Il Partito democratico di Sinalunga, per tutelare quanti hanno volontariamente dato il loro contributo per realizzare la massima espressione di democrazia attraverso le primarie e garantire tutti i cittadini di Sinalunga che hanno votato per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra, sente il dovere di chiarire la situazione creatasi a seguito delle primarie del 9 e 16 marzo.

Da questo confronto è uscito vincitore Riccardo Agnoletti, che sarà il candidato a sindaco di Sinalunga del centrosinistra per le prossime amministrative del 25 maggio. Chi è portatore di una cultura democratica riconosce che questo strumento di partecipazione collettiva, che solo il Pd utilizza per la selezione democratica dei propri candidati, è la massima espressione di coinvolgimento nella vita politica di una comunità e, a Sinalunga, abbiamo raggiunto un risultato inaspettato con una partecipazione altissima. L’attività di uomini e donne che si sono impegnati in modo trasparente per la buona riuscita delle primarie (oltre cinquanta su tutto il Comune) è stata lodevole. Ogni seggio aveva una equa distribuzione dei rappresentanti di lista. In alcuni seggi erano presenti anche garanti provinciali del Pd che hanno contribuito a chiudere le operazione di voto con un verbale condiviso in tutti gli aspetti formali e sostanziali.

La commissione elettorale, riunitasi dopo lo scrutinio, alla presenza dei due candidati Andrea Francini e Riccardo Agnoletti, ha stabilito la regolarità del voto proclamando il vincitore, sebbene abbia riscontrato alcune questioni procedurali che l’hanno impegnata fino a tarda ora. Il verbale redatto è stato pertanto sottoscritto e firmato da tutti i componenti la Commissione e dai due candidati.

“Sono convinto – sottolinea Michele Catoni, segretario dell’Unione comunale del Pd di Sinalunga – che qualche ‘inghippo burocratico’ sia capitato e sia comprensibile, dal momento che le oltre cinquanta persone distribuite negli otto seggi del comune sono tutti volontari e non esperti presidenti istituzionali. Colgo l’occasione per ringraziarli ancora una volta per l’impegno profuso nell’organizzazione delle primarie. Sono fiducioso che tutto si risolverà per il meglio. Adesso però è il momento di continuare il nostro percorso senza indugi con Riccardo Agnoletti verso il 25 maggio, avendo sempre rispetto di tutte le opinioni e nel solco di quello che era il progetto di rinnovamento profondo condiviso da tutti. Sono fermamente convinto, senza retorica, che tutti coloro che si sono avvicinati al Pd nella fase delle primarie siano un’importantissima risorsa per la nostra comunità e mi auguro che contribuiranno ancora al bene del centrosinistra perché sono proprio loro che possono rappresentare il nostro futuro e su cui dobbiamo investire.”

Print Friendly, PDF & Email