La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Categoria: News

Numeri da record per il Valdichiana Outlet Village

Presenze record per il Valdichiana Outlet Village che nel primo fine settimana di saldi ha fatto registrare numeri importanti: sabato 4 gennaio 2015 i visitatori sono stati 51.239, un +…

Presenze record per il Valdichiana Outlet Village che nel primo fine settimana di saldi ha fatto registrare numeri importanti: sabato 4 gennaio 2015 i visitatori sono stati 51.239, un + 11,2% rispetto al primo giorno dei saldi del 2014 e domenica 5 gennaio 2015, invece, i visitatori, fino alle 17:30, sono stati 52.986, + 19,4% rispetto al secondo giorno saldi 2014.

In entrambe le giornate si sono formate code in uscita al casello Valdichiana della A1 e dall’uscita Bettolle della SS 715 Siena-Perugia.

“Il numero straordinario di presenze – ha dichiarato l’ing. Dario Pistone, amministratore delegato della società di gestione A.V.M. – in questo lungo ponte di saldi ci rende estremamente soddisfatti, ma è l’intero bilancio 2014 ad essere per noi estremamente positivo: un anno denso di impegni e novità, caratterizzato dal consolidamento dei fatturati, da un restyling della nostra “brand identity”, da tre eventi estivi che hanno ottenuto riscontri senza precedenti e quindi una riconferma dell’appeal del centro ben oltre la sua tradizionale catchment area”.

Nell’anno appena terminato è stato perfezionato il passaggio di proprietà immobiliare al gigante americano Blackstone, che in Italia opera attraverso Kryalos Asset Management guidata da Paolo Bottelli.

“Blackstone Group, che ha un focus specifico sulla valorizzazione degli immobili acquisiti attraverso lo sviluppo di mirate politiche di gestione e la generazione di rendimenti stabili – ricorda Pistone – ha affidato la conduzione del Valdichiana Outlet Village ad A.V.M. (Added Value Management), nell’ottica di perseguire importanti azioni di brand strategy, investimenti e sviluppo dell’asset”.

E’ stato anche l’anno dei tre grandi che hanno incontrato e soddisfatto i gusti del pubblico e dei clienti:

“Con questi eventi abbiamo voluto osare – dichiara Massimiliano Peron, head of property management A.V.M. – e siamo stati premiati sotto molti punti di vista: è stato un evento dal forte valore aggiunto, con ricadute straordinarie in termini di presenze, visibilità e forti benefici dal punto di vista commerciale per i Punti Vendita del Valdichiana Outlet Village, senza dimenticare la valenza “solidale” della manifestazione; conferme sulla bontà delle nostre strategie, condivise e sostenute da Blackstone”.

L’attività di A.V.M., della Direzione, dei collaboratori ed operatori del Valdichiana Outlet Village, ha ottenuto un altro importante riconoscimento, stavolta direttamente dai visitatori stessi, che, attraverso buone recensioni, hanno contribuito al conseguimento, da parte del Valdichiana Outlet Village, del certificato di eccellenza “Trip Advisor” per il 2014.

“Se da un lato abbiamo certificato il Valdichiana Outlet Village come struttura ben inserita nel territorio, con la riconferma di tanti eventi e collaborazioni con il tessuto sociale, economico ed istituzionale, catalizzatrice di tanti turisti esteri e visitatori provenienti da una vasta area che va dalla Toscana all’Umbria, fino a Lazio, Marche ed Emilia Romagna – conclude Pistone – dall’altro abbiamo posto le basi per un rafforzamento dell’offerta commerciale complessiva, cui daremo continuità anche nel nuovo anno”.

Nessun commento su Numeri da record per il Valdichiana Outlet Village

Il bilancio e gli obiettivi per il 2015 del Sindaco di Torrita Grazi

Il sindaco di Torrita Giacomo Grazi fa un bilancio dei suoi primi sette da primo cittadino, mesi in cui la nuova amministrazione si è impegnata in tutti i fronti, dal…

Il sindaco di Torrita Giacomo Grazi fa un bilancio dei suoi primi sette da primo cittadino, mesi in cui la nuova amministrazione si è impegnata in tutti i fronti, dal settore culturale alla tutela ambientale, dalla riorganizzazione interna del Comune al decoro pubblico, ed elenca quali saranno gli obiettivi per il 2015.

