La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: mare

Over 65 al mare, il Comune di Chiusi investe nel benessere

Anche quest’anno il Comune di Chiusi sta lavorando ed investendo risorse del bilancio comunale, per permettere ad un gruppo di cittadini over 65, di passare una bella vacanza al mare…

Anche quest’anno il Comune di Chiusi sta lavorando ed investendo risorse del bilancio comunale, per permettere ad un gruppo di cittadini over 65, di passare una bella vacanza al mare nel litorale romagnolo. Al bando di partecipazione, emesso di recente e al quale si può fare domanda entro il prossimo 26 luglio, possono partecipare tutte le persone con almeno 65 anni.

I posti disponibili (lo scorso anno le persone che hanno soggiornato al mare grazie al finanziamento del Comune sono state circa una trentina) saranno assegnati soprattutto in base alla condizione finanziaria di ogni singola persona e quindi a pesare sulla scelta, in caso le domande superino il numero massimo consentito, sarà il reddito, la maggiore anzianità (in caso di coniugi sarà considerata l’età del soggetto più anziano) e la data di presentazione della domanda. Nel caso in cui invece le domande siano inferiori ai posti previsti, potranno partecipare al soggiorno anche le persone con meno di 65 anni purché titolari di pensione e con il coniuge che abbia superato i sessantacinquesimo anno di vita.

“Vivere una vita dignitosa significa anche staccare la spina e godersi qualche giorno di vacanza – dichiara il sindaco Stefano Scaramelli – e per questo anche quest’anno abbiamo deciso di investire risorse nel progetto di soggiorno marino. Andare al mare significa uscire dalla monotonia e routine della vita quotidiana e fa anche bene alla salute e per questo sono soddisfatto di essere riusciti a mantenere, in tempi in cui nulla può essere dato per scontato, la tradizione della vacanza al mare per i cittadini del nostro Comune. Come lo scorso anno abbiamo scelto Cattolica perché abbiamo riscontrato una alta qualità del soggiorno e della struttura che si è dimostrata idonea e confortevole; la qualità del soggiorno è per noi caratteristica da cui non possiamo prescindere perché per i nostri cittadini non possiamo che volere che il meglio. Insieme a tutta la giunta verificheremo di persona la qualità del soggiorno facendo direttamente visita ai nostri cittadini.”

Il bando di partecipazione è reperibile presso l’ufficio comunale relazioni con il pubblico; l’impegno finanziario del Comune nel progetto di soggiorno marino rispetto allo scorso anno è di circa 15.000€. Il soggiorno durerà due settimane, dal 25 agosto al giorno 8 settembre, e la località scelta come lo scorso anno è Cattolica, cittadina della riviera romagnola.

Nessun commento su Over 65 al mare, il Comune di Chiusi investe nel benessere

Gli acchiappa plastica nella lotta contro le plastiche nei nostri mari

I ricercatori “acchiappa plastica” dell’Università di Siena salpano sulla barca “Mediterranea” per monitorare la salute dei nostri mari dalla plastica. Partono nuovamente i ricercatori dell’Università di Siena impegnati nella lotta…

I ricercatori “acchiappa plastica” dell’Università di Siena salpano sulla barca “Mediterranea” per monitorare la salute dei nostri mari dalla plastica.

Partono nuovamente i ricercatori dell’Università di Siena impegnati nella lotta contro le plastiche nei nostri mari: i “PlasticBusters” stanno per salpare sulla barca “Mediterranea”, che li porterà nei prossimi giorni ad indagare il tratto di mare pugliese tra Bari e Otranto.

L’imbarco è previsto per il 27 maggio da Bari, nell’ambito del progetto sulla sostenibilità patrocinato dall’ONU “Med Solutions”, ha l’intento non solo di quantificare la presenza di microplastiche nel mare ma anche l’obiettivo più ambizioso di verificare gli effetti nocivi che i contaminanti hanno sulla salute della fauna marina e sulla qualità del pescato.

“Numerosi campionamenti che abbiamo fatto negli anni passati, non ultimo quello effettuato nel mar Ligure lo scorso settembre, grazie alla collaborazione con la Marina Militare, confermano che è molto elevata la presenza delle microplastiche nel Mediterraneo, anche nella zona protetta del Santuario Pelagos – spiega la professoressa Maria Cristina Fossi, del dipartimento di Scienze fisiche, della terra e dell’ambiente dell’Università di Siena, coordinatore scientifico del progetto “PlasticBusters” -. Ora l’obiettivo essenziale – continua la professoressa Fossi – è valutare gli effetti della contaminazione sui pesci e su altri organismi marini. La plastica infatti non solo danneggia fino ad ucciderli animali come le tartarughe, quando invade i loro stomaci, ma rilascia inquinanti come gli ftalati, che interagiscono a vario livello con la salute degli organismi marini. Tuttavia, per valutare gli effetti dell’ingestione diretta e indiretta di microplastiche sullo stato di salute di pesci ed altre specie edibili, abbiamo bisogno di fondi, che ci consentano di proseguire con la parte essenziale del progetto di ricerca”.

