La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: videogame

RedEvo Games: una software house indipendente di Sinalunga

Che i videogiochi siano ormai diventati l’ottava arte è accettato anche dagli ambienti più ostili all’innovazione, e persino in territori di provincia, lontani dal fervore delle grandi città, è possibile…

Che i videogiochi siano ormai diventati l’ottava arte è accettato anche dagli ambienti più ostili all’innovazione, e persino in territori di provincia, lontani dal fervore delle grandi città, è possibile trovare gruppi di appassionati che non si limitano a giocarli, ma si impegnano per progettarli, produrli e distribuirli. La nostra redazione ha incontrato i fondatori di RedEvo Games, una giovane società produttrice di videogiochi di Sinalunga che ha di recente lanciato un videogioco chiamato Redemption CCG.

RedEvo Games è una “software house” indipendente, nata da un gruppo di amici che condividono la passione per i giochi, che amano definirsi artigiani: usano strumenti semplici per creare videogiochi apprezzabili e unici, in maniera libera e autonoma. La squadra è formata dal game designer e developer David Baldo, dalla graphic designer e social media manager Silvia Rencinai, dal software developer Alessio Gennari e dal graphic designer e illustratore Andrea Picciafuochi (che forse già conoscete per il Mercante in Chiana).

Il team di RedEvo Games

Come vi sentite a sviluppare videogiochi a Sinalunga? Il territorio è ricettivo alle vostre idee oppure avete trovato delle difficoltà?

“Questa non è proprio una terra fertile per i videogiochi, la provincia può creare dei problemi, ma anche noi viviamo tutti in provincia. Se vivi a Firenze o a Roma magari puoi appoggiarti a degli altri gruppi di giocatori, avere maggiore confronto… comunque, non ci arrendiamo.”

Il vostro gioco di punta è “Redemption”, un videogioco di carte collezionabili che può essere scaricato gratuitamente dall’Android Store. Potete parlarcene meglio?

“Il gioco è ancora in versione beta, ma ci stiamo lavorando ormai da tre anni. È un CCG, ovvero un gioco di carte collezionabili, che può essere giocato gratuitamente. Abbiamo però utilizzato un’ambientazione originale, figlia di precedenti esperienze di nostri soci avute con la gestione di altri tipi di giochi. Le meccaniche di gioco sono ispirate parzialmente a Magic The Gathering, con molta attenzione all’aspetto strategico. Redemption vuole essere un gioco adatto a tutti, in cui una partita dura circa otto minuti, ideale da giocare mentre si è in fila, sui mezzi pubblici o in pausa dalle attività quotidiane.”

Parlateci di più dell’ambientazione: qual è il mondo di gioco di Redemtpion?

“L’ambientazione è post-apocalittica, originale e completa, l’interfaccia di gioco con dei monitor a fosfori verde di gusto retrò ricorda la saga di Fallout, uno dei nostri giochi preferiti. Il pianeta è la Terra, ma non si sa che cosa abbia causato l’apocalisse; il pianeta è bloccato sul suo asse e mostra sempre la stessa faccia al sole, così si sono sviluppate nuove razze, società e culture nella fascia equatoriale, che è l’unico lembo vivibile. Gli Umani sono sempre la razza predominante da cui tutte le altre discendono, ma a loro si sono affiancati altre razze che hanno imparato a manipolare e utilizzare le radiazioni che impregnano l’aria e il suolo, che racchiudono nella loro essenza elementi fantasy, steampunk e cyberpunk. Insomma, ce n’è per tutti i gusti!”

Tomonobu Itagaki di Ninja Gaiden prova Redemption a Roma

Ci sono già molti giocatori interessati?

“Da quando abbiamo lanciato il gioco nell’Android Store abbiamo ricevuto molto interesse. Abbiamo già raggiunto 5mila utenti, con circa 100 giocatori connessi ogni giorno. I più attivi al momento provengono da Italia, Stati Uniti e Canada. Sta crescendo il movimento e l’interesse nei confronti di Redemption, contiamo di espanderci ancora di più nel mercato estero non appena verremo inseriti nell’App Store della Apple.”

Come RedEvo Games avete partecipato a fiere di settore per promuovere i vostri giochi?

