dating a girl with cellulite

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Categoria: Sport

Montepaschi Mens Sana Basket, arriva l’ottavo scudetto

Campioni. La Montepaschi entra nella leggenda e lo fa battendo l’Acea Roma per 63-79. L’ottavo scudetto, il settimo consecutivo, che consegna Siena al mito. Parte bene la Montepaschi che dopo…

Campioni.

La Montepaschi entra nella leggenda e lo fa battendo l’Acea Roma per 63-79. L’ottavo scudetto, il settimo consecutivo, che consegna Siena al mito.

Parte bene la Montepaschi che dopo 2’ e mezzo guida 3-8. Roma accorcia le distanze con Lawal e poi pareggia con Taylor (8-8). Hackett riporta avanti Siena, difende forte, ma non riesce a trovare il canestro dalla distanza finchè Moss non trova la tripla del +4 a 2’. Datome replica andando a schiacciare e Bailey pareggia di nuovo da tre, poi Ortner in penetrazione riporta avanti Siena ed il primo quarto si chiude 13-15.

La gara riprende senza Calvani in panchina, espulso, e con due liberi per Brown. Sanikidze appoggia al tabellone, poi Moss porta a 10 le lunghezze di vantaggio di Siena (13-23). Janning allunga per i suoi, ma dall’altra parte Lawal riduce il distacco. Ortner ripristina le dieci lunghezze, Datome segna il 19-27 dopo 4’. La tripla di Carraretto vale il nuovo +10, ma Roma recupera terreno e torna a -1 (31-32 a 1’23”). Ortner allunga con un libero, ma Roma pareggia a 53” all’intervallo (33-33).

Moss apre la terza frazione di gioco con un tap in a cui risponde Goss. Hackett infila un piazzato e Kangur mette la tripla del 35-40 dopo 1’ e mezzo. Brown allunga, ma Datome mette la tripla. Moss infila la bomba del 38-45 a 5’25”. Kangur mette prima un lay up e poi la tripla del 38-50 a 4’. Brown segna i liberi del +12. L’Acea accorcia dalla lunetta e con Bailey. Janning e Carraretto l’allontanano con una tripla (42-58 a 1’30”). Lawal chiude il parziale senese andando a trasformare un lay up in una bimane. Eze risponde schiacciando. Roma lo fa dalla lunetta con i liberi che fissano il punteggio della terza frazione sul 47-60.

La Montepaschi bombarda con Janning. Lawal infila un gioco da tre punti e Goss trova un piazzato. Moss mette un gancio dal cuore dell’area pitturata. Roma risponde con il suo numero 5 che a 5’40” segna la tripla del 57-65. La tripla di Brown ha un peso specifico importantissimo e condita dal tiro dal cuore dell’area vale il 57-70 a 4’. A 2’30” Ortner schiaccia per il +16 (61-77). Taylor corregge a canestro il tiro sbagliato da D’Ercole. L’austriaco allunga per Siena e chiude la gara sul 63-79

ACEA ROMA-MONTEPASCHI SIENA 63-79 (13-15; 33-33; 47-60)

ACEA ROMA: Goss 11, Jones 3, Tambone ne, Tonolli ne, Gorrieri ne, D’Ercole, Datome 15, Bailey 5, Taylor 7, Lawal 20, Czyz 2, Lorant. All. Calvani

MONTEPASCHI SIENA: Brown 18, Eze 4, Carraretto 9, Rasic, Kangur 9, Sanikidze 2, Ress, Ortner 9, Lechthaler ne, Janning 10, Hackett 7, Moss 11. All. Banchi

 

Nessun commento su Montepaschi Mens Sana Basket, arriva l’ottavo scudetto

L’Olimpic Sarteano è pronta ad affrontare la terza categoria

Presentata la nuova squadra dell’Olimpic Sarteano, pronta ad affrontare la terza categoria. La rosa non è ancora al completo, ma l’incontro voluto dalla società con mister Calabrò e i ragazzi è…

Presentata la nuova squadra dell’Olimpic Sarteano, pronta ad affrontare la terza categoria. La rosa non è ancora al completo, ma l’incontro voluto dalla società con mister Calabrò e i ragazzi è stato un modo per ringraziare tutti coloro che hanno già dato la propria disponibilità per questo nuovo progetto calcistico di terza categoria.

