La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: asilo nido

Asilo nido di Montepulciano, le dichiarazioni del Comitato Genitori

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dal “Comitato Genitori di Montepulciano” in merito alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”: Genitori sconcertati e delusi: questi i sentimenti delle famiglie presenti dopo…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dal “Comitato Genitori di Montepulciano” in merito alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”:

Genitori sconcertati e delusi: questi i sentimenti delle famiglie presenti dopo l’incontro svoltosi con il sindaco nel pomeriggio di mercoledì 9 luglio a Palazzo del Capitano. Inizialmente la chiusura dell’ Asilo sembrava dovesse essere necessaria per un problema di costi, invece il Sindaco ha affermato che le casse del comune “godono di buona salute”.

Allora il problema si è spostato sull’ insufficiente numero delle domande di iscrizione. Il giorno prima della suddetta riunione il comitato genitori ha contato 19 bambini frequentanti e 23 nuove domande per un totale di 42, superando così il numero di 39 bambini che il Sindaco aveva richiesto per il mantenimento dei due plessi. Di fronte a tale stima, sulla base della quale in tutte e tre le riunioni era stato chiesto un conteggio ufficiale da parte dell’amministrazione dei bimbi che avrebbero frequentato l’anno 2014/2015, la dichiarazione del Primo Cittadino ha lasciato di stucco i genitori: “ L’amministrazione ha già deciso la chiusura dell’Uccellino Azzurro prima dell’incontro del 2 Luglio, e non siamo disponibili a ridiscuterne in nessun’altra sede”.

Pertanto qualsiasi analisi o proposta alternativa non è stata presa in considerazione. Quindi il Nido del Capoluogo chiuderà. Per quest’anno i bambini frequentanti andranno all’Asilo privato Fausto Fumi aggravando la fiscalità delle casse comunali così come affermato dal sindaco.

Inoltre, alle nuove domande del capoluogo non sono state date alternative se non quella di recarsi al “Trenino”, e ieri pomeriggio 5 famiglie hanno già dichiarato l’impossibilità di poter affrontare tale scelta con la conseguenza di un’ulteriore aggravio di costi per il comune. A questo punto riportiamo la delibera della Giunta Comunale numero 161 del 8 luglio 2013 con il quale lo scorso anno è stata decisa una soluzione opposta con un numero di bambini inferiore a quest’anno:

“- Che una eventuale decisione di realizzare il servizio di asilo nido in un’unica struttura avrebbe un impatto negativo sia nell’utenza già iscritta sia in quella che ha presentato richiesta di servizio per il prossimo anno educativo, infatti decisioni così gravi devono essere necessariamente precedute da adeguata informazione;
– Che si verrebbero a creare gravi disordini nell’organizzazione familiare, di minori interessati con il rischio di perdere anche l’utenza acquisita a favore di altre strutture private o extra territorio comunale, e di dover mantenere comunque il servizio per una minore utenza fatto che lo farebbe risultare ancora più oneroso;”

Rinnoviamo l’invito, rifiutato in sede di riunione, al Sindaco e all’Amministrazione Comunale ad un dibattito aperto con la cittadinanza, perché il comitato genitori ritiene che la scelta della chiusura di un servizio come l’asilo non può essere gestita a porte chiuse: l’asilo appartiene alla collettività passata, presente e futura ed è diritto della cittadinanza discuterne, capire e valutare una scelta così importante. Chiediamo a tutta la cittadinanza di farsi presente ed esigere con chiarezza il dibattito richiesto dei genitori.
Il comitato genitori di Montepulciano

Nessun commento su Asilo nido di Montepulciano, le dichiarazioni del Comitato Genitori

Chiezzi: “Deluso dalle scelte di Masina e Coltellini, tasselli della maggioranza”

Riceviamo e pubblichiamo la replica del consigliere Chiezzi al comunicato dei consiglieri Masina e Coltellini in merito all’asilo nido di Montepulciano: La risposta di Masina e Coltellini alla posizione assunta…

Riceviamo e pubblichiamo la replica del consigliere Chiezzi al comunicato dei consiglieri Masina e Coltellini in merito all’asilo nido di Montepulciano:

La risposta di Masina e Coltellini alla posizione assunta da Caroti (Forza Italia) sull’Asilo nido “L’uccellino azzurro” non stupisce – essendo in linea con la scelta ormai conclamata di rappresentare l’ultimo tassello della maggioranza poliziana a guida PD – ma delude non poco, così come deluderà i relativi elettori.

Qui non c’è da applaudire ad un esempio di sussidiarietà, bensì da opporsi alla chiusura di un asilo pubblico, che rappresenta uno dei servizi primari per la Collettività locale, essendo, semmai, altri i tagli da effettuare o gli sprechi da evitare. Sono da sempre stato favorevole a qualsiasi tipo di scuola privata, a cominciare dagli asili ed al Fumi in particolare, a suo tempo frequentato da mio figlio; ma l’esistenza di tali strutture mai può diventare giustificazione per la chiusura di una struttura pubblica.

