Il 2020, che a livello europeo è stato l’anno più caldo, in Toscana si piazza al quinto posto, a pari merito con il 2019, con una temperatura media superiore di quasi un grado (+0.8 °C per l’esattezza) sopra la media del periodo 1981-2010, il trentennio più recente preso a riferimento a livello mondiale per il calcolo delle medie.

Le piogge nel 2020 risultano invece nella media, ma con un andamento irregolare: il deficit iniziale ha infatti trovato un pareggio grazie alle abbondanti precipitazioni di dicembre, mese in cui ha piovuto oltre il doppio della media (e risultato poi il dicembre più piovoso dal 1955, anno di inizio delle registrazioni con metodologie moderne); novembre invece, teoricamente quello più piovoso, è risultato il mese più ‘asciutto’. E le temperature? Sono state sopra la media quasi in ogni mese; quello davvero sotto la media è stato ottobre (-1.2 °C). Il giorno più freddo è risultato il 7 gennaio, quello più caldo il 1 agosto.

L’infografica realizzata dal Consorzio Lamma contiene molte curiosità, oltre ai dati meteo salienti dell’anno appena passato: il giorno più freddo è stato il 7 gennaio, mentre il giorno più caldo è stato il 1° agosto. Il giorno con più fulmini è stato il 19 maggio, quello con più vento il 20 novembre; la maggiore concentrazione di pioggia è stata registrata tra il 3 e il 4 ottobre, in cui è caduta diffusamente sul territorio regionale una media tra 40 e 80 mm di precipitazioni.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

Comments

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Valdichiana Shop

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close