La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Categoria: Cronaca

Olio, senza requisiti di rintracciabilità, sequestrato dalla Forestale

Sequestrato oltre 12.000 litri di olio dichiarato come “extra vergine di oliva – 100 % italiano – campagna 2014 – 2015”, proveniente da un’azienda olearia stabilita nella regione Puglia. Il…

Sequestrato oltre 12.000 litri di olio dichiarato come “extra vergine di oliva – 100 % italiano – campagna 2014 – 2015”, proveniente da un’azienda olearia stabilita nella regione Puglia. Il sequestro si è reso necessario per la mancanza dei prescritti requisiti di rintracciabilità documentale del prodotto oggetto di accertamento. Il sequestro è stato operato dal personale dei Comandi Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Montepulciano e Sarteano, a seguito di un controllo stradale in prossimità del casello autostradale di Bettolle.

Dalle verifiche condotte sono emerse varie e sostanziali irregolarità nella compilazione del documento di accompagnamento della merce, oltre che incongruenze significative tra il tragitto indicato nel documento stesso e quello ricostruito dagli uomini della forestale attraverso la consultazione del cronotachigrafo installato nell’autocarro. Inoltre, l’impresa indicata nel DDT come destinataria dell’olio, una nota azienda olearia stabilita in provincia di Firenze, ha dichiarato di non avere rapporti commerciali con l’impresa pugliese.

Tali circostanze, unitamente al fatto che il trasporto si protraeva da quasi quattro giorni, durante i quali il mezzo ha percorso diverse centinaia di chilometri in varie regioni del centro Italia senza un motivo ben preciso, hanno indotto il personale del Corpo forestale dello Stato ad intraprendere la misura cautelare del sequestro.

Al fine di verificare l’origine e qualità dell’olio dichiarato come “extra vergine di oliva”, inoltre, in collaborazione con personale tecnico dell’Azienda USL 7 di Siena – Dipartimento della Prevenzione Zona Valdichiana, è stato effettuato un prelievo di campioni all’interno della cisterna di trasporto, operazione finalizzata alla successiva analisi chimico-fisica del prodotto comprensiva del contenuto di alchil esteri, sostanze rivelatrici dell’origine geografica e della buona qualità dell’olio italiano.

Il carico di olio è stato, quindi, travasato all’interno di due contenitori messi a disposizione da un oleificio di Motepulciano, azienda completamente estranea alla vicenda, per poi essere sottoposto a sequestro, unitamente alla documentazione di accompagnamento ed ai fogli di registrazione del cronotachigrafo.

Nel corso della corrente campagna olearia il Corpo Forestale dello Stato ha attivato in tutta la regione una specifica campagna di controlli finalizzati a verificare la movimentazione dei prodotti olivicoli (olive ed olio), al fine di prevenire, ed eventualmente reprimere, frodi a danno dei consumatori e della regolarità del mercato.

Come è noto, infatti, il marcato calo di produzione degli oliveti toscani, stimato intorno al 50 – 70 % rispetto allo scorso anno, con punte addirittura del 90 % in alcune zone, dovuto soprattutto alle condizioni meteorologiche particolarmente favorevoli alla diffusione della mosca olearia, potrebbe incentivare traffici, talvolta illegali, di prodotti olivicoli provenienti da fuori regione, anche di origine comunitaria ed extra comunitaria, a danno delle produzioni nazionali, ed in particole di quelle toscane di eccellenza.

Nessun commento su Olio, senza requisiti di rintracciabilità, sequestrato dalla Forestale

Chiusi: serie di incontri sulla sicurezza

Progetto #chiusisicura: è questo il titolo della serie di incontri/conferenze organizzate dall’associazione A.I.S.I.S.SU e dal Comune della Città di Chiusi. Il ciclo di incontri partirà domani (mercoledì 19 novembre) alle…

Progetto #chiusisicura: è questo il titolo della serie di incontri/conferenze organizzate dall’associazione A.I.S.I.S.SU e dal Comune della Città di Chiusi.

