La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: Mary Lippi

Collegiata di San Martino: così gli angeli sono tornati sull’altare

Una folla gremita si è raccolta nella Collegiata di San Martino, in occasione delle celebrazioni per il giorno di San Costanzo. Il 29 gennaio infatti ricorre a Torrita la festa…

Una folla gremita si è raccolta nella Collegiata di San Martino, in occasione delle celebrazioni per il giorno di San Costanzo. Il 29 gennaio infatti ricorre a Torrita la festa del santo patrono: un appuntamento solitamente molto sentito dalla comunità, ma reso quest’anno ancora più importante da un evento che ha riguardato il patrimonio artistico conservato all’interno della chiesa.
Proprio la Santa Messa officiata in onore del patrono ha segnato il ritorno delle due statue di angeli, trafugate all’inizio degli anni 2000 dall’altare della Collegiata e ritrovate soltanto alcuni mesi fa. Prima di ricollocarle nella loro postazione, però, è stato necessario eseguire un fine lavoro di restauro per riportare le statue all’antico splendore.

Di questo si è occupata la restauratrice Mary Lippi, che ci ha raccontato in che modo è dovuta intervenire sulle opere per riparare i danni e rimuovere la patina di sporco che, a causa dell’incuria e del tempo, si era depositata sulla loro superficie.

«I due angeli reggi-candelabro sono statue alte circa un metro e mezzo, in legno policromo e dorato, databili alla prima metà del XVII secolo. Quando me li hanno consegnati in laboratorio presentavano alcuni problemi di stabilità e dissesto tra i vari strati della superficie. La prima fase è stata dunque di pulizia, per togliere il residuo di sporco che li ricopriva. Successivamente mi sono occupata di ripristinare le parti di materia mancanti. In alcuni punti, infatti, la superficie era così deteriorata che invece del colore si poteva scorgere la sostanza di preparazione sottostante. Quindi si è proseguito riprendendo lo strato pittorico e la doratura delle parti consumate. Complessivamente, ci è voluto circa un mese per restituire alle statue le loro sembianze e renderne possibile la presentazione alla comunità».

Anche la Pro Loco di Torrita, riconoscendo il gran valore di questo recupero, ha partecipato alla causa, come ha spiegato il suo presidente Roberto Goracci:

«La Pro Loco ha collaborato con la parrocchia per il ritorno di queste due statue, impegnandosi a finanziare il restauro e mettendo a disposizione il prezioso lavoro dei suoi volontari».

All’esposizione dei due angeli, che ha anticipato di pochi minuti l’inizio della Santa Messa presieduta dal vescovo Stefano Manetti, hanno partecipato le autorità e i sacerdoti della diocesi.

Nessun commento su Collegiata di San Martino: così gli angeli sono tornati sull’altare

Presentazione del nuovo volume dei Ricercatori Liberi Chianini

Sabato 9 agosto alle ore 16, presso la chiesa di Sciarti, sarà presentato il nuovo volume dei “Ricercatori Liberi Chianini” dedicato alla Fattoria Abbadia I “Ricercatori Liberi Chianini”, un gruppo…

Sabato 9 agosto alle ore 16, presso la chiesa di Sciarti, sarà presentato il nuovo volume dei “Ricercatori Liberi Chianini” dedicato alla Fattoria Abbadia

I “Ricercatori Liberi Chianini”, un gruppo di studiosi e appassionati del territorio, si riuniranno il prossimo sabato 9 agosto alle ore 16 per presentare i frutti del loro ultimo lavoro. Il volume è intitolato “La Fattoria dell’Abbadia, dall’epoca granducale a Bettino Ricasoli” e verrà presentato proprio nella chiesa di Sciarti, ad Abbadia di Montepulciano, un luogo storico della fattoria oggetto della ricerca.

ricercatori liberi chianiniLa pubblicazione dei Ricercatori Liberi Chianini nasce dopo oltre due anni di ricerche, effettuate nell’archivio storico della Fattoria di Abbadia, di proprietà della famiglia Ciuffi. Un incredibile archivio dove è custodita la storia di una delle 13 fattorie granducali della Valdichiana e della sua “sorella”: le fattorie di Abbadia e di Acquaviva, che sono alla base del tessuto socio-culturale ed economico delle campagne di Montepulciano e dintorni. Alla pubblicazione seguiranno altri due volumi, entrambi dedicati a fasi storiche successive della Fattoria Abbadia.

Nell’occasione sarà presentato anche il magnifico dipinto dell’altare della chiesa di Sciarti, dedicato a santa Maria del Soccorso (fine XVII sec. scuola senese), da poco restaurato da Mary Lippi. Seguirà inoltre un aperitivo per tutti i partecipanti.

la presentazione del volume dei Ricercatori Liberi Chianini è inoltre legata alle iniziative per promuovere la salvaguardia del Torrione, un luogo storico e simbolico della Fattoria Granducale di Abbadia, al centro di una raccolta firme grazie al censimento FAI dei “Luoghi del Cuore”. Attraverso la raccolta firme, libera e gratuita, sarà possibile finanziare il recupero del Torrione e nuovi progetti di valorizzazione legati alla mezzadria e alla bonifica della Valdichiana.

Per proteggere il Torrione, è sufficiente votare a questo link: Luoghi del Cuore FAI

Nessun commento su Presentazione del nuovo volume dei Ricercatori Liberi Chianini

Type on the field below and hit Enter/Return to search