La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: carnevale di Foiano

A Chiusi Scalo, torna Sbottegando e il Carnevale dei ragazzi

Una splendida giornata di sole, tantissimi bambini e ragazzi mascherati, grandi carri di carta pesta, musica e, per le vie centrali, tanti banchetti dove comprare prodotti delle migliori marche a…

Una splendida giornata di sole, tantissimi bambini e ragazzi mascherati, grandi carri di carta pesta, musica e, per le vie centrali, tanti banchetti dove comprare prodotti delle migliori marche a prezzi eccezionali. Sono stati questi gli ingredienti che hanno trasformato domenica 2 marzo in una giornata da ricordare per Chiusi Scalo. La prima sfilata della 62° edizione del Carnevale dei ragazzi di Chiusi e l’ultima giornata della XII edizione dello Sbottegando del centro commerciale naturale di Chiusi Scalo sono state veramente un successo e hanno visto tanta partecipazione di cittadini di Chiusi ma anche di persone dei paesi vicini, attirati probabilmente anche dalla sinergia tra i due eventi.

La festa non finisce però qui perché il Carnevale dei ragazzi di Chiusi torna come da programma oggi, 4 marzo, alle ore 15, con la sfilata a Chiusi Città e il veglioncino al Teatro Mascagni e domenica 9 con la sfilata a Montallese e la festa al campo sportivo. Ma anche lo Sbottegando si ripeterà, sabato 8 e domenica 9 marzo, dalle 9.30 alle 20. Non tutto il finesettimana che si è appena concluso è stato infatti caratterizzato dal bel tempo e le prime due giornate dello Sbottegando (venerdì 28 febbraio e sabato 1 marzo) sono state molto penalizzate dal freddo e dall’acqua, al punto che in particolare sabato i commercianti del centro commerciale naturale hanno deciso di ‘sbottegare’ con i tipici banchetti della manifestazione all’interno dei negozi e gli spettacoli sono stati annullati. “Pur essendoci stata comunque una buona affluenza – spiega Maria Gliatta, presidente del CCN di Chiusi Scalo – nelle prime due giornate lo Sbottegando è stato penalizzando dal meteo e per questo, grazie alla disponibilità dell’Amministrazione comunale di Chiusi e delle associazioni di categoria Confesercenti e Confcommercio che ci hanno dato il permesso e al sostegno della Banca Valdichiana, abbiamo deciso di ripetere lo Sbottegando anche il prossimo finesettimana”.

Tante occasioni di divertimento e shopping quindi ancora a Chiusi. Con il Carnevale che, – promosso dalla Pro Loco insieme con gruppo Carneval Porsenna, il sostegno della BCC e la collaborazione di tante associazioni come Auser Ada Avis, Contrade e ASD Montallese – tornerà a Chiusi Città. Protagonisti della sfilata saranno ancora una volta: la mascotte Carneval Porsenna, i grandi carri colorati – dalla macchina dei Blues Brothers, al Gabibbo di Striscia lo stadio, la Peppa Pig e il grande Smile – la Filarmonica Città di Chiusi trasformata in squadra di calciatori e soprattutto i tanti bambini e ragazzi delle scuole di Chiusi e in particolare quelli della “Young band”, l’orchestra della scuola media che animerà anche il veglioncino al Teatro Mascagni con musiche e balli. Tante occasioni di acquisto a prezzi eccezionali inoltre con l’edizione straordinaria dello Sbottegando che dà a tutti appuntamento con i suoi banchetti e tanto intrattenimento al prossimo finesettimana.

Nessun commento su A Chiusi Scalo, torna Sbottegando e il Carnevale dei ragazzi

A Chiusi, “Sbottegando” e “Carnevale”, un fine settimana ricco di appuntamenti

Si svolgerà dal 28 febbraio al 2 marzo l’iniziativa di fine saldi di Chiusinvetrina che nell’ultima giornata coinciderà con il “Carnevale dei ragazzi”, dando vita ad un pomeriggio di grande…

Si svolgerà dal 28 febbraio al 2 marzo l’iniziativa di fine saldi di Chiusinvetrina che nell’ultima giornata coinciderà con il “Carnevale dei ragazzi”, dando vita ad un pomeriggio di grande divertimento con la sfilata di carri e la festa in piazza Garibaldi, animata dalla “Young Band”, l’orchestra della Scuola media.

Un lungo fine settimana all’insegna del divertimento, delle opportunità di acquisto e della collaborazione, quello che la città di Chiusi vivrà da venerdì 28 febbraio a martedì 4 marzo, grazie alla coincidenza e alla sinergia tra due manifestazioni dalla tradizione molto lunga come lo “Sbottegando” e il “Carnevale dei ragazzi”.