L’Olimpic Sarteano riparte dunque dallo stadio comunale “A. Salvadori”, con l’appoggio del Comune e con un gruppo di ragazzi già uniti dalla voglia di stupire divertendosi a giocare a calcio, pronti ad affrontare questa nuova sfida.

L’entusiasmo dei ragazzi per la nuova stagione calcistica emerge anche dal discorso di mister Calabrò, che richiede ai suoi giocatori solo tanto impegno e attaccamento alla maglia. Energia dei più giovani ed esperienza di chi ha già militato in categorie come queste, sono dunque gli ingredienti con i quali l’Olimpic Sarteano è pronta ad affrontare la terza categoria.

Nessun commento su L’Olimpic Sarteano è pronta ad affrontare la terza categoria

Chiusi, Emma Villas premiata dal sindaco Scaramelli

Il Sindaco e la Giunta del Comune di Chiusi hanno consegnato a tutta la squadra di pallavolo della EmmaVillas Vitt Chiusi, squadra che ha saputo dominare il proprio campionato con…

Il Sindaco e la Giunta del Comune di Chiusi hanno consegnato a tutta la squadra di pallavolo della EmmaVillas Vitt Chiusi, squadra che ha saputo dominare il proprio campionato con 29 vittorie su 30 partite conquistando la promozione in serie B, un attestato al merito sportivo.La cerimonia, avvenuta in un clima di allegria come prevedibile in occasioni del genere, si è svolta nella sala del consiglio comunale.

“Per tutto il Comune di Chiusi e per me –ha dichiarato il primo cittadino Stefano Scaramelli – le vittorie conquistate dalla Emma Villas  Chiusi rappresentano un vero orgoglio. La cavalcata della squadra verso la vittoria del campionato è stata impressionante ed ha avvicinato tante persone a questo sport e la conferma c’è stata in gara 1 della finale quando al palazzetto almeno settecento persone hanno esultato, si sono emozionate ed hanno sofferto per i nostri ragazzi. La squadra – continua il sindaco –  era partita ad inizio anno con i favori dei pronostici, costretta a vincere per non sfigurare agli occhi di tutti, ebbene in questa condizione giocare e prepararsi è ancora più difficile per questo i miei complimenti non possono che andare a tutta la società dal presidente Massimiliano Barbanera, al main sponsor Gianmarco Bisogno ed ancora allenatore Massimo Marchettini e naturalmente a tutti i giocatori. Il prossimo anno la sfida sarà ancora più grande il campionato di serie B è impegnativo ed agguerrito, ma sono certo che con lo spirito battagliero dimostrato dalla Emma Villas Vitt Chiusi durante tutto l’anno appena passato nessuno potrà vantare facili vittorie contro i nostri ragazzi.”

Un anno di pallavolo è dunque terminato e non poteva essere un anno migliore di quello che è stato, in attesa di vedere se il prossimo anno sarà di nuovo vissuto da protagonisti o meno, intanto una novità è stata proposta dal sindaco Scaramelli che proprio durante la consegna degli attestati ha lanciato l’idea di organizzare, dopo ogni partita casalinga un piccolo evento destinato a bambini e famiglie una sorta di terzo tempo come accade nel rugby così da coinvolgere tutta la città all’insegna di un nuovo stile di società e qualità della vita.

Nessun commento su Chiusi, Emma Villas premiata dal sindaco Scaramelli

Tennis – Il TC Sinalunga non si ferma

Vincono, rivincono e stravincono…Il TC Sinalunga non si ferma. Anche in quest’ultima giornata la schiacciasassi chianina non lascia spazio a nessuno e porta a casa l’ennesimo trionfo, ottenendo l’accesso ai…

Vincono, rivincono e stravincono…Il TC Sinalunga non si ferma. Anche in quest’ultima giornata la schiacciasassi chianina non lascia spazio a nessuno e porta a casa l’ennesimo trionfo, ottenendo l’accesso ai play-off ed imprimendo a fuoco il proprio marchio sul primo posto in classifica.

Sul proprio terreno i portacolori toscani attendevano lo Sporting Club Montecatini, determinati a porre il sesto sigillo su un campionato che li ha visti protagonisti. A dare inizio alle danze è Giovanni Galuppo, che in due set vince con il quotato Ghio. Il primo set appare molto equilibrato e termina con la vittoria del sinalunghese per 7 giochi a 5, ma nel secondo il Galuppo annienta con un netto 6/1 Ghio. Il maestro Nahuel Fracassi, trasportato dal tifo dei numerosi supporters, vince facilmente con uno score di 6/3 6/2 contro Braccini.