Forse dovrebbero chiedersi proprio Masina e Coltellini del perché si sia formato un fronte trasversale, per contrastare questa scellerata chiusura, che va da Forza Italia, passa per NCD, per la mia lista civica, per il Movimento 5 Stelle e raggiunge Rifondazione Comunista.

Il dato che emerge più chiaramente è costituito dal fatto che la maggioranza abbia più volte cambiato versione sulle ragioni della chiusura – così riferiscono i genitori – con un’unica certezza: l’assoluta fermezza nel voler rinunciare alla bellissima struttura del Bersaglio, per costringere i bambini – che lì già si erano ambientati – in un contesto assai più angusto presso l’asilo Fumi, che è in parte adibito a nido ed in parte a scuola materna. Ciò anche creando inevitabile disagio (sovraffollamento) ai bambini che, per una diversa scelta genitoriale, erano già stati spontaneamente affidati alla struttura privata.

Mi domando: è corretto mischiare la laicità dell’asilo pubblico con l’impostazione dell’educazione cattolica dell’asilo privato, ove quotidianamente si dicono le preghiere? E lo dico da cattolico. Così sono violate le scelte di tutti! Non è poi da sottovalutare il fatto che in questo modo si troveranno nello stesso ambiente figli di famiglie che, a parità di condizioni economiche, pagheranno rette diverse, con un’evidente disparità di trattamento.

Le due scelte andavano parallelamente tutelate, garantendo proprio la distinzione mediante diverse strutture separate. Invece si ingenera solo confusione e disagio. Ciò mi fa venire un dubbio: non è che, per caso, la vera ragione per la chiusura dell’asilo “L’uccellino azzurro” sia il fine di vendere, o comunque diversamente destinare, l’appetibile struttura immobiliare che l’ospitava? Sarebbe un fatto grave e mi auguro di no. Ma la non chiarezza sulle reali cause della scelta “irrevocabile” induce a fare ipotesi.

Purtroppo, come al solito, le risposte le avremo soltanto a cose fatte, perché, ad oggi, di dati certi ne vedo ben pochi. Ed è per questo che ancor più non comprendo la scelta di chi vuole distinguersi dalle altre opposizioni, mettendosi semplicemente a traino della maggioranza, anzichè porsi e porre delle questioni. Spero almeno che ciò non sia solo per l’elargizione di qualche poltrona.

Daniele Chiezzi
Consigliere Comunale Lista Civica “Daniele Chiezzi per Montepulciano”

Nessun commento su Chiezzi: “Deluso dalle scelte di Masina e Coltellini, tasselli della maggioranza”

Caroti (FI): “Insieme per Cambiare” subalterni alla maggioranza consiliare”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena, in risposta al comunicato odierno del gruppo “Insieme per Cambiare” del consiglio comunale di…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena, in risposta al comunicato odierno del gruppo “Insieme per Cambiare” del consiglio comunale di Montepulciano: 

Caro Direttore, mi corre l’obbligo scrivere queste brevi note dopo l’intervento del gruppo consiliare “Insieme per cambiare” il quale se prima si è caratterizzato per l’assordante silenzio in merito alla vicenda dell’asilo nido di Montepulciano ora con il comunicato stampa ha palesato in pieno la propria posizione subalterna alla maggioranza consiliare.

Le argomentazioni a supporto dell’apologia all’operato della maggioranza sono impalpabili di fronte al vero e grave problema costituito dalla chiusura di un’istituzione che, come già da me affermato nel precedente comunicato stampa, fornisce un servizio indispensabile alle famiglie soprattutto nei tempi che stiamo vivendo, caratterizzati dalla grave situazione economica che stenta ad imboccare la strada della ripresa.

E’ sicuramente vero che anche l’Istituto di Musica soffre per la riduzione degli iscritti ma, vorrei ricordare a Masina e C. , che mentre, seppur doloroso, è possibile, in tempi di rinunce, far a meno di far frequentare al proprio figlio l’istituto di musica è improbabile che uno dei genitori possa e debba rinunciare al proprio lavoro solo perchè strutture come l’asilo nido vengono chiuse.

Tra l’altro, con tutta la stima e l’apprezzamento per l’Asilo Fumi, vorrei ricordare che a detta dei genitori le rette delle due strutture non sono per niente simili ed a tal riguardo vorrei anche precisare che se il pagamento della differenza tra le due rette , viene accollata dall’amministrazione comunale, così come indicato dal Sindaco, ai genitori solo dei vecchi iscritti, quale risparmio economico si viene a realizzare? Ma poi è l’aspetto economico che assume rilievo in questa vicenda o piuttosto ci sono altre motivazioni che pur non essendo manifestate influiscono in modo preponderante su tale decisione.

Affermo ciò perché i genitori riferiscono che in due distinti incontri il primo con il Vice Sindaco e l’Assessore e l’altro con il Sindaco, sono state date versioni diverse e contrastanti circa le motivazioni addotte a sostegno della decisone di chiusura della struttura.

