è l’aspetto economico che assume rilievo in questa vicenda o piuttosto ci sono altre motivazioni che pur non essendo manifestate influiscono in modo preponderante su tale decisione.

Affermo ciò perché i genitori riferiscono che in due distinti incontri il primo con il Vice Sindaco e l’Assessore e l’altro con il Sindaco, sono state date versioni diverse e contrastanti circa le motivazioni addotte a sostegno della decisone di chiusura della struttura.

Ritengo che l’Amministrazione comunale abbia operato in modo maldestro, in primo luogo perché di decisioni di tale natura dovrebbe essere investito il Consiglio Comunale, anche se ciò può non essere previsto dal Regolamento comunale; in secondo luogo trattandosi di argomento di estrema importanza dovrebbero essere coinvolti non solo i genitori ma tutta la cittadinanza a cui la struttura appartiene, tale coinvolgimento non può che essere realizzato attraverso la convocazione di un consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza, ove ognuno possa portare il proprio contributo e dove il Sindaco e la Giunta possano illustrare ai concittadini i termini dell’operazione e gli argomenti a sostegno della stessa, realizzando così ciò che la gente oggi vuole per riavvicinarsi alla politica ed alla cosa pubblica: ESSERE ASCOLTATI.

Da ultimo vorrei dire alla Lista “Insieme per cambiare” che, se per loro, difendere le istituzioni cittadine significa essere demagoghi, ebbene sì, mi vanto di esserlo, aggiungendo che sarebbe stato bello ed importante per Montepulciano se anche loro lo fossero stati, tanto per fare un esempio, sulla questione del Tribunale!

Forza Italia Siena
Roberto Caroti

Nessun commento su Caroti (FI): “Insieme per Cambiare” subalterni alla maggioranza consiliare”

Asilo Nido Montepulciano: intervento congiunto di M5S, Chiezzi, Cappelli, NCD e Forza Italia

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dal M5S Montepulciano sulla vicenda dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, a cui hanno aderito anche esponenti di altre forze politiche locali: In data 7/7/14…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dal M5S Montepulciano sulla vicenda dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, a cui hanno aderito anche esponenti di altre forze politiche locali:

In data 7/7/14 si è tenuto l’incontro organizzato dal M5S a cui hanno partecipato, oltre ad una delegazione dei genitori, i rappresentanti di Rifondazione Comunista (Piero Cappelli), Forza Italia (Roberto Caroti), NCD (Moira Ciuffetti), Lista Civica Daniele Chiezzi Per Montepulciano (Daniele Chiezzi) e i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle(Mauro Bianchi e Michele Abram).

Tutti i presenti hanno espresso solidarietà ai genitori convenendo sulla ferma opposizione alla chiusura della struttura dell’Uccellino Azzurro e concordando come gli asili nido rappresentino un servizio di primaria importanza per la collettività. Tali servizi non possono essere soggetti ad operazioni “politiche” come quella indicata dall’amministrazione comunale di Montepulciano.

I rappresentanti politici presenti hanno invitato i genitori a non cedere facilmente alla semplicistica proposta loro offerta, avendo il pieno diritto al mantenimento del servizio. In tale riunione è stata ribadita la possibilità di valutare alcune alternative già accennate nell’incontro tra il sindaco e i genitori, proposte che l’amministrazione in quella sede ha pressoché ignorato.

Le stesse forze politiche presenti si adopereranno nei prossimi giorni per approfondire qualsiasi alternativa alla prospettata “sospensione” dell’attività dell’asilo nido del capoluogo. L’impressione generalizzata è che la prospettata sospensione del servizio per la prossima annualità si trasformerebbe, di fatto, in una chiusura sostanzialmente irrevocabile. I medesimi soggetti invitano fin da adesso la popolazione a mobilitarsi contro simili ipotesi di tagli ai servizi sociali.

I consiglieri Daniele Chiezzi, Mauro Bianchi e Michele Abram, si sono impegnati a richiedere in via di urgenza un consiglio comunale “aperto” sulla predetta problematica.