La prima manifestazione a partire sarà lo “Sbottegando”, l’iniziativa promossa dal Centro commerciale naturale Chiusinvetrina, che, giunta alla XII edizione, vedrà come sempre, in occasione degli ultimi giorni dei saldi, da venerdì 28 febbraio a domenica 2 marzo, i negozi di Chiusi Scalo scendere in strada dalle 9:30 alle 20, per vendere su speciali banchetti, i loro prodotti delle migliori e più note marche, a prezzi veramente eccezionali. Un’opportunità da non perdere per la grande varietà merceologica che il centro commerciale naturale di Chiusi Scalo offre – dall’abbigliamento all’oreficeria, dall’ottica ai prodotti dell’enogastronomia locale – come in un grande “centro commerciale a cielo aperto” che sta crescendo sempre più, come dimostrano le aperture di nuove attività degli ultimi mesi. Lo “Sbottegando” darà inoltre l’avvio alla presentazione delle nuove collezioni moda dei negozi di Chiusi Scalo, dando la possibilità di scoprire i nuovi trends della prossima stagione. Come sempre poi, accanto alle opportunità di shopping, è previsto tanto intrattenimento con la presenza, sabato 1 marzo, delle ragazze degli “Archi Mossi”. Saranno presenti poi alcune società sportive come la squadra dei Canottieri D’Aloja Chiusi e la Scuola di Ciclismo Polisportiva Albergo Oliveto – Montallese.

Realizzazione Carro "Carnevale dei ragazzi"

Realizzazione Carro “Carnevale dei ragazzi”

La giornata più importante sarà però per Chiusi Scalo domenica 2 marzo quando, l’ultimo appuntamento con lo “Sbottegando” coinciderà anche con la prima giornata della 62° edizione del “Carnevale dei ragazzi” che vedrà, a partire dalle 15, una sfilata di carri allegorici attraversare il centro, senza toccare però via Leonardo Da Vinci e via Pasubio dove proseguirà lo “Sbottegando”, e una festa per i bambini, che quest’anno si svolgerà non al teatro ma a Chiusi Scalo, in piazza Garibaldi, con l’animazione dei ragazzi della “Young Band”.
Diversi i carri allegorici in cartapesta che sfileranno per il “Carnevale dei ragazzi”, realizzati dal gruppo di volontari che si è costituito per portare avanti la lunga tradizione di questa manifestazione a Chiusi. Dietro ad ogni carro saranno presenti gruppi mascherati animati dai bambini delle scuole– infanzia, primaria e secondaria di primo grado – e dal gruppo dell’Auser. Ad aprire la sfilata, la Filarmonica Città di Chiusi, seguita dalla mascotte del carnevale, “Carneval Porsenna” che quest’anno sarà su una biga e darà vita al carro della scuola Primaria “Carneval Porsenna e i suoi tesori”; seguirà poi il carro della scuola dell’Infanzia e della Scuola Sacro Cuore “Un sorriso al mondo”; quello della scuola media “The Blues Brothers” e “La Peppa Pig” dell’Auser”.

La coincidenza tra lo “Sbottegando” e il “Carnevale” trasformerà il cuore di Chiusi Scalo in una grande festa che proseguirà dopo la conclusione della sfilata in Piazza Garibaldi, dove i ragazzi della “Young Band” della Scuola secondaria di primo grado “Galilei” faranno intrattenimento per i più piccoli, con musiche e balli.

Dopo la giornata di domenica, il “Carnevale dei ragazzi” tornerà martedì 4 marzo a Chiusi Città con la sfilata di carri a partire dalle 15 cui seguirà questa volta il veglioncino al Teatro Mascagni, animato ancora una volta dai ragazzi della “Young Band”. La festa non sarà però conclusa perché il “Carnevale dei ragazzi”tornerà domenica 9 marzo a Montallese, ancora con una sfilata per le vie della frazione e una festa al campo sportivo.
Il lungo finesettimana di festa e shopping sarà frutto delle sinergie tra le due manifestazioni e quindi tra il Centro commerciale naturale di Chiusi Scalo e il gruppo del “Carnevale dei ragazzi”, con il patrocinio del Comune di Chiusi e il sostegno di Banca Valdichiana.

Ma sarà anche merito della collaborazione e disponibilità delle tante associazioni che collaboreranno; in particolare il Carnevale dei ragazzi è realizzato grazie alla Pro loco di Chiusi e all’impegno volontario di molte persone che per mesi hanno lavorato alla progettazione e realizzazione dei carri. La perfetta riuscita della sfilata sarà inoltre garantita dalla collaborazione delle Contrade di Chiusi Scalo; Auser, Ada e Avis offriranno anche crogetti durante le sfilate e ASD Montallese collaborerà per la festa del 9 marzo.

