La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: cantinonearte

Il rock visionario dei Mother Island al Gb20

Da Vicenza a Montepulciano il passo non è affatto breve: ma le distanze spaziali non sembrano spaventare i Mother Island, così come le distanze temporali. Si tratta infatti di una…

Da Vicenza a Montepulciano il passo non è affatto breve: ma le distanze spaziali non sembrano spaventare i Mother Island, così come le distanze temporali. Si tratta infatti di una band che attinge a piene mani dal rock visionario degli anni ’60, dai Jefferson Airplane ai Velvet Underground e dalla tradizione psichedelica che ha edificato le fondamenta della musica contemporanea.

I cinque membri dei Mother Island, uniti da questo filo conduttore che li porta a reinterpretare il rock visionario, provengono da diverse esperienze musicali: Diego Pianalto, Nicola Bottene, Niola Tamiozzo e Nicolò De Franceschi ruotano attorno alla cantante Anita Formilian, voce d’altri tempi che ricorda i timbri di Amy Winehouse e Martina Topley Bird. L’unione delle diverse esperienze ha portato alla formazione di un sound che è stato definito come “il caldo torrido della psichedelia westcostiana filtrato da una lisergica nebbia britannica”.

I Mother Island hanno registrato il loro primo album nel 2014, dal titolo “Cosmic Pyre”: 12 tracce registrate interamente in analogico e rilasciate su vinile da Go Down Records. La maturità artistica arriva con il secondo LP, “Wet Moon”, uscito nel 2016: un album sofisticato e completo che permette alla band vicentina di consacrare il proprio stile, tra atmosfere surreali al chiaro di luna. L’album può essere ascoltato nella loro pagina su Bandcamp.

Con questo secondo album si realizza pienamente il combo project che ha unito i membri della realtà vicentina come The Secret, Whales and Aurora, Oslow , CSCH , Godless Crusade e Vertical. “Wet Moon” riesce a sintetizzare l’energia che scaturisce dai concerti dei Mother Island, capaci di evocare atmosfere malinconiche, e le sonorità psichedeliche e sensuali che caratterizzano la vocazione artistica della band. Un quintetto che trova la sua forza musicale nel reinterpretare la tradizione degli anni ’60 e renderla pienamente attuale.

I Mother Island si esibiranno al Gb20, in piazza Savonarola a Montepulciano, sabato 25 marzo; l’ingresso è libero con tessera Cat 2017, il costo della tessera è 10 euro con validità annuale ed ottenibile sul luogo la sera stessa dell’evento.

Nessun commento su Il rock visionario dei Mother Island al Gb20

“Guardiamoli alla radio” Beckett in forma di radiodramma

Venerdì 31 gennaio, alle 21.25, al CantinoneArte Teatri, in Piazza Savonarola, l’Arteatro Gruppo di Montepulciano propone il secondo appuntamento con “Guardiamoli alla radio”, trasposizione scenica dei famosi radiodrammi, autentici spettacoli…

Venerdì 31 gennaio, alle 21.25, al CantinoneArte Teatri, in Piazza Savonarola, l’Arteatro Gruppo di Montepulciano propone il secondo appuntamento con “Guardiamoli alla radio”, trasposizione scenica dei famosi radiodrammi, autentici spettacoli teatrali – almeno sotto il profilo della recitazione – che hanno conosciuto un grande successo fino all’avvento della televisione.

Il testo che la compagnia poliziana proporrà, sempre nell’ambito dei festeggiamenti per i 30 anni di attività, è “Tutti quelli che cadono” scritto da Samuel Beckett, per la BBC, nel 1956.
Spettacolo “godibilissimo”, consigliato caldamente agli amanti delle storie ben raccontate cioè agli amanti del teatro.

Dopo il gradimento riscosso da “La panne” di Durrenmatt, allestimento che ha inaugurato questa inedita serie, l’Arteatro Gruppo annuncia anche la terza rappresentazione, programmata per venerdì 14 febbraio. In quella occasione, insieme ad un altro testo di Beckett, “Parole e musica”, la compagnia si esibirà in un finale divertente, la riproposizione dell’esilarante epistolario tra Eleuterio e Sempre Tua, personaggi interpretati alla radio, negli anni ’60, da Paolo Stoppa e Rina Morelli.

Sotto la guida del regista Franco Romani, e con le musiche eseguite al pianoforte dal Maestro Alessio Tiezzi, si alterneranno ai microfoni Giovanna Vivarelli, Stefano Bernardini, Alessandro Zazzaretta, Franco Rossi, Giorgia Dell’Erba, Marco Giannotti, Stefano Banini, Gianni Minasi, Paolo Parissi e Franco Capitini.
Con il patrocinio del Comune di Montepulciano.

arteatro radiodrammi_2 (1)

Nessun commento su “Guardiamoli alla radio” Beckett in forma di radiodramma

Type on the field below and hit Enter/Return to search