La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: carabinieri

Scoperti a Siena centri massaggi a luci rosse con “tessere fedeltà”

I carabinieri di Siena, in collaborazione con la polizia municipale, hanno fatto chiudere tre centri massaggi e arrestate altrettante cittadine cinesi per prestazioni sessuali. Il giro d’affari stimato era di…

I carabinieri di Siena, in collaborazione con la polizia municipale, hanno fatto chiudere tre centri massaggi e arrestate altrettante cittadine cinesi per prestazioni sessuali. Il giro d’affari stimato era di almeno 3-4mila euro al giorno per ogni centro, mentre alle ragazze orientali che ci lavoravano spettavano appena mille euro l’anno.

Le ragazze si prestavano a lavoro per avere il permesso di soggiorno, ottenuto il quale cessavano l’attività. Le faccenti signore avevo inventato anche una “tessere fedeltà” a punti, dopo un certo numero di ‘trattamenti’ scattava quello gratuito.

Le accuse per le tre cinesi arrestate, di 50, 35 e 46 anni, è sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. L’inchiesta diretta dal sostituto procuratore della Repubblica di Siena Giuseppe Grosso, e coordinata dal procuratore Filippo Vitello, ha permesso di scoprire che le tre donne arrestate, vestite con abiti succinti e poco adatti a vere massaggiatrici, proponevano in modo esplicito prestazioni sessuali alla clientela, “estremamente variegata e di ogni estrazione economica e sociale”, e si occupavano anche della riscossione del denaro.

Le prestazioni, che comprendevano massaggi particolari e bagni in vasca idromassaggio, andavano da un minimo di 30 a un massimo di 120 euro e prevedevano anche la compagnia di due ragazze contemporaneamente. Le ‘massaggiatrici’, quasi tutte clandestine e provenienti da una zona povera della Cina, non subivano maltrattamenti per prostituirsi. Le ragazze usavano il luogo di lavoro anche come dormitorio nonostante le condizioni fatiscenti dei locali.

“L’attività dei tre esercizi era quasi esclusivamente di tipo sessuale – ha spiegato il comandante provinciale dei Carabinieri di Siena, Marco Grandini – Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati circa 4mila euro in contanti e oltre 600 “tessere fedeltà”.

Nessun commento su Scoperti a Siena centri massaggi a luci rosse con “tessere fedeltà”

Chiusi, arrestato 40enne per furto aggravato

I carabinieri di Chiusi Scalo hanno arrestato in flagranza di reato un qurantenne, S.I. le sue iniziali, celibe e residente in Valdichiana Senese, per furto aggravato, violenza, resistenza, minaccia e…

I carabinieri di Chiusi Scalo hanno arrestato in flagranza di reato un qurantenne, S.I. le sue iniziali, celibe e residente in Valdichiana Senese, per furto aggravato, violenza, resistenza, minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

L’arresto è avvenuto nel pomeriggio  di giovedì 4 dicembre. Durante servizio di perlustrazione, i militari hanno notato il veicolo, condotto dal 40enne, rubato la notte precedente a Chianciano Terme. Immediatamente i carabinieri hanno fermato l’autovettura e hanno proceduto al controllo del soggetto. Quest’ultimo, fermato il veicolo, nel tentativo di eludere il controllo e darsi alla fuga, ha strattonato uno dei carabinieri, procurandogli delle escoriazioni. Il tempestivo inseguimento ha permesso di bloccare il malvivente.

S.I. è stato portato presso la caserma di Chiusi Scalo per tutti gli accertamenti del caso. L’uomo è stato giudicato per direttissima dal tribunale di Siena.

Nessun commento su Chiusi, arrestato 40enne per furto aggravato

Chiusi inaugura una piazza ad Antonio Vaccaro, Tenente dei Carabinieri

È stata una cerimonia al tempo stesso semplice e solenne quella che, sabato mattina a Chiusi, è stata organizzata per intitolare una piccola piazza della cittadina in onore di Antonio Vaccaro,…

È stata una cerimonia al tempo stesso semplice e solenne quella che, sabato mattina a Chiusi, è stata organizzata per intitolare una piccola piazza della cittadina in onore di Antonio Vaccaro, Tenente dei Carabinieri che alla fine della seconda guerra mondiale evitò, garantendo con la propria vita, l’arresto di 40 cittadini di Chiusi da parte delle truppe naziste.

