La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: rossi

Tribunale di Montepulciano: tutti gli aggiornamenti

Proseguono le azioni delle amministrazioni locali, dei referenti politici e dell’Ordine degli Avvocati in difesa del Tribunale di Montepulciano. Proprio dall’Ordine degli Avvocati poliziani e dal Comune di Montepulciano, lo…

Proseguono le azioni delle amministrazioni locali, dei referenti politici e dell’Ordine degli Avvocati in difesa del Tribunale di Montepulciano. Proprio dall’Ordine degli Avvocati poliziani e dal Comune di Montepulciano, lo scorso 23 giugno, era stato presentato un ricorso urgente al TAR contro la decisione del Presidente del Tribunale di Siena di disporre la chiusura anticipata del Tribunale di Montepulciano, come vi avevamo già raccontato sul nostro giornale.

Il ricorso al TAR, tuttavia, è stato respinto ed è stata confermata la revoca della deroga che avrebbe consentito al tribunale poliziano di continuare a svolgere, almeno in parte, le funzioni giudiziarie fino al 2015. Quella della TAR è stata quindi una decisione che ha sancito la legittimità del Presidente del Tribunale di Siena e della sua scelta organizzativa di non avvalersi più ulteriormente dei locali di Montepulciano; inoltre, non è stata condivisa la preoccupazione degli avvocati poliziani sulla precarietà strutturale del palazzo di giustizia di Siena, pur riconoscendone diverse criticità.

Nonostante questa sconfitta, rimane aperta la speranza di mantenere un presidio di legalità a Montepulciano per tutti i cittadini della Valdichiana. In questo senso, proseguono le azioni congiunte di amministratori e referenti politici per fare sistema e portare il problema alla diretta attenzione del governo Renzi. Lo scorso 31 luglio è stato Stefano Scaramelli, sindaco di Chiusi e membro della direzione nazionale del PD, a presentare al sottosegretario Del Rio la proposta di riforma del tribunale di Montepulciano, come annunciato attraverso la pagina facebook:

“Adesso a Roma, in vista della direzione nazionale del Pd di oggi pomeriggio, insieme a Massimiliano Barbanera, Presidente Ordine degli Avvocati di Montepulciano per valutare insieme al governo l’ipotesi di trasformare l’ormai ex tribunale di Montepulciano in un presidio di legalità! #proviamoci!”

Oltre all’azione congiunta del sindaco Scaramelli e del presidente dell’Ordine degli Avvocati, Massimiliano Barbanera, anche il gruppo dirigente del Partito Democratico senese ha portato la proposta all’attenzione del Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. A darne l’annuncio, sempre attraverso facebook, è stato proprio il giovane poliziano Andrea Biagianti:

“Ieri durante la direzione nazionale PD Stefano Scaramelli e Massimiliano Barbanera hanno ribadito al Premier Matteo Renzi ed al sottosegretario alla presidenza del consiglio dei Ministri Graziano del Rio la necessità di trasformare l’ormai ex tribunale di Montepulciano in un presidio di legalità. Oggi insieme a Niccolò Guicciardini, Juri Bettollini, Simone Bezzini, Donato Montibello, Rosanna Pugnalini e Marco Spinelli abbiamo avuto un lungo incontro con il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, sulle principali priorità per la Provincia di Siena. In merito al Tribunale di Montepulciano, il presidente Rossi ha ribadito la sua interlocuzione con il Ministero della Giustizia per il mantenimento di un presidio di legalità ed ha garantito un approfondimento sulla possibilità di stipulare un protocollo d’intesa tra Ministero e Regione per assicurare la permanenza sul territorio di alcuni servizi legati alla giustizia. Ecco l’impegno reale del PD Siena sulla vicenda del Tribunale di Montepulciano.”

Rimane quindi incerto il futuro del Tribunale di Montepulciano. Nonostante la conferma della chiusura anticipata, continua la battaglia per mantenere un presidio di legalità nel territorio. L’impressione, comunque, è che un risultato del genere sia possibile soltanto attraverso un’azione congiunta e sistematica di amministratori, avvocati e referenti politici, muovendosi a sistema per raggiungere un risultato positivo per i cittadini del territorio della Valdichiana senese.

