La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Categoria: Cronaca

L’impianto Bioecologia di Chiusi ha aperto le porte ai cittadini

Una giornata all’insegna della trasparenza, dell’informazione e del confronto: sabato 22 giugno l’impianto Bioecologia di Chiusi ha aperto le porte ai cittadini per illustrare il processo produttivo e attenuare le…

Una giornata all’insegna della trasparenza, dell’informazione e del confronto: sabato 22 giugno l’impianto Bioecologia di Chiusi ha aperto le porte ai cittadini per illustrare il processo produttivo e attenuare le preoccupazioni dei residenti. L‘open day ha chiarito ai visitatori il funzionamento dell’impianto, i sistemi di abbattimento delle emissioni e le principali verifiche previste nel quadro del ciclo integrato dello smaltimento dei rifiuti.

I visitatori sono stati informati sugli aspetti legati all’Autorizzazione integrata ambientale di Bioecologia, gli investimenti effettuati dall’azienda e quelli che sono in programma per i prossimi mesi. Alla giornata dedicata alla trasparenza hanno partecipato anche i consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione, l’assessore all’ambiente Sonnini, e il sindaco Scaramelli.

«Per noi è stata un’opportunità di mostrare all’esterno la tecnologia utilizzata nel nostro impianto, mentre i cittadini hanno potuto conoscere in modo diretto tutte le fasi di trattamento a cui sono sottoposti i materiali conferiti nel nostro impianto – ha dichiarato Massimo Filipponi, amministratore delegato della società. – Per il ruolo che svolgiamo nell’ambito del ciclo dei rifiuti e dei servizi ambientali che garantiamo, il nostro impianto ha un’importanza rilevante ai fini della tutela del nostro territorio. Anche per questo ci fa piacere che i residenti ci conoscano meglio attraverso iniziative come quelle di oggi».

“Siamo soddisfatti che l’azienda Bioecologia abbia deciso di organizzare un Open-Day aperto a tutti i cittadini con l’obiettivo di illustrare il proprio processo produttivo. – ha commentato il sindaco Stefano Scaramelli –  Come amministrazione abbiamo fortemente voluto questa iniziativa e quindi non possiamo che condividerla anche perché indirizzata verso quella buona politica di trasparenza che da sempre contraddistingue il nostro modo di fare. In tutte le nostre decisioni siamo abituati a guardare negli occhi le persone senza nascondersi ed anche questa volta è così”.

“L’Open-Day organizzato dall’azienda Bioecologia rappresenta senza dubbio il modo migliore per aprirsi alla cittadinanza e rispondere alle preoccupazioni dei residenti nei pressi dell’impianto – ha aggiunto il vicesindaco Gianluca Sonnini – siamo soddisfatti che i proprietari dell’azienda abbiano accolto il consiglio del Comune di organizzare questa giornata a porte aperte perché rappresenta un grande segnale di maturità. L’azienda conferma di aver compreso la necessità di partecipare alla crescita della nostra comunità compartecipando al progetto dei marciapiedi di Via Mazzini per la realizzazione di un nuovo tratto di fognatura con la quale verranno convogliate verso l’impianto le quantità di reflui organici provenienti dalle abitazioni private recando un servizio alla nostra città.”

Nessun commento su L’impianto Bioecologia di Chiusi ha aperto le porte ai cittadini

Chiusi, 3° Giornata del respiro

Oggi, domenica 23 giugno dalle 14:30 alle 19:30, l’associazione per i diritti degli anziani dà appuntamento, presso la loro sede a Chiusi Scalo, per visite e spirometrie gratuite, assistite da…

Oggi, domenica 23 giugno dalle 14:30 alle 19:30, l’associazione per i diritti degli anziani dà appuntamento, presso la loro sede a Chiusi Scalo, per visite e spirometrie gratuite, assistite da personale specializzato. Le visite pneumologi saranno eseguite dal dottor Domenico Fabbrini e dalle infermiere dedicate al servizio di Fisioterapia respiratoria dell’ospedale di Nottola, Almerinda Di Giacomo e Rosa Lucente.
Il personale medico sarà inoltre a disposizione per colloqui e delucidazioni su prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie respiratorie. La giornata è patrocinata dall’Associazione italiana pneumologi ospedalieri, dal Comune di Chiusi, dall’Azienda Usl 7 e della Società della Salute della Valdichiana Senese.