MoVimento 5 Stelle Montepulciano
Lista Civica Daniele Chiezzi per Montepulciano
Piero Cappelli
Moira Ciuffetti NCD
Roberto Caroti Forza Italia

Nessun commento su Asilo Nido Montepulciano: intervento congiunto di M5S, Chiezzi, Cappelli, NCD e Forza Italia

Caroti (FI): “L’asilo nido è indispensabile per Montepulciano”

Torniamo a parlare delle vicende legate all’asilo nido “L’uccellino azzurro” di Montepulciano. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviato dal Dr. Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di…

Torniamo a parlare delle vicende legate all’asilo nido “L’uccellino azzurro” di Montepulciano. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviato dal Dr. Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena:

Forza Italia, dinanzi alle manovre dell’appena insediata Giunta Rossi bis sull’Asilo Nido “Uccellino Azzurro”, non può che dirsi contraria a qualunque soluzione che veda Montepulciano Capoluogo privato di una istituzione indispensabile.

Ovviamente le dichiarazioni del Sindaco Rossi e dell’Assessore Terrosi sono volte a gettare acqua sul fuoco ed a minimizzare, come del resto è nella buona tradizione della sinistra (…stai sereno…) e poi quando le acque si saranno calmate… arriverà la chiusura definitiva, è un film già visto, anche recentemente con il Tribunale.

Riteniamo che la scuola, in ogni suo ordine e grado, debba essere posta al centro di ogni pensiero di un buon amministratore pubblico, in particolare gli asili nido oggi svolgono una funzione sociale insostituibile a sostegno delle famiglie. Chiudere una scuola, così come chiudere un ospedale, significa privare la comunità di un servizio irrinunciabile.

Facciamo appello al Sindaco affinchè retroceda da tale decisione; se si vogliono fare risparmi, andiamo a risparmiare su spese che possono tranquillamente essere rinviate a tempi migliori, ma certamente non sulla pelle dei bambini e delle famiglie.

Mi auguro che le forze politiche presenti in Consiglio Comunale si attivino al riguardo e non si adagino al solito consociativismo mirato solo ad interessi personalistici.

FORZA ITALIA SIENA
Caroti Dr. Roberto

Nessun commento su Caroti (FI): “L’asilo nido è indispensabile per Montepulciano”

Risultati definitivi elezioni europee 2014 provincia di Siena

Dati definiti delle lezioni europee 2014 della provincia di Siena. I seggi scrutinati sono stati 297 e il primo partito è il Pd che ottiene 87.667 voti pari al 61,04% dei…

Dati definiti delle lezioni europee 2014 della provincia di Siena. I seggi scrutinati sono stati 297 e il primo partito è il Pd che ottiene 87.667 voti pari al 61,04% dei votanti, il secondo è la lista Movimento 5 Stelle che registra 21.737voti pari al 15,13% dei votanti, le preferenze per Forza Italia sono state il 9.75% con 14.007.

Schede Bianche 2.336 pari a 1,56%, schede nulle 3.305 pari a 2,21%, schede contestate e non assegnate 59 pari a 0,03%

I dati che vi segnaliamo e di cui diamo pubblicazione si riferiscono alle comunicazioni pervenute dai comuni, tramite le prefetture, e non rivestono, pertanto, carattere di ufficialità. La proclamazione ufficiale degli eletti è prerogativa degli uffici elettorali territorialmente competenti, retti da magistrati.

Liste Voti %
PARTITO DEMOCRATICO 87.667 61,04
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT 21.737 15,13
FORZA ITALIA 14.007 9,75
L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS 6.636 4,62
FRATELLI D’ITALIA – ALLEANZA NAZIONALE 4.499 3,13
NUOVO CENTRO DESTRA – UDC 3.417 2,37
LEGA NORD-DIE FREIHEITLICHEN-BASTA €URO 3.314 2,30
VERDI EUROPEI-GREEN ITALIA 1.039 0,72
ITALIA DEI VALORI 560 0,38
SCELTA EUROPEA 549 0,38
IO CAMBIO – MAIE 192 0,13
Totale 143.617

 

Nessun commento su Risultati definitivi elezioni europee 2014 provincia di Siena

Montepulciano: presentata la lista a sostegno di Andrea Rossi

A Montepulciano è stata presentata la Lista definitiva del “Centrosinistra per Montepulciano” a sostegno del candidato Sindaco Andrea Rossi, Andrea Rossi candidato Sindaco Barbi Angela (PD) Bazzoni Stefano (PD) Belvisi…

