Tutto pronto per l’ottava edizione del Lars Rock Fest di Chiusi, il festival a ingresso gratuito organizzato dall’associazione GEC – Gruppo Effetti Collaterali, dedicato alle sonorità indie-alternative internazionali e italiane. Il festival si terrà da giovedì 5 a domenica 7 luglio presso i Giardini Pubblici di Chiusi scalo, con una serie di concerti, iniziative culturali e attività collaterali di alto spessore.

La serata di apertura di venerdì 5 luglio vedrà alternarsi sul palco il concerto dei canadesi Metz, considerati una delle migliori formazioni in circolazione quando si parla di alternative rock e punk-hardoce, i live del progetto post-hc romano Lags e quello dei Kint di Modena, il super gruppo punk-noise-posthardcore con membri di Death of Anna Karina e RedlineSeason.

Protagonisti della seconda serata di sabato 6 luglio saranno i Cloud Nothing da Celevaland, in arrivo in Italia per presentare l’ultimo album che ha confermato il quartetto come una delle band rock and roll più interessanti e significative dell’ultima decade, insieme ai calabresi McKenzie, artefici di un’originale miscela italo-core e il dream pop/shoegaze psichedelico degli Human Colonies di Bologna.

A rendere memorabile la serata finale di domenica 7 luglio ci penseranno gli australiani Wolfmother, la band capitanata da Andrew Stockdale che sulle orme di formazioni storiche come Led Zeppelin, AC/DC e Aerosmith è riuscita nel tempo a ottenere un ampio seguito mondiale. Con loro sul palco il trio stoner-rock romano Black Rainbows, con sei album all’attivo, svariati EP e innumerevoli concerti sia in Italia che all’estero, e il collettivo audio-visual di Perugia Becoming X.

A completare il programma musicale ci penserà il Campfire Stage che ogni sera proporrà un after-show intorno a un falò. I gruppi che si esibiranno in questa cornice intima e suggestiva saranno Augustine, One Glass Eye e Dead Poets Society.

Con il Lars Rock Fest ritorna Open Book: un’occasione imperdibile per toccare con mano pubblicazioni di grande qualità e avvicinarsi al mondo visionario, libero e creativo dell’editoria indipendente. Per tre giorni, Open Book offrirà un’immersione rigenerante nella resistenza culturale, a difesa delle bibliodiversità e della pluralità del pensiero. Inoltre quest’anno Open Book accoglierà anche lo spazio riviste con la preziosa collaborazione di Firenze RiVista e la partecipazione di Edicola 518. In tale ambito, venerdì 5 luglio alle ore 18:30 sarà presentata la graphic novel “4 vecchi di merda” (Coconino Press 2018) di Marco Taddei e Simone Angelini.

Anche quest’anno il consueto spazio Street Market permetterà al pubblico del festival di acquistare vinili, CD, fumetti, libri, abbigliamento e prodotti di artigianato, mentre quello dedicato alla ristorazione Food&Drinks offrirà un ristorante, un’area street food e una dedicata a birre e cocktail. Completa il programma lo spazio Art&Fun con live drawing e laboratori artistici per adulti, ragazzi e bambini. Per tutti coloro che verranno in treno o per chi pernotterà al campeggio sul lago di Chiusi oppure nel centro storico, sarà operativo il servizio Lars Rock Shuttle, navetta gratuita a chiamata.

Lars Rock Fest: tre giorni contro la banalità


PROGRAMMA COMPLETO

Tutti i giorni alle ore 17 apre lo street market, il mercato del disco, la fiera dell’editoria indipendente Open Book. Alle ore 19:30 apertura ristorante e pub, oltre all’esposizione “9 studenti per 9 manifesti” in cui gli studenti dell’Istituto Italiano di Design di Perugia espongono i loro elaborati e le sperimentazione di serigrafia nel workshop con Mynameisbri. Alle ore 20 dj-(sun)set e live painting drawing con Biblioteca delle Nuvole e collettivo Becoming X. Alle ore 21:30 inizio concerti nell’area Main Stage.

Venerdì 5 Luglio

  • Lags
  • Kint
  • Metz
  • Augustine

Sabato 6 Luglio

  • McKenzie
  • Human Colonies
  • Cloud Nothing
  • One Glass Eye

Domenica 7 Luglio

  • Black Rainbows
  • Becoming X
  • Wolfmother
  • Dead Poets Society