Siamo sul 2 a 0 e la vittoria del terzo match arriva per mano del numero uno Dawid Olejniczak, che con un veloce 6/2 6/2 sbriga la pratica Malanca.

Stecca nel quarto singolare il nuovo acquisto Francesco Vilardo venendo sconfitto dal giovane Checcaglini. Il sinalunghese si porta subito in vantaggio di un set, inizia avanti nel secondo ma si lascia raggiungere dal numero 2 dello Sporting Montecatini, perdendo 6/2 3/6 4/6.

Il TC Sinalunga necessita ora dell’ultimo punto per portare il Club biancoverde ai play off, punto che arriva nel primo doppio con una formidabile prestazione della coppia Olejniczak/Fracassi, che vincono senza molti riguardi con uno schiacciante 6/1 6/1 contro la coppia dello Sporting Ghio/Checcaglini. L’ultimo doppio vede invece sconfitta la coppia Galuppo/Grazi per mano degli ottimi Malanca/Braccini che portano a loro favore un dignitoso 6/3 6/4.

Al termine della giornata i tifosi del TC Sinalunga danno il via ad un’attesa esultanza, fieri dei loro alfieri e delle vittorie conseguite in campionato. Chi sarà la sfidante ai play-off non è ancora noto e lo si saprà solo domenica prossima, intanto al Presidente Daniele Polvani, al suo staff, ai suoi ragazzi ed a tutti i tifosi non rimane altro che festeggiare.

Nessun commento su Tennis – Il TC Sinalunga non si ferma

“Chianina in mischia”, il rugby è protagonista a Bettolle

Sabato 25 maggio a Bettolle, nell’ambito della manifestazione “La Valle del Gigante Bianco”, si è tenuta una giornata all’insegna del rugby e della sana alimentazione. La manifestazione organizzata dagli “Amici…

Sabato 25 maggio a Bettolle, nell’ambito della manifestazione “La Valle del Gigante Bianco”, si è tenuta una giornata all’insegna del rugby e della sana alimentazione. La manifestazione organizzata dagli “Amici della Chianina” per la valorizzazione della Razza Chianina e della Valdichiana, infatti, già dall’anno scorso ha mostrato interesse per il rugby: una realtà sportiva emergente anche nel nostro territorio, portatrice di valori positivi. Il primo torneo di Rugby, ospitato dalla manifestazione dello scorso anno, questa volta ha lasciato il posto a un’intera giornata dedicata al rugby e alla chianina.

Durante la mattina si è tenuto un convegno sul rapporto tra sport e nutrizione. Sono intervenuti Donato Vassalli, medico dello staff della Federazione Italiana Rugby e fiduciario provinciale CONI per il rugby; la dott.ssa Giulia Ferrara, medico nutrizionista dello staff della Federazione Italiana Pallanuoto; Ugo Massai, medico pediatra e allenatore della squadra di rugby Vikings; Marco Malandrino, presidente della squadra di rugby Vikings; e a fare gli onori di casa, l’Assessore allo sport del Comune di Sinalunga. Al termine del convegno si è tenuta una degustazione di prodotti tipici, offerta dall’associazione Amici della Chianina.

Il pomeriggio è stato interamente dedicato allo sport. Nonostante le difficoltà causate dall’acquazzone, l’a.s.d. Vinkings Chianciano Rugby è comunque riuscita a sistemare il campo di gioco e a predisporre tutto il necessario per il corretto svolgimento del torneo. Dapprima hanno gareggiato i ragazzini under8 e under10: per la prima volta tutte e sei le società di rugby della provincia di Siena hanno gareggiato assieme, coinvolgendo i giovani allievi e partecipando al terzo tempo, in una grande atmosfera di festa.

Alle ore 18 è cominciato il torneo vero e proprio: “Chianina in mischia”, giunto alla sua seconda edizione. Al triangolare di rugby hanno partecipato gli Arieti di Arezzo, i Vikings di Chianciano e il Siena 2000 e C.U.S.. Dopo le tre partite da 40 minuti ciascuna, ad aggiudicarsi il torneo seniores è stata la squadra degli Arieti di Arezzo.

I festeggiamenti, però, hanno coinvolto tutti gli atleti, come da tradizione del rugby. Il terzo tempo si è tenuto all’interno degli stand enogastronomici della Valle del Gigante Bianco, in cui sono stati offerti dei piatti tipici a tema come i pici al ragù di chianina e gli hamburger di chianina, una vasta gamma di prodotti dell’eccellenza gastronomica locale messi a disposizione dall’associazione Amici della Chianina.