Questo avvenimento, giunto alla sua terza edizione, servirà quindi per proseguire l‘opera di prevenzione iniziata con il convegno promosso dall’Associazione Ada. “La Salute del Respiro: prevenzione, diagnosi e cura per la Bpco” svoltosi a Chiusi il 30 aprile 2011 e con le prime due giornate di valutazione del respiro tenutasi il 28 luglio 2011 ed il 17 giugno 2012.

“Auspichiamo che questa iniziativa, nata per dare un contributo alla sensibilizzazione delle patologie respiratorie, possa costituire una vera e propria opportunità per rafforzare il rapporto di fiducia fra istituzioni, medici e cittadini – spiega la presidente dell’Ada, Nellina Quitti -. Spero che questo pomeriggio rappresenti una vera occasione di prevenzione e che siano visitati sia coloro che già sanno di avere problematiche respiratorie, sia le persone che attualmente non hanno problematiche nella respirazione ma che possono presentare dei fattori di rischio. Inoltre, poiché nella nostra associazione in questo anno stiamo svolgendo un progetto dedicato a migliorare la qualità di vita di pazienti con Parkinson, alcuni posti saranno dedicati proprio a questi ammalati. I disturbi respiratori che si possono verificare nelle persone con malattia di Parkinson, correlati anche con le problematiche cardiovascolari e con i disturbi dell’umore, sono infatti tra i fattori che aumentano il rischio di morbilità e mortalità e che fanno sì che aumenti la frequenza di ricoveri ospedalieri”.

“Ricordo – conclude la presidente – che per partecipare ai controlli è necessario prendere appuntamento presso la Sede o telefonando al 340 7644384 dato che per necessità di tempo saranno disponibili 20 posti. È doveroso infine ringraziare la casa farmaceutica Cosmed, che ci ha concesso in uso gratuito lo spirometro con stampante “Pony FX”, uno strumento di nuova concezione che unisce semplicità d’uso e funzionalità ad un elevato standard qualitativo”.

Nessun commento su Chiusi, 3° Giornata del respiro

Università Popolare di Chiusi sempre più in crescita

L’Università Popolare della Città di Chiusi ha festeggiato quest’anno il quarto anno di età, e non solo si sono consolidati i corsi proposti, ma addirittura è cresciuto il numero degli…

L’Università Popolare della Città di Chiusi ha festeggiato quest’anno il quarto anno di età, e non solo si sono consolidati i corsi proposti, ma addirittura è cresciuto il numero degli iscritti, arrivando a circa duecento.

“E’ stato un anno davvero soddisfacente per la nostra Università Popolare – dichiarato l’assessore al Sistema Chiusipromozione Chiara Lanari – che, in collaborazione con la Pro Loco e l’Upter di Roma, ha permesso un incremento di iscritti ed una maggiore varietà dei corsi, riuscendo a coinvolgere attraverso l’offerta formativa anche i più piccoli e addirittura ad incuriosire un gruppo di studenti provenienti dalla Cina”.

Quest’anno la scelta della materia con la quale cimentarsi è stata particolarmente varia, spaziando da corsi di cucina (i corsi di pasticceria in particolare sono stati tra i preferiti dagli studenti cinesi in visita a Chiusi qualche tempo fa) ma anche corsi di lingua straniera fino a corsi di fotografia, arte, lingua etrusca ed archeologia, criminologia o varie attività artigianali (ceramica raku ad esempio, anche per i più piccoli).