Per riuscire a finanziare le prossime fasi del progetto PlasticBusters è dunque iniziata una campagna di raccolta fondi che vuole sensibilizzare le istituzioni ma anche il mondo delle aziende e dei privati, perché la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei nostri mari, e infine dell’uomo, non può che partire dalla conoscenza del reale stato di salute della fauna marina.

Dopo la spedizione con Mediterranea, che si concluderà il 30 maggio, nei prossimi mesi i ricercatori saranno impegnati in altri progetti pilota per monitorare aree marine poco studiate, in collaborazione con vari enti di ricerca ed istituzioni nazionali.

L’obiettivo ultimo di PlasticBusters, con una crociera dedicata ad esplorare tutto il Mediterraneo nel 2015, sarà quello di mettere a disposizione i dati raccolti e dare il via a un piano di azione multidisciplinare condiviso dai paesi che si affacciano sul Mare Nostrum, per individuare e applicare azioni di mitigazione e di sensibilizzazione.

Nella foto: I ricercatori “PlasticBusters” dell’Università di Siena.  – Da sinistra: Daniele Coppola, Letizia Marsili, Maria Cristina Fossi, Cristina Panti, Tommaso Campani, Ilaria Caliani, Matteo Baini.

Nessun commento su Gli acchiappa plastica nella lotta contro le plastiche nei nostri mari

Torrita di Siena: Mario De Gregorio tra libri e mare

Venerdì 11 aprile, alle ore 17.00 presentazione a Torrita di Siena, presso l’ex convento delle Stimmatine di ‘Autori e titoli in fondo al volume’, ultimo lavoro editoriale di Mario De…

Venerdì 11 aprile, alle ore 17.00 presentazione a Torrita di Siena, presso l’ex convento delle Stimmatine di ‘Autori e titoli in fondo al volume’, ultimo lavoro editoriale di Mario De Gregorio.

 La serata si aprirà con i saluti di Fabrizio Betti dell’Accademia degli Oscuri, con gli interventi del Presidente della Società Bibliografica Toscana Paolo Tiezzi Maestri e di Oliviero Diliberto, Presidente onorario della Società Bibliografica Toscana.

Il testo è frutto della vita e delle passioni dell’autore tra libri e mare, quasi un libro di bordo di anni impervi, ormeggio di emozioni e suggestioni, una raccolta di storie brevi affidate al filo della memoria. L’autore, nato a Termoli, vive da oltre quarant’anni a Siena, bibliotecario, pubblicista, collaboratore e direttore di vari periodici, è noto per i suoi studi sulla storia, la cultura e l’editoria senese e toscana in età moderna. Il suo esordio come narratore risale al 2000 con ‘Vincere falsa e altri racconti’.

Il suo ultimo libro è in sé una navigazione, tra personaggi, emozioni, rimandi letterari… esplorando luoghi e approdando in una Siena città d’ombra dove il mare c’era e potrebbe esserci

Passioni di carta rese esplicite da storie, brevi o lunghe che siano, edite in molti anni e in varie sedi, intercalate da altre da versi, citazioni, titoli, ma soprattutto da pagine di libri di vari autori e di vario genere. Tutti elementi che vengono aggiunti e accostati a formare un mosaico di un’identità.

Maggiori informazioni: redazione@betti.it

Nessun commento su Torrita di Siena: Mario De Gregorio tra libri e mare

Chiusi, un soggiorno al mare offerto dal Comune

Il sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli ha visitato il gruppo di over 65 che ha partecipato al soggiorno marino offerto dal Comune. «Passare una giornata al mare insieme ad un…

Il sindaco di Chiusi Stefano Scaramelli ha visitato il gruppo di over 65 che ha partecipato al soggiorno marino offerto dal Comune.

«Passare una giornata al mare insieme ad un gruppo di nostri concittadini è stato piacevole e rilassante – ha commentato il primo cittadino -, abbiamo trovato il soggiorno a Cattolica ben organizzato e all’altezza delle nostre aspettative. Sono soddisfatto che le persone che vi hanno partecipato abbiano potuto trascorrere giorni sereni e divertenti dimenticandosi per un po’ dello stress della vita quotidiana».

