La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: televisione

I Medici: Master of Florence, una recensione critica

“Medici: Master of Florence” è la serie televisiva andata in onda su Rai Uno lo scorso ottobre: un period drama liberamente tratto dalle vicende della famiglia Medici, fondamentale per il…

“Medici: Master of Florence” è la serie televisiva andata in onda su Rai Uno lo scorso ottobre: un period drama liberamente tratto dalle vicende della famiglia Medici, fondamentale per il suo ruolo storico a Firenze, nella Toscana e in tutta Italia. Sulla dinastia dei Medici molto è stato detto, dal punto di vista della ricerca storica: mancava però un prodotto televisivo all’altezza della loro fama, rivolto a un pubblico generalista e capace di porsi con successo nel panorama internazionale. La scommessa è stata vinta? Solo in parte, a mio avviso.

Una produzione ambiziosa. “Medici: Master of Florence” è stata prodotta dall’italiana Lux Vide, in collaborazione con la Rai Fiction e le francesi Wild Bunch e Big Lights Productions, con un budget di circa 25 milioni di dollari. Il cast è di tutto rispetto: dal Premio Oscar Dustin Hoffman a una delle star di “Game of Thrones”, Richard Madden, passando per alcuni attori italiani come Alessandro Preziosi, Guido Caprino, Miriam Leone e Sarah Felberbaum. Le riprese si sono svolte dall’autunno 2015 alla primavera 2016, utilizzando una grande varietà di location: oltre all’imprescindibile Firenze, con il suo patrimonio storico e architettonico, molte scene sono state girate tra la Valdichiana e la Valdorcia, con la presenza costante di Montepulciano, Pienza, San Quirico d’Orcia e Bagno Vignoni.

La serie è stata creata da Frank Spotnitz e Nicholas Meyer, e diretta da Sergio Mimica-Gezzan. Anche per quanto riguarda la sigla, la produzione ha deciso di puntare in alto: il brano Renaissance, arrangiato da Paolo Buonvino e intepretato da Skin. Una grande campagna pubblicitaria ha accompagnato durante la scorsa estate gli spettatori fino alla prima serata, il 17 ottobre su Rai Uno, e in seguito per altre tre settimane, con una doppia puntata per ogni serata come da tradizione italiana. Grazie al grande sforzo produttivo, “Medici: Master of Florence” è disponibile anche in Ultra HD Rai 4k e può essere visualizzata on demand sulla piattaforma RaiPlay.

Le critiche e gli apprezzamenti. La prima stagione della serie televisiva si concentra sulla vita di Cosimo de’ Medici, interpretato da Richard Madden. Gli episodi si concentrano sulla sua ascesa alla signoria di Firenze e sul crescente potere acquisito dalla famiglia dei banchieri nel XV secolo. La storia è vissuta attraverso i flashback degli insegnamenti impartiti dal padre Giovanni, interpretato da Dustin Hoffman e assassinato all’inizio della serie, e dal rapporto conflittuale vissuto da Cosimo all’interno della famiglia (con il fratello Lorenzo, la moglie Contessina e il figlio Piero) e all’esterno (con le famiglie rivali degli Albizzi e dei Pazzi).

Gli otto episodi della prima stagione hanno portato degli ottimi ascolti: la prima serata ha infatti fatto registrare 7 milioni e 562 mila spettatori, con uno share del 29,9%. L’apprezzamento, tuttavia, non è stato unanime. Gli appassionati di storia hanno fatto notare tutte le inesattezze presenti nella trama, dall’assassinio di Giovanni a quelli di Rinaldo e Lorenzo, fino alla presenza di elementi architettonici fuori contesto per l’epoca in cui è ambientata la vicenda. Anche gli appassionati di serie televisive anglosassoni, a cui la produzione dei Medici ha dichiarato di ispirarsi, non hanno restituito critiche positive: il livello di scrittura, le scelte e il ritmo narrativo hanno fatto pensare al “Machiavelli” di Boris. Ma si tratta, comunque, di una tipologia di pubblico non abituata a seguire le produzioni Rai e la televisione generalista nostrana; per gli avvezzi alle tipiche produzioni della Lux Vide, da Don Matteo alle storie dei Papi, si tratta probabilmente di un buon successo, come dimostrano gli ascolti.