(credits foto: Antonio Cinotti – Presidente C.U.S. Siena Rugby)

Nessun commento su “Chianina in mischia”, il rugby è protagonista a Bettolle

Storica promozione per la Emma Villas Chiusi

La Emma Villas Chiusi vince anche gara-due di finale e vola in serie B2. A coronamento di una stagione memorabile, che ha visto i ragazzi del presidente Gianmarco Bisogno protagonisti…

La Emma Villas Chiusi vince anche gara-due di finale e vola in serie B2. A coronamento di una stagione memorabile, che ha visto i ragazzi del presidente Gianmarco Bisogno protagonisti indiscussi del torneo, è arrivata la storica promozione.

Un anno bello e impareggiabile: ventinove successi su trenta partite, un’unica macchia durante la stagione regolare e un play-off perfetto; prima è toccato a Monteluce, poi a Selci, infine a Perugia, tutte si sono dovute inchinare.
Nel palazzetto di San Marco gremito in ogni ordine di posto la Grifo Volley Perugia parte forte e va in vantaggio, poi, col passare del tempo, il suo rendimento cala ed i chiusini non si fanno pregare per prendere il sopravvento.
In avvio Camardese rompe il ghiaccio cercando subito il gioco in veloce e mandando a segno prima Santilli e poi Sabatini i locali però hanno un gran Margaritelli. Sino al 7-7 c’è equilibrio ma agli ospiti manca la fluidità in seconda linea ed arriva il break a muro che scava il solco (13-9). I grifoni non hanno sbavature ed Urbani rincara la dose (20-15). Nel finale i biancoblu non ci credono ed affondano per colpe proprie. Alla ripresa ai perugini basta non regalare nulla per tenere il passo di un Chiusi che, Bartolucci a parte, continua a sbagliare (9-9). Santilli si prende le sue responsabilità e mette giù palloni in continuità ma si avanza alla pari sino al break operato da due muri (17-19). Lo spunto finale di Bittoni, otto palloni vincenti nel set, scrive il pareggio con due ace.

Anche il terzo frangente di gioco parte bilanciato con Sabatini che risponde a Margaritelli, manca la continuità perché i servizi vanno spesso fuori misura e la situazione non si sblocca, almeno sino al 13-13. Qui ad azionare il turbo è di un micidiale Bartolucci che provoca l’allungo (17-20). Un ultimo sussulto dei locali riporta ad un punto la differenza ma poi c’è solo la Emma Villas che con Sabatini si procura quattro palle del vantaggio e con Bittoni passa due ad uno.

Nel quarto periodo botta e risposta tra Bastianini e Merli (6-6). C’è nervosismo e fioccano due ammonizioni, una per parte a Sordini e Sabatini, che portano sull’11-10. La Emma Villas prova la fuga in due riprese (14-17). Camardese cerca l’ispiratissimo Sabatini che non fallisce un colpo e mantiene inalterate le distanze (16-19). Bittoni (match winner) toglie le castagne dal fuoco e Bastianini chiude la palla che fa salire alto l’urlo.

Tutti in piedi, c’è una nuova regina, s’inchina la pallavolo di serie C maschile al cospetto di sua eccellenza Chiusi, anomalia del campionato umbro. Lo scettro del potere è della società sportiva toscana. E’ vittoria. E’ promozione. E’ storia. Il club biancoblu iscrive il suo nome per la prima volta nell’album del campionato regionale. Affermazione che spalanca le porte del paradiso, un successo che ripaga dei tanti sforzi fatti.

Nessun commento su Storica promozione per la Emma Villas Chiusi

Pallavolo: Emma Villas Chiusi, serve un ultimo sforzo

Appena tre giorni di sosta e la serie C maschile torna protagonista con la gara più importante dell’anno, va in scena sabato pomeriggio la gara-due della finale dei play-off promozione. Un…

Appena tre giorni di sosta e la serie C maschile torna protagonista con la gara più importante dell’anno, va in scena sabato pomeriggio la gara-due della finale dei play-off promozione. Un incontro che si prospetta ancora vibrante ed intenso per la Emma Villas Chiusi che dopo aver incamerato la vittoria nel primo match, ha ora in mano la prima occasione per chiudere i conti.

