La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: Amministrative

Entra nel vivo la campagna elettorale di Benocci, candidato sindaco di “Sinalunga Bene Comune”

Riceviamo e pubblichiamo «Vogliamo essere una vera forza di rottura, che vada realmente ad ascoltare i cittadini, ne capisca i bisogni e lavori per il bene di Sinalunga e del…

Riceviamo e pubblichiamo

«Vogliamo essere una vera forza di rottura, che vada realmente ad ascoltare i cittadini, ne capisca i bisogni e lavori per il bene di Sinalunga e del territorio».

Così Corrado Benocci, candidato sindaco della lista “Sinalunga Bene Comune”, presenta la sua lista in vista delle amministrative del prossimo 25 maggio.

«Siamo una lista civica – prosegue Benocci – che farà scelte senza dover dipendere da obblighi o dettami di partito, ma lavorerà solo per il bene di Sinalunga e di tutti i suoi cittadini».

Parlando dei candidati al consiglio comunale, Benocci spiega che «con me ci sono tante persone ‘nuove’ senza tessera di partito e che adesso vogliono mettere la loro professionalità e la voglia di fare al servizio dei cittadini». Sinalunga è reduce da un periodo di commissariamento che ha creato disagi e difficoltà ai cittadini e dunque «mi sono convinto che non era il momento di stare a guardare ma di mettere a disposizione di tutti la mia esperienza, la serietà, l’entusiasmo e la determinazione», prosegue il candidato sindaco. Il tutto riassunto dallo slogan “Sinalunga bene comune, per cambiare insieme”.

Il programma della lista (già disponibile sul sito internet Sinalunga Bene Comune e sulla pagina Facebook del candidato) e si snoda su più punti: dal lavoro al turismo, passando per lo sport, la famiglia e le politiche per giovani e anziani. Ma il punto centrale è la voglia di coinvolgere tutti, con la volontà di mettere l’amministrazione comunale al servizio del cittadino. Tre le proposte un ufficio relazioni con il pubblico (Urp) efficiente e presente, la creazione di assemblee cittadine aperte a tutti con cadenza mensile il cui ordine del giorno sarà stilato in base alle richieste fatte dai cittadini stessi e alle informazioni e alle novità che l’Amministrazione ha necessità di comunicare, la nascita di una figura professionale incaricata di svolgere mansioni di Fundraising e Fundsaving, ovvero ricerca fondi attraverso bandi europei e conservazione del patrimonio tramite politiche virtuose di risparmio. Ed infine, ma non certo ultima per importanza, sindaco e assessori rinunceranno a parte del loro compenso a favore di progetti e iniziative di natura sociale e culturale.

 

Nessun commento su Entra nel vivo la campagna elettorale di Benocci, candidato sindaco di “Sinalunga Bene Comune”

Amministrative: la lista civica RiFARE Torrita si presenta ai cittadini

Saranno due gli eventi rivolti alla cittadinanza di Torrita e Montefollonico al fine di presentare la lista dei candidati ed illustrare il programma amministrativo della lista civica “RiFARE Torrita”. Il…

Saranno due gli eventi rivolti alla cittadinanza di Torrita e Montefollonico al fine di presentare la lista dei candidati ed illustrare il programma amministrativo della lista civica “RiFARE Torrita”.

Il primo è previsto giovedì 8 maggio alle ore 21 a Torrita presso la Sala della Comunità “Il Convento”, il secondo il giorno immediatamente successivo, venerdì 9 maggio alle ore 21 a Montefollonico presso il Teatro “Vitolo”.

La Lista è composta da membri della società civile torritese, accuratamente selezionati in base a competenze specifiche ben drifaretorrita-lista450vefinite ed utili ad un programma di governo del territorio volto al rilancio del medesimo.

Il candidato Sindaco è Rodolfo Damigelli (51 anni, impiegato), Governatore della locale Confraternita di Misericordia e Presidente dell’Associazione Sagra di San Giuseppe, mentre i candidati consiglieri sono Lorenzo Vestri (47 anni, commercialista), Maria Grazia Bruni (45 anni, imprenditrice nel turismo), Pietro Manini (67 anni, geologo e urbanista), Sante Bazzoni (57 anni, avvocato), Alessia Lorenzoni (42 anni, insegnante), Stefano Viti (52 anni, bancario), Alessio Benvenuti (37 anni, musicista), Stefano Franci (42 anni, impiegato all’USL 7), Lorenza Bonomei (65 anni, casalinga), Andrea Bracciali (48 anni, operaio), Antonietta Parente(22 anni, impiegata), Silvia Goracci (42 anni, commerciante).