Ritengo che l’Amministrazione comunale abbia operato in modo maldestro, in primo luogo perché di decisioni di tale natura dovrebbe essere investito il Consiglio Comunale, anche se ciò può non essere previsto dal Regolamento comunale; in secondo luogo trattandosi di argomento di estrema importanza dovrebbero essere coinvolti non solo i genitori ma tutta la cittadinanza a cui la struttura appartiene, tale coinvolgimento non può che essere realizzato attraverso la convocazione di un consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza, ove ognuno possa portare il proprio contributo e dove il Sindaco e la Giunta possano illustrare ai concittadini i termini dell’operazione e gli argomenti a sostegno della stessa, realizzando così ciò che la gente oggi vuole per riavvicinarsi alla politica ed alla cosa pubblica: ESSERE ASCOLTATI.

Da ultimo vorrei dire alla Lista “Insieme per cambiare” che, se per loro, difendere le istituzioni cittadine significa essere demagoghi, ebbene sì, mi vanto di esserlo, aggiungendo che sarebbe stato bello ed importante per Montepulciano se anche loro lo fossero stati, tanto per fare un esempio, sulla questione del Tribunale!

Forza Italia Siena
Roberto Caroti

Nessun commento su Caroti (FI): “Insieme per Cambiare” subalterni alla maggioranza consiliare”

Masina e Coltellini: “Si delinea una buona soluzione per l’asilo nido”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del gruppo “Insieme per Cambiare” relativo alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, firmato dai consiglieri comunali Giorgio Masina e Valerio Coltellini: Adesso che i…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del gruppo “Insieme per Cambiare” relativo alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, firmato dai consiglieri comunali Giorgio Masina e Valerio Coltellini:

Adesso che i contorni della vicenda asilo nido sembrano farsi più chiari e la demagogia lascia il posto al ragionamento, sembra finalmente delinearsi una buona soluzione per l’asilo nido l’Uccellino Azzurro di Montepulciano.

Siamo infatti in presenza di due strutture a Montepulciano città, quella comunale dell’Uccellino Azzurro e quella privata del Fumi, che offrono lo stesso servizio a costi simili ed entrambe – da quanto si apprende – soffrono lo stesso problema, ovvero quello della mancanza di bambini. E’ evidente che la struttura comunale non può continuare a operare con pochi bambini, perché come tutti sanno, o almeno dovrebbero sapere, le rette pagate dai genitori nel migliore dei casi (ovvero per la fascia più alta) non arrivano a coprire neppure il 50% del costo di ogni bambino. Figuriamoci per le altre rette di minor importo.

Tuttavia, proprio a causa della crisi economica e della crescente difficoltà delle famiglie nel far fronte alle rette, gli iscritti al servizio di asilo nido sono fortemente diminuiti negli ultimi anni. E’ una tendenza che si riscontra purtroppo anche per altri servizi importanti ma non indispensabili per le famiglie, ad esempio la flessione delle iscrizioni all’Istituto di Musica.

Questa è la situazione. Allora l’unica soluzione percorribile appare quella prospettata negli ultimi giorni, e sulla quale sembra ci sia una disponibilità di massima anche del nuovo Vescovo (che è il “responsabile” ultimo del Fumi), ovvero di unire le forze stipulando una convenzione pubblico-privato che consenta agli iscritti al nido comunale di frequentare il servizio presso l’asilo Fumi senza dover portare i bambini a Montepulciano Stazione. Il nostro gruppo, i cui componenti Masina e Coltellini si riconoscono da sempre per storia personale e politica nel principio di sussidiarietà e nella collaborazione tra pubblico e privato anche in ambito scolastico, non può che concordare con tale soluzione che permette di seguitare a fornire alle famiglie un servizio di ottimo livello a costi sostenibili per il Comune, quindi in ultima analisi per i cittadini.

Sicuramente questa soluzione avrebbe potuto essere perseguita prima di generare un polverone annunciando una chiusura evitabile. La Giunta si è mossa inizialmente in modo confuso e contraddittorio, senza informare l’opinione pubblica né farsi indirizzare dal Consiglio Comunale, come avrebbe dovuto. Speriamo che questa esperienza serva ad evitare ulteriori errori del genere in futuro. Tuttavia adesso che il problema asilo nido sembra risolto appaiono davvero strumentali i ripetuti tentativi di speculazione messi in atto da diversi schieramenti politici, a cui noi non intendiamo prestarci.

I Consiglieri del Gruppo:
Giorgio Masina
Valerio Coltellini

1 commento su Masina e Coltellini: “Si delinea una buona soluzione per l’asilo nido”

Asilo Nido Montepulciano: intervento congiunto di M5S, Chiezzi, Cappelli, NCD e Forza Italia

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dal M5S Montepulciano sulla vicenda dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, a cui hanno aderito anche esponenti di altre forze politiche locali: In data 7/7/14…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dal M5S Montepulciano sulla vicenda dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, a cui hanno aderito anche esponenti di altre forze politiche locali:

In data 7/7/14 si è tenuto l’incontro organizzato dal M5S a cui hanno partecipato, oltre ad una delegazione dei genitori, i rappresentanti di Rifondazione Comunista (Piero Cappelli), Forza Italia (Roberto Caroti), NCD (Moira Ciuffetti), Lista Civica Daniele Chiezzi Per Montepulciano (Daniele Chiezzi) e i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle(Mauro Bianchi e Michele Abram).