Il ciclo di incontri partirà domani (mercoledì 19 novembre) alle ore 16.00 dall’Auser di Chiusi Stazione. Al primo appuntamento interverranno i rappresentanti dell’associazione A.I.S.I.S.U., ossia Alessandra Venturini (criminologa e sociologa) e Vincenzo Naselli (presidente dell’associazione); inoltre ci saranno il vice Questore aggiunto della Polizia di Stato Commissariato di Chiusi dott. Walter Allgeria, il Comandante della Polizia Municipale di Chiusi dott. Giannini e il sindaco della Città di Chiusi dott. Stefano Scaramelli.

«Il ciclo di incontri organizzato dall’associazione A.S.I.S.U. – dichiara il sindaco – rappresenta una serie di occasioni importanti per far conoscere a tutti il tema della sicurezza e le precauzioni da prendere per fare della nostra città una comunità di presidio sociale. La nostra città ha investito molto da questo punto di vista, ad esempio installando una serie di telecamere in punti strategici e con un nuovo impianto di illuminazione nelle parti del territorio che altrimenti sarebbero rimaste al buio. Naturalmente il più grande investimento è quello che porta il coinvolgimento e l’istruzione delle persone e per questo gli incontri dell’associazione A.S.I.S.U. hanno un grande valore. Se Comune, associazioni, forze dell’ordine e cittadini lavoreranno insieme, consapevoli di cosa fare, la nostra città sarà sempre più sinonimo di sicurezza e vivibilità».

«Il messaggio che dovrà passare – dichiarano Vincenzo Naselli e Alessandra Venturini – è quello di tenere gli occhi aperti, di parlare, denunciare e segnalare persone o macchine sospette. La sicurezza urbana ci appartiene ed è il singolo cittadino che può e deve avere gli strumenti per contribuire alla sicurezza collettiva. Durante gli incontri saranno dati piccoli consigli su come prevenire furti, truffe e raggiri. Ai partecipanti sarà anche consegnato un vademecum con numeri utili da chiamare in caso di necessità. Particolarmente importante sarà la parte degli incontri dedicata alle truffe perché spesso a cadere nell’inganno sono le persone anziane che si fidano del malvivente e si lasciano sottrarre oggetti di valore e denaro».

Comunicato stampa di Andrea Biagi del 18 novembre 2014. 

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione.

Nessun commento su Chiusi: serie di incontri sulla sicurezza

Nuova allerta meteo dalle 8 alle 24 di lunedì 17

Nuova allerta meteo valida dalle ore 8 di lunedì 17 novembre fino alla mezzanotte per pioggia e temporali forti. Le province interessate sono quelle di Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara,…

Nuova allerta meteo valida dalle ore 8 di lunedì 17 novembre fino alla mezzanotte per pioggia e temporali forti.
Le province interessate sono quelle di Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena.

L’allerta meteo con rischio idrogeologico-idraulico riguarda i seguenti bacini: Magra, Versilia, Serchio, Basso Serchio, Sieve, Medio Valdarno, Ombrone Bisenzio, Valdarno Inferiore, Reno Santerno, Foce Arno, Cecina, Cornia, Isole, Elsa, Era, Ombrone grossetano, Greve Pesa, Orcia, Bruna, Albegna, Flora.

In mattinata sono attese precipitazioni diffuse, anche temporalesche, ad iniziare dalle zone di nord-ovest e in progressiva estensione alle zone interne.

Saranno possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti al ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibili allagamenti delle sedi stradali urbane ed extraurbane e nelle aree contigue all’alveo dei corsi d’acqua. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

Una sorveglianza particolare verrà riservata a torrente Carrione a Carrara in considerazione degli criticità dovute all’evento trascorso e ai lavori di messa in sicurezza in fase di completamento.

20141117_idrogeologico-idraulicoCome solito in questi casi la protezione civile raccomanda, per le zone oggetto dell’allerta, la massima attenzione alla guida durante i fenomeni più intensi, di procedere con cautela e prestare particolare attenzione nell’attraversamento di zone depresse, di sottopassi stradali o attraversamento di corsi d’acqua. Non sostare nelle zone prossime ai corsi d’acqua e nei locali interrati soggetti a possibile allagamento. Attenzione anche lungo la viabilità nelle zone collinari e montane dove potrebbero verificarsi improvvise frane o cadute di massi.

