La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: presepe

Un Natale magico nel Presepe d’Arte a Torrita di Siena

La chiesa di San Domenico a Torrita di Siena è un piccolo edificio di culto nelle vicinanze della stazione ferroviaria e al suo interno, per le festività natalizie, tornerà un…

La chiesa di San Domenico a Torrita di Siena è un piccolo edificio di culto nelle vicinanze della stazione ferroviaria e al suo interno, per le festività natalizie, tornerà un Presepe d’Arte. Grazie all’impegno e alla passione di un gruppo di artisti e artigiani locali, guidati da Nico Posani e Carlo Becarelli, la tradizione è stata ripresa, con il coinvolgimento di tutta la comunità.

Il Presepe d’Arte si intitola “Ti lascio solo per un momento” ed è stato organizzato come un palco teatrale, con un proscenio e linee di profondità; è un presepe che parte da un’idea classica, ma che si muove verso simbologie e significati contemporanei, con un tocco magico in stile più “fantasy”. Abbiamo intervistato gli autori, per comprendere meglio la loro creazione.

Parlateci del presepe: che cosa volete rappresentare?

“Dopo circa sette anni abbiamo voluto ricreare il presepe nella nostra parrocchia, storicamente abbiamo sempre voluto comunicare un messaggio artistico. Quest’anno il titolo dell’opera è “Ti lascio solo per un momento”. Ci siamo immaginati la nascita su un carrozzone dei nomadi, degli zingari per intenderci, e il senso è che la Madonna lascia per un attimo il bambino da solo, perché deve parlare con i Re Magi impegnati a portare i regali arrivati da tutto il mondo.”

Da dove nasce l’idea di fare un presepe del genere?

“È ispirato alla vecchia Francia, alla Normandia per l’esattezza. Lo sfondo paesaggistico è ispirato a quelle zone. L’atmosfera è molto realistica, pur senza perdere quel tocco di magico. Ci piace pensare a un extra-mondo in cui lo spettatore può entrare in questa dimensione e tornare bambino, come per rivivere una favola. Abbiamo lavorato molto sul cielo, che è stata anche la parte più difficile, perché costellazioni e luna non dovevano rompere la dimensione prospettica di tutto il modello.”

Quali materiali avete usato e come vi siete fatti aiutare?

“Quest’anno abbiamo utilizzato il cartone al posto del polistirolo, che usavamo in passato. Il resto è materiale naturale, cartongesso per il cielo e l’illuminazione al led. In particolare, abbiamo cercato di ricreare in maniera realistica anche le ombre proiettate dalle luci della notte. Abbiamo ricevuto molto supporto da persone che volevano dare una mano, poi ci sono stati offerti materiali per la costruzione da aziende locali. La cosa più importante per noi è essere ripartiti con questo viaggio natalizio, che non era stato possibile ricreare per troppi anni.”

Come mai dare vita a un presepe del genere?

“Noi siamo innamorati dell’arte, ci sentiamo artisti e creare è la nostra missione. Inoltre, nella società contemporanea il messaggio del presepe si è perso, come anche il significato del Natale. Vogliamo ridare il vero significato a queste feste: il bene, la fratellanza, il ritorno all’infanzia nel momento in cui ci si ferma a guardare il presepe.”

Possiamo chiamarlo artigianato artistico?

“C’è un criterio legato alla realizzazione scenografica e quindi artistica, perché viene da un’idea e da un messaggio reso concreto tramite gli oggetti e gli elementi. Tutto quello che si può vedere è stato creato da una bottega d’arte. Perciò sì, chiamiamolo artigianato artistico.”

Siete tornati dopo sette anni a realizzare un presepe d’arte a Torrita: degli anni passati cosa ricordate con più affetto?

“Le emozioni forti che si provano durante la costruzione e quando poi lo vediamo finito, con le persone che rimangono affascinate. Per noi la cosa più importante è proprio questa: l’emozione che il presepe riesce a suscitare nella gente.”

Che obiettivi avete per il prossimo anno?