Nessun commento su Tribunale di Montepulciano: tutti gli aggiornamenti

Bezzini e Rossi: “L’acqua del Montedoglio, esempio di efficenza della pubblica amministrazione”

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’evento di campagna elettorale del Candidato Sindaco al comune di Montepulciano per il centro sinistra  Andrea Rossi:  “L’acqua del Montedoglio,un’opportunità di sviluppo per la Valdichiana…

Riceviamo e pubblichiamo una nota dell’evento di campagna elettorale del Candidato Sindaco al comune di Montepulciano per il centro sinistra  Andrea Rossi:  “L’acqua del Montedoglio,un’opportunità di sviluppo per la Valdichiana Simone Bezzini ed Andrea Rossi a Montepulciano Stazione”

Questo il tema trattato al centro civico di Montepulciano Stazione per la campagna elettorale del Centrosinistra per Montepulciano. Ospite di turno il Presidente della Provincia di Siena Simone Bezzini che ha aperto il suo intervento con un sincero apprezzamento sull’operato dell’amministrazione-Rossi in questi cinque anni di mandato.

“Ci tenevo a dirlo, e non per strumentali ragioni di propaganda politica, ma questa è stata un’Amministrazione estremamente competente e propositiva, elementi che vanno sottolineati e apprezzati”. L’agricoltura è senz’altro uno dei settori trainanti dell’economia della provincia di Siena, un territorio che esprime eccellenze e fonda il suo successo, come sottolinea lo stesso Bezzini, “sul binomio qualità prodotto – territorio e bravura imprenditoriale”. A Montepulciano, la valorizzazione e il rilancio della stagnante economia agricola di valle, dipenderà senza dubbio dall’arrivo dell’acqua dalla diga di Montedoglio.

L’acqua del Tevere rappresenta una opportunità reale ormai a portata di mano. Una storia che parte da lontano, – spiega Bezzini – negli ‘70 nacquero diverse ipotesi progettuali rimaste poi al palo per colpa di una burocrazia incapace di mettere le gambe al progetto stesso. finalmente nel 2011 la regione Toscana da via al progetto per la parte di rete irrigua e potabile che interessa la nostra provincia. Riguarderà circa 900 ettari di terreni irrigabili e l’approvvigionamento idropotabile dei comuni di Montepulciano, Sinalunga, Torrita e Chiusi, fornendo 50/80 litri al secondo di ottima acqua”. Il costo finanziario dell’opera sfiora i 10 milioni di Euro solo per la realizzazione del primo lotto che riguarda appunto il comune di Montepulciano.

“Un lavoro di squadra condiviso – ha sottolineato Bezzini – che ha coinvolto la regione Toscana, la Provincia di Siena, il Comune di Montepulciano, l’Autorità idrica integrata e il gestore Nuove Acque. Enti pubblici che hanno lavorato bene con prontezza e rapidità, un esempio di efficienza della pubblica amministrazione”.
L’arrivo dell’acqua dalla Val Tiberina apporterà benefici in Valdichiana anche sotto l’aspetto ambientale. “Non a caso – ricorda Bezzini – la rete irrigua toccherà uno dei territori della nostra provincia più fragili sotto l’aspetto della biodiversità: la riserva naturale del Lago di Montepulciano, dove negli anni della siccità abbiamo rischiato più volte un danno ambientale e dovuto tenere a freno le legittime richieste degli agricoltori che ci chiedevano di attingere acqua dal lago per le loro colture. Dal prossimo anno, con la rete irrigua a regime, ridurremo drasticamente i gravosi attingimenti dalle acque del chiaro”.

Ha chiuso la serata l’intervento del Sindaco Andrea Rossi che sul tema della serata ha condiviso le parole di Bezzini sull’ottimo lavoro di squadra tra le due amministrazioni. Citando il programma politico ha ricordato poi che “risolvendo gli annosi problemi cronici di mancanza di acqua per uso agricolo, l’arrivo dell’acqua dal Tevere rappresenterà un incentivo per tutti quegli agricoltori che vorranno modificare la loro vocazione aziendale puntando per la prima volta su colture più redditizie come quelle ortofrutticole. Per quanto ci riguarda, come amministrazione, sosterremo la nascita di una rete di imprese per affrontare il mercato ed iniziare anche un percorso teso a favorire, soprattutto nei terreni agricoli prospicenti la riserva naturale del Lago di Montepulciano, il passaggio dall’agricoltura tradizionale a quella biologica”.