Il futuro dei Medici. Il successo della prima stagione è stato certificato dall’annuncio di una seconda, che sarà incentrata su Lorenzo il Magnifico. Buone notizie quindi per Montepulciano e per la Valdorcia, che molto probabilmente si troveranno a ospitare nuovamente i set televisivi: già lo scorso autunno sono state molte le comparse locali che hanno partecipato alle riprese e che hanno potuto rivedersi in prima serata nella rete ammiraglia. Un buon indotto e un ottimo ritorno di immagine per le cittadine coinvolte, al netto dei disagi per i residenti durante i giorni più convulsi della produzione; un ritorno che, a livello turistico, non potrà però competere con i fan dei vampiri di Twilight, che dopo sette anni continuano a visitare Montepulciano e Volterra.

Non è tutto oro quello che luccica: per i set televisivi coinvolti nel progetto si può parlare di successo, per via del ritorno economico, della reputazione e della pubblicità nazionale e internazionale veicolata da una serie tv ambiziosa e con un grande seguito di pubblico. Per quanto riguarda la produzione, invece, la situazione è più complessa. I Medici sono stati accompagnati da una grande attesa, perché si proponevano di allontanarsi dalle classiche produzioni televisive italiane per allinearsi agli standard di scrittura anglosassone, come già aveva fatto Gomorra. Difficile raggiungere questo obiettivo con la stessa casa di produzione di Don Matteo: e infatti il risultato, da questo punto di vista, non è stato centrato. Non basta ingaggiare Richard Madden per raggiungere la HBO, non bastano le licenze storiche (a mio avviso perdonabili, se necessarie alla trama) di Frank Spotniz e i rovesciamenti politici nella signoria fiorentina per raggiungere il livello di House of Cards; come già accaduto per The Man in the High Castle, la scrittura di Spotniz si rivela lenta e povera di ritmo, con degli incomprensibili tagli narrativi tra gli episodi e dei personaggi poco incisivi.

medici-dustin

Le mancanze narrative sono attenuate dalle splendide inquadrature: le meraviglie architettoniche proposte da Firenze, dalle cittadine della Valdichiana e dalle campagne della Valdorcia sono spesso date per scontate da chi ci abita, ma risultano di grande impatto per il pubblico internazionale. Tuttavia le premesse erano altre, ovvero la possibilità di competere con i colossi della produzione, dimostrando che anche l’Italia ha qualcosa da dire; il target della serie televisiva, invece, rimane indissolubilmente il pubblico generalista di Rai Uno, nonostante la presenza di Richard Madden sia una strizzata d’occhio ai millennials di casa nostra.

Attendiamo la seconda stagione per capire quale sarà il futuro dei Medici e delle produzioni televisive italiane. Lo sforzo della Lux Vide è stato notevole, ed è curioso notare le analogie tra la dinastia dei Bernabei e quella dei Medici, con la fondamentale partecipazione del Vaticano. Le ambizioni iniziali dei “Medici: Master of Florence” sono state ripagate solo in parte, ma gli sforzi produttivi devono essere apprezzati, perché il successo di Gomorra dimostra che un’altra televisione, anche in Italia, è possibile.

1 commento su I Medici: Master of Florence, una recensione critica

Libero Accesso – Speciale Forum sul Turismo

La puntata speciale della trasmissione Libero Accesso è andata in onda mercoledì 20 Aprile sull’emittente televisiva Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è incentrata interamente sulla Seconda edizione del Forum…

La puntata speciale della trasmissione Libero Accesso è andata in onda mercoledì 20 Aprile sull’emittente televisiva Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è incentrata interamente sulla Seconda edizione del Forum sul Turismo in Valdichiana che si è tenuto presso l’Istituto Alberghiero Artusi di Chianciano Terme.