Ulteriori dettagli e consigli sui comportamenti da adottare, si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana, accessibile a questo indirizzowww.regione.toscana.it/allertameteo. Per informazioni sulle condizioni locali come sempre si invita a far riferimento al sistema di protezione civile del proprio Comune.

Nessun commento su Nuova allerta meteo dalle 8 alle 24 di lunedì 17

A Sinalunga nasce il superstore Coop Centro Italia

Il negozio completamente ristrutturato ed ampliato è contraddistinto dall’insegna Coop CI. Partenza per Coop.CI il nuovissimo format “superstore” di Coop Centro Italia. Dopo mesi di lavori di ristrutturazione, il punto…

Il negozio completamente ristrutturato ed ampliato è contraddistinto dall’insegna Coop CI.

Partenza per Coop.CI il nuovissimo format “superstore” di Coop Centro Italia. Dopo mesi di lavori di ristrutturazione, il punto vendita di Sinalunga sito in via Pier Paolo Pasolini, è apparso in tutta la sua modernità e capacità attrattiva: con circa 2.850 metri quadrati di area vendita (450 in più rispetto al vecchio supermercato), serviti da 16 casse, di cui 6 automatiche, il superstore Coop.CI rappresenta un netto salto di qualità nel soddisfare le aspettative dei clienti e dei circa 14.000 Soci Coop della zona.

Tante le novità e le innovazioni in tutti i reparti: la forneria ad esempio oltre ad offrire tutti i giorni pane sempre fresco e una grande varietà di panini, baguette, ciabatte, pizze e focacce, è stata dotata di un distributore di pane sfuso self service che consente ai clienti di scegliere tra diverse tipologie di pane appena sfornato, servendosi da soli e senza dover utilizzare guanti monouso, grazie ad una tecnologia che garantisce freschezza e un’igiene assoluta.
Il reparto gastronomia offre piatti caldi e freddi (come primi, secondi e contorni) già pronti da gustare. Una delle specialità è la Frittura di mare express: è possibile ordinarla mentre si fa la spesa, ed è pronta in pochi minuti!
L’ortofrutta è il regno della freschezza: ogni giorno i prodotti vengono accuratamente selezionati e controllati per offrire ai Soci Coop e ai clienti solo frutta e verdura sana e genuina. Nel reparto macelleria, dove è possibile trovare molti tagli di carne Chianina, l’attenzione alla qualità delle carni è posta lungo tutta la filiera, partendo dai controlli negli allevamenti, per seguire passo passo tutti gli aspetti produttivi.

Nel nuovo superstore di Sinalunga è possibile acquistare caffè, tè e cereali sfusi di alta qualità: una sana tradizione italiana, che ricorda le vecchie drogherie di una volta, che permette di risparmiare (non si paga il costo della confezione) e di rispettare maggiormente l’ambiente (riducendo gli imballaggi e quindi i rifiuti).
Ampio spazio è poi dedicato al mondo del biologico (con un vasto assortimento di prodotti freschi e genuini che rispettano la natura), alle eccellenze gastronomiche (attraverso un’ampia rassegna di specialità della tradizione enogastronomica italiana e non solo), ed ai gusti più nuovi (con una selezione di specialità etniche provenienti da altre culture gastronomiche).

Per tutti coloro che fanno del vegan una scelta di vita, è disponibile una selezione di prodotti realizzati senza l’impiego di materie prime derivanti da animali. Un’attenzione particolare è stata riservata alle esigenze delle persone intolleranti al glutine e ai lieviti: l’assortimento è composto da una linea completa di prodotti che va dalla pasta ai preparati per torte, dai biscotti alle pizze già pronte da gustare o da guarnire seguendo la propria fantasia.
È stato poi ampliato il reparto non alimentare, dove è ora possibile trovare il necessario per soddisfare le esigenze di tutti i giorni a prezzi veramente convenienti ed è stato creato un grande spazio verde con un’offerta di piante e fiori di stagione.

Il superstore è stato concepito e progettato cercando di ridurre al massimo l’impatto ambientale anche attraverso nuove modalità di acquisto come i detersivi alla spina Vivi Verde Coop e gli alimenti sfusi di alta qualità “superpremium” per gli animali da compagnia.