“Sì, negli ultimi mesi abbiamo partecipato a molte fiere, a Modena, Milano e Bologna. Lo scorso anno ci siamo presentati come indipendenti al Lucca Comics & Games, mentre siamo tornati proprio da pochi giorni dalla GameRome 2018, in cerca di nuovi finanziatori e publisher. Stiamo lavorando alla presentazione e al lancio ufficiale di Redemption, ma è già possibile provarlo sul proprio dispositivo mobile attraverso il Play Store di Android cercando Redemption CCG.”

State lavorando anche ad altri progetti?

“Sì, anche se Redemption è il nostro progetto principale. Nei momenti liberi lavoriamo anche ad altro: un gioco tower defense e un’avventura grafica in due dimensioni, sempre sullo stile dei giochi anni ’90, ma per il momento non possiamo dire altro!”

Non ci resta che fare un grande in bocca al lupo a questa giovane software house indipendente, che da Sinalunga sta lanciando i suoi giochi nel mercato internazionale. Se siete curiosi potete contattarli nel sito ufficiale di RedEvo Games, oppure provare Redemption CCG scaricandolo gratuitamente dall’Android Store.

Nessun commento su RedEvo Games: una software house indipendente di Sinalunga

Città della Pieve: Il Duca Ascanio, una star da video touch

A Palazzo della Corgna, totem interattivi e postazioni multimediali, audioguide e ricostruzioni virtuali consentiranno l’affascinante incontro ravvicinato con la “vita spericolata” di uno dei personaggi più interessanti della storia della…

A Palazzo della Corgna, totem interattivi e postazioni multimediali, audioguide e ricostruzioni virtuali consentiranno l’affascinante incontro ravvicinato con la “vita spericolata” di uno dei personaggi più interessanti della storia della Città: il Duca Ascanio della Corgna, condottiero e maestro d’armi, governatore perpetuo di Castel della Pieve a metà del XVI secolo. Il Bando riguardante il Progetto “Arte e comunicazione” è stato appena pubblicato attraverso la piattaforma MePA, mercato digitale per la Pubblica Amministrazione. Dei 70mila euro complessivi, i finanziamenti del percorso interattivo provengono per 50mila euro da fondi europei (Fondo europeo di sviluppo regionale “Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio ambientale e culturale”) e per 20mila euro da fondi propri del Comune.

L’Amministrazione comunale prosegue dunque sulla strada dell’attivazione di forme nuove e tecnologicamente avanzate per la presentazione e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale cittadino. Come per la Rocca medievale, dove sono già iniziati i lavori per la realizzazione di spazi interattivi di informazione, anche la sontuosa residenza cinquecentesca del Duca Ascanio diventa protagonista di un intervento finalizzato alla realizzazione di un percorso multimediale che propone in una ricostruzione virtuale la vita del monumento, le vicende storiche e umane che lo hanno animato, l’arte che lo impreziosisce e ne fa una delle tappe più significative del circuito museale cittadino.

“Le finalità del progetto – sottolinea il Sindaco Riccardo Manganello – sono la promozione della conoscenza e la godibilità diffusa del nostro patrimonio culturale, attraverso una fruizione coinvolgente e pensata non solo per gli adulti ma anche per i bambini, con postazioni interattive dedicate, linguaggio e immagini appropriati: la consapevolezza e il gusto della storia e dell’arte non vengono da sole, ma hanno bisogno di investimenti per l’educazione a questi valori”.

Oltre a “partecipare” alle gesta del Duca Ascanio, condottiero tra i più stimati del suo tempo per doti militari e perizia strategica (partecipò anche alla Battaglia di Lepanto come Maestro di Campo delle armate papali), a Palazzo della Corgna visitatori grandi e piccoli faranno conoscenza con l’architetto perugino Galeazzo Alessi (amico e mentore di Ascanio, che aveva anche doti di architetto), e con gli affreschi di Salvio Savini e di Niccolò Circignani che ornano le bellissime sale del palazzo ducale.

Nessun commento su Città della Pieve: Il Duca Ascanio, una star da video touch

Assassin’s Creed 4: Black Flag

Questa settimana torniamo a parlare di video-game e lo facciamo con uno dei titoli più attesi della saga più seguita degli ultimi anni: Assassin’s Creed 4: Black Flag. Siamo arrivati dunque…

Questa settimana torniamo a parlare di video-game e lo facciamo con uno dei titoli più attesi della saga più seguita degli ultimi anni: Assassin’s Creed 4: Black Flag. Siamo arrivati dunque al sesto capitolo della fortunata serie dedicata al mondo degli Assassini ed alla loro lotta contro i Templari, che nel corso degli anni ci ha fatto conoscere protagonisti carismatici e connessi tra di loro da un unico filo logico.