La discussione moderata dalla giornalista Valentina Chiancianesi è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Francesco Landi, Sindaco di Sarteano e Presidente Unione dei Comuni Valdichiana Senese
  • Franco Rossi, Assessore del Comune di Montepulciano
  • Rossana Giulianelli, Assessore del Comune di Chianciano Terme
  • Daniele Barbetti, Presidente dell’Associazione Albergatori – Federalberghi Chianciano Terme
  • Nicolò Caciotti, Istituto di ricerca fiorentino ReteSviluppo

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata sono state utilizzati gli elaborati realizzati durante i tavoli di lavoro del Forum sul Turismo, che possono essere consultati a questo link: Tavoli di Lavoro

Ecco il video integrale della puntata:

 

 

Nessun commento su Libero Accesso – Speciale Forum sul Turismo

La Valdichiana e Tele Idea, forze unite per il territorio

Se c’è qualcosa che la storia ci ha insegnato, è che l’unico modo per costruire qualcosa e per superare le difficoltà è quello di unire le forze. La collaborazione è…

Se c’è qualcosa che la storia ci ha insegnato, è che l’unico modo per costruire qualcosa e per superare le difficoltà è quello di unire le forze.

La collaborazione è un meccanismo costruttivo, che permette alle persone di mettere in pratica idee comuni e di realizzare progetti che un individuo da solo non sarebbe in grado di portare a termine, e spesso nemmeno di cominciare.

Contrapposto alla collaborazione c’è l’atteggiamento distruttivo del tutti contro tutti e ciascuno per sé stesso: non è raro che, per danneggiare qualcun altro, le persone finiscano per danneggiare prima di tutto sé stesse, in una dimostrazione di miopia e mancanza di etica che purtroppo vediamo spesso in atto nella quotidianità.

Essendo costituite da persone che credono fortemente nel potere della collaborazione, Valdichiana Media e Tele Idea hanno recentemente stretto un accordo di reciproco supporto tra le due società: l’obiettivo è quello di unire l’esperienza e il valore umano di una rete televisiva storica come Tele Idea con la freschezza di idee e la competenza nei nuovi linguaggi comunicativi di una realtà giovanissima come quella di Valdichiana Media.

Alla base di questo accordo c’è la convinzione che una sinergia tra diverse realtà del campo dell’informazione, che rimangono comunque autonome tra loro, potrà non solo migliorare il servizio complessivo che queste offrono ai cittadini della Valdichiana e delle aree limitrofe, ma anche portare quell’innovazione e quella creatività che è fondamentale per poter marciare a testa alta nel mondo iperconnesso e rapidissimo in cui viviamo oggi.

Avete già visto Valdichiana Media e Tele Idea al lavoro assieme durante il programma Libero Accesso, andato in onda lo scorso inverno e ora integralmente disponibile sul canale YouTube de La Valdichiana. Con Libero Accesso avevamo provato a realizzare qualcosa di diverso, un programma di approfondimento politico che stimolasse discussioni e riflessioni sia negli ospiti che negli spettatori, che erano invitati a partecipare in diretta tramite i profili social delle due testate. La risposta del pubblico è stata ottima, così come l’esperienza degli addetti ai lavori.

Il nostro desiderio è quello di offrire contenuti stimolanti per ogni fascia d’età, valorizzanti per il territorio e per i suoi abitanti, sperimentali e multimediali. Perché considerare televisione e web due mondi separati, quando possono lavorare in sinergia tra loro e arricchirsi vicendevolmente?

Per fare questo, le redazioni della nostra testata La Valdichiana e quella di Tele Idea lavoreranno a stretto contatto, mettendo sul tavolo le rispettive eccellenze professionali per dare a tutti voi, che ci leggete e ci guardate, il massimo.

I risultati si vedranno presto e speriamo che anche voi vogliate unirvi a noi in quest’avventura giornalistica che stiamo intraprendendo, in cui vogliamo investire tutte le nostre forze e la nostra fantasia, trovando sempre il coraggio di provare a costruire qualcosa di nuovo ed emozionante.