Tutti i presenti hanno espresso solidarietà ai genitori convenendo sulla ferma opposizione alla chiusura della struttura dell’Uccellino Azzurro e concordando come gli asili nido rappresentino un servizio di primaria importanza per la collettività. Tali servizi non possono essere soggetti ad operazioni “politiche” come quella indicata dall’amministrazione comunale di Montepulciano.

I rappresentanti politici presenti hanno invitato i genitori a non cedere facilmente alla semplicistica proposta loro offerta, avendo il pieno diritto al mantenimento del servizio. In tale riunione è stata ribadita la possibilità di valutare alcune alternative già accennate nell’incontro tra il sindaco e i genitori, proposte che l’amministrazione in quella sede ha pressoché ignorato.

Le stesse forze politiche presenti si adopereranno nei prossimi giorni per approfondire qualsiasi alternativa alla prospettata “sospensione” dell’attività dell’asilo nido del capoluogo. L’impressione generalizzata è che la prospettata sospensione del servizio per la prossima annualità si trasformerebbe, di fatto, in una chiusura sostanzialmente irrevocabile. I medesimi soggetti invitano fin da adesso la popolazione a mobilitarsi contro simili ipotesi di tagli ai servizi sociali.

I consiglieri Daniele Chiezzi, Mauro Bianchi e Michele Abram, si sono impegnati a richiedere in via di urgenza un consiglio comunale “aperto” sulla predetta problematica.

MoVimento 5 Stelle Montepulciano
Lista Civica Daniele Chiezzi per Montepulciano
Piero Cappelli
Moira Ciuffetti NCD
Roberto Caroti Forza Italia

Nessun commento su Asilo Nido Montepulciano: intervento congiunto di M5S, Chiezzi, Cappelli, NCD e Forza Italia

Caroti (FI): “L’asilo nido è indispensabile per Montepulciano”

Torniamo a parlare delle vicende legate all’asilo nido “L’uccellino azzurro” di Montepulciano. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviato dal Dr. Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di…

Torniamo a parlare delle vicende legate all’asilo nido “L’uccellino azzurro” di Montepulciano. Riceviamo e pubblichiamo un comunicato inviato dal Dr. Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena:

Forza Italia, dinanzi alle manovre dell’appena insediata Giunta Rossi bis sull’Asilo Nido “Uccellino Azzurro”, non può che dirsi contraria a qualunque soluzione che veda Montepulciano Capoluogo privato di una istituzione indispensabile.

Ovviamente le dichiarazioni del Sindaco Rossi e dell’Assessore Terrosi sono volte a gettare acqua sul fuoco ed a minimizzare, come del resto è nella buona tradizione della sinistra (…stai sereno…) e poi quando le acque si saranno calmate… arriverà la chiusura definitiva, è un film già visto, anche recentemente con il Tribunale.

Riteniamo che la scuola, in ogni suo ordine e grado, debba essere posta al centro di ogni pensiero di un buon amministratore pubblico, in particolare gli asili nido oggi svolgono una funzione sociale insostituibile a sostegno delle famiglie. Chiudere una scuola, così come chiudere un ospedale, significa privare la comunità di un servizio irrinunciabile.

Facciamo appello al Sindaco affinchè retroceda da tale decisione; se si vogliono fare risparmi, andiamo a risparmiare su spese che possono tranquillamente essere rinviate a tempi migliori, ma certamente non sulla pelle dei bambini e delle famiglie.

Mi auguro che le forze politiche presenti in Consiglio Comunale si attivino al riguardo e non si adagino al solito consociativismo mirato solo ad interessi personalistici.

FORZA ITALIA SIENA
Caroti Dr. Roberto

Nessun commento su Caroti (FI): “L’asilo nido è indispensabile per Montepulciano”

Asilo nido di Montepulciano, tutti gli aggiornamenti

Continua il dibattito a Montepulciano sul destino dell’Asilo Nido comunale “L’uccellino azzurro”. Vi avevamo parlato pochi giorni fa di un primo incontro tra amministratori e genitori, e avevamo diffuso un…

Continua il dibattito a Montepulciano sul destino dell’Asilo Nido comunale “L’uccellino azzurro”. Vi avevamo parlato pochi giorni fa di un primo incontro tra amministratori e genitori, e avevamo diffuso un botta e risposta a distanza tra il sindaco Andrea Rossi, il Movimento 5 Stelle di Montepulciano e il Partito Democratico della cittadina poliziana. Era poi intervenuto il consigliere Daniele Chiezzi, che si era dichiarato assolutamente contrario alla chiusura dell’asilo nido nel capoluogo.