Alcuni dati interessanti e curiosi sono emersi dalle risposte dei questionari somministrati ai partecipanti, finalizzati sia a migliorare sempre più l’offerta dell’Università Popolare che a conoscere le necessità dei corsisti. Dai questionari è emerso che i maggiori fruitori dell’UniPop chiusina sono persone dai 36 ai 45 anni d’età, soprattutto donne per oltre il 65% e non solo di Chiusi visto che oltre il 40% dei partecipanti risiede proprio al di fuori dei confini comunali. Altro dato interessante riguarda l’aumento di interesse, oltre il 54% degli intervistati ha infatti dichiarato di essere alla prima esperienza con l’UniPop. Infine alla richiesta di dare un giudizio complessivo oltre l’85% delle persone che hanno frequentato i corsi hanno promosso la struttura con un voto tra ottimo e buono.

“Il progetto dell’Università Popolare della nostra Città – ha concluso l’assessore Lanari – rientra in una progettualità culturale più ampia che è alla base per la consapevolezza, la crescita e quindi l’arricchimento permanente per ogni essere umano.”

Come ogni anno a tutti i partecipanti che hanno frequentato le lezioni è stato conferito un attestato finale durante la giornata dedicata all’apertura della Casa della Cultura nei nuovi locali in loc. Il Prato a Chiusi Città. Insomma a Chiusi si continua ad investire in cultura e, visto l’interesse crescente nei confronti anche dell’Università Popolare così come per l’attività della Biblioteca Comunale ed i prestiti, l’amministrazione comunale ha deciso di incrementare la possibilità di frequentare i nuovi spazi della biblioteca che, prossimamente, grazie a nuove risorse, potrà rimanere aperta tre ore in più alla settimana, dal lunedì al sabato.

Nessun commento su Università Popolare di Chiusi sempre più in crescita

Si ”naviga” gratis a Sarteano

È arrivata la wi-fi gratis in piazza XXIV giugno, in parte di piazza Bargagli e in alucne zone circostanti al centro storico di Sarteano. L’accesso è gratuito e garantito a…

È arrivata la wi-fi gratis in piazza XXIV giugno, in parte di piazza Bargagli e in alucne zone circostanti al centro storico di Sarteano. L’accesso è gratuito e garantito a chiunque sia fornito di un apparecchio in grado di collegarsi a Internet via wi-fi (come smartphone, tablet, computer portatile) 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, per un massimo di tre ore giornaliere. Il servizio è fornito dal Comune di Sarteano, dall’Unione dei Comuni della val di Chiana senese e dalla Provincia di Siena, con il supporto tecnico del consorzio Terre cablate.

Per connettersi alla rete wi-fi di piazza XXIV giugno e delle zone limitrofe è necessario è estremamente semplice, occorre registrarsi la prima volta. Basta aprire un browser internet (Firefox, Google Chrome, Internet Explorer, Safari o altri) e digitare un indirizzo web. L’utente sarà dirottato sul portale “Terre di Siena wi-fi” e, dopo aver cliccato sul link “registrati” inserirà i dati personali, il numero di cellulare (che sarà l’username) e una propria password. È un’operazione gratuita e veloce, al termine della quale sarà necessario fare  una telefonata dal proprio cellulare (senza risposta) al numero fisso indicato, in modo da dimostrare di esserne il proprietario. A quel punto si potranno aprire le impostazioni di rete del proprio dispositivo e connettersi alla rete wi-fi. Ogni altra volta che si vorrà navigare, sarà sufficiente aprire un browser e accedere a un sito qualsiasi per essere dirottati sul portale del progetto “Terre di Siena wi-fi”. Di nuovo, basterà inserire il numero del proprio cellulare, la password e cliccare sul pulsante “login”. È un’operazione gratuita e veloce, che consentirà di navigare liberamente sia pure con la limitazione delle tre ore quotidiane.

