Si è tenuto venerdì 10 Maggio l’incontro “No al biogas vicino alle torri Beccati questo e Beccati quest’altro” a Villastrada, organizzato dall’Associazione per la tutela e la difesa ambientale delle Coste.

Hanno partecipato all’incontro Giovanni Vantaggi, medico dell’ambiente Isde – Italia, Roberto Pellegrino, biologo ambientalista e l’avvocato Urbano Barelli, che hanno illustrato ai presenti dati e motivazioni scientifiche a sostegno del no alla costruzione dell’impianto a biogas qui. Erano inoltre presenti i sindaci dei due comuni coinvolti: Sergio BatinoCastiglione del Lago, e Stefano Scaramelli, Chiusi.

Barelli rivolgendosi direttamente al sindaco del comune umbro ha dato il via alla discussione:

“La gente è preoccupata dell’incidenza che un impianto a biogas causerebbe in questa zona e ha il diritto ad essere informata. Le amministrazioni hanno l’obbligo di garantire qualità ed efficienza degli impianti che vanno a realizzare nel territorio e soprattutto devono accertarsi che tali impianti non abbiano ripercussioni sulla salute pubblica e ambientale.

Il medico dell’ambiente Vantaggi ha poi asserito, in merito alle implicazioni sulla salute:

“Il problema fondamentale di un impianto a biogas è sicuramente legato al processo di combustione, che causa l’immissione di sostanze dannose nell’aria arrivando a contaminare l’intero ciclo alimentare oltre che a causare problemi seri alla salute”

Dopo i due interventi hanno preso la parola i due primi cittadini. Prima Sergio Batino, per Castiglione del Lago:

“Ci siamo impegnati a informarvi e a guidare l’istruttoria che ci porterà alla conferenza di servizi, cui invito tutti a partecipare. Il progetto è arrivato in Comune, ma ad oggi è incompleto, appena sarà terminato lo illustrerò a tutti. Non prenderemo una decisione prima.”

Successivamente è stato il turno di Stefano Scaramelli, sindaco di Chiusi:

 “La patata bollente ve la sto risolvendo io, dicendo no, potete dare la colpa a me. In conferenza dei servizi porterò il mio parere negativo perché noi siamo contrari alla costruzione di questo impianto in una area non adatta ad ospitarlo. E’ un un’oasi naturalistica con valenza paesaggistica, che vanta reperti e monumenti archeologici di valore. Il nostro è un no senza se e senza ma.”

L’incontro ha visto la partecipazione e la collaborazione del Coordinamento Regionale Energie Rinnovabili, Coordinamento Nazionale Terre Nostre e il Coordinamento Umbro Terre Nostre che sta organizzando per sabato 25 maggio 2013 alle ore 15 ad Assisi la “Prima marcia nazionale per l’aria, l’acqua, la terra e il cibo sani”. Un’importante occasione a cui parteciperanno tutti i comitati “NO BIOGAS” d’Italia per chiedere una drastica riduzione degli incentivi e nuove leggi a riguardo.

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Valdichiana Shop

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close