Nessun commento su La Valdichiana e Tele Idea, forze unite per il territorio

Libero Accesso – 8° puntata: Innovazione

L’ottava puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 14 Aprile su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di innovazione: a partire dall’accesso alla banda larga fino alla…

L’ottava puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 14 Aprile su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di innovazione: a partire dall’accesso alla banda larga fino alla formazione giovanile, passando per le opportunità per le imprese, per lo sviluppo tecnologico e per l’occupazione giovanile, in ottica di superamento del divario digitale.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Michele Cortonicchi, assessore alle attività produttive del Comune di Torrita di Siena
  • Carlotta Lecami, responsabile lavoro dei Giovani Democratici senesi
  • Rodolfo Damigelli, consigliere comunale lista civica RiFare Torrita
  • Marisa La Stella, Partito Comunista della Valdichiana

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni e interviste telefoniche:

  • Vittorio Bugli, assessore della Regione Toscana
  • Michele Manelli, azienda agricola Salcheto
  • Alessio Bucciarelli, responsabile sviluppo locale Apea
  • Chiara Criscuoli, responsabile ufficio GiovaniSì
  • Claudio Del Re, direttore Terre Regionali Toscane
  • Claudio Franci Antonio Parlapiano, Cefoart Siena

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sull’ottava puntata

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata è stata realizzata un’infografica sulla situazione della banda larga in Toscana e in Valdichiana, per mettere in luce le opportunità di innovazione delle imprese per le tecnologie digitali e il superamento del divario esistente tra chi ha accesso alle tecnologie dell’informazione e chi ne è invece escluso: INTERNET E BANDA LARGA

Questi alcuni link relativi ai servizi esterni realizzati e ai partecipanti alla discussione in studio:

Nessun commento su Libero Accesso – 8° puntata: Innovazione

Libero Accesso – 7° puntata: Scuola

La settima puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 7 Aprile su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di scuola: approfondimenti sulla riforma “La Buona…

La settima puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 7 Aprile su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di scuola: approfondimenti sulla riforma “La Buona Scuola” del Governo Renzi, sulla situazione dei dirigenti scolastici e sulle criticità vissute dal settore dell’istruzione a livello nazionale e territoriale.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Patrizia Aloisi, rappresentante MIDA (Movimento Insegnanti Da Abilitare)
  • Laura Mannucci, assessore all’istruzione del Comune di Sinalunga
  • Pamela Fatighenti, segretario PD Chiusi
  • Piero Cappelli, Partito Comunista della Valdichiana

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni e contributi in diretta:

  • Francesco Giusti, vicesegretario nazionale Lega Nord Toscana
  • Salvatrice Delaimo, dirigente Istituto Virgilio Montepulciano
  • Alfonso Noto, dirigente Circolo Didattico Cortona
  • Marco Mosconi, dirigente Licei Poliziani
  • Stefano Scaramelli, sindaco del Comune di Chiusi

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla settima puntata

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata sono state utilizzate le slide preparate dal Governo Renzi per illustrare la riforma dal nome “La Buona Scuola” al Consiglio dei Ministri dello scorso 3 Marzo: LA BUONA SCUOLA

Nel file seguente potete invece trovare un lungo approfondimento della consultazione che ha portato alla riforma e alcuni dei provvedimenti in dettaglio: LA BUONA SCUOLA – APPROFONDIMENTO

Questo invece il comunicato inviato dal Movimento 5 Stelle della Valdichiana relativo alla riforma del Governo Renzi: COMUNICATO M5S

Di seguito le slide di presentazione della riforma presentate lo scorso 12 Marzo con i punti principali trattati nel corso della discussione:

Ecco la puntata integrale:

Nessun commento su Libero Accesso – 7° puntata: Scuola

Libero Accesso – 6° puntata: Turismo

La sesta puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 31 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di turismo: approfondimenti sulla promozione turistica della Valdichiana senese…

La sesta puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 31 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di turismo: approfondimenti sulla promozione turistica della Valdichiana senese e della possibilità di fare rete con la Valdichiana aretina, sulle opportunità di sviluppo dopo la chiusura delle province e sulle difficoltà delle imprese turistiche.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Francesco Landi, sindaco del Comune di Sarteano
  • Albano Ricci, assessore al turismo del Comune di Cortona
  • Davide Meniconi, consigliere comunale di Chianciano Terme
  • Laura Lodone, responsabile turismo Confcommercio Arezzo
  • Daniele Barbetti, presidente Federalberghi Chianciano Terme

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni e contributi in diretta:

  • Fabrizio Nepi, Presidente della Provincia di Siena
  • Mauro Della Lena, direttore generale Terme di Chianciano Spa
  • Riccardo Agnoletti, sindaco del Comune di Sinalunga
  • Luca Bertolini, responsabile marketing Emma Villas
  • Bruna Caira, coordinatrice della Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei sapori della Valdichiana senese

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla sesta puntata

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata sono state realizzate delle infografiche relative alla situazione del turismo in Valdichiana senese, prendendo in esame arrivi e presenze di turisti italiani e stranieri nel periodo 2010-2014, in relazione alla presenza media nel territorio e nella provincia di Siena: LA RISORSA TURISMO IN VALDICHIANA

La puntata ha fatto seguito al Primo Forum sul Turismo in Valdichiana senese che si è tenuto venerdì 27 marzo a Chianciano Terme, in cui sono state messe a confronto le proposte e le richieste delle imprese turistiche, delle associazioni di categoria e delle istituzioni locali, in modo da condividere la strategie più efficaci per la promozione turistica: FORUM SUL TURISMO NELLA VALDICHIANA SENESE

Di seguito la puntata integrale:

Nessun commento su Libero Accesso – 6° puntata: Turismo

Libero Accesso – 5° puntata: Sanità

La quinta puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 24 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di sanità: approfondimenti sulla situazione degli ospedali del territorio e…

La quinta puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 24 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di sanità: approfondimenti sulla situazione degli ospedali del territorio e delle liste d’attesa, sulla riforma del servizio sanitario regionale, sulle Società della Salute e sulle Case della Salute.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Andrea Rossi, Presidente Società della Salute Valdichiana
  • Fabrizio Tondi, Presidente Conferenza dei Sindaci Amiata-Valdorcia
  • Andrea Quartini, Movimento 5 Stelle
  • Mauro Paolucci, Partito Comunista della Valdichiana
  • Giorgio Masina, Lista Civica Insieme per Montepulciano

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni:

  • Luisella Brivio, CGIL Valdichiana
  • Roberto Pulcinelli, ingegnere Società della Salute Valdichiana
  • Roberto Falomi, medico USL7 Valdichiana
  • Lucilla Romani, responsabile USL7 Amiata-Valdorcia

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla quinta puntata

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata sono state realizzate delle infografiche relative alla riforma delle ASL avviata dalla Regione Toscana per la creazione di tre aree vaste e alla classifica sulla sanità italiana che vede il servizio sanitario toscano in prima posizione: LA SANITA’ TOSCANA TRA RIFORME E CLASSIFICHE

Per i dati relativi alle liste d’attesa, sono disponibili le informazioni aggiornate a Marzo 2015 direttamente dal sito web della USL7: LISTE D’ATTESA

Ecco la puntata integrale:

Nessun commento su Libero Accesso – 5° puntata: Sanità

Libero Accesso – 4° puntata: Paesaggio

La quarta puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 17 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di paesaggio: approfondimenti sulla situazione ambientale e agricola…

La quarta puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 17 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di paesaggio: approfondimenti sulla situazione ambientale e agricola in Valdichiana e in Toscana, sul piano del paesaggio in discussione in Consiglio Regionale, sul dissesto idrogeologico e l’operato dei Consorzi di Bonifica.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Giacomo Giannarelli, candidato M5S alla carica di Portavoce Presidente della Regione Toscana
  • Juri Bettollini, Direzione provinciale PD, assessore del Comune di Chiusi
  • Luca Marcucci, Presidente CIA Provincia di Siena
  • Francesco Sossi,  Direttore provinciale Coldiretti (assente per motivi di salute)

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni:

  • Lorenzo Rosso, portavoce senese Fratelli d’Italia
  • Paolo Tamburini, presidente Consorzio Bonifica Alto Valdarno
  • Mario Mori, presidente Consorzio Bonifica Valdichiana romana e Valdipaglia
  • Anna Rita Bramerini, assessore Regione Toscana alla tutela dell’ambiente ed energia
  • Riccardo Agnoletti, Sindaco del Comune di Sinalunga
  • Stefano Biagiotti, presidente della società Qualità e Sviluppo Rurale
  • Alessandro Ferrari, architetto della Protezione Civile di Siena