111“La cosa che mi dà maggiore soddisfazione è sentir dire ai miei concittadini che io sono presente, che li ascolto, che ascolto i loro problemi e per quanto possibile cerco di risolverli – dichiara Giacomo GraziQuesti mesi sono serviti per capire tante cose, come è l’ambiente di lavoro e quello che possono fare tutti coloro che sono qui, dai membri della giunta ai consiglieri della maggioranza fino ai consiglieri della minoranza. Sono stati sette mesi investiti bene, ho vissuto una crescita esponenziale anche a livello umano.

Per il 2015 ci saranno alcune novità, inanzitutto la scelta del nuovo segretario, del nuovo ragioniere che sarà o in convenzione con l’Unione dei Comuni oppure in convenzione con un Comune limitrofo, e infine del nuovo dirigente che prenderà in mano la struttura in settori chiave come i lavori pubblici, il patrimonio, l’edilizia, l’urbanistica, il commercio, le attività produttive. In questi settori c’è bisogno di un cambiamento importante. Tutto questo avverrà non perché l’attuale struttura non ha fatto il proprio dovere, ma semplicemente perché secondo me e secondo questa amministrazione c’è bisogno di qualcosa in più. E noi cercheremo di farlo snellendo la struttura, passando da cinque a tre dirigenti e responsabilizzandoli totalmente. Io mi aspetto molto da questi cambiamenti, c’è bisogno di un cambio di passo”.

Il Sindaco continua:

“In questo 2015 mi pongo come obiettivo di dare risposte al territorio. Penserò ai lavori pubblici, ai problemi di viabilità e di parcheggi, a piccole ma necessarie varianti urbanistiche, a pratiche edilizie che hanno bisogno di una svolta, al recupero di crediti che il Comune vanta, alla possibilità di avere un Centro Commerciale Naturale, al miglioramento dei servizi scolastici.

Le maggiori problematiche che ho riscontrato sono state capire e conoscere l’apparato amministrativo, calandomi totalmente nella funzione di sindaco che deve dare sempre delle risposte .

Mentre la cosa che mi ha dato maggiore soddisfazione è avere creato una Fondazione Torrita Cultura che rappresenta il fiore all’occhiello di quanto fatto finora. Penso alle molte iniziative che ci sono state durante questi sette msei, penso al rinnovo della convenzione per il campo sportivo che era scaduta, e a breve vogliamo fare convenzioni anche per gli altri impianti sportivi”.

Giacomo Grazi conclude:

Nel 2015 mi reputerò contento se riusciremo a mettere mano al plesso scolastico di via Roma. A questo proposito siamo in attesa dello stanziamento statale che io reputo utile, ma non essenziale. Perché riuscendo a fare economie sono convinto che si potrebbe in ogni modo iniziare a lavorare”.

Nessun commento su Il bilancio e gli obiettivi per il 2015 del Sindaco di Torrita Grazi

Valdorcia: Torrenieri assediata da un rave party

Ancora un rave in Valdorcia, dopo la “Quercia delle Checche”, il popolo dei party a base di musica elettronica, acid house, techno, jungle, drum & bass, giochi di luce e…

Ancora un rave in Valdorcia, dopo la “Quercia delle Checche”, il popolo dei party a base di musica elettronica, acid house, techno, jungle, drum & bass, giochi di luce e droga, si è dato appuntamento a Torrenieri.

Dall’ultimo dell’anno, migliaia di persone si sono impadronite di alcuni fabbricati dismessi del complesso industriale delle ex Ceramiche Senesi. L’immobile si trova all’interno del Parco della ValdOrcia nel Comune di Montalcino.

Il Comitato “Insieme per Torrenieri”, associazione senza fini di lucro per la valorizzazione e promozione del paese di Torrenieri, nata nel 2007 per rafforzare l’identità e il senso di appartenenza della popolazione, ci segnala che molti degli occupanti hanno dormito sullo strato di barbotine, argilla semiliquida usata per la decorazione della ceramica, accumulato sui pavimenti per poi diffonderla nel paese e nei negozi.

La struttura ha un’alta pericolosità ambientale per la presenza di materiali dispersi nei locali: eternit, smalti piombici, cadmio e cobalto. In considerazione di ciò è da escludersi qualsiasi possibilità di concessione legale del permesso o di validità del fabbricato.

Inoltre, un intero paese, nei giorni delle feste di fine anno è costretto a subire quella che senz’altro possiamo definire una violenza fisica e psicologica: 24 ore su 24, da ormai cinque giorni consecutivi, di musica assordante, ben oltre i limiti consentiti.