Nessun commento su Amministrative: la lista civica RiFARE Torrita si presenta ai cittadini

Centrosinistra per Montepulciano: presentazione di squadra e programma

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della lista “Centrosinistra per Montepulciano” Un incontro per presentare la il programma e la squadra di centrosinistra a sostegno di Andrea Rossi, candidato a…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa della lista “Centrosinistra per Montepulciano”

Un incontro per presentare la il programma e la squadra di centrosinistra a sostegno di Andrea Rossi, candidato a sindaco di Montepulciano. E’ quello in programma lunedì 5 maggio alle 21 presso la Sala Ex Macelli, a Montepulciano. All’iniziativa, che sarà moderata da Giancarlo Pagliai, responsabile comunicazione dell’Unione comunale del Pd di Montepulciano, interverranno: Andrea Biagianti, vicesegretario del Pd toscano; Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del Pd senese; Oreste Pastorelli, deputato del Psi; Giorgio Del Ciondolo, segretario provinciale del Partito socialista italiano e Roberto Renai, referente enti locali di Sel Siena. All’incontro parteciperanno anche i candidati al consiglio comunale del centrosinistra.

“Il nostro Comune – si legge nella nota della coalizione – è un sistema integrato di cultura, attività produttive di eccellenza e qualità della vita. Il nostro comune è un territorio meraviglioso in cui l’opera dell’uomo e l’opera della natura si fondono in un quadro armonioso di sviluppo sostenibile e rispetto per l’ambiente. Il nostro comune è il centro ideale e nevralgico della Valdichiana senese, che garantisce servizi equi e solidali in un percorso condiviso, per il benessere di tutta la comunità. Montepulciano è il nostro comune, e la coalizione ‘Centrosinistra per Montepulciano’ si candida alle prossime elezioni amministrative con il sindaco Andrea Rossi”.

Nessun commento su Centrosinistra per Montepulciano: presentazione di squadra e programma

Andrea Rossi attacca il M5S: “La scimitarra del qualunquismo”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Andrea Rossi, candidato sindaco per la lista “Centrosinistra per Montepulciano” Il Movimento Cinque Stelle di Montepulciano ha iniziato la campagna elettorale ed il…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Andrea Rossi, candidato sindaco per la lista “Centrosinistra per Montepulciano”

Il Movimento Cinque Stelle di Montepulciano ha iniziato la campagna elettorale ed il tono è quello che ci aspettavamo: non confronto sui temi che interessano la collettività, non attenzione alle idee altrui e rilancio delle proprie ma attacchi violenti e ingiustificati, denigrazione, insinuazioni, populismo, demagogia e soprattutto “caciara”.

Ha interesse a buttarla in caciara, a confondere le idee ai cittadini, a mettere a tacere il ragionamento con l’urlo, chi non ha contenuti da proporre e, in buona fede o meno (seguendo pedissequamente il Vate, che se ne sta comodo tra le sue immense proprietà), sfrutta il momento di difficoltà per fare leva sulla logica, umana inquietudine di chi vive questa fase incerta e preoccupante.

La crisi non si supera con gli insulti, si supera semmai con un lavoro serio di ricostruzione… ma andatelo a raccontare a Grillo, che utilizza bassamente la paura, la preoccupazione, le difficoltà della gente per un proprio progetto di potere (ancora tutto da capire). E i soldatini, a testa bassa, eseguono anche dove, come a Montepulciano, non ci sono nemici (ma semmai avversari); non ci sono illegalità da smascherare, fantasmi da abbattere, scheletri da stanare dagli armadi. E così i suddetti soldatini appaiono del tutto fuori contesto quando partono a testa bassa, caricando bersagli inesistenti. Basta leggere gli interventi sulla presunta manovra in atto in Comune, nebulosamente descritta sotto il titolo “Il walzer del bastone tra le ruote…”.

Il Comune di Montepulciano non ha cambiato atteggiamento da quando è attivo il Movimento Cinque Stelle: l’insinuazione è talmente falsa da apparire palesemente ridicola e soprattutto rivela in maniera spietata quanta ignoranza in fatto di Pubblica Amministrazione regni tra gli esponenti del Movimento. Possibile che un’attività regolata da leggi si possa adattare ad una circostanza tanto esterna poi quanto la presenza di una nuova forza politica? Agli adepti di Grillo mancano, evidentemente, tanto la competenza quanto l’ esperienza e questo affermazioni lo rivelano in maniera spietata.