Di fronte alla caserma dei Carabinieri, in quello che da adesso in poi sarà chiamato Largo Vaccaro, a conferma dell’importanza di questo avvenimento, si sono riuniti cittadini, associazioni, forze politiche, civili, istituzionali, il prefetto di Siena Renato Saccone e il Vice Questore Valter Allegria, nonchè una grande rappresentanza di forze militari tra cui Polizia ferroviaria, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Finanza, Corpo Forestale dello Stato e ovviamente i Carabinieri in alta uniforme.

Dopo un discorso introduttivo ed appassionato del sindaco Stefano Scaramelli, che oltre a ringraziare i presenti ha fatto riferimento all’importanza che la memoria di figure come il tenente Vaccaro deve rivestire nella mente di tutti i cittadini e in particolare delle giovani generazioni per non permettere in futuro gli errori del passato, la targa è stata scoperta sulle note della Young Band di Chiusi e del suo maestro Roberto Fabietti.

“Il Tenente Antionio Vaccaro – dichiara il primo cittadino di Chiusi Stefano Scaramelli – è quello che si potrebbe definire un vero e proprio eroe e la nostra città è orgogliosa di avergli dedicato una piazzetta di fronte alla sua Caserma dell’Arma dei Carabinieri che tanto ha rappresentato valori importanti da difendere. Sono soddisfatto anche del fatto che la città e le forze armate abbiano risposto con tanto entusiasmo a questa iniziativa perché significa che le gesta di un uomo coraggioso non sono andate perdute ma anzi continuano a riecheggiare con tutta la loro forza anche ai giorni nostri. Grazie a figure come quella del Tenente Vaccaro, l’Italia e la nostra città oggi possono vivere in pace e in libertà e questo non lo dobbiamo mai dimenticare. Il passato ci insegnerà sempre grandi lezioni e solo non dimenticando mai la sofferenza di uomini e donne potremo garantire ai nostri figli un domani migliore.”

Con la cerimonia di intitolazione della piazza, oggi Largo Vaccaro, il Comune di Chiusi ha celebrato il 70° anniversario della resistenza della guerra di liberazione e i 200 anni dalla fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

Comunicato stampa del Comune di Chiusi del 1 dicembre 2014.
Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione.

Nessun commento su Chiusi inaugura una piazza ad Antonio Vaccaro, Tenente dei Carabinieri

Torrita: consegnate le bandiere italiane ed europee all’Istituto Parini

Gli studenti a fianco alle delegazioni di combattenti, reduci, partigiani, bersaglieri, Carabinieri, Polizia municipale e Amministrazione, per celebrare la consegna delle bandiere italiane ed europee nell’Istituto Comprensivo Parini, unico plesso…

Gli studenti a fianco alle delegazioni di combattenti, reduci, partigiani, bersaglieri, Carabinieri, Polizia municipale e Amministrazione, per celebrare la consegna delle bandiere italiane ed europee nell’Istituto Comprensivo Parini, unico plesso scolastico restante a Torrita.

“Ora le bandiere sono state consegnate in tutte le scuole – ha ricordato l’assessore Sara Maccioni – era doveroso ricordare a tutti gli studenti cosa significa appartenere all’Italia e all’Europa”.

Una lezione fondamentale, quella dello scorso 8 novembre, che è stata tenuta dal sindaco Giacomo Grazi, il quale ha spiegato a tutti gli studenti presenti il significato di appartenenza alla Comunità Europea.

“Molte sono state le domande e le curiosità che hanno posto al primo cittadino – afferma – ed è stato bellissimo ed emozionante vedere i nostri ragazzi cantare l’inno di Mameli con tanta commozione”.

La scuola rimane al centro dell’operato svolto dall’assessore Maccioni, la quale si è impegnata molto nel far partire anche i progetti sulla legalità e l’educazione stradale.

“Sono iniziate le prime lezioni nelle classi di prima e seconda elementare e fin da subito è stato mostrato molto interesse e attenzione”.

Le lezioni continueranno per le altre classi delle scuole elementari e medie fino ad aprile. Inoltre dal 26 novembre partirà anche il progetto “Sport nelle Scuole”:

“Gli studenti avranno modo di conoscere e provare i vari sport all’interno dell’orario scolastico – spiega Maccioni – e molte sono state le associazioni che hanno deciso di partecipare, come il judo, il volley, il basket, il golf, il tamburello e il calcio a cinque femminile”.