Risultato tutt’altro che scontato nel confronto con la Grifo Volley Perugia che si è dimostrata avversaria di ottimo livello e che in questa occasione godrà del vantaggio di giocare nel suo impianto sportivo a San Marco. “Abbiamo fatto molto ma non abbiamo fatto nulla” è il motto del presidente Giammarco Bisogno e del suo staff per questa vigilia importantissima che mette in palio un posto nel palcoscenico nazionale.

Di certo dopo il successo in gara-uno che ha evidenziato un certo equilibrio di valori in campo, c’è da attendersi una reazione dai perugini che possono contare su una maggior freschezza fisica data la giovane età, ma anche su una maggior pressione psicologica. Si vedrà se sarà il pubblico di fede biancorossa a sospingere i padroni di casa guidati in panchina da Paolo De Paolis, avversari di rango che sicuramente non sono intenzionati ad alzare bandiera bianca prima del tempo.

A cercare di farsi valere ci proverà ancora l’ottimo libero Marco Cipolletti che è risultato avere un rendimento continuo in seconda linea, ma di certo uno dei più in forma in attacco si è dimostrato lo schiacciatore Francesco Margaritelli che può incidere in maniera determinante. Dall’altra parte della rete l’allenatore Massimo Marchettini potrà contare anche in questa circostanza sulla esperienza del gruppo, ma è incerta la presenza di Lione e Marchettini, alle prese con acciacchi fisici. A fare la differenza potrebbe essere la precisione del palleggiatore Simone Camardese con cui l’intesa funziona bene e l’entusiasmo del centrale Giulio Santilli che è pronto a raccogliere il guanto di sfida.

Cresce la febbre del volley, saranno tanti i tifosi chiusini che seguiranno la loro squadra in questa occasione, e non è difficile prevedere un cospicuo spicchio di gradinata riservata ai tifosi biancoblu in un impianto che non ha la capienza per contenere tutti gli amanti delle schiacciate. Nel computo totale degli scontri diretti disputati in questa stagione il bilancio è totalmente a favore dei toscani che si sono imposti in tutte e tre le occasioni, due in regular season ed una nella post season.

Possibili titolari Perugia: Mastroianni ad alzare in diagonale con Urbani, Marta e Merli in zona-tre, Margaritelli ed Agostini di banda, Cipolletti libero.
Probabile sestetto Chiusi: Camardese in regia, Bastianini opposto, Sabatini e Santilli centrali, Bartolucci e Bittoni schiacciatori di posto-quattro, Benicchi libero.

Nessun commento su Pallavolo: Emma Villas Chiusi, serve un ultimo sforzo

TC Sinalunga – Cinquina vincente

Si potrebbe paragonare all’avanzare di un rullo compressore sul catrame da asfaltare questo inizio stagione del TC Sinalunga nel campionato a squadre di serie B. Il team chianino nella sua…

Si potrebbe paragonare all’avanzare di un rullo compressore sul catrame da asfaltare questo inizio stagione del TC Sinalunga nel campionato a squadre di serie B. Il team chianino nella sua trasferta romagnola non lascia alcuna speranza agli avversari del Ct Cesena A.Ronconi sin dall’inizio, riversando sul terreno di gioco il proprio bagaglio tecnico già dalle prime battute.

Alle 10 del mattino il primo a scendere in campo è stato il sinalunghese Federico Polvani che sbriga in scioltezza la pratica Lombardi con un secco 6/1 6/0, lasciando il campo a disposizione di Giovanni Galuppo, che con un netto 6/3 6/0 liquida Ceccarelli, classificato 2.8. Nel terzo match singolare, si fa trovare pronto come sempre il polacco Dawid Olejniczak battendo il quotato Barducci(classificato 2.2) ancora in due set (6/3 6/2).
Non trova il quarto asso per il poker vincente Francesco Vilardo che si trova subito dopo aver perso il primo set per 7/6 ad affrontare una difficile rimonta contro Benelli, riportando il punteggio in parità nel secondo set vinto per 6/2. Il recupero dell’alfiere del TC Sinalunga però si ferma qui portando l’atleta romagnolo a sfruttare la propria esperienza per vincere il terzo set con un netto 6/1.

Dopo la sconfitta nel singolo e fermi su un temporaneo 3 a 1, i toscani del Tc Sinalunga per portare a casa il match dovevano vincere almeno uno dei due doppi sulla terra battuta emiliana.