Il Comune di Montepulciano non nega l’accesso ai suoi atti ; questa Amministrazione ha fatto della trasparenza un suo punto prioritario, non solo assolvendo a tutti gli obblighi di legge (ogni atto come prevede la legge è pubblicato ed accessibile nel sito web del comune www.comune.montepulciano.siena.it ) ma rendendo i cittadini partecipi (con ogni mezzo, da quelli più tradizionali a quelli più evoluti) di tutte le proprie scelte, da quelle più semplici a quelle più complesse. Ogni atto è frutto di un percorso stabilito dalle norme e fortemente partecipato e nessuno si sottrae al confronto come dimostrano cinque anni di mandato scanditi da infinite occasioni di incontro aperto con i cittadini e culminati nella pubblicazione di una Relazione che, nel rispetto degli obblighi di legge, ha messo a confronto il programma di mandato (le cosiddette “promesse elettorali”) con gli obiettivi raggiunti. Chiunque, sfogliando “Comune Informa”, può farsi la sua opinione; ai grillini, che leggono poco (o solo quello che fa loro comodo), riassumo che, nonostante cinque anni difficilissimi, siamo andati ben oltre i programmi.

Non si può usare l’ignoranza come un’arma facendo leva sul disagio: quindi invito il Movimento Cinque Stelle di Montepulciano a documentarsi, leggere, soprattutto comprendere e a non brandire la scimitarra del qualunquismo: con certe armi, ci si può fare male e non c’è niente di più doloroso del giudizio dei cittadini.

Andrea Rossi
Centrosinistra per Montepulciano

Nessun commento su Andrea Rossi attacca il M5S: “La scimitarra del qualunquismo”

Amministrative, 5 Stelle Sinalunga: “Vinceremo noi”

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Stefania Nero, la trentenne laureata, residente a Scrofiano e candidata sindaco per il M5S di Sinalunga. “Il 25 Maggio comunque vada vinceremo noi, anzi…

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Stefania Nero, la trentenne laureata, residente a Scrofiano e candidata sindaco per il M5S di Sinalunga.

“Il 25 Maggio comunque vada vinceremo noi, anzi abbiamo già vinto. Questo perché siamo un gruppo di cittadini totalmente estranei alla politica del passato che passo dopo passo è riuscito a mettersi in gioco ed oggi si propone come unica alternativa ai partiti. Abbiamo già vinto perché il nostro programma è fatto di proposte di cittadini per i cittadini, su tutte la Fusione delle amministrazioni con la quale stiamo costringendo le altre forze politiche a seguirci, mettendole in difficoltà nel dover affrontare tematiche sulle quali erano impreparate. Abbiamo già vinto perché oltre a sollevare problemi, nel nostro programma abbiamo già pronte le soluzioni. Abbiamo già vinto perché grazie alla nostra lista il 25 maggio il primo partito non sarà quello dei disertori delle urne. Il commissariamento del comune di Sinalunga forse un giorno non verrà ricordato solo come un fatto negativo, ma come un punto di ripartenza. Infine vogliamo ringraziare tutti i funzionari comunali dai quali abbiamo avuto una ampia disponibilità nei vari step di presentazione della lista. Qualunque sia il responso delle urne, il 25 Maggio avremo vinto!”

Il programma per Sinalunga nella versione integrale è facilmente scaricabile sulle pagine facebook Movimento Cinque Stelle Sinalunga

Nessun commento su Amministrative, 5 Stelle Sinalunga: “Vinceremo noi”

Amministrative, depositata la lista Centrosinistra per Montepulciano

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa relativo alla lista “Centrosinistra per Montepulciano” a sostegno del candidato Andrea Rossi per le prossime elezioni amministrative. Oggi 25 Aprile, abbiamo depositato la Lista…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa relativo alla lista “Centrosinistra per Montepulciano” a sostegno del candidato Andrea Rossi per le prossime elezioni amministrative.

Oggi 25 Aprile, abbiamo depositato la Lista della Coalizione “Centrosinistra per Montepulciano” insieme al nostro Programma. Sono molto soddisfatto del lavoro fatto fin qui, abbiamo una squadra di candidati che si sono messi a disposizione e che metteranno tutto il loro impegno in questa nuova importante avventura, sette donne e nove uomini in rappresentanza di tutto il territorio comunale.