Nessun commento su A Chiusi, “Sbottegando” e “Carnevale”, un fine settimana ricco di appuntamenti

Carnevale: a Foiano della Chiana il più antico d’Italia

Al via a Foiano della Chiana, dal 9 febbraio 2014, la 475 esima edizione del più antico carnevale d’Italia I quattro cantieri sedi dei carri allegorici, sono accesi fino a…

Al via a Foiano della Chiana, dal 9 febbraio 2014, la 475 esima edizione del più antico carnevale d’Italia

I quattro cantieri sedi dei carri allegorici, sono accesi fino a notte fonda per lavorare alla creazione dei giganti di cartapesta che saranno presentati per l’edizione 2014 del Carnevale di Foiano della Chiana, il piccolo borgo toscano in provincia di Arezzo che ospita il carnevale più antico d’Italia giunto quest’anno alla sua 475esima edizione. Cinque domeniche di festa, dal 9 al 23 febbraio e dal 2 al 9 marzo, durante le quali le vie del paese saranno teatro dei festeggiamenti in onore di Re Giocondo, il patrono della manifestazione, e in attesa del verdetto finale per decretare il vincitore tra i quattro cantieri in gara con vere e proprie opere di cartapesta.

Quattro i carri allegorici in gara rispettivamente realizzati dai quattro “cantieri” come si chiamano a Foiano della Chiana, che dalla prima domenica daranno vita a veri e propri spettacoli che avranno come palcoscenico le piccole vie del centro storico di Foiano. Azzurri, Bombolo, Nottambuli e Rustici: questi i nomi delle quattro fazioni che da secoli ormai si sfidano ogni anno a colpi di coriandoli e cartapesta realizzando imponenti opere artistiche apprezzate in tutto il mondo. Attesa, da parte del pubblico, per scoprire quali saranno i colori e i soggetti rappresentati in forma allegorica da veri e propri maestri della cartapesta e della meccanica.

Tra le novità di questa edizione l’orario che, salvo la prima domenica che vedrà il suo inizio alle 15 in occasione della presenza della giuria, per le altre domeniche in programma le sfilate dei carri allegorici prenderanno il via a partire dalle 12. Il Carnevale di Foiano non è solo una gara tra i cantieri, ma anche divertimento e vera e propria celebrazione di questa importante festa popolare. Molte infatti come ogni anno le attività collaterali in programma. Tra le principali attività in programma le iniziative per i più piccoli con il Carnevale dei Bambini che vedrà un percorso divertimento fatto di gonfiabili, trenini, piccoli carri di cartapesta, animazione. La Galleria Furio del Furia (sede espositiva) e la affascinante Sala della Carbonaia ospiteranno nelle cinque domeniche alcune mostre d’arte varia. Inoltre per questa edizione la possibilità di degustare il cibo di strada proveniente da tutta Italia con il Villaggio Street Food, l’area promossa dall’omonima associazione che porterà le migliori delizie da degustare mentre sfileranno i giganti di cartapesta.

Il Carnevale di Foiano della Chiana, il più antico d’Italia giunto con il 2014 alla 475esima edizione, è considerato tra le più importanti manifestazioni del genere in Italia, sia per le spettacolari coreografie sia per la sua tradizione storiografica. Quattro mastodontici carri allegorici realizzati da veri maestri della cartapesta e da tecnici della meccanica. A dominare il popolo carnevalesco è la figura di Re Giocondo che apre le sfilate ogni domenica seguito dai carri maggiori, dalle mascherate e dalle bande e durante l’ultima domenica di festa, dopo aver fatto pubblico testamento, viene dato alle fiamme nella spettacolare cerimonia della rificolonata.

Durante il periodo carnevalesco alcuni ristoranti del territorio proporranno dei menu tematici a prezzi speciali, mentre le strutture agrituristiche e alberghiere proporranno dei pacchetti per i fine settimana del carnevale. Il programma completo della manifestazione e altre informazioni sul sito www.carnevaledifoiano.it

Nessun commento su Carnevale: a Foiano della Chiana il più antico d’Italia

Pieraccioni per gli 80 anni del Cantiere Bombolo di Foiano

Il 18 gennaio sarà un giorno speciale per i cantieristi di Bombolo e per Foiano della Chiana. L’attore e regista fiorentino Leonardo Pieraccioni sarà il protagonista della cena di solidarietà…