Lo scorso mercoledì si è tenuto un secondo incontro tra amministratori e genitori, per trovare una soluzione condivisa alla problematica del plesso del capoluogo. Lo spostamento di tutti i bambini nella struttura “Il Trenino” di Montepulciano Stazione, infatti, aveva sollevato non poche polemiche. La nuova proposta scaturita nel corso della discussione riguarda la stipulazione di una convenzione con l’asilo privato “Fausto Fumi” in modo da garantire ai bambini già iscritti all’asilo nido “L’uccellino azzurro” di proseguire la frequenza nella struttura del capoluogo, alle stette tariffe e gli stessi standard della struttura pubblica. I nuovi scritti, invece, saranno inseriti presso l’asilo nido di Montepulciano Stazione, come da progetto originario.

Alcuni genitori hanno valutato positivamente questa proposta, ma la prosecuzione della trattativa durerà qualche altro giorno, coinvolgendo la dirigenza dell’asilo Fumi per definire gli aspetti amministrativi e organizzativi. Altri genitori non hanno invece gradito la scelta, poichè il rischio è quello di perdere definitivamente gli iscritti in favore del settore privato. Erano state avanzate altre proposte, come quella di abbassare le rette per aumentare le iscrizioni, oppure di reperire dei fondi aggiuntivi attraverso dei bandi regionali, come accaduto nei comuni di Fauglia e di Scarlino. Tiziana Terrosi, assessore ai servizi sociali, ha però dichiarato di aver già effettuato tutti i tentativi possibili negli anni passati, e che la mancanza di nuove iscrizioni ha costretto gli amministratori a riorganizzare le strutture, senza perdere il servizio pubblico.

Il sindaco Andrea Rossi ha poi inviato un comunicato stampa in cui chiarisce che la decisione di riorganizzazione dell’asilo nido comunale non deve essere considerata una chiusura, bensì una sospensione dell’attività per l’anno educativo 2014-2015:

“La situazione in cui ci siamo venuti a trovare è dovuta esclusivamente alla mancanza di iscrizioni quindi, la sospensione dell’attività va vista solo nella logica di un’ottimizzazione della gestione delle strutture esistenti. Confermo che il progetto per il 2015-2016 sarà impostato sulla ripresa della struttura cittadina e stiamo valutando forme di gestione innovative, sempre più rivolte alle esigenze delle famiglie e a una gestione attenta delle risorse pubbliche. Ovviamente ci auguriamo che l’inversione di tendenza annunciata (e auspicata) per la situazione economica ci consenta di utilizzare tutte le strutture disponibili”.

“Fino a oggi l’offerta educativa complessiva di Montepulciano nella fascia di età 0-3 anni, tra strutture pubbliche e private, è stata di 108 posti – precisa Andrea Rossi – Con la riorganizzazione (Il trenino e Fumi) la comunità poliziana ha a disposizione 88 posti a fronte di una domanda che non supera quota 50. La disponibilità è ampiamente superiore alle attuali esigenze della comunità e che sono specchio evidente di una situazione di diffusa difficoltà economica che obbliga le famiglie a rinunciare anche a servizi così importanti. Ne dobbiamo prendere atto e assumere le decisioni conseguenti; non farlo vorrebbe dire abbracciare posizioni scriteriate per un Comune come Montepulciano che ha creato gli asili nido quando ancora nell’area Valdichiana nessun ente locale aveva in mente di istituirli, offrendo un servizio di qualità e chiedendo alle famiglie un impegno economico, adeguato ai redditi e sostenibile rispetto a quello richiesto nei Comuni limitrofi”.

Le reazioni alla riunione di mercoledì non si sono fatte attendere neppure dalle altre forze politiche. Mentre era in corso la riunione, in Piazza Grande è stato convocato un presidio a sostegno dei genitori e dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”. Il consigliere Mauro Bianchi, portavoce del Movimento 5 Stelle nel consiglio comunale di Montepulciano, ha inoltre ribadito la sua opposizione e ha contestato il metodo decisionale scelto dagli amministratori:

“Riteniamo discutibile la scelta del sindaco Andrea Rossi di organizzare una riunione soltanto con i genitori dei bambini, al posto di una riunione pubblica con tutti i cittadini. La situazione doveva essere gestita assieme alla cittadinanza di Montepulciano, magari con una riunione ai Macelli, si tratta di un problema che interessa tutti. Ho provato ad assistere alla riunione ma sono stato scortesemente mandato fuori: politicamente parlando, è una scelta sbagliata, perchè gli asili nido e i servizi sociali sono un argomento che interessa tutti. Non ci opponiamo per questioni di retorica politica, le elezioni ci saranno tra cinque anni: la nostra è una battaglia per la politica, intesa come bene di tutti.”

Un ulteriore incontro con le famiglie è programmato per il prossimo mercoledì, in cui gli amministratori sperano di riuscire a trovare un accordo conclusivo alla vicenda, coinvolgendo sia i dirigenti dell’asilo “Fausto Fumi” che i genitori dei bambini iscritti all’asilo “L’Uccellino Azzurro”.