“Piazza XXIV giugno è la prima grande area wi-fi di Sarteano – afferma il sindaco Francesco Landi – per un servizio gratuito che è segno di civiltà, di attenzione alle esigenze dei cittadini e degli ospiti. Poter accedere alla rete è una delle condizioni che rendono un luogo accogliente per i turisti e di chi viaggia per lavoro. Per questo non potevamo rimanere indietro. È un progetto che asseconda il concetto Sarteano Living, che guarda alla qualità della vita degli abitanti e dei visitatori. Concetti che sono alla base del nuovo sito internet che verrà presentato a breve, dedicato sull’offerta culturale e turistica di Sarteano, ma soprattutto ai sarteanesi”.

Il servizio è fornito dal Comune di Sarteano, dall’Unione dei Comuni della val di Chiana senese e dalla Provincia di Siena, con il supporto tecnico del consorzio Terre cablate. L’hot-spot di Sarteano fa parte di “Terre di Siena Wi-Fi”, un progetto della Provincia che intende mettere a disposizione dei Comuni una piattaforma in grado di offrire la copertura wi-fi di aree pubbliche e far accedere gratuitamente a informazioni utili i cittadini, ma anche i turisti e gli ospiti delle Terre di Siena. Inoltre la rete “Terre di Siena wi-fi” nasce già federata all’unione nazionale delle reti “Free Italia wi-fi”. Il vantaggio di questa modalità è che gli utenti registrati sulla rete di Siena avranno libero accesso alle altre reti nazionali federate e viceversa.

 

Nessun commento su Si ”naviga” gratis a Sarteano

Nuovi locali per gli alunni di Torrita di Siena

All’inaugurazione dell’anno scolastico, due delle quattro classi che da gennaio erano ospitate nel plesso di via Mazzini, frequenteranno le lezioni in una struttura accanto al centro commerciale della Coop. Il…

All’inaugurazione dell’anno scolastico, due delle quattro classi che da gennaio erano ospitate nel plesso di via Mazzini, frequenteranno le lezioni in una struttura accanto al centro commerciale della Coop.

Il sindaco di Torrita, Giordano Santoni spiega così la soluzione:

Una soluzione ottimale che l’amministrazione comunale ha individuato perché il benessere dei nostri ragazzi e il corretto e sereno svolgimento dell’attività didattica rappresenta per noi una priorità assoluta anche se abbiamo fatto uno sforzo economico significativo per l’affitto dei locali nel nuovo edificio.  La struttura individuata rappresenta la soluzione più adeguata e soddisfacente da un punto di vista logistico considerato che l’area è dotata di tutti i servizi e di parcheggi ma non è quella risolutiva perché l’obiettivo finale di questa amministrazione come, previsto anche nel regolamento urbanistico recentemente approvato, è la creazione di un polo scolastico con spazi verdi, palestre e aree per attività ricreative dove riunire tutte le scuole di Torrita di Siena ottimizzando la gestione dei servizi”.

La necessità di individuare nuovi locali per il prossimo anno scolastico si è resa necessaria dopo che da gennaio quattro classi della scuola di via Roma sono state temporaneamente spostate nel plesso di via Mazzini per consentire lavori di manutenzione straordinaria.

I locali di via Roma saranno recuperati – conclude il sindaco Santoni –  e, vista la collocazione in prossimità del centro storico, resteranno a disposizione sia della scuola che della comunità per attività istituzionali e culturali”.