Grandi novità per lo sport torritese che ha deciso di scendere anche in edicola, non più solo in campo, grazie all’album di figurine in vendita dai primi di gennaio.

Nessun commento su Torrita: consegnate le bandiere italiane ed europee all’Istituto Parini

Domenica 2 novembre a Montepulciano si celebra il 4 Novembre

Comunicato stampa dell’Ufficio Stampa del Comune di Montepulciano del 31 ottobre 2014 In concomitanza con la ricorrenza del 4 Novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che a Montepulciano sarà celebrata…

Comunicato stampa dell’Ufficio Stampa del Comune di Montepulciano del 31 ottobre 2014

In concomitanza con la ricorrenza del 4 Novembre, Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, che a Montepulciano sarà celebrata il 2 Novembre, il Comune ricorderà anche il bicentenario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

In occasione della lettura del Bollettino della Vittoria, che il 4 novembre 1918 annunciava la firma dell’armistizio con le forze austro – ungariche e dunque la fine della Prima Guerra Mondiale, l’Amministrazione Comunale consegnerà infatti una targa ai rappresentati della Compagnia che ha sede a Montepulciano e delle Stazioni presenti sul territorio.

La cerimonia fa parte del programma della celebrazione che avrà inizio alle 10.00, in Piazza Grande, con la formazione del corteo che attraverserà poi il centro storico, accompagnato dalla Banda dell’Istituto di Musica “H.W. Henze”.

La manifestazione, aperta dal gonfalone del Comune, farà quindi tappa in Piazza Michelozzo dove sarà data lettura del documento firmato dal Generale Diaz e avverrà la consegna del riconoscimento ai Carabinieri.

Al Giardino di Poggiofanti sarà reso omaggio al monumento dell’Aeronautica Militare e poi, davanti all’obelisco che ricorda i caduti della Grande Guerra, il Sindaco Andrea Rossi tratteggerà il significato della celebrazione; infine, nella Chiesa di S.Agnese, sarà celebrata la Messa in suffragio delle vite umane sacrificate in tutti i conflitti.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con le associazione combattentistiche e d’arma e l’auspicio è per la più ampia partecipazione popolare.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione

Nessun commento su Domenica 2 novembre a Montepulciano si celebra il 4 Novembre

Cortona: 14 persone denunciate dalla Compagnia dei Carabinieri

Negli ultimi dieci giorni i Carabinieri della Compagnia di Cortona hanno denunciato in stato di libertà per vari reati 14 persone Attività frenetica per i Carabinieri della Compagnia di Cortona…

Negli ultimi dieci giorni i Carabinieri della Compagnia di Cortona hanno denunciato in stato di libertà per vari reati 14 persone

Attività frenetica per i Carabinieri della Compagnia di Cortona negli ultimi dieci giorni, che hanno denunciato in stato di libertà 14 persone per vari reati. I Carabinieri della Stazione di Camucia hanno deferito all’Autorità Giudiziaria 4 persone fra i 28 e i 32 anni, residenti in Valdichiana, per disturbo del riposo delle persone e intrattenimenti musicali all’esterno dei pubblici esercizi senza autorizzazione. Hanno inoltre denunciato un 41enne della provincia di Perugia per furto aggravato: l’uomo aveva infatti rubato un marsupio da un’autovettura parcheggiata in piazza Chateau Chinon di Camucia, dandosi poi alla fuga a bordo del proprio automezzo.

I Carabinieri della Stazione di Terontola hanno denunciato in stato di libertà un 39enne della Valdichiana, per smaltimento illecito di rifiuti e incendio. In seguito a una perlustrazione, i Carabinieri hanno notato del fumo denso ed un odore acre proveniente da un campo; l’uomo stava dando fuoco ad una grande quantità di materiale plastico. Un 55enne della provincia di Terni e un 25enne della Valdichiana sono invece stati denunciati per insolvenza fraudolenta e appropriazione indebita: dopo aver effettuato un trasloco, non avevano pagato il corrispettivo di circa 6.600 alla ditta di cui si erano serviti e che inoltre si erano appropriati di 10 contenitori da imballaggio, del valore di altri 700 euro.