Commenti disabilitati su Bezzini e Rossi: “L’acqua del Montedoglio, esempio di efficenza della pubblica amministrazione”

Montepulciano, pubblicato il bando per l’ammissione agli asili nido

Domande anticipate per l’Asilo Nido e sgravi per le famiglie. Il bando per l’ammissione al servizio di Asilo Nido per l’anno educativo 2013/2014, verrà pubblicato lunedì 6 maggio ed il termine…

Domande anticipate per l’Asilo Nido e sgravi per le famiglie.

Il bando per l’ammissione al servizio di Asilo Nido per l’anno educativo 2013/2014, verrà pubblicato lunedì 6 maggio ed il termine per la presentazione delle domande scadrà il 25 maggio, con un sensibile anticipo rispetto alla tradizionale scadenza del 5 giugno. Questa novità è collegata ad un’ipotesi di profonda revisione del servizio alla quale ha messo mano l’Amministrazione Comunale di Montepulciano dopo aver preso atto del diverso andamento che hanno assunto gli Asili Nido.

TizianaTerrosi450v

Negli ultimi due anni abbiamo visto che le iscrizioni sono diminuite al punto da non coprire i posti a disposizione e si è verificato un continuo avvicendamento nella frequenza dei bambini” spiega Tiziana Terrosi, Assessore al Sociale. “Ci chiediamo quindi se possa esserci minor bisogno da parte delle famiglie o non sia piuttosto la grave crisi economica che schiaccia il paese ad indurre alle rinunce”.

“Per disporre di una fotografia della situazione il più nitida possibile, necessaria per programmare l’attività nel prossimo anno educativo” prosegue Terrosi “abbiamo quindi bisogno di conoscere al più presto le reali necessità delle famiglie; ecco perché la scadenza per la presentazione delle domande è stata anticipata di dieci giorni”.

Ma abbiamo operato anche su un altro aspetto, quello economico” aggiunge l’Assessore al Sociale. “L’Amministrazione Comunale ha infatti deciso di destinare maggiori risorse al servizio, alleggerendo lo sforzo complessivo che fino ad oggi era a carico delle famiglie”.

Aumentiamo la nostra compartecipazione per rendere gli Asili Nido meno onerosi e più fruibili dalla comunità. Si tratta di un impegno non indifferente che affrontiamo in un momento di particolare difficoltà” puntualizza il Sindaco Andrea Rossi. “Ma siamo convinti che il sostegno alla comunità possa essere offerto anche attraverso una maggiore attenzione alla categoria delle madri lavoratrici, direttamente interessate al servizio, ed all’equilibrio economico delle famiglie. Se l’intervento dell’Ente si tradurrà in una ripresa delle iscrizioni vorrà dire che avremo raggiunto il nostro scopo sociale”.

Le fasce di contribuzione saranno tre, con una tariffa base mensile che varierà dai 150,00 Euro, per i redditi ISEE fino a 12.000 Euro, a 370,00 Euro, per i redditi oltre i 25.000 Euro.

Il bando con la relativa documentazione sarà pubblicato sul sito web istituzionale del Comune, www.comune.montepulciano.si.it ; i moduli con la domanda di iscrizione potranno essere anche ritirati in Comune, presso lo Sportello Per Il Cittadino (SPIC), o presso gli Asili Nido comunali di Montepulciano e Montepulciano Stazione. Dal numero delle richieste pervenute e dalla valutazione delle stesse emergeranno le effettive necessità e, di conseguenza, le modalità di organizzazione del servizio. Le famiglie interessate saranno invitate un incontro con gli Amministratori ed i tecnici che consentirà di mettere a fuoco le problematiche e di pianificare l’attività.

Nessun commento su Montepulciano, pubblicato il bando per l’ammissione agli asili nido

Type on the field below and hit Enter/Return to search