Tutto questo dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, l’impotenza del cittadino onesto di fronte ai soprusi e all’illegalità. Alcuni cittadini hanno dichiarato:

“Non capiamo perché dobbiamo sopportare che centinaia di persone occupino abusivamente uno stabilimento dismesso che certamente non ha più sicurezza di una volta, quando poi per molto meno il comune cittadino rischia denunce e multe”.

Foto di repertorio

1 commento su Valdorcia: Torrenieri assediata da un rave party

Banca Valdichiana, operativo il nuovo sportello a Cortona

È stato inaugurato oggi, venerdì 2 gennaio in via Guelfa 25 a Cortona (Arezzo), il nuovo sportello di Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-umbro, che svolgerà funzioni di tesoreria comunale. L’ufficio…

È stato inaugurato oggi, venerdì 2 gennaio in via Guelfa 25 a Cortona (Arezzo), il nuovo sportello di Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco-umbro, che svolgerà funzioni di tesoreria comunale. L’ufficio resterà aperto a disposizione dei cittadini e delle aziende, tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 14.45 alle 16,00.

L’inaugurazione fa seguito alla partecipazione da parte della BCC, che ha sede a Chiusi ma ben sette filiali in provincia di Arezzo al bando per l’assegnazione della Tesoreria del Comune di Cortona. Assegnazione che l’istituto ha ottenuto a decorrere dal 1° gennaio 2015 e fino al 31 dicembre del 2019.

Per semplificare ulteriormente lo svolgimento delle operazioni per i residenti e per le imprese di Cortona, oltre all’inaugurazione del nuovo sportello in centro storico, Banca Valdichiana rende possibile lo svolgimento dei servizi di tesoreria comunale anche presso le due agenzie che si trovano a Camucia Viale Gramsci, 30/32 e a Terontola in Via Fosse Ardeatine 32/a.

Il 2 gennaio poi, oltre allo sportello per i servizi di Tesoreria comunale, Banca Valdichiana ha inaugurato anche quello per i servizi di Tesoreria dell’Istituto superiore di istruzione Vegni sempre di Cortona, completando così i servizi offerti a questa comunità.

Nell’area aretina del resto, oltre alle due nuove Tesorerie, Banca Valdichiana svolge già da tempo servizio Tesoreria per il Comune di Castiglion Fiorentino e per diversi altri Istituti scolastici, come l’Istituto Tecnico Industriale Galilei, l’Istituto Margaritone e l’Isis Margaritone, il Liceo Ginnasio Petrarca, il Liceo Scientifico Redi, l’Isis Colonna e l’Istituto IV Novembre di Arezzo; la Direzione didattica II circolo di Cortona e l’Istituto comprensivo di Monte San Savino.

“L’inaugurazione del nuovo sportello a Cortona – sottolineano la presidente di Banca Valdichiana Mara Moretti e il direttore Fulvio Benicchi – rappresenta un momento di grande soddisfazione per il nostro Istituto, in quanto con esso ampliamo i servizi offerti a questo territorio a cui ci sentiamo molto vicini essendo presenti fin dal 2001 e dove stiamo realizzando importanti iniziative e progetti anche, ma non solo, in collaborazione con il Comune.”

Nessun commento su Banca Valdichiana, operativo il nuovo sportello a Cortona

ARTEATRO al Poliziano di Montepulciano con il “Paese dei Campanelli”

Arteatrogruppo torna al Teatro Poliziano di Montepulciano con «Il Paese dei Campanelli», in scena lunedì 5 gennaio alle ore 21,15 e martedì 6 gennaio alle ore 17. La celebre operetta…

Arteatrogruppo torna al Teatro Poliziano di Montepulciano con «Il Paese dei Campanelli», in scena lunedì 5 gennaio alle ore 21,15 e martedì 6 gennaio alle ore 17.

La celebre operetta di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato è proposta all’interno della stagione teatro del Poliziano 2014-2015. La regia è di Stefano Bernardini, la direzione musicale di Alessio Tiezzi, le scenografie del direttore artistico della compagnia, Franco Romani e le coreografie di Cristina Peruzzi eseguite dagli allievi della sua scuola di danza “Petite école”.

Gli interpreti Emma De Nola, Chiara Protasi, Irene Tofanini, Giovanna Vivarelli, Marco Banini, Stefano Bernardini, Lorenzo Morgantini, Simone Tremiti, Stefano Banini e molti del coro dell’Istituto di musica H. W. Henze che interpretano anche piccoli ruoli nella favolistica storia che è rappresentata.