Vorrei ringraziare il candidato Sindaco Andrea Rossi per essersi messo nuovamente in gioco con l’intento di poter continuare quella buona amministrazione dimostrata con il mandato che si è appena concluso.

Un grazie particolare va a tutti coloro che hanno contribuito alla stesura del Programma, un Programma molto ambizioso che cercherà di dare risposte a tutta la Comunità e non soltanto ad una parte di essa.

Un grazie sincero va alle forze che con il PD formano la Coalizione, PSI e SEL, insieme a loro abbiamo governato bene e continueremo a farlo nel solo interesse dei nostri cittadini.

Il mio più grande “in bocca al lupo” va a tutti i sedici candidati consiglieri e al candidato Sindaco, ora si parte, tutti al lavoro per costruire il domani di Montepulciano! Grazie a tutti e buon lavoro.

Alberto Millacci (segretario U.C. PD Montepulciano)

Nessun commento su Amministrative, depositata la lista Centrosinistra per Montepulciano

5 Stelle Sinalunga presentano il dossier sul degrado dei parchi gioco

Il Movimento 5 Stelle di Sinalunga nella persona di Stefania Nero candidata Sindaco alle prossime elezioni amministrative nel comune stesso, pone l’attenzione su un’attenta ricerca fatta in questo ultimo anno,…

Il Movimento 5 Stelle di Sinalunga nella persona di Stefania Nero candidata Sindaco alle prossime elezioni amministrative nel comune stesso, pone l’attenzione su un’attenta ricerca fatta in questo ultimo anno, in relazione alla sicurezza dei giochi per l’infanzia collocati nei nostri giardini Comunali (parchi pubblici).

“Visto e considerato la completa mancanza di rivestimenti antiurto posti sotto ai giochi con altezza di impatto superiore a cm 60/140 (altalene,scivoli e scalette di corda) in riferimento alla normativa Europea EN1177/2008 (requisiti per i rivestimenti di superfici di aree gioco ad assorbimento d’impatto) . La presente norma è la versione ufficiale italiana della europea EN 1177 approvata dal (CEN) Comitato Europeo di Normazione, nell’agosto del 1997.Essa stabilisce i requisiti minimi per ogni tipo di rivestimento di superficie gioco per bambini, al fine di ammortizzare l’impatto di caduta.Durante il gioco, i bambini, possono subire lesioni per svariati motivi. Si ritiene comunque che le lesioni alla testa siano quelle più gravi. Ciò ha indotto il CEN a redigere una norma che classifichi i materiali ammortizzanti da utilizzare come rivestimento delle superfici da gioco, al fine di ridurre le probabilità di lesioni alla testa. La norma UNI EN 1177, pertanto, detta i fattori da tener in considerazione nella scelta del tipo di pavimentazione per aree gioco e fornisce un metodo di prova per determinare l’ammortizzazione d’impatto. Il risultato finale di tale prova, individua un’altezza minima di caduta per ogni singolo tipo di rivestimento, segnando il limite massimo di efficacia nel ridurre le possibili lesioni di caduta durante il normale utilizzo dei giochi, conformi alla norma UNI EN 1176″.

Nella nota si legge ancora:

“Poi abbiamo controllato i giochi istallati. Considerato il visibile degrado delle attrezzature gioco presenti nei giardini stessi lanormativa Europea EN1176/2008 UNI E N 1176-7 1999 cita testualmente nella guida all’istallazione, ispezione, manutenzione ed utilizzo: “Le attrezzature e i loro componenti devono essere sottoposti a ispezioni e manutenzioni secondo le istruzioni del fabbricante con una frequenza non inferiore a quella indicata dal fabbricante”. Le attrezzature e i loro componenti devono essere sottoposti a ispezione e manutenzione cosi suddivisa:Ispezione visiva ordinari. Questo tipo d’ispezione consente di individuare i rischi evidenti che possono risultare da vandalismo,uso o effetti atmosferici.Ispezione operativa. Questo tipo d’intervento è più specifico e consiste nel controllare la stabilità dei vari giochi e dovrebbe essere effettuata ogni 1-3 mesi. L’ispezione principale annuale. Viene effettuata a intervalli non inferiori a 12 mesi, per valutare il livello complessivo di sicurezza delle attrezzature, delle fondamenta e delle superfici. Al fine di evitare infortuni, il proprietario o il gestore dovrebbe assicurarsi che per ciascuna area di gioco venga stabilito e mantenuto un adeguato programma delle ispezioni, che dovrebbe tener conto delle condizioni locali e delle istruzioni del fabbricante, che possono influire sulla frequenza di ispezioni. Se si notano difetti gravi che mettono a rischio la sicurezza, questi dovrebbero essere corretti senza indugi. Se ciò non è possibile, le attrezzature dovrebbero essere rese inutilizzabili.Il personale che esegue compiti nell’ambito della gestione della sicurezza, come ispezione, riparazione e manutenzione, dovrebbe essere competente.Il personale dovrebbe avere informazioni esaurienti sui propri compiti, responsabilità e competenze. Certi lavori particolari, come la saldatura di parti di una struttura, che si ritiene influiscano sulla sicurezza del gioco dovrebbero essere eseguite soltanto da personale qualificato del settore. Tutte le azioni nell’ambito della gestione della sicurezza devono essere documentate. I documenti relativi ad un’area da gioco dovrebbero comprendere: Il certificato di ispezione e di prova;le istruzioni per il funzionamento, se applicabili;le registrazioni del gestore, per esempio “libretto dei rapporti”.

Le domande che il Movimento 5 Stelle Sinalunga si pone sono queste:

1) per quale motivo i nostri bambini sono in continuo pericolo di infortunio dovuto sicuramente al mancato controllo delle precedenti amministrazioni comunali? 2) come e’ possibile che ,viste le normative vigenti , sia possibile che dette aree siano a Norma? 3) Vista l’impossibilità tramite il sito comunale di accedere ai dati delle assicurazioni stipulate dal Comune, in caso di infortunio/danno permanente e non , vi è una copertura assicurativa? Se esiste copre anche in caso che gli stessi giochi non siano a norma? Decisamente abbiamo il dubbio. 4) Se non paga l’assicurazione ,allora, perché l’amministrazione si mette in tale posizione? E se tutti i dubbi da Noi posti fossero veritieri , perchè il cittadino deve pagare per le mancanze dell’amministrazione?

In conclusione:

“A prescindere da tutto ciò quello che ci interessa è l’incolumità dei nostri figli. Questo è uno dei punti di programma del Movimento 5 Stelle di Sinalunga. – RIQUALIFICAZIONE E MESSA A NORMA DEI PARCHI/GIARDINI COMUNALI-

Nessun commento su 5 Stelle Sinalunga presentano il dossier sul degrado dei parchi gioco

Sinalunga: Pd unito per le amministrative a sostegno di Riccardo Agnoletti

“Il nostro grazie va al Pd di Sinalunga che ha dimostrato grande unità nel lavoro di partecipazione e di ascolto che sta coinvolgendo i democratici e le democratiche nei tavoli…

“Il nostro grazie va al Pd di Sinalunga che ha dimostrato grande unità nel lavoro di partecipazione e di ascolto che sta coinvolgendo i democratici e le democratiche nei tavoli tematici per costruire il futuro della città. Un sentito grazie inoltre va, al grande senso di responsabilità dimostrato da tutti i candidati delle primarie e in particolare ad Andrea Francini. Nonostante il risultato di stretta misura Francini ha infatti dimostrato grande maturità e serietà, rispondendo appieno allo spirito delle primarie e mettendosi al lavoro per il Pd ed il centrosinistra, senza chiedere niente in cambio”.

Con queste parole Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del Pd; Juri Bettollini, responsabile enti locali del Pd e Andrea Biangianti, vicesegretario regionale intervengono sul percorso post primarie avviato dal Partito democratico di Sinalunga.

“Oggi – affermano Guicciardini, Bettollini e Biagianti – il candidato sindaco, Riccardo Agnoletti può contare sul supporto e sulla forza di tutto il Pd e di tutti coloro che hanno contribuito al risultato delle primarie. L’unità e la compattezza del Pd daranno ad Agnoletti ancora più slancio per il voto del 25 maggio”.

