Ancora più attenzione per i piccoli della TIN-Terapia Intensiva Neonatale dell’AOU Senese, coordinata dalla dottoressa Barbara Tomasini, e per i loro genitori. Dal 31 marzo infatti è stato prolungato l’orario di apertura della TIN ai genitori che adesso possono stare accanto ai loro bambini dalle 12.30 alle 20.30, tutti i giorni della settimana.

Contestualmente a questa novità, è stata allestita presso il reparto, grazie all’associazione “Coccinelle”, la Family Room, una stanza dedicata ai genitori che vengono a trovare i piccoli prematuri, arredata con un armadio contenente delle scatole personalizzate per posto letto, in cui riporre la biancheria dei piccoli, inaugurata insieme ai colleghi del Dipartimento Materno-Infantile e del direttore amministrativo dell’AOU Senese, Giacomo Centini, che ha ringraziato la onlus per la sensibilità e il costante aiuto alle necessità del reparto.

“Spesso – spiega Tomasini – i genitori di bambini nati pretermine o con patologie, oltre alla preoccupazione per il proprio figlio,  provano smarrimento di fronte a una realtà come il nostro reparto, per questo credo che dare loro la possibilità di stare più tempo vicino al proprio piccolo, in un ambiente accogliente, li aiuti a vivere con maggiore serenità questa esperienza”.

La Family Room si trova all’ingresso della TIN, appena dopo la zona filtro. Per mettere a proprio agio i genitori dei piccoli è stata predisposta la Carta di accoglienza del reparto, una guida informativa con le indicazioni pratiche relative ai comportamenti corretti da attuare nel massimo rispetto delle condizioni delicate dei prematuri e delle caratteristiche peculiari del reparto. Nella guida sono presentati anche tutti i servizi che il reparto offre tra cui moderne attrezzature diagnostiche e terapeutiche, il trasporto neonatale protetto, il progetto “Ospedale senza dolore”, l’alloggio delle mamme e la Banca del Latte, gestita dal personale della Pediatria Neonatale, diretta dal professor Giuseppe Buonocore. Il reparto è inoltre gestito da un team di professionisti, competente e preparato, che si prende cura in modo continuo dei piccoli prematuri: medici, infermieri, fisioterapisti, personale tecnico, psicologo e assistente sociale.

Print Friendly, PDF & Email