Ci troviamo quindi in questa nuova avventura a prendere le parti di Edward Kenway, padre di Haytham Kenway e nonno di Connor Davenport Kenway, protagonisti del precedente episodio, durante l’età d’oro della pirateria.

Anno 1715: i pirati dominano i Caraibi e qui hanno fondato una repubblica senza leggi dove regnano la corruzione, l’avidità e la crudeltà. Tra questi fuorilegge c’è anche un giovane e impavido capitano di nome Edward Kenway. Lottando per la gloria si è guadagnato il rispetto di leggende viventi del calibro di Barbanera, ma si è anche trovato coinvolto nella secolare lotta fra Assassini e Templari, una guerra che minaccia di distruggere tutto ciò che i pirati hanno costruito.

Saranno così presenti in questo capitolo, come già successo nei precedenti, personaggi realmente esistiti legati al contesto storico in cui si sviluppa l storia, e quindi troveremo pirati del calibro di BarbaneraCalico Jack Benjamin Hornigold. Sarà presente anche il noto corsaro e cacciatore di pirati Woodes Rogers, il quale ricoprì anche il ruolo di Governatore delle Bahamas. Come in ogni titolo della saga potremo inoltre controllare un personaggio esterno alle vicende storiche, facente parte di un presente alternativo. In questo episodio controlleremo un dipendente Abstergo, che non dovrà affrontare missioni d’azione, ma avrà il solo compito di  hackerare e interagire con le altre persone nella struttura con un unica visuale. Infatti nel presente potremo giocare solo in prima persona.

Fin qui per chi conoscesse la saga, sembra di non aggiungere nulla di nuovo a ciò che è stato visto finora negli anni di vita di Assassin’s Creed, ma Ubisoft ha cercato di rendere questo nuovo Black Flag un gioco più completo e ritmato rispetto ai precedenti episodi. Infatti sin dall’inizio, l’avventura non conosce tempi morti e non lascia letteralmente respirare, catapultando il giocatore nell’azione sin dai primissimi istanti di gioco, in cui potremo conoscere meglio Edward Kenway, il nuovo protagonista, inizialmente ignaro della secolare rivalità tra Templari ed Assassini. Questa lotta, in Assassin’s Creed 4, ci porterà alla ricerca dell’Osservatorio, un luogo dal quale controllare l’umanità, e rimodellerà in parte il carattere di Edward, avvicinandolo agli ideali dell’eroe moderno in maniera graduale e convincente, senza mai scadere nella banalità o nei facili moralismi, facendogli così abbandonare i primi tratti spavaldi di un indole che ricorda, per gli affezionati della serie, il personaggio di Ezio Auditore. Osserveremo inoltre l’evolversi dell’intreccio stesso, forte di una sceneggiatura equilibrata e sempre capace di stuzzicare le corde giuste, che coinvolgerà il giocatore evitando di appesantirlo emotivamente.

Il gameplay di Assassin’s Creed 4 è molto più avvincente di ciò che abbiamo visto finora, infatti oltre alla normali missioni affiancate da una lunga ed incessante esplorazione in free-roaming del mondo che circonda il protagonista, verranno riprese in maniera maggiore le missioni navali che hanno caratterizzato Assassin’s Creed III, rendendole veri e propri perni di un titolo che promette il sold-out.

Dai gameplay on-line possiamo notare come sulle console di nuova generazioni il titolo abbia una fluidità elevata ed un dettaglio grafico degno di nota, candidandosi come una delle scelte migliori per il lancio di PlayStation 4 e Xbox One.

Assassin’s Creed 4: Black Flag è stato pubblicato per PlayStation 3 e Xbox 360 il 29 ottobre 2013 in tutto il mondo. Mentre per Wii U e Microsoft Windows verrà rilasciato il 19 novembre 2013 in America del Nord e il 22 novembre 2013 in Europa. Su PlayStation 4 e Xbox One sarà pubblicato rispettivamente il 21 novembre e il 22 novembre 2013 in Europa, mentre in America del Nord il 15 novembre su PlayStation 4 e il 22 novembre su Xbox One.

Nessun commento su Assassin’s Creed 4: Black Flag

Type on the field below and hit Enter/Return to search