A Montepulciano è stata presentata la Lista definitiva del “Centrosinistra per Montepulciano” a sostegno del candidato Sindaco Andrea Rossi,

Andrea Rossi candidato Sindaco

Barbi Angela (PD)
Bazzoni Stefano (PD)
Belvisi Martina (PD)
Biagiotti Stefano (PS)
Bui Lorenzo (INDIPENDENTE)
Corsi Benedetta (PD)
De Oliveira Lima Mariza (PS)
Duchini Lorenza (PD)
Guidotti Massimiliano (SEL)
Millacci Alberto (PD)
Montiani Sara (PD)
Paganelli Lorenzo (PD)
Raspanti Alice (PD)
Rubegni Luca (PD)
Talli Franco (PD)
Valdambrini Fabrizio (PD)

Lista Candidati

Lista Candidati

Nessun commento su Montepulciano: presentata la lista a sostegno di Andrea Rossi

Forza Italia a Montepulciano sostiene la lista “Cambiare si può”

“Forza Italia a Montepulciano ha deciso di sostenere la lista civica ‘‘Montepulciano, cambiare si può!”. La decisone fa seguito alla valutazione del candidato a sindaco Valerio Coltellini, persona seria, stimata…

Forza Italia a Montepulciano ha deciso di sostenere la lista civica ‘‘Montepulciano, cambiare si può!”. La decisone fa seguito alla valutazione del candidato a sindaco Valerio Coltellini, persona seria, stimata e conosciuta in tutto il territorio poliziano e in tutta la Valdichiana”.

“La scelta di Valerio Coltellini è avvenuta a seguito di un’accurata analisi da parte dei fondatori della lista che considerano la Coltellini la figura più adatta a ricoprire la carica di primo cittadino, persona moderata, competente e capace di portare una seria alternativa alla politica cittadina.

Forza Italia invita quindi i propri elettori a sostenere alle urne la lista “Montepulciano cambiare si può!” che in caso di successo elettorale, vuole imprimere a Montepulciano una svolta e nuova stagione politica, discontinua rispetto al recente passato, per rendere la cittadina moderna, a misura dei propri abitanti creando valore anche per le sue frazioni.

Montepulciano è stata immobile e la sua amministrazione di sinistra ferma davanti al cambiamento epocale che la nostra società e la nostra comunità stanno vivendo. Occorrono risposte efficaci ai problemi delle famiglie e delle imprese e un rilancio di tutto il comune, puntando sia sulle eccellenze già presenti, che su l’intero brand poliziano al fine di creare e sviluppare economia e occupazione senza tralasciare i servizi essenziali per la popolazione”.

Nessun commento su Forza Italia a Montepulciano sostiene la lista “Cambiare si può”

Amministrative Torrita, intervento di Forza Italia

“Ci stiamo avvicinando a grandi passi verso le elezioni amministrative e gli appetiti per ottenere uno scranno nei vari consessi comunali sono enormi, anche tra i banchi delle opposizioni. A…

“Ci stiamo avvicinando a grandi passi verso le elezioni amministrative e gli appetiti per ottenere uno scranno nei vari consessi comunali sono enormi, anche tra i banchi delle opposizioni. A molti non importa se nei 5 anni che stanno per scadere non hanno costruito niente di significativo per il futuro, ciò che conta è presentare un raggruppamento di persone per entrare in consiglio comunale”. Così una nota di Forza Italia relativamente alle elezioni amministrative di Torrita di Siena.

“Invece a Torrita di Siena – prosegue FI -, il consigliere uscente e coordinatore comunale di Forza Italia, Lorenzo Vestri, sta portando avanti un ottimo lavoro che propone un rilancio del proprio paese, forte della sua formazione lavorativa in qualità di commercialista e revisore degli Enti Locali, che lo ha portato a conoscere a fondo le problematiche di bilancio del suo comune.

Un lavoro iniziato nei banchi dell’opposizione in consiglio comunale e che consegna agli elettori una prospettiva per i prossimi 5 anni di mandato amministrativo. Il lavoro condotto da Lorenzo Vestri è quello di guardare all’interesse di Torrita senza tanti slogan, entrando nelle problematiche specifiche del paese. Un comune che da troppi anni si è fermato e dove il degrado urbanistico, culturale, economico e ambientale, esige delle risposte urgenti, e questo è quello che il coordinatore FI sta cercando di fare lavorando insieme a molti iscritti e simpatizzanti del partito.