La compagnia Poliziana ha festeggiato i trent’anni nel 2014 ed è conosciuta e apprezzata dal pubblico della zona per i tantissimi allestimenti presentati negli anni con i suoi attori ricchi di esperienza e d’impegno per la molteplicità di ruoli interpretati negli anni e per la professionale bravura.

“Il paese dei campanelli” è un’operetta ambientata in un piccolo paese olandese dai tratti fiabeschi, dove i pescatori vivono con le loro famiglie in deliziose casette, ciascuna delle quali è arricchita da un piccolo campanile. La pace regnante sovrana è interrotta bruscamente dall’arrivo di una nave di prestanti e vocianti marinai inglesi, che cominciano a corteggiare insistentemente le donne del paese. I mariti possono però dormire sonni tranquilli poiché una leggenda secolare sostiene che, in caso di tradimento, i campanelli della casa comincino a suonare, rendendo noto così a tutto il paese, l’adulterio in via di perpetrazione. Ma la vicenda non sarà così prevedibile e lineare, bensì piena di colpi di scena e cambi di passo nella sceneggiatura, degno di essere apprezzato nello sviluppo della storia.

Un’edizione nuova, all’insegna della tradizione dell’operetta dove la messa in scena e la gustosità comica della vicenda fanno a gara con la bellezza dello spartito, che unisce i conosciutissimi graziosi duetti (”Balla la giava”, “Fox della luna”) a brani lirici squisiti (”Il duetto del ricamo”), presentando finezze e intuizioni melodiche notevoli, con tratti di simpatica sentimentalità.

Per informazioni tel.3382118449 arteatro.gruppo@gmail.it

Foto di repertorio

Nessun commento su ARTEATRO al Poliziano di Montepulciano con il “Paese dei Campanelli”

San Casciano Bagni: disposizioni sulla finanza locale

Il Consiglio Comunale di San Casciano dei Bagni, all’unanimità, ha approvato un piano relativo alla finanza locale. Con questa approvazione gli amministratori hanno voluto dar voce all’insofferenza dovuta al continuo…

Il Consiglio Comunale di San Casciano dei Bagni, all’unanimità, ha approvato un piano relativo alla finanza locale.

Con questa approvazione gli amministratori hanno voluto dar voce all’insofferenza dovuta al continuo legiferarsi in materia finanziaria da parte dello Stato Centrale che a cascata va scapito di una programmazione indispensabile per le piccole realtà, impegnandosi a farsi promotori presso i propri rappresentanti istituzionali e presso gli enti gerarchicamente superiori di istanze volte al miglioramento di tale situazione.

Nella nota si legge:

“Le amministrazioni comunali sono state confinate ad essere meri strumenti di riscossione delle entrate invece di essere messe nelle condizioni di svolgere l’importante funzione di motore e propulsore dello sviluppo del territorio su cui insistono l’estensione del patto di stabilità ai comuni con popolazione inferiore ai cinquemila abitanti ha costituito un ulteriore elemento di paralisi dell’attività delle amministrazioni che anche in presenza di disponibilità e copertura finanziaria hanno rallentato l’avvio di investimenti in opere pubbliche, attività che avrebbe invece prodotto il non secondario effetto di contribuire positivamente agli indicatori macroeconomici che misurano la produzione di ricchezza nazionale.

La maggiore pressione fiscale degli enti locali è finalizzata a sopperire a tagli ai trasferimenti, trasformando la finanza degli Enti Locali in un “bancomat” dal quale attingere risorse da parte dello Stato Centrale, senza verifiche preliminari sulle effettive capacità di prelievo, senza tenere conto delle peculiarità, difficoltà, insostenibilità di tali provvedimenti sui singoli territori.

Infine le incertezze su tempi, modalità, importi, esenzioni, relativi alla fiscalità locale dovuti alle norme nazionali generano nei cittadini e nelle imprese disorientamento e preoccupazione, aumentano la possibilità di errori e rendono, soprattutto, impossibile una programmazione finanziaria dei bilanci familiari e di impresa, all’interno di un contesto economico difficile e critico. Dopo le vicende dell’IMU 2013 per le abitazioni principali, con il susseguirsi di oltre 20 provvedimenti in pochissimi mesi, il 2014 sarà caratterizzato dall’improvvisa cancellazione delle esenzioni IMU sui terreni agricoli dei Comuni Montani, con un provvedimento emanato negli ultimi giorni dell’anno che vede gravare una iniqua tassa sugli orti e sui terreni marginali naturalmente improduttivi e per questo non “coltivati” da imprenditori agricoli professionali, lasciando la “decisione” su chi è obbligato a pagare sull’altimetria in cui è situata la porta della sede comunale e non sull’ubicazione altimetrica o sulla reale produttività economica dei terreni”.