“Un’altra emozione. Sposteremo il viaggio in un’altra dimensione spazio-temporale rispetto a quella di quest’anno. Affronteremo un tema più profondo, meno classico, molto più scenografico, ma rimanendo sempre in una chiave facilmente leggile per lo spettatore.”

L’inaugurazione del presepe d’arte nella Chiesa di San Domenico è prevista per sabato 7 dicembre alle ore 18:30 in collaborazione con la Parrocchia, la Contrada Stazione e il patrocinio del Comune di Torrita di Siena. L’opera sarà visitabile tutti i giorni dalle 10:00 alle 22:00, per un viaggio magico nelle atmosfere natalizie che esprime tutta la passione dei suoi autori.

Nessun commento su Un Natale magico nel Presepe d’Arte a Torrita di Siena

Grande successo per il presepe vivente di Sarteano: arriva la replica

A grande richiesta, torna il presepe vivente a Sarteano: lunedì pomeriggio la replica La Grande tombola della Befana è in programma  domenica 5 gennaio (ore 21,30) al palazzetto dello sport,…

A grande richiesta, torna il presepe vivente a Sarteano: lunedì pomeriggio la replica

La Grande tombola della Befana è in programma  domenica 5 gennaio (ore 21,30) al palazzetto dello sport, a cura dell’associazione Giostra del Saracino. Sono in palio 350 euro, oltre ai 200 per la cinquina e ai 100 per la quaterna. Le cartelle sono in vendita presso i presepi allestiti dalle cinque contrade nel centro storico, al bar del palazzetto e all’ufficio turistico.

Si tratta di un appuntamento tradizionale, cui si aggiunge l’arrivo della Befana: lunedì 6 gennaio in piazza XXIV giugno (a partire dalle 15,30). Previsto uno spettacolare ingresso di “befane”, oltre a quella “ufficiale”, tra fuochi accesi e vin brulé, animazione per i bambini e distribuzione di dolcetti.

Una novità di queste feste è invece il presepe vivente, che torna nella chiesa di San Francesco dopo il grande successo della prima rappresentazione del 29 dicembre scorso. A grande richiesta, si ripeterà la scena animata sempre il 6 gennaio (ore 17) accompagnata dal racconto sul primo presepe ideato e realizzato a Greccio da san Francesco, santo che ha vissuto anche a Sarteano. Questa volta arriveranno, ovviamente, anche i re magi. Dopo la santa messa delle 18, è prevista una nuova rappresentazione (ore 18,30), sempre all’interno della suggestiva chiesa.

Nessun commento su Grande successo per il presepe vivente di Sarteano: arriva la replica

Sarteano, presepe vivente nel nome di San Francesco

Il presepe vivente al Teatro degli Arrischianti di Sarteano, domenica 29 dicembre A Sarteano, come a Greccio, viene proposto un presepe vivente con lo stesso spirito di quello originale, ideato…

Il presepe vivente al Teatro degli Arrischianti di Sarteano, domenica 29 dicembre

A Sarteano, come a Greccio, viene proposto un presepe vivente con lo stesso spirito di quello originale, ideato da Francesco, il santo strettamente legato a Sarteano. Così domenica 29 (dalle 17 alle 19) decine di sarteanesi celebrano la rievocazione della natività e della visita dei re Magi nel chiostro della Chiesa dedicata proprio a San Francesco, con la facciata fatta edificare da un altro Francesco, Todeschini Piccolomini, il sarteanese divenuto papa Pio III (sia pure per pochi giorni, alla fine del Quattrocento). Da ricordare che San Francesco ha vissuto nelle grotte delle vicinanze di Sarteano, per un periodo della sua esistenza.