3 commenti su Asilo nido di Montepulciano, tutti gli aggiornamenti

M5S Montepulciano: “Trovare le risorse per l’Uccellino Azzurro”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del M5S Montepulciano in risposta alle dichiarazioni del consigliere Daniele Chiezzi: Siamo favorevolmente colpiti dal fatto che anche un altro componente dell’opposizione comunale di Montepulciano…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del M5S Montepulciano in risposta alle dichiarazioni del consigliere Daniele Chiezzi:

Siamo favorevolmente colpiti dal fatto che anche un altro componente dell’opposizione comunale di Montepulciano si stia spendendo a favore del mantenimento dell’asilo nido “L’uccellino Azzurro”. Apprendiamo dai giornali, infatti, che anche il Consigliere Chiezzi è contrario alla sua chiusura. Il M5S Montepulciano, appena avuta notizia della prossima chiusura del plesso scolastico, si è subito attivato a sostegno dei genitori Poliziani con l’organizzazione di una raccolta firme, ritenendo che la chiusura di un servizio pubblico (o come la chiama il Sindaco “sospensione”), quale un asilo, sia un grosso fallimento non solo per l’amministrazione comunale, ma per TUTTI i cittadini.

Il 30 giugno verrà consegnato il bilancio 2013 e il M5S ritiene che, al suo interno, esistano voci di spesa meno importanti dal punto di vista dell’impatto sociale che potrebbero essere ridimensionate in favore degli asili. Il M5S sta valutando anche la possibilità di utilizzare fondi regionali toscani esistenti, istituiti per aiutare il riempimento dei posti vacanti nei nidi e che servirebbero proprio per mantenere aperte tali strutture (vedi Comune di Scarlino).

Tanto per fare un altro esempio, in Sicilia, la Regione ha deciso di spostare i fondi ad uso delle cosiddette “sezioni primavera” e di utilizzarle come aiuto economico degli asili comunali. Ci chiediamo: Possibile che l’amministrazione PD di Montepulciano non sia a conoscenza di questa possibilità e non abbia fatto almeno qualche interrogazione in merito con la nostra amministrazione regionale?

Poiché stiamo parlando di un “Bene Pubblico” vogliamo citare un sunto estratto dal sito http://www.governo.it/governo/costituzione/principi.html
“Art. 1 – L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.” Nella visione dei padri costituenti, il prevalere dell’interesse della Repubblica (Bene Comune) su ogni interesse privato o associativo (e quindi anche di partito), si applica grazie al metodo democratico, inteso come sistema di delega elettorale. La delega elettorale, nella Costituzione, è sempre intesa come espressione di un Territorio. I Rappresentanti delegati dal Popolo sono tali solo in funzione di una delega territoriale, non ideologica né, tantomeno, di partito.

Detto ciò, ci appelliamo a tutte le persone a cui sta a cuore il mantenimento dell’Asilo “L’Uccellino Azzurro”, al di là dell’ideologia politica, affinché facciano valere la propria volontà sui loro delegati e partecipino alla manifestazione di Piazza Grande che si terrà il 2 luglio in occasione dell’incontro “a porte chiuse” tra l’amministrazione e i genitori dei bimbi iscritti.

L’Asilo è un Bene Comune, non è possibile che la cittadinanza non possa partecipare alla discussione sulla sua chiusura. Il M5S propone anche a tutti i nuovi consiglieri di maggioranza ed opposizione di partecipare e condividere questa iniziativa dando un segno forte di novità rispetto a quanto finora intrapreso e li invita ad applicare concretamente il primo articolo della nostra meravigliosa Costituzione.

Movimento 5 Stelle Montepulciano

Nessun commento su M5S Montepulciano: “Trovare le risorse per l’Uccellino Azzurro”

Daniele Chiezzi: “L’amministrazione crede nella politica sociale?”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Daniele Chiezzi, consigliere comunale per la lista civica “Daniele Chiezzi per Montepulciano”, relativo al dibattito attorno all’asilo nido comunale e più in generale…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Daniele Chiezzi, consigliere comunale per la lista civica “Daniele Chiezzi per Montepulciano”, relativo al dibattito attorno all’asilo nido comunale e più in generale ai temi del bilancio del comune poliziano. 

È con assoluto sconcerto che apprendiamo la notizia del rischio di chiusura dell’asilo nido comunale di Montepulciano Capoluogo.
Tra tutti i capitoli di bilancio del Comune poliziano quali sono i servizi da garantire – anche in perdita – e quali quelli che, invece, dovrebbero essere tagliati, se non attivi? Quali le opere pubbliche assolutamente necessarie, a fronte della necessità di destinare fondi ineludibili al sociale? E’ più importante un marciapiede in periferia, un giornalino di propaganda, una manifestazione in perdita secca perenne, oppure un asilo nido?

Io ed il mio gruppo di lavoro crediamo che mai e poi mai si dovrebbe ridurre un servizio fondamentale come questo, di sostegno alle famiglie ed alla possibilità di mettere al mondo dei figli. Non è un caso – purtroppo – se proprio in questi giorni l’ISTAT ha comunicato il dato 2013 sulla natalità in Italia. Siamo scesi sotto ad 1,4 figli per madre, quando sappiamo che il tasso di mantenimento della popolazione è inevitabilmente non inferiore a 2. Se tutti i Comuni si lasciano trascinare in questa linea di chiusura delle strutture indispensabili, non abbiamo più futuro.