“Le primarie – dicono ancora Guicciardini, Bettollini e Biagianti – sono state un momento importante in tutto il territorio provinciale. Il Pd senese ha avuto il coraggio di organizzare, in vista delle amministrative, diciotto primarie, che hanno dato un risultato storico in termini di partecipazione, portando oltre 25 mila cittadini alle urne. É necessario che la tornata delle primarie del 9 e 16 marzo, oltre a sancire il suddetto risultato di partecipazione, serva anche per una riflessione sulle modalità organizzative e sulla gestione politica delle stesse in futuro. Questo passaggio é servito anche per comprendere nel futuro l’adozione di tutti quegli accorgimenti necessari alla garanzia in maniera efficace dell’elettorato passivo e attivo e di tutti i volontari che collaborano nello svolgimento delle primarie. In merito al ricorso presentato sulle primarie di Sinalunga, la Commissione di garanzia lo ha rigettato, confermando l’esito del voto, tuttavia rilevando che le irregolarità segnalate hanno evidenziato significativi limiti nello svolgimento e nell’organizzazione delle primarie, in particolare nella formazione del seggio 1 di Sinalunga Centro. Tali limiti segnalati dalla Commissione di garanzia non hanno inficiato il risultato né mortificato il grande sforzo di tutti i volontari che per due domeniche consecutive hanno tenuto aperti i seggi, ma sono utili indicazioni per il futuro verso una regolamentazione più attenta e puntuale”.

Nella foto Niccolò Guicciardini segretario provinciale del Pd

Nessun commento su Sinalunga: Pd unito per le amministrative a sostegno di Riccardo Agnoletti

Lotta ai diserbanti nel programma M5S di Sinalunga

Erba secca e gialla al posto del verde e quei piccoli fiorellini bianchi che in primavera spuntano nelle banchine e cunette a bordo strada sono ormai un ricordo. Ai lati…

Erba secca e gialla al posto del verde e quei piccoli fiorellini bianchi che in primavera spuntano nelle banchine e cunette a bordo strada sono ormai un ricordo. Ai lati delle statali e delle provinciali, da un paio d’anni a questa parte, infatti, assistiamo all’irreale rinsecchimento della vegetazione: il giallo persistente che stride con il verde rigoglioso delle colline e delle valli del Belpaese da cosa è causato?
Il danno estetico al paesaggio , ed il relativo danno economico dovuto al mancato turismo straniero, non è da sottovalutare: nella stagione primaverile non è piacevole percorrere chilometri di strade circondate da innaturali strisce rosse e gialle di erba rinsecchita. Tutto questo senza però dimenticare il rischio incendi: l’erba secca, stopposa, lo sanno anche i bambini ormai, funge da miccia per scatenare i roghi di cui le cronache estive sono tristemente piene. Abbiamo intenzione di chiedere anche questo ad Anas, Ferrovie, Autostrade ma forse la risposta ce la darà la forestale con il suo quotidiano bollettino degli incendi. Non è una sorpresa, è la stessa solita triste storia.
Solo il fatto che l’abitudine nel vedere questa cartolina chimica ce la rende “normale” è pericoloso.

Da cosa dipende?
Da diserbi massicci, posti in essere da agricoltori, privati poco informati, aziende ed enti gestori che per semplificare e ridurre i costi delle operazioni di decespugliazione utilizzano prodotti diserbanti soprattutto a base di Glyphosate (prodotto dalla Monsanto) senza porsi la minima domanda sugli effetti dannosi di tale principio attivo.
Danni accertati e documentati all’uomo da trattamenti continuativi di GLYPHOSATE su terreni limitrofi ad aree urbane o in prossimità di falde acquifere che alimentano aree urbane riscontrano un aumento rilevante delle casistiche di: ALZHEIMER, ABORTO DEL FETO, MALFORMAZIONI GENETICHE, TUMORI (di diversa tipologia) e AUTISMO.

Danni su flora e fauna:
Uccide gli anfibi (rane, rospi, rettili, gechi….) e i lombrichi utili alla fertilità della terra , danneggia la flora selvatica e la Biodiversità collegata. Uccide Api e insetti utili in particolare, compromettendo vaste fonti alimentari anche per gli esseri umani (Erbe spontanee e medicinali). Distrugge l’humus dei terreni, compromettendone la fertilità e provocando frane, dilavamento,erosione e allagamenti.

Il Movimento 5 Stelle Sinalunga, STEFANIA NERO Sindaco ha posto questo come punto di programma:

“All’interno del centro urbano di SINALUNGA (SI) sia vietato l’uso di DISERBANTI come definiti in premessa, ed in particolare dei diserbanti, comunque classificati, intendendo per diserbanti qualsiasi sostanza chimica di sintesi impiegata per il controllo delle malerbe o piante infestanti. Lo stesso divieto vigerà in un raggio di mt. 300 dal centro urbano medesimo, di mt. 150 da pozzi e sorgive che alimentano gli acquedotti e sorgive di uso pubblico, da pozzi di sorgive private, da nuclei e case abitate, anche non residenziali situate al di fuori del perimetro urbano”.