Pur essendo organizzato dalla parrocchia, per questo museo vivente si sono mosse anche le contrade della Giostra del Saracino, fornendo alcuni costumi e dando un appoggio logistico. Prosegue così il ricco calendario natalizio, tra sacro e profano. E al teatro degli Arrischianti, da questa sera alle ore 21.15, sul palco c’è “Rumori fuori scena”, una commedia che non stanca mai il pubblico che affolla la platea, ne’ gli attori che la recitano: ritmo serrato, gag e incomprensioni caratterizzano la piéce che rappresenta le comiche vicende di una sgangherata compagnia di attori che mette in scena una commedia. E sta proprio in questo gioco di scatole cinesi il segreto del successo di questo testo: il pubblico può sbirciare il dietro le quinte, osservare cosa succede la sera della prova generale, e vivere in prima persona i litigi e le baruffe degli attori prima che entrino in scena… il tutto in un esilarante mix di realtà e finzione. Scitta da Micheal Frayn, la commedia viene presentata dall’accademia degli Arrischianti. La regia è di Laura Fatini, gli interpreti sono Gianni Poliziani, Flavia del Buono, Giacomo Testa, Giulia Peruzzi, Guido Dispenza, Giulia Rossi, Maria Pina Ruiu, Laura Scovacricchi, Pierangelo Margheriti, Giordano Tiberi, Moris Cinali, Daniele Cesaretti. Le repliche vanno avanti fino alla notte di Capodanno, quando ci sarà un ingresso unico a 25 euro comprensivo di buffet (prenotazione obbligatoria). Quindi, ultima replica sabato 4 gennaio. Ingressi 10 euro, ridotti 8. Informazioni: tel 0578-2656527/ 393 5225730 e info@arrischianti.it.

Nessun commento su Sarteano, presepe vivente nel nome di San Francesco

In arrivo i mercatini di Natale a Torrita di Siena

I MERCATINI DI NATALE A TORRITA DI SIENA Sabato 14 e Domenica 15 Dicembre si svolgeranno a Torrita di Siena i tradizionali Mercatini di Natale Fra pochi giorni sarà Natale…

I MERCATINI DI NATALE A TORRITA DI SIENA
Sabato 14 e Domenica 15 Dicembre si svolgeranno a Torrita di Siena i tradizionali Mercatini di Natale

Fra pochi giorni sarà Natale e anche la comunità torritese si sta preparando a trascorrere al meglio le festività natalizie. Domani e domenica si svolgeranno infatti nel centro storico di Torrita di Siena i tradizionali Mercatini di Natale, un’iniziativa promossa dalla locale Pro Loco di Torrita con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Fin dal mattino di sabato 14 dicembre si susseguiranno una serie di appuntamenti che coinvolgeranno le scuole, le associazioni, le contrade, il mondo del volontariato e gran parte della comunità torritese che ormai da diverse settimane si sta preparando a vivere con i gioia e serenità i giorni del Natale.

Ecco il programma: dopo l’apertura dei mercatini prevista per le ore 9,00, sarà inaugurata la Mostra dei Disegni in concorso degli alunni dell’Istituto comprensivo G.Parini e nel primo pomeriggio, si svolgeranno i Giochi per Grandi e Piccini in piazza Matteotti accompagnati da canti e musiche natalizie. Subito dopo, intorno alle ore 16,00 le Contrade dell’Associazione Sagra San Giuseppe serviranno dolciumi e il tradizionale Vin Brulé. Alle ore 21,30, tutti al Teatro degli Oscuri e spazio ai bambini della Parrocchia SS. Costanzo e Martino che presenteranno lo Spettacolo di Natale “Io ti seguirò”.

La giornata di domenica 15 dicembre si aprirà di buon mattino con i Mercatini nel Centro Storico; nel pomeriggio ancora musica per i borghi e nuovamente i Giochi per Grandi e Piccini in attesa dell’arrivo di Babbo Natale. Dalle ore 17,00, dopo aver effettuato la premiazione della Mostra dei Disegni in concorso degli alunni dell’Istituto comprensivo G.Parini, si svolgerà lo spettacolo Christmas Musical a cura della Compagnia Teatro Giovani Torrita. Merita ricordare infine che da domani fino al 6 Gennaio 2014 sarà possibile visitare i presepi nel centro storico allestiti dagli alunni delle Scuole, dalle Contrade e dagli hobbisti, in un’autentica Strada dei Presepi.

(Articolo a cura di Nicola Censini)

Nessun commento su In arrivo i mercatini di Natale a Torrita di Siena

Type on the field below and hit Enter/Return to search