A questo punto aspettiamo al varco la Giunta Rossi sul bilancio e sulla scelta dell’aliquota della TASI, ultima meraviglia impositiva. Vogliamo scommettere che saranno enunciate ragioni ineludibili per imporre un’aliquota altissima e – ciò nonostante – comunque “salterà” l’asilo nido del Capoluogo? E allora dove vanno i soldi? Per esempio abbiamo appena saputo che la Fondazione Cantiere ha da poco preso un mutuo ed ha dovuto ipotecare l’ex appartamento del custode del Teatro Poliziano…

Segnatevi, intanto, le aliquote TASI (sull’abitazione principale!) che già sono note in Provincia di Siena e preparatevi al confronto: Siena 0,31 ; Colle Val d’Elsa 0,33; Poggibonsi 0,25; Chiusi 0,25; Sovicille 0,25; Radda in Chianti 0,25; Castelnuovo Berardenga 0,25. Temiamo che il Comune di Montepulciano imporrà non meno di 0,33, cioè la più alta di tutti.

Ma noi siamo pronti alla battaglia sul bilancio, sugli impieghi di risorse, su qualsiasi altro fronte – in primo luogo quello impositivo – relativo alla equità sociale ed al bene della Collettività poliziana. Intanto garantiamo appoggio – chiunque la proponga – a qualsiasi iniziativa volta a scongiurare la chiusura di detto asilo nido, riservandoci ulteriori iniziative, non appena i dati saranno definitivamente chiariti.

Daniele Chiezzi
Consigliere Comunale Lista Civica “Daniele Chiezzi per Montepulciano”

2 commenti su Daniele Chiezzi: “L’amministrazione crede nella politica sociale?”

Montepulciano: botta e risposta sull’asilo nido

Nel corso degli ultimi giorni si sono diffuse voci contrastanti a Montepulciano, riguardo al destino dell’Asilo Nido comunale “L’uccellino azzurro”. In seguito a una riunione tenuta tra gli amministratori comunali…

Nel corso degli ultimi giorni si sono diffuse voci contrastanti a Montepulciano, riguardo al destino dell’Asilo Nido comunale “L’uccellino azzurro”. In seguito a una riunione tenuta tra gli amministratori comunali e i genitori dei bambini del plesso del capoluogo, il sindaco Andrea Rossi ha diffuso la sua posizione attraverso la propria pagina su Facebook e ha aggiornato la cittadinanza sullo stato di avanzamento della situazione:

“L’attività dell’Asilo nido comunale “L’uccellino azzurro” rischia di venire sospesa per l’anno educativo 2014/2015 (non viene chiuso l’asilo nido) perché, sulla base delle richieste di iscrizione pervenute, non è più possibile organizzare e sostenere il servizio su due plessi. Purtroppo non si tratta di una “scoperta” fatta in questo momento ma del risultato di una tendenza che si manifesta già da anni. Prima si sono assottigliate (fino a sparire) le liste d’attesa; poi, per l’anno 2013/2014, di fronte agli effetti della crisi economica, che già metteva a rischio l’organizzazione su due plessi, abbiamo diminuito in generale le quote di compartecipazione (con riduzione fino a 100 Euro per alcune, particolari fasce di reddito). Infine, proprio allo scopo di disporre anticipatamente di elementi che ci consentissero di attuare una programmazione seria e responsabile, abbiamo contattato, attraverso un questionario, le 250 famiglie del Comune potenzialmente interessate al servizio; a loro abbiamo chiesto di esprimere orientamenti e indicazioni sugli orari, su esigenze particolari etc. proprio con l’obiettivo di strutturare il servizio su due plessi, andando incontro alle esigenze della collettività.

Ebbene, sono giunte appena 36 risposte che danno l’idea che il bisogno del servizio si sia fortemente attenuato, forse a causa della situazione economica, che induce le famiglie a trovare altre soluzioni per l’affidamento dei figli piccoli. Le risposte pervenute hanno comunque contribuito alla definizione del servizio per il 2014/2015, abbiamo aperto le iscrizioni e ne abbiamo ricevute solo 20. Un numero talmente esiguo che, insieme alla tradizionale differenza tra domande ed iscrizioni effettive, non può indurci all’ottimismo e quindi alla tenuta delle due attuali strutture.

Questi citati numeri non sono sufficienti per poter sdoppiare la gestione in due plessi e così rischiano di costringerci , a malincuore, a sospendere l’attività della struttura del Capoluogo perché quella della Stazione è più centrale rispetto al territorio comunale e perché è in grado di contenere contemporaneamente un numero ampiamente superiore ai 30 bambini, capienza che invece “L’uccellino azzurro” non raggiunge. Ribadisco comunque la volontà dell’Amministrazione Comunale di lavorare su due plessi, il bando 2015/2016 sarà concepito prevedendo, a fronte di condizioni oggettive che lo consentiranno, l’attività della struttura del Capoluogo. Ce lo auguriamo perché quello dell’Asilo nido è un servizio “storico”, fiore all’occhiello dell’Amministrazione Comunale, che appare invece falcidiato dalla crisi economica che attraversa le nostre famiglie.”