Nessun commento su Nuovi locali per gli alunni di Torrita di Siena

Torrita, un Consiglio Comunale fatto da ragazzi

Un Consiglio Comunale fatto da ragazzi. L’organo, eletto per la prima volta nella storia di Torrita di Siena, resterà in carica tre anni, e dovrà riunirsi almeno due volte l’anno…

Un Consiglio Comunale fatto da ragazzi. L’organo, eletto per la prima volta nella storia di Torrita di Siena, resterà in carica tre anni, e dovrà riunirsi almeno due volte l’anno e potrà avanzare proposte al Consiglio comunale dei grandi. I consiglieri sono stati eletti sabato 8 giugno durante la cerimonia ufficiale, e sono stati scelti tra le classi quinte dell’Istituto comprensivo Parini di Torrita. Il sindaco che restà in carica tre anni è Gaetano Rosario Pascale, mentre della Giunta fanno parte: Alice Mandato, vicesindaco con delega alla Solidarietà internazionale e culturale; Caterina Meocci con delega all’Iniziative culturali e sociali e Rapporti con le associazioni; Matilde Peruzzi con delega alla Sicurezza stradale, Politiche ambientali e Urbanistica); Marco Magi con delega alla Pubblica istruzione, Servizi scolastici e Tempo libero. A completare il Consiglio comunale dei ragazzi sono Azzedine El Haiti, Oscar Bottaro, Chiara Bove, Katia Capitoni, Marco Magi, Liza Oliveira, Lisa Pietrini, Harpinder Kaur, Caterina Meocci, Matilde Peruzzi, Matilde Pascale, Rosario Gaetano, Alice Mandato.

Alla cerimonia hanno partecipato anche gli amministratori “adulti” con il sindaco del Comune di Torrita di Siena Giordano Santoni e il vicesindaco Barbara Riccarelli, che hanno espresso la loro soddisfazione per l’insediamento augurando buon lavoro ai neo eletti con l’auspicio che i lavori del Consiglio si svolgano «nel rispetto delle istituzioni, della coerenza e delle esigenze della comunità». Il Consiglio comunale dei ragazzi dovrà riunirsi almeno due volte l’anno, potrà avanzare proposte al Consiglio comunale dei grandi  e avrà uno spazio su sito del Comune.

Nessun commento su Torrita, un Consiglio Comunale fatto da ragazzi

Emergenza sterpaglie per i fiumi del sinalunghese

“Emergenza fiumi nel sinalunghese: scarsa manutenzione e pessime condizioni degli argini. Nonostante i cittadini paghino puntualmente la tassa di bonifica i letti di fiumi come Foenna, Doccia e Galegno rischiano…

“Emergenza fiumi nel sinalunghese: scarsa manutenzione e pessime condizioni degli argini. Nonostante i cittadini paghino puntualmente la tassa di bonifica i letti di fiumi come Foenna, Doccia e Galegno rischiano di essere ostruiti dalla presenza di vegetazione e arbusti che impediscono all’acqua di scorrere lungo i canali. Con risultati come l’alluvione del Foenna, che lo scorso novembre, ha messo in ginocchio famiglie e aziende che non si sono viste risarcire nulla, provvedendo per conto proprio al ripristino lavorativo”.

Questa è la denuncia di Federico Grazi, portavoce di Più Sinalunga, declinazione locale di Più Toscana, che punta il dito sulle condizioni del reticolo idrico sinalunghese. Per questa situazione a rimetterci sono le infrastrutture pubbliche, infatti, il percorso ciclabile-pedonalenato sull’argine del Foenna, oggi è reso impraticabile da serpi e sterpaglie.

“Trovo ingiusti – continua il portavoce – che i cittadini debbano pagare una quota annuale per la pulizia dei corsi d’acqua e che questa debba essere fatta solo una volta l’anno e solo in alcuni tratti. I cittadini non ci stanno, sono esausti di pagare tasse per servizi che non vengono erogati, in provincia di Arezzo mi risulta che alcuni cittadini attraverso associazioni dei consumatori abbiano avviato un’azione legale nei confronti dell’ ente della zona, che vedrà approdare il caso al Tar.”

Il portavoce di Più Sinalunga conclude invitando gli organi di competenze a fare un’adeguata pulizia dei fiumi, ripulendo il letto dei medesimi in maniera radicale, prima dell’arrivo dell’inverno onde evitare una nuova alluvione.