I Carabinieri della Stazione di Monte San Savino hanno denunciato in stato di libertà un 19enne rumeno residente in provincia di Perugia, per guida senza patente e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. Il ragazzo era stato fermato a un posto di controllo nel centro abitato di Monte San Savino ed era stato sorpreso alla guida di un’autovettura, senza aver mai conseguito la patente.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cortona hanno denunciato in stato di libertà un 25enne della Valdichiana per porto di armi od oggetti atti ad offendere. Dopo una perquisizione su un’autovettura in località Capannacce di Castiglion Fiorentino, i militari dell’Arma hanno trovato, occultato nel bagaglialio del mezzo, un bastone di legno di circa 80 cm. di lunghezza, posto sotto sequestro. Hanno poi denunciato un 42enne della Valdichiana per guida senza patente: l’uomo è stato trovato alla guida della propria autovettura, nonostante che la patente gli fosse stata revocata con provvedimento dalla Prefettura di Firenze. Inoltre, hanno denunciato un 59enne della Valdichiana per guida in stato di ebbrezza alcoolica.

I Carabinieri della Stazione di Foiano della Chiana hanno denunciato in stato di libertà un 39enne peruviano residente in provincia di Firenze, per furto aggravato. A conclusione delle attività di indagine i militari dell’Arma hanno accertato che il 25 ottobre dello scorso anno l’uomo, approfittando di un momento di distrazione del titolare di un negozio di telefonia di Foiano della Chiana, aveva rubato un tablet, che era esposto per la vendita. Infine, hanno denunciato un 40enne della Valdichiana per ricettazione, poiché in seguito alle indagini è stato accertato che l’uomo aveva rubato un cellulare smartphone il 29 dicembre scorso presso un negozio di telefonia di Foiano della Chiana.

Nessun commento su Cortona: 14 persone denunciate dalla Compagnia dei Carabinieri

Movida notturna, scattano i controlli straordinari

Movida notturna nel centro storico di Sansepolcro. La Tenenza dei Carabinieri di Sansepolcro intensifica i controlli: patente ritirata ad un giovane per guida in stato di ebbrezza alcoolica. Gestore di…

Movida notturna nel centro storico di Sansepolcro. La Tenenza dei Carabinieri di Sansepolcro intensifica i controlli: patente ritirata ad un giovane per guida in stato di ebbrezza alcoolica. Gestore di un noto pub sanzionato per avere diffuso musica all’esterno dopo la mezzanotte.

Con l’arrivo della bella stagione che dà anche inizio alla movida notturna nel centro storico di Sansepolcro, la Tenenza dei Carabinieri ha intensificato i controlli preventivi. Oltre ai normali servizi perlustrativi a copertura delle 24 ore giornaliere, sono stati effettuati servizi in abiti borghesi e pattuglie a piedi a vigilanza in particolare del centro storico della cittadina biturgense, considerato che il fenomeno della movida, pur apportando notevoli ritorni economici ai gestori dei numerosi locali di intrattenimento, a volte è fonte di disturbo al riposo dei residenti a causa degli schiamazzi.

I militari impegnati nei particolari servizi hanno deferito alla Procura della Repubblica di Arezzo un giovane del luogo per guida in stato di ebbrezza e hanno sanzionato amministrativamente il gestore di un noto pub perché non aveva ottemperato all’ordinanza comunale che vieta, già dalla mezzanotte, la diffusione sonora fuori dal locale. I controlli specifici proseguiranno anche nei prossimi weekend, per far in modo che il diritto dei gestori dei locali di esercitare la loro attività, si concili con l’eguale diritto di riposo dei residenti e di decoro dei pregevoli vicoli del “Borgo”, meta incessante di turismo internazionale.

Nessun commento su Movida notturna, scattano i controlli straordinari

Truffa da 150mila euro per l’acquisto di 556 suini: tre denunciati

Nuovo caso di cronaca: truffa ai danni di un allevatore della Valdichiana. Tre uomini sono risultati colpevoli di aver acquistato dei maiali pagando con assegni scoperti. Hanno acquistato oltre 550 suini…

Nuovo caso di cronaca: truffa ai danni di un allevatore della Valdichiana. Tre uomini sono risultati colpevoli di aver acquistato dei maiali pagando con assegni scoperti.

Hanno acquistato oltre 550 suini da un agricoltore della Valdichiana, ma il pagamento è risultato nullo e privo di copertura. Una truffa ben architettata da tre persone, che però sono state rintracciate e denunciate dai Carabinieri di Cortona per truffa e associazione a delinquere.