Il 18 gennaio sarà un giorno speciale per i cantieristi di Bombolo e per Foiano della Chiana. L’attore e regista fiorentino Leonardo Pieraccioni sarà il protagonista della cena di solidarietà a Villa Magi e che potrebbe arrivare a Foiano già nel pomeriggio di sabato per partecipare alla presentazione del libro degli 80 anni dalla fondazione del Cantiere di Bombolo.
Un libro per ricordare i primi 80 anni di una storia fatta di idee, maschere, costumi, persone, vittorie, aneddoti, goliardia e da cui emerge la popolarità del Cantiere Bombolo, riconosciuta dagli stessi altri cantieri dello storico Carnevale di Foiano della Chiana. Si intitola “La tribù… una storia biancorossa” ed è il racconto di un’avventura iniziata nel 1934, approdata intatta al presente solo grazie ai suoi protagonisti: uomini e donne con volti e mani, amicizia e rivalità, partecipazione e solidarietà. Una “tribù” appunto, che ha deciso di raccontarsi attraverso lo stile che gli è più congeniale: il divertimento e l’ironia.

Alla presentazione del volume presso la Galleria Furio del Furia sabato 18 gennaio alle 18.00, ci saranno il presidente del cantiere Bombolo Enzo Ferraro, l’associazione Bombolo Eventi, che ha curato le celebrazioni, il sindaco di Foiano della Chiana Franco Parigi, oltre ai presidenti dei cantieri Azzurri, Rustici, Nottamboli sarà presente il presidente dell’associazione carnevale di Foiano e l’autrice del volume, Veronica Cerini.

“È molto più che un libro di carattere storico. E’ anche e soprattutto una raccolta di testi, foto, documenti e testimonianze che ritraggono cantiere e cantieristi con grande autoironia – spiega Veronica. Ci sono dentro episodi accaduti durante le nostre cene, le mascherate, la preparazione del carro. E’ un libro a cui hanno contribuito in tanti”.

Il più importante di quei contributi è certamente quello di Nicoletta Marcelli, che nel 1987, a 16 anni, raccontò per prima la storia del suo cantiere. Il libro degli 80 anni ingloba quel primo lavoro e ne ha proseguito le ricerche entrando di nuovo nei cassetti, nelle soffitte e nei ricordi dei foianesi.

Una ricorrenza, quella della fondazione del cantiere Bombolo, tanto speciale da essere celebrata con un’iniziativa che registra da settimane il tutto esaurito. Si tratta della cena di solidarietà in programma a Villa Magi alle 21.00, organizzata per raccogliere fondi in favore dell’associazione Solidarietà in Buone Mani e alla quale parteciperà Leonardo Pieraccioni, testimonial dal 2005 delle iniziative della onlus castiglionese. I biglietti per prendere parte alla serata sono andati esauriti in pochissimo tempo e non cessano le richieste di partecipazione da Arezzo e da molte province della Toscana. Così tante che gli organizzatori stanno predisponendo un servizio di sicurezza per far fronte all’arrivo di quanti, pur non avendo il biglietto, tenteranno di andare a vedere Pieraccioni .

Il ricavato della serata servirà a realizzare un complesso sportivo polivalente in Sierra Leone, per il cui completamento, come già è avvenuto per la costruzione di un complesso scolastico a Kondembaya, sta lavorando anche il regista fiorentino , sostenitore dell’associazione nata nel 2003 per volontà di padre Arturo Buresti. L’impegno dell’attore è costante. L’ultima iniziativa, sotto la guida del presidente don Giuliano Faralli, è stata a luglio la vendita all’asta degli oggetti di scena e delle scenografie del film “Un fantastico via vai”, girato ad Arezzo, e il cui ricavato è andato interamente all’associazione. Durante la serata di sabato, Leonardo e Solidarietà in Buone Mani parleranno dei progetti realizzati e di quelli in fase di progettazione come il nuovo complesso sportivo, raccontando il grande impegno di Padre Buresti per l’Africa, i successi ottenuti in oltre 10 anni di attività, le storie dei ragazzi e dei sostenitori, ma anche come è nata l’amicizia che lega il regista e la onlus. Una cena che si trasformerà in puro spettacolo.

«Siamo felicissimi per questo tutto esaurito. Sentiamo il grande l’affetto che c’è per il Cantiere e per l’associazione Solidarietà in Buone Mani. Ringrazio tanto Leonardo per la sua partecipazione e la sua amicizia”- ha detto il presidente del Cantiere Bombolo Enzo Ferraro. “Un grazie speciale va a don Giuliano, per tutto quello che già fa e che ha fatto anche per questo evento. E naturalmente a tutti i cantieristi che si sono dati da fare non solo in questa occasione, ma che lavorano per il loro cantiere per tutto l’anno».

Nessun commento su Pieraccioni per gli 80 anni del Cantiere Bombolo di Foiano

Type on the field below and hit Enter/Return to search