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla quarta puntata

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata è stata realizzata una timeline che percorre la storia degli ultimi mesi del Piano del Paesaggio e la controversa discussione sul PIT in Consiglio Regionale, con particolare riferimento alle problematiche di agricoltori e viticoltori della Valdichiana senese: PIT – LUCI E OMBRE

Per i dati relativi al dissesto idrogeologico e il materiale utilizzato durante la trasmissione si ringrazia anche la Protezione Civile di Siena, che ci ha anche inviato le seguenti fotografie relative all’evento alluvionale dell’Ottobre 2013, che ha gravemente colpito strade e attraversamenti di competenza della Provincia di Siena:

Ecco il video integrale della puntata:

Nessun commento su Libero Accesso – 4° puntata: Paesaggio

Libero Accesso – 3° puntata: Immigrazione

La Terza puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 10 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di immigrazione: approfondimenti sulla situazione dei flussi…

La Terza puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 10 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di immigrazione: approfondimenti sulla situazione dei flussi migratori in Valdichiana, sulle problematiche relative ai profughi e all’integrazione, sui nuovi poveri creati dalla crisi economica.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Roberto Fé, presidente Misericordia di Chiusi
  • Mattia Savelli, dirigente provinciale FdI e AN, militante Casaggì Valdichiana
  • Francesco Giusti, vicesegretario Lega Nord Toscana
  • Alessio Banini, antropologo e dirigente provinciale PD
  • Roberto Renai, presidente associazione OLTRE

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni:

  • Chiara Cinughi, medico igiene pubblica del dipartimento prevenzione Usl7 di Siena
  • Andrea Marchetti, sindaco del Comune di Chianciano Terme
  • Mons. Stefano Manetti, Vescovo della Diocesi di Montepulciano-Chiusi-Pienza
  • Dott. Abdel Qader Mohamad, Imam della Moschea di Colle Val d’elsa
  • Don Pietro, Caritas Parrocchiale di Acquaviva

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla terza puntata

Per la copertina che ha introdotto l’argomento della serata sono stati raccolti i dati statistici relativi ai flussi migratori in Valdichiana Senese, attraverso i quali è stato possibile realizzare delle infografiche con il numero e la percentuale di popolazione straniera suddivisa per i nove comuni della Valdichiana senese: IMMIGRAZIONE IN VALDICHIANA SENESE

I dati sono stati raccolti da Giorgio Visintini e hanno permesso di tracciare un quadro relativo ai paesi di provenienza degli immigrati presenti in Valdichiana Senese, riassunti in questo contributo: INFOGRAFICA SU IMMIGRAZIONE

Infine i seguenti contributi realizzati da Maria Chiara Biagi relativi ai flussi migratori dall’Africa Occidentale verso l’Italia e la Valdichiana, con le previsioni per il 2020: INFOGRAFICHE SU AFRICA

Nessun commento su Libero Accesso – 3° puntata: Immigrazione

Libero Accesso – 2° puntata: Lavoro

La seconda puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 3 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di lavoro: approfondimenti sulla situazione delle aziende in…

La seconda puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 3 Marzo su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di lavoro: approfondimenti sulla situazione delle aziende in crisi, sul tasso di disoccupazione nel territorio e sulle riforme del Jobs Act.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Armando Bennati,direttore Confesercenti area Valdichiana
  • Niccolò Guicciardini, segretario provinciale Partito Democratico
  • Roberto Caroti, dirigente provinciale Forza Italia
  • Luisella Brivio, responsabile Valdichiana CGIL

Inoltre hanno contributo alla discussione con servizi esterni:

  • Daniele Barbetti, presidente Federalberghi Chianciano Terme
  • Marco Ciarini, presidente Patto Territoriale VATO
  • Gli operai in sciopero dell’azienda TSW a Chiusi
  • Gli ex-dipendenti dell’azienda RDB di Montepulciano

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla seconda puntata

Le infografiche realizzate per introdurre l’argomento della serata, con i dati relativi alle crisi aziendali, agli avviamenti dei centri per l’impiego e al tasso di disoccupazione in provincia di Siena e in Valdichiana, possono essere consultate a questo link: INFOGRAFICHE SUL LAVORO