Un punto vendita moderno ed “ecologico” anche dal punto di vista strutturale:
– Sul tetto della struttura sono installati pannelli fotovoltaici per l’autoproduzione di energia elettrica;
– L’illuminazione del punto vendita è garantita da lampadine a led a bassissimo consumo energetico;
– Negli impianti frigoriferi vengono impiegati gas refrigeranti di nuova generazione;
– I murali frigo e le vasche dei surgelati sono chiusi per risparmiare energia.

Il superstore di Sinalunga rappresenta la reazione più concreta e strutturale di Coop Centro Italia alla crisi attraversata dalle aziende e dalle famiglie del territorio

Comunicato Stampa di Coop Centro Italia del 13/11/2014. Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione.

Nessun commento su A Sinalunga nasce il superstore Coop Centro Italia

Nell’aretino 15 pecore colpite dal virus della lingua blue

Il virus della lingua blue, una malattia che ha colpito 15 pecore in tre allevamenti ad Arezzo, Cortona e Cavriglia. Nella nota dell’Ansa si legge che la presenza del virus…

Il virus della lingua blue, una malattia che ha colpito 15 pecore in tre allevamenti ad Arezzo, Cortona e Cavriglia. Nella nota dell’Ansa si legge che la presenza del virus si presenta per la prima volta nella provincia aretina.

La Usl 8 di Arezzo ha dichiarato “La malattia della Lingua Blue è arrivata anche nella nostra provincia La caratteristica colorazione che assume la lingua degli animali colpiti da il nome ad una malattia il cui nome originale è quello di febbre catarrale maligna, malattia virale che si trasmette ad alcuni tipi di animali (mai all’uomo) esclusivamente attraverso le punture dei moscerini ematofagi del genere Culicoides”.

Il servizio veterinario della Asl ha già inviato questi animali ad appositi istituti per le analisi e per avere la conferma che si tratta di questa specifica malattia. I tre allevamenti sono stati posti sotto sequestro cautelativo ed è stato deciso il blocco delle movimentazioni degli animali. Inoltre è stata messa sotto osservazione una area che comprende un territorio entro i 4 chilometri di raggio dall’allevamento stesso. I Servizi Veterinari, attivi nel territorio con le proprie strutture zonali, sono impegnati a fronteggiare l’emergenza con tutti i mezzi disponibili, procedendo con azioni di monitoraggio ambientale sui vettori, indagini epidemiologiche e sierologiche sugli animali sentinella, visite cliniche sulle greggi a rischio di infezione. Il tutto secondo le disposizioni emesse dal Ministero della Salute e dalla Regione Toscana, già pronta ad attivare uno specifico piano di emergenza sanitaria.

Da qui l’invito a chiunque abbia interessi in proposito ad informarsi presso i Servizi Veterinari ASL sull’evoluzione della situazione, sulle limitazioni in essere e sugli adempimenti da rispettare.

La Usl8, inoltre precisa che non preoccupa l’uomo, essendo recettivi esclusivamente i ruminati, ed in particolare le pecore. Proprio in questi animali la malattia evolve spesso con esito sfavorevole.

Nessun commento su Nell’aretino 15 pecore colpite dal virus della lingua blue

Chiusi: fibra ottica in tutte le scuole

Comunicato stampa Comune di Chiusi del 11/11/2014 La fibra ottica arriva anche nel laboratorio di informatica della scuola primaria di Chiusi Scalo e così dopo le scuole medie e la…

Comunicato stampa Comune di Chiusi del 11/11/2014

La fibra ottica arriva anche nel laboratorio di informatica della scuola primaria di Chiusi Scalo e così dopo le scuole medie e la scuola primaria di Chiusi Città, anche i giovani studenti della stazione hanno la possibilità di imparare viaggiando nell’autostrada della rete.

“I ragazzi di oggi – dichiara il primo cittadino Scaramelli – se pur non abbandonando i libri devono poter imparare anche usando le più moderne tecnologie. Compito di noi amministratori deve essere, quindi, quello di mettere in condizione i ragazzi di avere tutti i mezzi possibili al fine di una didattica nuova, moderna ed efficace. Per tutto questo sono soddisfatto che la fibra ottica sia arrivata anche alla scuola primaria di Chiusi Scalo perché di certo sarà un ottimo strumento che gli insegnanti potranno usare per far crescere i ragazzi con la consapevolezza del mondo che li circonda.”