“Non vorrei vedere di nuovo le facce affrante e disperate degli imprenditori e abitanti di Via Casalpiano e dintorni: altrimenti a Sinalunga dovremmo munirci di gommoni”.

Nessun commento su Emergenza sterpaglie per i fiumi del sinalunghese

Chiusi, iniziati i lavori alle Logge

Sono partiti i lavori di ristrutturazione del palazzo delle Logge situato nel centro storico di Chiusi. La società ALI spa riqualificherà completamente lo storico edificio che ospiterà  gli uffici direzionali, quelli…

Sono partiti i lavori di ristrutturazione del palazzo delle Logge situato nel centro storico di Chiusi. La società ALI spa riqualificherà completamente lo storico edificio che ospiterà  gli uffici direzionali, quelli operativi, ma anche una libreria e una sala eventi, che sarà quotidianamente aperta alla fruizione del pubblico.

Ne parla Antonio Lombardi, presidente della ALI Spa Società italiana per il lavoro, annunciando il trasferimento della sede operativa a Chiusi, dove troveranno occupazione all’incirca una quarantina di persone.

“La produttività di qualità non è solo figlia degli ambienti altamente urbanizzati, ma in una visione prossima e futura, si coniugherà sempre di più alle piccole comunità che caratterizzano il territorio italiano, nel quale qualità della vita, qualità dell’occupazione, sviluppo del lavoro e dell’economia vanno di pari passo. C’è un forte bisogno di riavvicinare il lavoro al territorio per aumentare la qualità alla vita dei nostri collaboratori ma anche per valorizzare un modello, già prossimo a realizzarsi, di rivitalizzare i nostri magnifici centri storici. Grazie alla lungimiranza dell’Amministrazione Comunale abbiamo trovato qui chi è in grado di sposare le nostre visioni: con Chiusi stiamo aprendo una strada di grande innovatività. Si tratta di un edificio del Seicento che grazie all’attento lavoro dell’architetto Rino Gambardella tornerà a nuova vita, ospitando, oltre agli spazi operativi della nostra società, anche delle strutture aperte alla cittadinanza”.

 

 

“L’operazione palazzo delle Logge è per Chiusi una vera e propria scommessa vinta, una dimostrazione concreta del nostro nuovo modo di fare politica fatta non di annunci ma di solide realtà – dichiara Stefano Scaramelli, sindaco di Chiusi – in un periodo come quello che stiamo vivendo a poco serve lamentarsi occorre invece trovare risorse e partner che abbiano voglia di investire in un territorio meraviglioso come il nostro e per questo ringrazio ALI Spa ed il presidente Lombardi, di aver trovato nella qualità della vita di Chiusi il terreno ideale nel quale coltivare il proprio business. Inoltre grazie a questa intesa  daremo un grande slancio a tutta l’economia e all’occupazione del nostro Comune, rivitalizzando e valorizzando in particolare il centro storico. Per tutto questo non poso che augurare buon lavoro al presidente Lombardi e a tutti i suoi collaboratori.”

 

Nessun commento su Chiusi, iniziati i lavori alle Logge

Montepulciano, sigilli alla villa di Angelo Balducci

Nel maxi-sequestro a danno di Angelo Balducci, le autorità hanno posto i sigilli anche al casale e ai relativi terreni di Montepulciano. La proprietà era stata costruita e ristrutturata, proprio…

Nel maxi-sequestro a danno di Angelo Balducci, le autorità hanno posto i sigilli anche al casale e ai relativi terreni di Montepulciano. La proprietà era stata costruita e ristrutturata, proprio dall’impresa di Diego Anemone, uno dei componenti della “Cricca dei grandi eventi”. Nella villa di 600 metri quadrati con piscina, Angelo Balducci, ex provveditore alle Opere pubbliche di Roma, nonché presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, trascorse gli arresti domiciliari a seguito dell’inchiesta.