I dati sono stati selezionati grazie al supporto dei responsabili provinciali del settore lavoro e dei Centri per l’Impiego del territorio. I dati più approfonditi, con tabelle e aggiornamenti fino al primo semestre del 2014, possono essere consultati direttamente nel sito web della Provincia di Siena, nello specifico nelle sezioni riguardanti gli ammortizzatori sociali e i centri per l’impiego: RAPPORTI STATISTICI SUL MERCATO DEL LAVORO

Questo il documento presentato da CGIL Valdichiana per istituire un tavolo strutturale assieme alle istituzioni del territorio: cgil valdichiana

Di seguito invece potete trovare il documento riassuntivo sulla riforma del mercato del lavoro realizzata con il Jobs Act, consultabile dal sito governativo “Passo dopo Passo”PassoDopoPasso Jobs Act

Ecco il video integrale della puntata:

Nessun commento su Libero Accesso – 2° puntata: Lavoro

Libero Accesso – 1° puntata: Trasporti

La prima puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 24 Febbraio su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di trasporti pubblici: approfondimenti sulla situazione…

La prima puntata di Libero Accesso è andata in onda martedì 24 Febbraio su Tele Idea (canali 86-625-699 del digitale terrestre) e si è occupata di trasporti pubblici: approfondimenti sulla situazione dei pendolari, sulla viabilità locale e sulla stazione dell’Alta Velocità Media Etruria.

La discussione è stata affrontata in studio con i seguenti ospiti:

  • Andrea Marchetti, sindaco del Comune di Chianciano Terme
  • Stefano Scaramelli, sindaco del Comune di Chiusi
  • Mauro Bianchi, consigliere comunale gruppo M5S di Montepulciano
  • Simone Nasorri, comitato pendolari Chiusi-Roma

In collegamento telefonico hanno inoltre partecipato:

  • Vincenzo Ceccarelli, assessore alle infrastrutture della Regione Toscana
  • Marina Staccioli, consigliere gruppo FdI della Regione Toscana
  • Fabrizio Nepi, presidente della Provincia di Siena
  • Gianluca Scarpellini, direttore regionale toscano di Trenitalia

Libero Accesso è una trasmissione aperta al contributo di tutti, che continua nel suo approfondimento giornalistico sui tremi trattati in studio anche nel magazine online “La Valdichiana”. Come un wi-fi libero, tutti possono connettersi e inviare i loro contributi, che possono essere letti e commentati in diretta, oppure partecipare alla conversazione online. Nel corso della trasmissione è infatti possibile interagire attraverso l’indirizzo mail liberoaccesso@teleidea.it, la pagina facebook e l’hashtag su twitter #LiberoAccesso.

Documentazione sulla prima puntata

Una breve rassegna delle vicende riguardanti la stazione dell’Alta Velocità Media Etruria, che potrebbe servire in futuro tutto il territorio della Valdichiana senese, attraverso una linea temporale corredata da foto e dichiarazioni: Media Etruria, la stazione dei desideri

Ecco il video della puntata integrale:

Nessun commento su Libero Accesso – 1° puntata: Trasporti

How I Met Your Mother – Come rovinare nove stagioni con un solo episodio

È possibile fare ben 9 buone stagioni di una serie e riuscire a rovinare tutto con l’episodio finale? A quanto pare sì. Il 31 di Marzo è andato in onda…

È possibile fare ben 9 buone stagioni di una serie e riuscire a rovinare tutto con l’episodio finale? A quanto pare sì.

Il 31 di Marzo è andato in onda l’ultimo episodio di How I Met Your Mother (HIMYM) una delle poche delle serie comedy a cui, per varie ragioni, ero affezionato particolarmente. Il pilota (primo episodio) della serie era andato in onda il 19 settembre 2005, quasi nove anni fa, e già dai primi venti minuti si capiva che la riuscita della storia, e dell’intera serie, dipendeva soprattutto da un buon finale. Purtroppo il finale è stato molto deludente.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=19h022P3sCk[/youtube]

.