Nessun commento su San Casciano Bagni: disposizioni sulla finanza locale

Importanti novità sulle cause dell’Epilessia

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, l’Università di Siena e l’Università di Ferrara hanno fatto luce su importanti novità riguardanti meccanismi utilizzati nella patogenesi dell’epilessia farmaco-resistente. Lo studio, recentemente pubblicato sulla prestigiosa…

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, l’Università di Siena e l’Università di Ferrara hanno fatto luce su importanti novità riguardanti meccanismi utilizzati nella patogenesi dell’epilessia farmaco-resistente. Lo studio, recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica “BBA Molecular Basis of Disease”, ha dimostrato come un’eccessiva produzione di specie radicaliche, cioè uno sbilanciamento dell’equilibrio ossido-riduttivo osservato nelle biopsie di tessuto cerebrale di pazienti epilettici, possa causare un danno ossidativo a livello di un’importante proteina-canale, l’acquaporina 4, coinvolta negli scambi di acqua e ioni nelle cellule del sistema nervoso. Agire su queste proteine, quindi, potrebbe aprire nuovi scenari terapeutici.

Lo studio è stato portato avanti grazie alla collaborazione tra il Centro Epilessia del Dipartimento di Scienze Neurologiche e Neurosensoriali dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, diretto dal professor Alessandro Rossi, di cui fanno parte il professor Aldo Mariottini e i dottori Giampaolo Vatti e Raffaele Rocchi; il gruppo ferrarese, di cui fanno parte i professori Giuseppe Valacchi e Franco Cervellati; quello dell’Università di Siena composto dalle professoresse Clelia Miracco, Lucia Ciccoli; l’èquipe di Neuropsichiatria Infantile dell’AOU Senese, diretta dal dottor Joussef Hayek con il dottor Roberto Canitano e i ricercatori Alessandra Pecorelli, Giuseppe Belmonte e il neurochirurgo Francesca Natrella.

Questa scoperta aggiunge un nuovo tassello utile alla comprensione dei meccanismi molecolari alterati che portano alle manifestazioni epilettiche.

Foto copertina: Alcuni ricercatori

Nessun commento su Importanti novità sulle cause dell’Epilessia

Buoni lavoro per i disoccupati del comune di San Quirico

Il 27 diecembre la Giunta comunale di San Quirico ha approvato l’adozione di buoni lavoro da destinare a disoccupati, inoccupati, iscritti alle liste di mobilità e percettori di integrazione salariale…

Il 27 diecembre la Giunta comunale di San Quirico ha approvato l’adozione di buoni lavoro da destinare a disoccupati, inoccupati, iscritti alle liste di mobilità e percettori di integrazione salariale residenti nel Comune per lavori di pubblica utilità. Si tratta di lavori di giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti, lavori di emergenza e di solidarietà. Le attività saranno eseguite sul territorio di San Quirico d’Orcia secondo le indicazioni e la direzione del personale di riferimento dell’Ufficio tecnico comunale.

“Un supporto concreto alle persone e alle famiglie in condizioni di temporanea fragilità economica che impegnano i prestatori di lavoro in mansioni il cui svolgimento è necessario e utile per il bene comune. – ha dichiarato il sindaco di San Quirico d’Orcia Valeria Agnelli – Si tratta del secondo intervento di questo tipo. Questo è un periodo dell’anno difficile per le famiglie, in cui si accumulano diverse scadenze e tasse e quindi vogliamo provare a dare risposte in controtendenza.

Entro breve uscirà anche il bando per i contributi sulla Tasi pagata dalle famiglie nel 2014 in linea con la mozione votata durante l’ultimo Consiglio Comunale dai gruppi Centro-Sinistra per San Quirico e Sanquirichiamo. Il bando di lavoro sarà reso disponibile dal Comune il 31 dicembre: le istanze potranno essere presentate tra l’8 e il 28 gennaio 2015. Tutte le informazioni e la modulistica sono disponibili sul sito del Comune e all’ufficio Urp”.