“Ringrazio chi ha lavorato al fine di portare la fibra nelle nostre scuole – dichiara Andrea Micheletti assessore alla Qualità della Vita – la didattica oggigiorno non può prescindere dalle nuove tecnologie e per questo è importante che nel nostro Comune le scuole siano dotate del moderno sistema di connessione esistente. Sono certo che i nostri studenti ne gioveranno perché la rete, se ben utilizzata, è una grande finestra con la quale scoprire il mondo e cogliere diverse opportunità.”

In questi giorni sono stati eseguiti dei test tecnici per verificare che la velocità della fibra teorica corrispondesse alla velocità pratica della connessione. I test hanno dato esito positivo e quindi i ragazzi delle scuole primarie di Chiusi Scalo già navigano nelle rete di internet a una velocità di molto superiore alla media.

La banda larga andrà, dunque a potenziare l’aula informatica da 15 postazioni che è stata inaugurata all’inizio del mandato proprio alla scuola primaria di Chiusi Scalo.

Il Comune di Chiusi continua a scommettere, dunque, ancora sulla scuola per guardare al domani con ottimismo. La fibra ottica è solo, infatti, l’ultimo degli investimenti di cui le scuole chiusine hanno beneficiato. Dall’inizio del mandato sono state varie le spese, sia infrastrutturali che di materiali o di didattica, sostenute con l’obiettivo di migliorare e ammodernare l’offerta formativa delle scuole chiusine. Grazie in particolare alle entrate derivanti dal fotovoltaico è stato possibile ad esempio acquistare un nuovo scuolabus (70 mila euro) così come è stato possibile rinnovare e ammodernare, negli arredi, alcune aule o ancora realizzare una mini-pista di atletica alle scuole primarie di Chiusi Scalo. Allo stesso tempo, dal punto di vista della didattica, sono state incrementate le ore di sostegno per bambini portatori di handicap e la possibilità di frequentare attività extrascolastiche come ad esempio laboratori teatrali. Per Chiusi, dunque, la scuola rimane una priorità e adesso grazie alla cablatura in fibra è anche più competitiva nell’offrire ai ragazzi una istruzione al passo con i tempi.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione

Nessun commento su Chiusi: fibra ottica in tutte le scuole

Allerta Meteo in tutta la Regione fino a martedì

È scattata stanotte una nuova allerta maltempo che riguarda tutta la regione Toscana, in particolare la Versilia e l’Arcipelago, e che durerà fino alle ore 12:00 di martedì; questo è ciò…

È scattata stanotte una nuova allerta maltempo che riguarda tutta la regione Toscana, in particolare la Versilia e l’Arcipelago, e che durerà fino alle ore 12:00 di martedì; questo è ciò che comunica la Protezione Civile.

Si prevedono fenomeni intensi caratterizzati da precipitazioni persistenti, anche a carattere temporalesco.
Nel pomeriggio di oggi, lunedì 10 novembre, il maltempo si estenderà anche alle zone occidentali e settentrionali della regione, con maggiore intensità sul nord-ovest, sull’Arcipelago e sulle coste.

Rischio allagamenti diffusi nelle aree depresse, causati da ristagno delle acque, tracimazioni dei canali e incapacità di drenaggio della rete fognaria urbana.

Per tutto il territorio regionale, la Protezione Civile raccomanda la massima attenzione alla guida durante i fenomeni più intensi, di procedere con cautela e di prestare particolare attenzione nell’attraversamento di zone depresse e in special modo di sottopassi stradali o di attraversamenti di corsi d’acqua. Si raccomanda inoltre di non sostare nelle zone prossime ai corsi d’acqua e nei locali interrati, i quali sono soggetti al rischio di possibile allagamento.

italia_index

 

Nessun commento su Allerta Meteo in tutta la Regione fino a martedì

Enoteca Italiana affida ristorante a una società di vendita abbigliamento

La società Montenegro srl, gestore del ristorante “Millevini” dell’Enoteca Italiana a Siena, alla data di affidamento dell’incarico, tra le ragioni sociali non aveva la ristorazione o la somministrazione di cibi…