A compiere la “missione-possibile” ci ha pensato la coppia Polvani/Olejniczak che con il punteggio di 6/4 6/2 non ha lasciato scampo a Benelli/Ceccarelli. Sul 4 a 1 e con ormai la vittoria in tasca, i chianini hanno trovato la seconda sconfitta nell’ultimo doppio giocato da Galuppo/Vilardo che cedono in due set con uno score finale di 7/5 6/1 a Barducci/Giangrandi.

Il TC Sinalunga saldamente al comando del girone 3 con 12 punti, mira adesso a confermare l’imbattibilità nell’ultima partita contro il CT Montecatini.

Lo scontro decisivo per il primo posto in classifica si terrà domenica 2 giugno presso l’impianto sinalunghese.

Nessun commento su TC Sinalunga – Cinquina vincente

Siena-Milan 1-2, una partita che passerà alla storia

Ieri, è accaduto qualcosa di straordinario: per più di novanta minuti i cuori dei tifosi viola e dei tifosi bianconeri si sono uniti come mai lo sono stati. L’antagonismo tra…

Ieri, è accaduto qualcosa di straordinario: per più di novanta minuti i cuori dei tifosi viola e dei tifosi bianconeri si sono uniti come mai lo sono stati. L’antagonismo tra le tifoserie delle due squadre toscane è sempre stato profondo, proviene molto probabilmente dalla antica rivalità tra le due città che sfociò nel 1260, nella ormai celebre battaglia di Montaperti. Eppure ieri tutto questo è sembrato passare in secondo piano, è sembrato che i destini delle due squadre fossero legati a filo doppio.

La posta era alta: il terzo posto in campionato che permette di accedere alla fase preliminare della Champions League. All’Artemio Franchi di Siena, tutto sembrava già essere scritto: la Robur era già retrocessa matematicamente in serie B, il Milan, terzo in campionato con due punti di distacco dalla squadra di Montella, era pronto a schierare i suoi migliori giocatori per non lasciare nulla al caso. Proprio una vittoria, o un pareggio, del Siena sulla squadra meneghina avrebbe permesso alla Fiorentina, qualora avesse vinto, di sorpassare il Milan e raggiungere il gradino più basso del podio. Allo stadio Adriatico, i Viola in trasferta contro il Pescara, erano con i piedi sul terreno di gioco marchigiano, ma con la testa e sopratutto con il cuore, a Siena, desiderosi di dimostrare di essere degni della miglior piazza d’Europa.

Purtroppo non è andata così. La Robur ha fatto sognare in una partita che è stata al cardiopalma, dimostrandosi aggressiva e tenace, sembrava non fosse retrocessa e che da quella partita dipendesse il proprio futuro. Dopo un paio di occasioni per il Milan sulle quali il portiere bianconero Pegolo non si è fatto trovare impreparato, eccola lì, l’occasione che tutti cercavano, al 26′ un cross di Rosina trova la testa di Terzi che insacca portando la Robur ad un clamoroso 1-0. Questo vantaggio sarà difeso dalla squadra di casa con tutte le forze per più di un’ora, con un Milan che attacca, ma che non riesce ad andare a segno. All’84‘, accade quello che tutti scongiuravano: su un cross di De Sciglio, Balotelli marcato da Felipe, crolla in area, l’arbitro Bergonzi fischia generosamente. È rigore. Questa rimarrà la decisione più discussa di tutta la partita e forse anche del prossimo campionato. Balotelli non sbaglia e segna il suo 10° gol dagli undici metri, 1-1. La Fiorentina che aveva già fatto il suo dovere, portandosi sul 5-1, trema. Dopo soli tre minuti, all’87’ Mexes in area stoppa di petto un pallone crossatogli da Montolivo, tira, Pegolo para una prima volta, ma il rimpallo favorisce il giocatore francese che segna, portando il Milan in vantaggio 1-2. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Bergonzi, forse il vero protagonista del match, fischia la fine dell’incontro, chiudendo l’ultima partita del Siena in serie A per il 2013. A Pescara alla squadra di Montella non rimane che ingoiare il rospo ed accontentarsi dei preliminari di Europa League. Tutti i tifosi della Fiorentina applaudono per la prima volta la squadra di Siena. La Robur con questa partita ha dimostrato di non meritare la serie B. Questo non è stato un canto del cigno, ma forse un’arrivederci alla seria A per la stagione 2014/2015. Questa partita rimarrà alla storia per aver unito i tifosi bianconeri e i tifosi viola, difficilmente accadrà di nuovo.