Sarebbe di 12 milioni di euro il valore della misura di prevenzione patrimoniale richiesta dalla Procura di Roma e disposta dal Tribunale. Si tratterebbe di un insieme di beni che potrebbero entrare di nuovo in possesso della famiglia qualora i reati entrassero in prescrizione. La procedura prevista porta alla confisca definitiva dei beni contestati qualora emergano dalle indagini riscontri certi.

Secondo il presidente di sezione, il giudice Filippo Casa dall’inchiesta emerge l’esistenza di indizi specifici e concreti dai quali si desume che Angelo Balducci sarebbe persona dedita ad attività delittuose e che i beni intestati a lui, alla moglie  Rossana Thau e ai figli Lorenzo e Filippo sarebbero riconducibili all’attività illecita e al finanziamento di Diego Anemone.

”L’operazione odierna – e’ detto in un comunicato della Guardia di Finanza – oltre che per l’oggettiva rilevanza dei beni sequestrati e del contesto investigato, si connota anche per essere uno dei primi casi di applicazione di una misura di sicurezza a carattere patrimoniale nei confronti di soggetti la cui pericolosità’ deriva non dall’appartenenza al crimine organizzato ma dal ripetuto coinvolgimento nei cosiddetti reati dei ‘colletti bianchi’

Nessun commento su Montepulciano, sigilli alla villa di Angelo Balducci

Situazione critica per l’agricoltura per colpa del maltempo

L’eccezionale situazione meteorologica di questi ultimi mesi, con intense e prolungate piogge, ha portato conseguenze disastrose su tutto il comparto primario dell’intera regione. Ne ha parlato Tulio Marcelli, Presidente della…

L’eccezionale situazione meteorologica di questi ultimi mesi, con intense e prolungate piogge, ha portato conseguenze disastrose su tutto il comparto primario dell’intera regione.

Ne ha parlato Tulio Marcelli, Presidente della Coldiretti Toscana, in occasione del Earth Day Italia, la Giornata mondiale dell’ambiente, che si è tenuta alla Biblioteca degli Uffizi mercoledì 5 giugno a Firenze.

«Non c’è un settore che si è salvato: cereali, colture primaverili e orticoltura, vigneti. Ci sono interi settori che rischiano seriamente di non avere produzione. Le imprese hanno sostenuto costi imprevisti ed importanti, sono invece molto incerti i ricavi. Stiamo valutando se chiedere lo stato di calamità naturale per tutte le colture e per tutte le province della Toscana. Sui seminativi mancherà il 40-50% del raccolto. Stiamo valutando i danni per le altre colture. Per avere una stima precisa e seria dovremo aspettare il termine dei cicli vegetativi».

Marcelli teme, inoltre, degli effetti anche sui prezzi al pubblico dei prodotti agricoli, che potrebbero subire anche dei rincari rilevanti.

Nessun commento su Situazione critica per l’agricoltura per colpa del maltempo

La rockstar cinese Cui Jian a Sarteano

Cui Jian è uno dei più famosi musicisti rock cinesi: nato a Pechino nel 1961, è considerato il pioniere della musica rock in Cina, dove è conosciuto anche con il…

Cui Jian è uno dei più famosi musicisti rock cinesi: nato a Pechino nel 1961, è considerato il pioniere della musica rock in Cina, dove è conosciuto anche con il soprannome di “Vecchio Cui”. La fama internazionale per Cui Jian è avvenuta durante le proteste di piazza Tienanmen del 1989, in cui la canzone “Nothing to My Name” divenne un inno degli studenti manifestanti. Durante il suo tour del 1990, inoltre, Cui Jian iniziò ad esibirsi sul palco con una benda rossa sugli occhi mentre cantava il suo inno politico, “A Piece of Red Cloth”: una provocazione che spinse il governo cinese a cancellare il resto del tour, ma che aumentò il successo internazionale della rockstar.