La serie, in onda su CBS (nel nostro paese su Italia1 con il titolo “E alla fine arriva mamma!”), creata dalle menti di Craig Thomas e Carter Bays, aveva dimostrato di avere buone carte nel proprio mazzo: l’eredità lasciata da Friends, episodi ben scritti, personaggi a cui è stato facile affezionarsi, una struttura narrativa particolare per una sitcom, ma ben curata e “last but not least” Neil Patrick Harris. Cosa molto difficile nello spietato mondo delle serie tv, soprattutto se sitcom, è che HIMYM è riuscita a mantenere una media di telespettatori (9 milioni e mezzo) pressoché constante durante tutto l’arco delle nove stagioni.

« A love story in reverse. »

Da questa frase e dal titolo si può facilmente intuire di cosa la serie parlasse. Il protagonista principale Ted Mosby (Josh Radnor), nel 2030 si trova di fronte ai suoi due figli a parlare degli eventi che lo hanno portato a conoscere la loro madre, e lo fa partendo da molto lontano. Nel 2005 Ted ha iniziato da poco la carriera di architetto, vive in un’appartamento a Manhattan condiviso con il suo migliore amico Marshall Eriksen (Jason Segel) studente in legge, e la fidanzata di quest’ultimo Lily Aldrin (Alyson Hannigan) insegnante in una scuola primaria. I tre, che sono amici dai tempi del college, sono soliti ritrovarsi al pub sotto casa il MacLaren’s, con Barney Stinson (Neil Patrick Harris), sempre pronto al divertimento, ossessionato dallo stile e dalle giovani ragazze. La storia inizia quando un nuovo personaggio entra a far parte del gruppo, Robin Scherbatsky (Cobie Smulders) giovane reporter trasferitasi a New York di cui Ted si innamora subito. L’intera trama è tracciata dalla continua  e disperata ricerca da parte del sensibile ed insicuro, Ted, dell’anima gemella, inciampando sempre in continue delusioni e cocenti sconfitte amorose.

HIMYM all’inizio sembrava che trafugasse dal cadavere ancora caldo di Friends (passatemi il paragone) i gioielli preziosi della fortunata serie, che si è conclusa nel 2004: pochi personaggi, ma fissi, storia d’amore burrascosa sempre presente, due luoghi d’incontro fissi, appartamento e pub, che in friends era un caffé. Invece, al di là di molte aspettative, ha finito per essere qualcosa di più grande. Le frasi celebri e i refrain rimangono impressi nella mente già nei primi episodi: legen-dario, il Canada, il bro code, Let’s go to the mall, ecc…

Ma allora come mai gli autori sono riusciti a rovinare tutto nel finale? Più volte era stato detto che il finale sarebbe stato a sorpresa, ma non così.

[spoiler title=”Il finale”]

Il fatto di parlare, nell’ultima stagione, soltanto dell’weekend del matrimonio tra Barney e Robin, mi era sembrata una buona idea. In questa maniera si aumentava l’hype, aspettando il momento in cui Ted avrebbe finalmente, dopo nove stagioni, conosciuto Tracy McConnell (Cristin Milioti), la ragazza con l’ombrello giallo, la madre dei suoi figli, la sua anima gemella. Ma allora di chi è stata l’idea di stravolgere tutto, e di far concludere stupidamente la serie con salti temporali rintronanti, con la madre morta, Ted (ancora una volta) triste e solo, con i figli che lo spingono tra le braccia di Robin, anch’essa sola dopo che sia lei che Barney non erano stati in grado di reggere la vita matrimoniale? Un finale surreale, curato male, raffazzonato, molto lontano dal concetto di happy ending, o da finale con i fazzoletti in mano che molte altre serie ci hanno dato. Mi sono sentito moralmente truffato.

[/spoiler]

Il finale non mi ha lasciato un briciolo di malinconia, come degnamente si deve per ogni serie a cui si è affezionati che finisce. Come molti, a giudicare da vari articoli e vari commenti sui social network, mi sento indignato, amareggiato. Non si offende così un telespettatore, una fedeltà a How I Met Your Mother durata molti anni. Che nessuno mi venga più a parlare di come sia finito male Lost, perchè non ha idea di cosa sia un brutto finale. Forse un solo episodio ha rovinato nove stagioni di una bella serie. Una parola: vergogna!

Nessun commento su How I Met Your Mother – Come rovinare nove stagioni con un solo episodio

Type on the field below and hit Enter/Return to search