La vicenda risale alla fine del 2013, quando i tre –  un 49enne, un 40enne della provincia di Salerno e un 75enne proveniente dal territorio della Valdichiana – si sono rivolti ad un allevatore della Valdichiana per comprare il bestiame. In tutto hanno acquistato 556 suini, per un valore di 150mila euro. Hanno pagato tutto con assegni che poi sono risultati scoperti. Una volta scoperta l’impossibilità di ottenere il denaro, l’allevatore si è rivolto ai Carabinieri. Le indagini sono subito incominciate.

I tre sono stati rintracciati e denunciati: i militari dell’Arma sono riusciti ad accertare che i tre uomini avevano commesso analoghi reati a danno di altri allevatori di Perugia e Siena.

Nessun commento su Truffa da 150mila euro per l’acquisto di 556 suini: tre denunciati

Comando provinciale carabinieri di Arezzo: nucleo informativo

Compagnia  carabinieri di Cortona: 43enne albanese arrestato I carabinieri della stazione di Terontola hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato, un 43enne albanese senza fissa dimora, per rapina impropria…

Compagnia  carabinieri di Cortona:

43enne albanese arrestato

I carabinieri della stazione di Terontola hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato, un 43enne albanese senza fissa dimora, per rapina impropria aggravata.

Ieri pomeriggio, dopo aver rotto la finestra di un esercizio pubblico, l’uomo si era introdotto all’interno prelevando dal registratore di cassa 340 euro.

Dopo essere stato scoperto dal titolare, è riuscito a guadagnarsi la via di fuga. I carabinieri, attivata dalla centrale operativa, lo hanno intercettato, perquisito, e quindi trovato in possesso della somma di denaro.

Dopo aver restituito la refurtiva, il 43enne è stato arrestato presso la casa circondariale di Arezzo.

Denunciato in stato di libertà un 52enne campano per falsificazione

Sabato scorso, i carabinieri della stazione di Monte San Savino hanno denunciato in stato di libertà un 52enne campano per indebito utilizzo, falsificazione o alterazione di carte di credito.

I militari, a conclusione delle attività di indagine, e a seguito di una querela fatta da un 37enne proveniente dalla Valdichiana, hanno accertato che il 52enne aveva usato i codici di una Postepay intestata al denunciante per effettuare pagamenti online.

34enne denunciato per furto

Sempre i carabinieri della stazione di Monte San Savino hanno denunciato in stato di libertà un 34enne del Valdarno, per furto.

I milotari, a seguito delle attività di indagine, hanno accertato che il 10 marzo l’uomo aveva rubato monili in oro per un valore complessivo di 800 euro circa, mentre eseguiva lavori di manutenzione presso l’abitazione di una 43enne, residente in Valdichiana.

 Compagnia carabinieri di S.G. Valdarno:

37enne marocchino arrestato

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di San Giovanni Valdarno, insieme a quelli delle stazioni di Levane e Montevarchi, hanno arrestato un marocchino di 37 anni, residente a Figline Valdarno, per furto e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo, verso le ore 11.00 di sabato scorso è stato individuato come autore del furto effettuato all’interno dell’ospedale del Valdarno, che ha visto la sottrazione di denaro per un valore di 50 euro, documenti ed effetti personali ai danni di una impiegata della struttura di 37 anni.

L’uomo era sprovvisto di documenti al momento dell’arresto e ha opposto resistenza.

 Compagnia carabinieri di Arezzo:

tre denunce per furto e tentato incendio

I carabinieri della Stazione di Anghiari hanno denunciato in stato di libertà un ragazzo di 22 anni, uno di 21 e uno di 18, residenti in Valtiberina, per furto aggravato e tentato incendio.

Nella notte del 19, i giovani hanno rubato una tanica con 20 litri di gasolio di proprietà di un uomo di 60 anni. Dopo, hanno cercato di dare fuoco a una catasta di legno situata vicino a un’area boschiva.

Fortunatamente, sono stati fermati in tempo a causa di un malfunzionamento dell’innesco.