Non si è fatta attendere la protesta da parte del Movimento 5 Stelle di Montepulciano, che ha cominciato una raccolta firme attraverso il gruppo consiliare e i suoi attivisti, per contestare la chiusura del plesso. Il commento inviato alle testate giornalistiche è il seguente:

“Caro Sindaco Rossi,
dopo le recenti polemiche che sono nate in seno alla prospettiva di chiudere o sospendere il servizio di Asilo Nido di Montepulciano capoluogo “L’uccellino Azzurro”, volevamo far notare un aspetto che stride notevolmente con ciò che emerge dal programma politico che 5078 cittadini Poliziani Le hanno sottoscritto: http://www.andrearossi.info/programma.html direttamente dal programma del sindaco:

‪#‎IlNostroComune‬ garantisce servizi sociali equi e solidali
“La nostra coalizione si impegna a mantenere i servizi e a sostenere i costi del welfare municipale con scelte prioritarie di bilancio e con azioni di riorganizzazione dei servizi, senza sacrificare gli standard di qualità.
Intendiamo mantenere l’asilo nido pubblico, conservarne il patrimonio sociale e contenerne i costi. Vogliamo esercitare funzioni di vigilanza sui servizi educativi presenti sul territorio e organizzare attività extrascolastiche.”

Ora, dopo tale impegno scritto “nero su bianco” in cui Lei si impegna a mantenere il servizio Pubblico dell’asilo nido, il giorno 26 Giugno (31 giorni dopo….) scrive sulla sua pagina Facebook il seguente post:
“L’attività dell’Asilo nido comunale “L’uccellino azzurro” rischia di venire sospesa per l’anno educativo 2014/2015 (non viene chiuso l’asilo nido) perché, sulla base delle richieste di iscrizione pervenute, non è più possibile organizzare e sostenere il servizio su due plessi. Purtroppo non si tratta di una “scoperta” fatta in questo momento ma del risultato di una tendenza che si manifesta già da anni. Prima si sono assottigliate (fino a sparire) le liste d’attesa; poi, per l’anno 2013 – 2014, di fronte agli effetti della crisi economica, che già metteva a rischio l’organizzazione su due plessi, abbiamo diminuito in generale le quote di compartecipazione (con riduzione fino a 100 Euro per alcune, particolari fasce di reddito)”

In grassetto abbiamo voluto sottolineare ciò che evidentemente già sapeva di non poter rispettare… Cosa dobbiamo dedurre? L’uso del singolare è da attribuire al fatto che già sapeva che “L’Uccellino Azzurro” sarebbe stato “impallinato”? Quante altre promesse fatte nel Suo programma dovranno essere distillate nella grammatica e soppesate nella semantica? Se dopo soli 31 giorni, si smentisce ciò che è stato promesso, cosa dobbiamo aspettarci dal Suo secondo mandato? Si ricorda il suo slogan? ‪#‎IlNostroComune‬ garantisce servizi sociali equi e solidali. Il MoVimento 5 Stelle Montepulciano è senza parole…..

Anche il Partito Democratico di Montepulciano, primo partito di maggioranza alle scorse elezioni amministrative, ha preso rapidamente posizione. Questo il commento inviato dal segretario Alberto Millacci sulla situazione riguardante l’asilo nido comunale:

“Noi riteniamo che avere più Asili nido nel territorio comunale è sicuramente una grande soddisfazione e un punto qualificante dei servizi dati ai cittadini di Montepulciano. Non possiamo però esimerci dal constatare una situazione molto critica e complessa rispetto alla quantità davvero esigua delle iscrizioni che sono andate sempre più assottigliandosi negli ultimi anni.

L’Amministrazione comunale si è adoperata per cercare di individuare tutte le soluzioni possibili, ma di fronte ai numeri impietosi di circa 20 domande complessive e vista la discrepanza in negativo che viene registrata regolarmente tra domande e iscrizioni, consideriamo saggia, se pur molto sofferta la decisione di “sospendere”, non di chiudere definitivamente l’Asilo nido “L’Uccellino azzurro”. In un momento di grandi difficoltà economiche, mantenere aperte le due strutture causerebbe un costo elevato che andrebbe a ricadere sulla collettività e siamo convinti che questa eventualità difficilmente sarebbe sopportabile.

L’eventuale scelta di tenere aperta la struttura di Montepulciano Stazione viene fatta per due motivi precisi e del tutto condivisibili, innanzitutto per la sua centralità rispetto al territorio comunale e in secondo luogo perché è in grado di contenere contemporaneamente un numero ampiamente superiore ai 30 bambini, capienza che invece “L’uccellino azzurro” non potrebbe garantire.”

Seguiranno aggiornamenti nei prossimi giorni sulle sorti dell’Asilo Nido di Montepulciano e sul dibattito a distanza tra le forze politiche.

Nessun commento su Montepulciano: botta e risposta sull’asilo nido

Type on the field below and hit Enter/Return to search