Cui Jian ha visitato la Valdichiana proprio in questi giorni, per le riprese di un film-documentario che lo vede alla scoperta dell’Italia a bordo di una Maserati. Assieme al “Vecchio Cui” viaggiava anche Howard Bernstein, produttore dei più famosi artisti internazionali, che ha collaborato con Björk, U2, Robbie Robertson, Elisa e Tricky.

Dopo la tappa di Firenze, la rockstar cinese e il produttore sono arrivati a Sarteano, alla ricerca di un autentico borgo toscano. Dopo aver girato alcune scene nel Teatro degli Arrischianti, Cui Jian si è esibito con la tromba e ha ripreso le immagini della tomba della quadriga infernale. La contrada di Sant’Andrea ha aiutato il Comune nell’ospitalità ai due artisti e alla troupe, invitandoli alla sagra popolare che si è tenuta nel borgo di Castiglioncello del Trinoro. In tale occasione Cui Jian si è esibito assieme alla band locale dei Malahora, suonando alcuni pezzi rock dei rispettivi repertori.

Nessun commento su La rockstar cinese Cui Jian a Sarteano

Inaugurato viale G. di Vittorio a Chianciano Terme

È stata inaugurata la riqualificazione di via G. Di Vittorio a Chianciano Terme. Per questa operazione sono stati investiti circa 900mila euro cofinanziati dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena…

È stata inaugurata la riqualificazione di via G. Di Vittorio a Chianciano Terme. Per questa operazione sono stati investiti circa 900mila euro cofinanziati dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena (300 mila euro), dalla Regione Toscana (310mila euro) e dal Comune di Chianciano Terme (263.660 euro).

Con l’intervento sono stati rifatti gli impianti di sottoservizio, la ripavimentazione del manto dell’asfalto stradale, il marciapiedi in blocchetti antiscivolo, abbattute le barriere architettoniche. Inoltre, sono stati messi a dimora 102 alberi di  “Tiglio nostrano”, in sostituzione dei pini che avevano provocato ingenti danni al manto stradale ed al sottosuolo. Questa specie arborea èuna pianta a bassissima allergenicità, indicata per Chianciano Terme “città della salute”.

«Con la riqualificazione di viale G. Di Vittorio abbiamo raggiunto un altro obiettivo digrande rilevanza per la riqualificazione urbana della città – afferma il sindaco Gabriella Ferranti – che va aggiunto alla riqualificazione di viale Baccelli, via delle Terme, largo Iris Origo, via Umbria e l’importante riqualificazione di piazza Italia. Altri importanti interventi di riqualificazione urbana – continua – saranno avviati a breve».

Per l’appuntamento sono intervenuti Gabriella Ferranti sindaco del Comune di Chianciano Terme, Gabriello Mancini, presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e Claudio Pieri, provveditore della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Maddalena Montemurro, dirigente dell’Istituto Comprensivo “F. Tozzi” di Chianciano Terme e Marco Giannotti, presidente dei Lions Club Chianciano Terme, il Consiglio comunale dei ragazzi, una folta rappresentanza degli alunni dell’Istituto Comprensivo “F. Tozzi” di Chianciano Terme accompagnati dai docenti.

«Ho voluto che la nostra scuola partecipasse con i suoi allievi alla manifestazione – conclude il sindaco Fearranti – perché i ragazzi devono sentirsi responsabili e dare il buon esempio con buone pratiche, sia nella sicurezza stradale, sia nella tutela dell’ambiente».

Il Sindaco ed il Consiglio comunale dei ragazzi hanno ricevuto da Marco Giannotti, il primo di una serie di giochi per bambini che verranno installati nei parchi di Chianciano Terme.

Nessun commento su Inaugurato viale G. di Vittorio a Chianciano Terme

Type on the field below and hit Enter/Return to search