Dopo la bella esperienza della scorsa estate, in cui una trentina di over 65 hanno soggiornato al mare grazie al finanziamento del Comune, anche quest’anno l’amministrazione comunale di Chiusi ha investito delle risorse del bilancio comunale, per permettere ad un gruppo di anziani di passare una vacanza al mare durante il mese di settembre.

Il bando di partecipazione, a cui potranno far domanda tutte le persone con o più di 65 anni, è già uscito ed è reperibile presso l’ufficio relazioni con il pubblico del Comune. Ci sarà tempo fino a mercoledì 24 luglio per compilarlo e presentarlo corredato dalla documentazione necessaria, ovvero un certificato medico e la ricevuta del versamento della quota di partecipazione. I posti disponibili saranno assegnati in base alla condizione finanziaria e quindi a pesare sulla scelta, in caso le domani superino il numero massimo consentito, sarà il reddito, la maggiore anzianità e la data di presentazione della domanda.

Nel caso in cui invece le domande siano inferiori ai posti previsti, potranno partecipare al soggiorno anche le persone con meno di 65 anni purché titolari di pensione. L’impegno finanziario del Comune nel progetto della vacanza rispetto allo scorso anno è stato incrementato, e adesso è di circa 15.000€. Il soggiorno durerà 15 giorni, dal 26 agosto al 9 settembre e la località della riviera romagnola prescelta è la stessa dello scorso anno, Cattolica.

“Abbiamo deciso di investire parte del nostro bilancio nel progetto di soggiorno marino –dichiara il sindaco Stefano Scaramelli – perché crediamo sia importante per la qualità della vita dei nostri cittadini. La vacanza al mare è di fatto una tradizione del nostro Comune, ma in questo periodo nulla può essere dato per scontato e quindi essere riusciti non solo a confermare, ma addirittura ad aumentare le risorse destinate al soggiorno così da renderlo ancora più confortevole e aperto a più persone possibile è di fatto una scommessa vinta. Dallo scorso anno abbiamo alzato la stecca della qualità, pretendendo una struttura idonea e confortevole sia per le persone che ne usufruiranno sia nel rispetto dei famigliari che affidano nelle nostre mani i propri cari. Come ogni anno, insieme all’assessore Micheletti verificheremo di persona la qualità del soggiorno facendo direttamente visita ai nostri cittadini.”

Print Friendly, PDF & Email