Nessun commento su Buoni lavoro per i disoccupati del comune di San Quirico

Referti medici a pagamento se inviati a domicilio

Gli utenti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese e dell’Azienda ASL7 di Siena che sceglieranno di ricevere presso il proprio domicilio, i referti degli esami diagnostici effettuati, saranno soggetti al pagamento di…

Gli utenti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese e dell’Azienda ASL7 di Siena che sceglieranno di ricevere presso il proprio domicilio, i referti degli esami diagnostici effettuati, saranno soggetti al pagamento di una tariffa di 2 euro, anche nel caso di prestazioni effettuate in regime di esenzione.

La novità entrerà in vigore dal 7 gennaio 2015 ed è legata alle disposizioni regionali contenute nella delibera della Giunta Regionale Toscana n. 39/2013, che stabilisce che le spese di spedizione siano poste a carico del cittadino.

Rimangono invariate le altre attuali modalità di ritiro del referto: presso gli sportelli dedicati delle due Aziende, oppure tramite fascicolo sanitario elettronico, con tessera sanitaria attiva presso i totem ubicati nelle due Aziende o via internet. Il ritiro del referto presso gli sportelli dedicati dovrà avvenire entro 30 giorni dalla data di disponibilità del referto e comunque non oltre 60 giorni dalla data di effettuazione della prestazione. In caso di mancato ritiro del referto i cittadini, anche se esenti a qualunque titolo, sono tenuti a pagare per intero (come da nomenclatore regionale) la prestazione usufruita.

Nessun commento su Referti medici a pagamento se inviati a domicilio

Niente più servizi condivisi tra Sinalunga, Torrita e Trequanda

Il 22 dicembre scorso si è svolto il consiglio comunale del comune di Sinalunga e nella seduta è stata decretata la fine dell’associazione dei servizi, ovvero la condivisione della maggior…

Il 22 dicembre scorso si è svolto il consiglio comunale del comune di Sinalunga e nella seduta è stata decretata la fine dell’associazione dei servizi, ovvero la condivisione della maggior parte delle funzioni fondamentali  tra i comuni di Sinalunga, Torrita e Trequanda.

In seguito a questa decisione riceviamo e pubblichiamo un comunicato congiunto dell’opposizione del comune di Sinalunga, composta da Movimento 5 Stelle Sinalunga, Lista Civica Angelina, Lista Civica Centro Destra e Rifondazione Comunista

“Tutta l’azione di governo è stata incentrata su questo principio definito dal PD locale ormai come unica forma possibile di gestione della macchina amministrativa. Quindi responsabili d’area condivisi tra i tre comuni, dotazione di infrastrutture per il funzionamento degli uffici in convenzione, modus operandi di erogazione dei servizi standardizzati, tutto buttato al vento per un capriccio di un sindaco emulatore renziano che una mattina si sveglia e decide di mandare tutto all’aria.

Il rottamatore Sindaco di Torrita di Siena ha deciso infatti di recedere dal 1 gennaio 2015 da tutti i servizi in convenzione con Sinalunga e Trequanda, alcuni dei quali firmati pochi mesi fa. Ora la domanda al semplice cittadino sorge spontanea: o il Sindaco rottamatore è un illuminato ed ha capito che i servizi in convenzione, al pari di quelli gestiti con l’Unione dei Comuni, sono una balla colossale che per anni ci hanno proposto come unica soluzione ai problemi, oppure l’uomo solo al comando di impronta renziana, con questa mossa ha deciso di rottamare il partito unico PD che lo ha votato, distruggendone di fatto tutta e la sola linea politica di questi decenni, l’associazione dei servizi e l’Unione dei Comuni.

La risposta ce l’avremo sicuramente a breve, nel frattempo, non rimane che denunciare la totale incapacità di programmazione politica del PD in questi anni nel nostro territorio, non più capace di gestire una nuova classe politica che ne ha sfruttato il bacino di voti, ma che poi gestisce il partito a propria immagine e somiglianza. Ma questa è una storia già vista anche a livello nazionale. Adesso però chi ripaga i cittadini di tutto questo? Soprattutto se questi servizi in convenzione facevano risparmiare tanti soldi, come faremo adesso con i bilanci comunali? Ci saranno ovviamente nuovi tagli ai servizi ed aumenti delle imposte locali. Ci aspetta un sereno 2015.”

Nessun commento su Niente più servizi condivisi tra Sinalunga, Torrita e Trequanda

Type on the field below and hit Enter/Return to search