La società Montenegro srl, gestore del ristorante “Millevini” dell’Enoteca Italiana a Siena, alla data di affidamento dell’incarico, tra le ragioni sociali non aveva la ristorazione o la somministrazione di cibi e bevande, ma bensì quella di vendita di abbigliamento per adulti. Questo è quanto emerso al processo in cui sono accusati di turbativa d’asta Antonio e Alberto Degortes, figli del fantino del Palio ‘Aceto’, Giada Miniscalco, compagna di Alberto, l’ex presidente di Enoteca Italiana Claudio Galletti e l’ex direttore della stessa Fabio Carlesi. I due dirigenti di Enoteca devono rispondere anche di falso in atto pubblico.

Secondo la testimonianza in aula del maresciallo della polizia giudiziaria di Siena che ha condotto le indagini, Davide Massa, l’affidamento diretto dell’incarico alla società Montenegro sarebbe avvenuto con delibera del cda di Enoteca Italiana in data 17 gennaio 2011.

“In realtà – ha spiegato Massa – in quella data la società non aveva nessuna caratteristica di ristorazione secondo l’atto costitutivo del 19 marzo 2010 – e la ragione sociale era quella di vendita di abbigliamento per adulti”. Secondo la ricostruzione del maresciallo della polizia giudiziaria la comunicazione del cambiamento della ragione sociale “venne data in camera di commercio il 25 gennaio 2011 e all’Agenzia delle entrate il 2 febbraio”.

L’indagine, che è stata avviata nell’aprile del 2012, ha portato a perquisizioni nelle sedi amministrativa e operativa dell’Enoteca Italiana e perquisizioni domiciliari degli indagati oltre a computer e telefoni cellulari. Dalle agende sequestrate a Carlesi emergerebbe inoltre, secondo la testimonianza del maresciallo, un appuntamento tra l’ex direttore dell’Enoteca e Antonio Degortes in data 7 gennaio 2011, 10 giorni prima dell’affidamento dell’incarico diretto. Il 9 gennaio fu l’allora responsabile della struttura Enoteca a inviare una mail a Degortes “con le condizioni da indicare nell’offerta”. Durante l’ultima udienza sono stati interrogati dal pm Aldo Natalini e dagli avvocati della difesa anche alcuni dipendenti, attuali ed ex, dell’Enoteca Italiana. La prossima udienza si terrà il 21 novembre.

Nessun commento su Enoteca Italiana affida ristorante a una società di vendita abbigliamento

Allerta Meteo – Aggiornamenti in tempo reale

Nessun commento su Allerta Meteo – Aggiornamenti in tempo reale

Cortona: allerta Meteo tra il 4 e il 5 novembre 2014

Comunicato stampa della Regione Toscana del 4 novembre 2014 La Regione Toscana ha diramato l’allerta meteo per tutto il territorio regionale. Per la zona del comune di Cortona (E2) i…

Comunicato stampa della Regione Toscana del 4 novembre 2014

La Regione Toscana ha diramato l’allerta meteo per tutto il territorio regionale.

Per la zona del comune di Cortona (E2) i cumulati medi sono 20-25 millimetri, che non rappresentano picchi particolarmente elevati.

Nella stessa comunicazione viene, però, segnalata anche la possibilità di massimi puntuali fino a 100-150 mm su tutta la Regione e intensità massime orarie fino a 50/60mm.

A partire dalla mezzanotte del 4 novembre, e per almeno le successive 24 ore, anche nel territorio Cortonese, è quindi in arrivo una importante perturbazione che determinerà persistenti piogge nei prossimi giorni.

Anche se l’intensità delle piogge mediamente non dovrebbe essere tale da determinare significativi effetti al suolo non si possono escludere fenomeni localizzati con precipitazioni intense e conseguenti possibili allagamenti nelle zone depresse, tracimazioni di fossi e canali minori e incapacità di drenaggio della rete fognaria dei centri urbani.

Si raccomanda a tutta la popolazione di mantenersi informata sull’evoluzione del meteo e di evitare ogni comportamento a rischio, tra cui l’uso dell’auto, durante i fenomeni più significativi.

Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla nostra redazione

Nessun commento su Cortona: allerta Meteo tra il 4 e il 5 novembre 2014

Type on the field below and hit Enter/Return to search