Un gruppo di persone hanno trascorso, infatti, gli ultimi quindici giorni a Cattolica grazie proprio a risorse del bilancio comunale che nonostante le difficoltà del periodo ha comunque trovato al proprio interno la forza per investire circa 15mila euro e garantire così un periodo di vacanza al mare. I posti sono stati assegnati tramite un bando aperto e la scelta delle persone che sono potute partire per Cattolica è stata effettuata in base alla condizione finanziaria di ogni singola persona, la maggiore anzianità e la data di presentazione della domanda.

«Abbiamo deciso di investire parte del nostro bilancio nel progetto di soggiorno marino -dichiara il sindaco Stefano Scaramelli e l’assessore alla qualità della vita Andrea Micheletti – perché crediamo sia un servizio importante per i nostri cittadini. Nella vita – proseguono sindaco ed assessore – è fondamentale ritagliarsi degli angoli di svago dove rilassarsi e nel caso le condizioni economiche non permettano questo, crediamo che sia importante trovare nell’ente pubblico un punto di riferimento al quale affidarsi. Aver garantito anche quest’anno la vacanza al mare, addirittura aumentando le risorse così da estenderla a più cittadini possibile sia, in particolare in questo periodo, una scommessa vinta perché nonostante il soggiorno marino sia per Chiusi una vera e propria tradizione di questi tempi nulla può essere dato per scontato. Inoltre dallo scorso anno abbiamo alzato la stecca della qualità, pretendendo una struttura idonea e confortevole sia per le persone che ne hanno usufruito sia per una forma di rispetto dei familiari che hanno affidato nelle nostre mani i propri cari. Come ogni anno è stato un piacere verificare la qualità del soggiorno facendo direttamente visita ai nostri cittadini»

Insomma l’estate sta per volgere alla fine, presto gli armadi torneranno a riempirsi di maglioni e cappotti, ma se non altro a Chiusi un bel gruppo di persone potrà sempre riempire le fredde giornate autunnali con il racconto del bel viaggio fatto a Cattolica, del mare e delle vacanze dell’estate 2013.

Nessun commento su Chiusi, un soggiorno al mare offerto dal Comune

Gli over 65 di Chiusi in vacanza grazie al finanziamento del Comune

Dopo la bella esperienza della scorsa estate, in cui una trentina di over 65 hanno soggiornato al mare grazie al finanziamento del Comune, anche quest’anno l’amministrazione comunale di Chiusi ha…

Dopo la bella esperienza della scorsa estate, in cui una trentina di over 65 hanno soggiornato al mare grazie al finanziamento del Comune, anche quest’anno l’amministrazione comunale di Chiusi ha investito delle risorse del bilancio comunale, per permettere ad un gruppo di anziani di passare una vacanza al mare durante il mese di settembre.

Il bando di partecipazione, a cui potranno far domanda tutte le persone con o più di 65 anni, è già uscito ed è reperibile presso l’ufficio relazioni con il pubblico del Comune. Ci sarà tempo fino a mercoledì 24 luglio per compilarlo e presentarlo corredato dalla documentazione necessaria, ovvero un certificato medico e la ricevuta del versamento della quota di partecipazione. I posti disponibili saranno assegnati in base alla condizione finanziaria e quindi a pesare sulla scelta, in caso le domani superino il numero massimo consentito, sarà il reddito, la maggiore anzianità e la data di presentazione della domanda.

Nel caso in cui invece le domande siano inferiori ai posti previsti, potranno partecipare al soggiorno anche le persone con meno di 65 anni purché titolari di pensione. L’impegno finanziario del Comune nel progetto della vacanza rispetto allo scorso anno è stato incrementato, e adesso è di circa 15.000€. Il soggiorno durerà 15 giorni, dal 26 agosto al 9 settembre e la località della riviera romagnola prescelta è la stessa dello scorso anno, Cattolica.

“Abbiamo deciso di investire parte del nostro bilancio nel progetto di soggiorno marino –dichiara il sindaco Stefano Scaramelli – perché crediamo sia importante per la qualità della vita dei nostri cittadini. La vacanza al mare è di fatto una tradizione del nostro Comune, ma in questo periodo nulla può essere dato per scontato e quindi essere riusciti non solo a confermare, ma addirittura ad aumentare le risorse destinate al soggiorno così da renderlo ancora più confortevole e aperto a più persone possibile è di fatto una scommessa vinta. Dallo scorso anno abbiamo alzato la stecca della qualità, pretendendo una struttura idonea e confortevole sia per le persone che ne usufruiranno sia nel rispetto dei famigliari che affidano nelle nostre mani i propri cari. Come ogni anno, insieme all’assessore Micheletti verificheremo di persona la qualità del soggiorno facendo direttamente visita ai nostri cittadini.”

Nessun commento su Gli over 65 di Chiusi in vacanza grazie al finanziamento del Comune

Type on the field below and hit Enter/Return to search