Come Forza Italia non possiamo che plaudire ai dirigenti come Vestri che da sempre si battono per il proprio paese da una posizione – l’opposizione – oltremodo scomoda nelle nostre realtà. Le amministrazioni di centrosinistra che da sempre amministrano i comuni della provincia di Siena sono pervasive nella gestione del potere delle comunità locali e chi si schiera in aperta opposizione non ha vita facile. Ma la cattiva politica di questi lunghi anni sta ricadendo con tutta la sua gravità purtroppo, sulle spalle dei cittadini e delle comunità senesi. La proposta politica delle forze alternative deve essere incoraggiata e premiata”.

Nessun commento su Amministrative Torrita, intervento di Forza Italia

Montepulciano, il Nuovo Centrodestra promotore di un’alleanza

Procedono speditamente i contatti con gli altri partiti e movimenti per il Circolo del Nuovo Centrodestra (NCD) di Montepulciano, presieduto dall’Avv. Elena Caleri, in vista delle elezioni Comunali di fine…

Procedono speditamente i contatti con gli altri partiti e movimenti per il Circolo del Nuovo Centrodestra (NCD) di Montepulciano, presieduto dall’Avv. Elena Caleri, in vista delle elezioni Comunali di fine maggio. Questo l’intervento del Circolo di Montepulciano del Nuovo centrodestra:

“In particolare il NCD di Montepulciano, parallelamente al tavolo provinciale dei partiti di centro-destra, sta contattando tutti gli altri partiti e movimenti attualmente all’opposizione del centrosinistra di Andrea Rossi per costituire una seria alternativa moderata e riformista con l’obiettivo di provare a contendere la città all’attuale maggioranza PD-PSI-SEL”.

“I primi contatti si sono rivolti ai tanti cittadini delusi dall’amministrazione Rossi che stanno mostrando interesse e gradimento per la proposta politica del Nuovo Centrodestra, e che manifestano l’esigenza di una proposta politica unitaria dell’area moderata per contendere alla sinistra l’amministrazione di Montepulciano, dove da 70 anni manca qualsivoglia alternanza. In particolare dai cittadini viene sottolineata la necessità di evitare gli errori del passato, quando sono state proposte candidature a sindaco improvvisate ed assolutamente inadeguate a rappresentare un’area politico-culturale che chiede rispetto ma da anni si sente orfana di rappresentanza a livello locale.”

“Per quanto riguarda i soggetti politici, naturalmente il primo contatto è stato con gli alleati Forza Italia e Fratelli d’Italia, i quali sembrano condividere l’esigenza di un percorso comune per contendere l’amministrazione di Montepulciano. Successivamente il NCD, con l’obiettivo di andare molto oltre il recinto del centro-destra, sta portando avanti un percorso di ascolto con i rappresentanti della Lista Civica Insieme per Montepulciano, che alle scorse amministrative aveva raccolto l’8% dei consensi con il candidato a Sindaco Marco Belloni, e che si sono mostrati interessati al progetto.”

“Lo stesso interesse viene condiviso anche dall’UDC, nonché persino da Scelta Civica e dal Centro Democratico di Bruno Tabacci che, se a livello nazionale guardano al centrosinistra, a Montepulciano sono aperti ad un ragionamento diverso purché lontano da derive populiste e contraddistinto da un percorso di condivisione per una candidatura a sindaco che esprima autorevolezza, esperienza e credibilità.”

“Il NCD si propone quindi quale promotore e collante di un’ampia alleanza di tutti i cittadini che non si riconoscono nel progetto di triciclo sbilanciato a sinistra di Andrea Rossi, compresi i moderati di centrosinistra ormai a disagio nel PD, ma credono viceversa che in Comune occorrano finalmente idee e facce nuove”.