Nella nota si continua a leggere:

“AVREMO UN CARTELLO AD OGNI INGRESSO DEL PAESE E DELLE FRAZIONI CON LA SCRITTA “SINALUNGA GLYPHOSATE FREE”. LAVORIAMO INSIEME PER IL TURISMO NON PER L’ANTITURISMO”

Nessun commento su Lotta ai diserbanti nel programma M5S di Sinalunga

Andrea Rossi sulle dichiarazioni ISEE: “Trasparenza assoluta da parte del Comune”

Riceviamo e pubblichiamo una nota del candidato sindaco Andrea Rossi per la lista “Centrosinistra per Montepulciano” In una recente sortita sugli organi di informazione, il candidato Sindaco Daniele Chiezzi, preoccupato…

Riceviamo e pubblichiamo una nota del candidato sindaco Andrea Rossi per la lista “Centrosinistra per Montepulciano”

In una recente sortita sugli organi di informazione, il candidato Sindaco Daniele Chiezzi, preoccupato di rigettare qualunque ipotesi di sua collocazione in un’area politica definita, tira in ballo anche l’ISEE (Indicatore dalla Situazione Economica Equivalente), ovvero lo strumento che, valutando il reddito dei richiedenti un servizio pubblico, assegna una fascia di contribuzione e individua quindi una tariffa da versare.

E, con ineffabile candore, Chiezzi si chiede se anche a Montepulciano succede che qualcuno “ci provi”, ovvero faccia il furbo dichiarando il falso per ottenere agevolazioni o comunque risparmiare rispetto alla tariffa che dovrebbe versare. Ma il candidato Sindaco va oltre, insinuando atteggiamenti “tolleranti” legati ad un presunto “clientelismo elettorale”.

Questa seconda allusione offende sia i cittadini sia le Istituzioni, additati senza distinzioni come complici in comportamenti illegali.
Ma per una volta non possiamo indicare come strategico il tono “finto ingenuo” di un candidato. Chiezzi, infatti, proprio NON SA (e lo dimostra), che nel controllo effettuato dal Comune sulle dichiarazioni ISEE rese per accedere ai servizi a domanda individuale (trasporto scolastico, mensa, servizi a domicilio, assegnazione alloggi etc.) NON c’è, né ci potrebbe essere alcuna discrezionalità. Durante lo svolgimento dell’attività istruttoria è lo stesso Ente, di fronte a dichiarazioni che possano ingenerare sospetti, ad attivare controlli e verifiche.

Ma Chiezzi dimostra anche di IGNORARE, stato imperdonabile per chi si presenta ai cittadini con dichiarazioni così pesanti, che il 10 febbraio 2010 il Comune di Montepulciano e il Comando provinciale di Siena della Guardia di Finanza hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che, proprio al fine di rendere più efficace il contrasto dell’evasione fiscale e di frode in danno del bilancio del Comune e dello Stato, prevede che lo stesso Comune trasmetta al reparto GdF di Montepulciano gli elenchi di tutti beneficiari di servizi che abbiano presentato il modello ISEE e che sia pronto a fornire, su richiesta, documentazione e assistenza utile per i controlli.

Dunque il controllo sulle dichiarazioni viene effettuato prima dal Comune e poi anche da un organo di polizia economico-finanziario in esecuzione di ben precise indicazioni di legge. Di fronte ad un quadro così ben definito c’è ben poco da aggiungere, almeno nel merito.

Sul piano politico non si può invece fare a meno di notare l’avvilente livello del dibattito pre-elettorale che forse scaturisce dal timore di un risultato non convincente e che induce dunque a menare fendenti alla cieca che,inevitabilmente si rivelano dei boomerang.

Ma affermazioni di questo tenore non si possono non confutare, nel rispetto dell’Ente-Comune, della trasparenza assoluta con cui esso agisce, e dei cittadini che, senza cercare scorciatoie, si servono, secondo le regole, dei servizi loro dedicati.

Andrea Rossi

Nessun commento su Andrea Rossi sulle dichiarazioni ISEE: “Trasparenza assoluta da parte del Comune”

Type on the field below and hit Enter/Return to search