Nessun commento su Comando provinciale carabinieri di Arezzo: nucleo informativo

Due giovani romani arrestati per droga a Terontola

La compagnia dei carabinieri di Cortona ha fermato due giovani romani alla stazione di Terontola. I carabinieri hanno tratto in arresto un 27enne e una 24enne, residenti in provincia di…

La compagnia dei carabinieri di Cortona ha fermato due giovani romani alla stazione di Terontola. I carabinieri hanno tratto in arresto un 27enne e una 24enne, residenti in provincia di Roma, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel pomeriggio di domenica 29 giugno, nell’ambito di specifici servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di droga, i militari dell’arma hanno controllato un’autovettura, ferma nei pressi dello scalo ferroviario. Nel corso del controllo sono stati sequestrati 31 involucri di cellophane, contenenti complessivamente 12 grammi di eroina; in parte gli involucri erano detenuti dalla ragazza, che li occultava nel reggiseno, e in parte dal ragazzo, che li teneva nella tasca dei pantaloni.

Il 41enne proprietario dell’auto, invece, oltre a detenere una modica quantità di eroina, è stato trovato in possesso di un bastone di legno, di un tubo in acciaio, un tirapugni e un coltello a serramanico, che teneva al lato guida. Un’altra giovane, anche lei 24enne e romana, stava aspettando i tre alla stazione ferroviaria di Terontola, in possesso di mezzo grammo di eroina.

I due giovani romani, ai quali è stato sequestrato il quantitativo di droga più consistente, sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre il 41enne e l’altra 24enne sono stati segnalati alla prefettura per detenzione di stupefacenti per uso personale; il proprietario dell’auto è stato anche deferito all’autorità giudiziaria per porto di armi od oggetti atti ad offendere, custoditi all’interno del mezzo.

Nessun commento su Due giovani romani arrestati per droga a Terontola

Montepulciano: arresti da parte dei Carabinieri per la rapina in villa dell’agosto scorso

Dalle prime luci dell’alba, nelle province di Siena, Roma e Napoli, personale della Compagnia Carabinieri di Montepulciano, Siena, con l’ausilio dell’Arma locale, sta dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare…

Dalle prime luci dell’alba, nelle province di Siena, Roma e Napoli, personale della Compagnia Carabinieri di Montepulciano, Siena, con l’ausilio dell’Arma locale, sta dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Siena nei confronti di alcuni cittadini extracomunitari, gravemente indiziati dei reati di rapina aggravata e sequestro di persona in concorso, commessi a Montepulciano il 19 agosto scorso nella cittadina senese dove un anziano imprenditore, la moglie e la loro nipote furono immobilizzati dai banditi.

La complessa indagine, spiega una nota dei carabinieri, ha consentito di identificare tutti i componenti della banda che nella notte del 19 agosto 2013 fecero irruzione, travisati ed armati di pistola, nella villa dell’imprenditore e, dopo averlo legato sul letto unitamente alla moglie ed alla nipote, “asportarono dalla cassaforte la somma 50.000 euro in contanti, con modalità che all’epoca suscitarono diffuso allarme sociale”.

Nessun commento su Montepulciano: arresti da parte dei Carabinieri per la rapina in villa dell’agosto scorso

Nuove regole per la detenzione di armi da fuoco

Nuove regole in materia di detenzione armi da fuoco. Con il Decreto Legislativo n.121, del 29 settembre 2013, sono state apportate alcune modifiche sul “controllo, l’acquisizione e la detenzione di…

Nuove regole in materia di detenzione armi da fuoco. Con il Decreto Legislativo n.121, del 29 settembre 2013, sono state apportate alcune modifiche sul “controllo, l’acquisizione e la detenzione di armi”.

In particolare è stato introdotto l’obbligo, per chi detiene armi da fuoco, di produrre il certificato medico dell’ufficiale sanitario per il rilascio del nulla osta previsto per l’acquisto delle armi stesse, “salvo che – recita la norma – non sia stato già prodotto nei sei anni antecedenti”.

Quindi, se siete detentori di armi e sono trascorsi più di sei anni dalla presentazione dell’ultimo certificato medico di idoneità, dovrete presentare all’Autorità di Polizia, dove avete già denunciato le armi, un nuovo certificato rilasciato dal medico ufficiale sanitario dietro presentazione del certificato anamnestico del medico di famiglia.

Tutto ciò per non incappare nella possibile revoca del diritto di detenzione di armi da fuoco di qualsiasi tipo.

Per maggiori informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi all’Ufficio Armi della Questura, ai Commissariati di Polizia o alla Stazione dei Carabinieri competente per territorio.

Nessun commento su Nuove regole per la detenzione di armi da fuoco

Type on the field below and hit Enter/Return to search