Nessun commento su Montepulciano, il Nuovo Centrodestra promotore di un’alleanza

Silvio Berlusconi è decaduto dalla carica di Senatore

«Noi non ci ritirermo». Silvio Berlusconi annuncia che non farà un passo indietro, non uscirà dalla scena politica. «Anche altri leader non sono parlamentari. Come Grillo, o Renzi». E rilancia…

«Noi non ci ritirermo». Silvio Berlusconi annuncia che non farà un passo indietro, non uscirà dalla scena politica. «Anche altri leader non sono parlamentari. Come Grillo, o Renzi». E rilancia sul progetto di una svolta presidenzialista: «Come in tutti gli altri Paesi europei, dobbiamo dare ai cittadini la possibilità di eleggere il proprio presidente della Repubblica». Il leader di Forza Italia non intende fermarsi neppure davanti alla decadenza da senatore. E tornerà allo spirito delle origini del suo impegno politico: «Abbiamo deciso di ritornare in mezzo alla gente. Ogni appartenente ai club di Forza Silvio sarà un soldato della democrazia. Per le nostre prossime campagne elettorali dovremo insegnare ai moderati, che sono la maggioranza, a votare».

Il Cavaliere ha preso la parola alle 16.30,davanti a qualche migliaio di sostenitori radunati di fronte a Palazzo Grazioli (20mila secondo gli organizzatori): «È una giornata di lutto per la democrazia – ha detto -. A partire dal 1994, una magistratura di estrema sinistra si è data come missione la via giudiziaria al socialismo». Berlusconi ha citato i documenti di Magistratura Democratica: «Persino l’Unità ha accusato certi pm di aver abbracciato le idee estremiste della Br – ha detto Berlusconi -. Approfittando della legge che aboliva l’immunità parlamentare, certi magistrati hanno fatto piazza pulita di cinque partiti. E allora sapete cosa è successo? Siamo scesi in campo noi. Hanno subito cercato di farmi fuori dalla scena politica con i processi». Quindi l’elenco delle inchieste subite, secondo la sua enumerazione: «Sono 52 i processi che mi hanno gettato addosso», ha detto. «Abbiamo lottato, ci siamo difesi, abbiamo impiegato tante risorse economiche cercando di non perdere la serenità. Da 41 processi siamo venuti fuori senza nessuna condanna». L’ex premier ha ancora una volta lamentato l’accanimento dei pm: «Hanno cambiato strategia: dopo aver militarizzato l’accusa, hanno occupato i collegi giudicanti. Sono allora fioccate le condanne: Ruby, Mediaset, la condanna per la frase “abbiamo una banca”». L’ultima condanna, quella sui diritti televisivi, sarebbe stata viziata dal medesimo disegno: «Avevo diritto al mio giudice naturale. Mi hanno imposto giudici che avevano un’idea predeterminata su di me. Quindi è cominciata la corsa alla decadenza, per la quale hanno calpestato la legge, bruciando tempi e regolamenti». Ha quindi citato le polemiche che hanno preceduto il sit-in di Forza Italia: «Vorrei rassicurare tutti – ha spiegato – questa è una manifestazione pacifica. Noi non abbiamo l’odio nel cuore».

E in effetti dopo il discorso del Cavaliere, la folla si è dispersa pacificamente. Ma per tutto il resto della giornata, si era respirata tensione nei pressi di Palazzo Grazioli. Prima le polemiche per la rimozione dello striscione: «È un colpo di Stato», affisso sulla facciata del palazzo. «Giudichiamo molto grave quanto accaduto», hanno scritto i due capigruppo Brunetta e Romani (che dopo il voto del Senato hanno ricevuto dai parlamentari di Forza Italia l’incarico di chiedere un incontro al Presidente della Repubblica). La Questura ha dovuto precisare che «si è trattato di un semplice invito ai manifestanti». Quindi, l’episodio degli undici operai campani infiltrati nel sit-in a sostegno di Berlusconi, fermati dalla polizia mentre cercavano di entrare nella dimora dell’ex premier. Uno di loro ha anche cercato di darsi fuoco. Il tutto mentre i dirigenti di Forza Italia lamentavano un presunto «boicottaggio» ai danni dei sostenitori che convergevano verso il centro di Roma. «Prima hanno costretto i pullman dei nostri sostenitori a parcheggiare a Cinecittà. Ora hanno spento le macchine dei biglietti e chiusi gli uffici della Metro A alla fermata Cinecittà-Anagnina», si legge in una nota del partito. Peraltro smentita dal Comune di Roma, che ha ribadito il perfetto funzionamento della stazione metropolitana.

Nessun commento su Silvio Berlusconi è decaduto dalla carica di Senatore

Type on the field below and hit Enter/Return to search