SIENA (5-3-1-1)
Pegolo 7 – Vitiello 6.5, Terzi 7, Terlizzi 6, Felipe 6.5, Rubin 6 (45’ st Bogdani sv) – Bolzoni 6.5 Calello 6, Della Rocca 6.5 – Rosina 6 (16’ st Agra 6) – Emeghara 6 (31’ st Paci sv).

MILAN (4-2-1-3)
Abbiati 6 – Abate 6.5 (33’ st Constant), Zapata 6, Mexès 6.5, De Sciglio 5.5 – Montolivo 5.5, Ambrosini 5.5 – Nocerino 5 (15’ st El Shaarawy 6) – Niang 5 (1’ st Pazzini 6), Balotelli 6, Robinho 5.5.
ARBITRO: Bergonzi 6.
RETI: 25’ pt Terzi, 39’ st Balotelli (rigore), 42’ st Mexès.
NOTE: Espulsi Ambrosini al 24’ st e Terlizzi al 25’ st per doppia ammonizione, Iachini per proteste. Ammoniti Terlizzi, Ambrosini, Agra, Vitiello, Felipe.

m.b.

Nessun commento su Siena-Milan 1-2, una partita che passerà alla storia

TC Sinalunga – Poker di vittorie

Il TC Sinalunga non arresta la sua cavalcata trionfale conquistando la sua quarta vittoria consecutiva. Dall’inizio della stagione la formazione sinalunghese non ha sbagliato nulla imponendosi alla guida della classifica….

Il TC Sinalunga non arresta la sua cavalcata trionfale conquistando la sua quarta vittoria consecutiva. Dall’inizio della stagione la formazione sinalunghese non ha sbagliato nulla imponendosi alla guida della classifica. Questa domenica i biancoverdi hanno sfidato il Tennis Club Terni, sbarazzandosi degli avversari già nelle prime 4 partite, dovendo ripiegare nel primo doppio a causa di un infortunio nella coppia toscana e tornando alla vittoria nel sesto e ultimo match, per un finale di 5 a 1.

Le sfide, iniziate la mattina alle 10, hanno visto calcare il terreno di gioco prima Giovanni Galuppo che sbriga egregiamente la sua pratica con un netto 6/0 6/0, mentre il maestro Nahuel Fracassi lottava con l’esperto David Iacoboni vincendo per 6/3 7/5. Dopo è stato il turno di Federico Polvani, che sbalordisce con il suo dritto devastante l’avversario della formazione umbra con un facile 6/2 6/0. L’ultimo match singolare ha visto il polacco/sinalunghese, ex numero 185 del mondo, Dawid Olejniczak demolire con un facile 6/1 6/0 il 2.4 Brunetti. Dopo il quarto vittorioso incontro è arrivato l’infortunio del maestro argentino che ha costretto la coppia Fracassi/Polvani al ritiro lasciando la vittoria per la propria squadra nel doppio alla coppia Galuppo/Olejniczak che vincono facilmente il duo “forte” Brunetti/Iacoboni.

Al termine della giornata il vice presidente Enrico Grazi si è detto orgoglioso dei “suoi” ragazzi e del gruppo che, insieme ai dirigenti e al presidente, ha contribuito a creare, ribadendo che il risultato indica non solo la superiorità del TC Sinalunga, ma anche la giustificata voglia di un ritorno in serie A2. Con altri tre punti in cassaforte il team della valdichiana si prepara con una crescente sicurezza al match che si disputerà, sui campi del CT Cesena, domenica 19 maggio.

Nessun commento su TC Sinalunga – Poker di vittorie

Napoli-Siena 2-1, è serie B

Il Siena perde a Napoli, mentre il Genoa pareggia con l’Inter: è serie B Con un Napoli già certo del secondo posto e il Siena, visto il pareggio del Genoa…

Il Siena perde a Napoli, mentre il Genoa pareggia con l’Inter: è serie B

Con un Napoli già certo del secondo posto e il Siena, visto il pareggio del Genoa nell’anticipo delle 12.30, matematicamente retrocesso, rimane solo un campionato, ed un pubblico, da onorare per le due squadre impegnate oggi al San Paolo. Al vantaggio bianconero di Grillo nel primo tempo, risponde il solito Cavani nel secondo tempo; nei minuti di recupero arriva il gol vittoria di Hamsik, che toglie al Siena anche la soddisfazione di un prestigioso pareggio. La partita condanna il Siena alla serie B, mentre il Napoli festeggia l’accesso diretto alla prossima Champions League. Per l’ultima partita della stagione, il Siena ospiterà il Milan e saluterà degnamente la serie A.

Il commento del tecnico Iachini al termine di Napoli-Siena:

“Abbiamo cercato di vincere fino alla fine, i ragazzi hanno giocato con orgoglio contro un grandissimo Napoli. Peccato per quella rete subita nel recupero e per le tante occasioni non concretizzate in attacco, meritavamo di tornare con un risultato positivo”

Il tabellino di Napoli-Siena:

Napoli (3-4-1-2): Rosati; Grava (56′ Insigne), Cannavaro, Rolando; Mesto, Inler, Dzemaili, Armero; El Kaddouri (78′ Pandev); Cavani, Calaiò (63′ Hamsik).
A disp.: De Sanctis, Colombo, Britos, Gamberini, Campagnaro, Behrami, Maggio, Donadel, Zuniga. All.: Mazzarri

Siena (3-4-2-1): Pegolo; Terzi, Terlizzi, Felipe; Vitiello (65′ Angelo), Della Rocca, Calello, Rubin; Agra (78′ Reginaldo), Grillo; Emeghara (69′ Paolucci).
A disp.: Farelli, Sestu, Paci, Texeira, Bolzoni, Mannini, Valiani, Verre, Bogdani. All.: Iachini

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 37′ Grillo (S), 73′ Cavani, 93′ Hamsik (N)

Ammoniti: Insigne (N)

Nessun commento su Napoli-Siena 2-1, è serie B

Siena-Fiorentina 0-1, lo spettro della retrocessione

Un derby deciso da un solo gol, ma fondamentale per il campionato delle due squadre toscane. La matematica permette ancora degli sconvolgimenti, ma il risultato della partita di ieri sera,…

Un derby deciso da un solo gol, ma fondamentale per il campionato delle due squadre toscane. La matematica permette ancora degli sconvolgimenti, ma il risultato della partita di ieri sera, con ogni probabilità, condanna il Siena alla serie B e premia la Fiorentina con l’Europa League. La squadra di Montella è apparsa superiore, anche se la traversa colpita da Rosina fa gridare alla sfortuna.

Le speranze del Siena sono ridotte al lumicino, atteso da due partite difficili e ridotto all’inseguimento di un Genoa staccato di sei punti. L’allenatore Iachini ha commentato con sportività la sconfitta di ieri:

Premesso che abbiamo avuto delle problematiche con Sestu che ha avuto la febbre, che Pozzi non era ancora recuperabile e che Della Rocca non si è ripreso da un colpo patito a Catania, dovevamo mandare in campo una squadra con più densità in mezzo al campo, tenuto pure conto che avevamo anche un giorno in meno di riposo rispetto alla Fiorentina. La squadra ha fatto quello che doveva, al primo mezzo errore abbiamo preso gol. Peccato perchè era una palla inattiva, avevamo fatto qualche ripartenza, sbagliando anche l’ultimo passaggio, come purtroppo è capitato spesso. Abbiamo dovuto cambiare qualcosa con il passare del tempo. Siamo poi passati alla formula con due punte. Sul piano della determinazione dell’intensità è stata una buona gara

Di seguito il tabellino di Siena-Fiorentina:

Siena (3-4-2-1): Pegolo; Texeira, Terlizzi, Terzi; Angelo (82′ Sestu), Calello, Vergassola, Bolzoni (52′ Rosina), Rubin,; Emeghara, Reginaldo (64′ Bogdani).
A disp.: Farelli, Uvini, Valiani, Paolucci, Verre, Agra, Paci, Mannini, Grillo. All.: Iachini

Fiorentina (3-5-2): Viviano; Savic, Rodriguez, Compper; Cuadrado, Mati Fernandez (72′ Romulo), Migliaccio, B. Valero, Pasqual; Jovetic (81′ Toni), Larrondo (60′ El Hamdaoui).
A disp.: Neto, Hegazi, Roncaglia, Pizarro, Lupatelli, Llama, Capezzi , Wolski, Rossi. All.: Montella

Arbitro: Orsato

Marcatori:14′ Rodriguez (F)

Ammoniti:Compper, Migliaccio (F), Calello, Teixeira, Terzi, Rosina (S)

Nessun commento su Siena-Fiorentina 0-1, lo spettro della retrocessione

Type on the field below and hit Enter/Return to search