46 nomi, 12 donne e 34 uomini pronti a confrontarsi in vista delle prossime elezioni amministrative. Sono questi i numeri delle primarie che si svolgeranno il prossimo 9 marzo, per scegliere i candidati a sindaco del Partito Democratico e del centrosinistra. Le primarie ad ora si terranno in diciassette comuni: Buonconvento; Monteriggioni; Monteroni d’Arbia; Pienza, San Quirico d’Orcia; Torrita di Siena; Asciano; Castiglione d’Orcia; Chianciano Terme; Colle di Val d’Elsa; Murlo; Poggibonsi; Rapolano Terme; Sinalunga; Sovicille; Abbadia San Salvatore, Casole d’Elsa.

“Il PD e il centrosinistra – afferma Niccolò Guicciardini, segretario provinciale del PD senese – mettono in campo, per queste primarie, tanti volti e tante nuove energie. Ad essi si affiancheranno molti altri democratici e democratiche che provengono da un’esperienza amministrativa e che potranno continuare ad offrire il proprio contributo. Le primarie, siano esse di partito o di coalizione, serviranno a selezionare coloro che poi correranno per la carica di primo cittadino, ma è evidente che, già da oggi, si aprono ufficialmente in tutti i territori quei percorsi di confronto e di partecipazione che porteranno alla costruzione di programmi da mettere a disposizione di chi governerà il nostro territorio. I nostri candidati sono una squadra rappresentativa e di alto profilo. La loro esperienza arricchirà la campagna elettorale del nostro partito che vuole offrire, insieme alle altre forze politiche di centrosinistra, le linee di indirizzo e gli orizzonti futuri dei nostri territori. In questi mesi non ci siamo occupati solo di dare un indirizzo sui metodi, ma abbiamo sostenuto quell’importante lavoro di elaborazione e proposta che in molte realtà del territorio è già stato avviato”.

Guardare al 2019 con fiducia e con la voglia di innovare: “Il mondo è cambiato negli ultimi cinque anni ed è necessario che la nostra proposta politica si attagli ai nuovi orizzonti che si aprono davanti. Il Pd non fa l’arbitro delle primarie, anzi ha un ruolo cruciale nella selezione dei candidati e nella costruzione dei programmi. Per questo motivo, il regolamento provinciale delle primarie contiene a Siena un elemento innovativo e diverso da altri regolamenti: l’impegno di tutti i candidati a firmare la carta d’intenti del Pd o del centrosinistra. Questa scelta è stata fatta per dare alla politica un ruolo centrale nell’affrontare questa fase. Inoltre, stanno per partire nei prossimi giorni i dieci tavoli di confronto per costruire la piattaforma programmatica provinciale in vista del 2019. Mi dispiace smentire tutti coloro presagivano un Pd che sarebbe arrivato stanco e diviso a questo appuntamento. Viceversa, il Pd ed il centrosinistra sono la vera forza di innovazione e propulsiva di queste amministrative e abbiamo l’intenzione di coinvolgere tutte le energie della società che ogni giorno si battono contro la crisi e che troveranno piena cittadinanza nella nostra proposta di governo”.

“Con questo spirito – continua Guicciardini -, il Pd vuole mettere a disposizione di tutti i nostri territori e di tutti i nostri comuni un contributo importante di idee e proposte per conquistare nuovi livelli di benessere da estendere al maggior numero di cittadini. A differenza di quanto affermato da altre forze politiche o da liste civiche improvvisate a scopi elettorali, la nostra è davvero la politica del fare e delle cose concrete. Mentre nasceranno tante liste e tanti grilli in giro per la Provincia improvvisamente interessati alle sorti delle nostre comunità, guarda caso proprio quando ci sono le amministrative, il Pd è una forza politica che esiste e si occupa delle nostre comunità 365 giorni all’anno ed è una forza incarnata da migliaia di uomini e donne, ragazze e ragazzi che dedicano il proprio tempo volontariamente agli altri. Queste amministrative saranno anche l’occasione per tante persone di scommettere su se stesse, partecipare, contribuire ai programmi e alle selezione dei candidati, magari anche per fare una cosa controcorrente: iscriversi al Pd per cambiare le proprie comunità. Se il Pd di Siena, secondo le ultime rilevazioni del regionale, è la zona in tutta la Toscana nella quale in numeri assoluti e di gran lunga il Pd ha più iscritti, significa che quella spinta di innovazione e cambiamento concreto che abbiamo dato è la scelta giusta. Il Pd è cambiato non solo nelle parole, ma nei fatti in modo incontestabile e incontrovertibile”.

Da lunedì 3 febbraio online il sito www.24si.it, in vista delle primarie del 9 marzo e in occasione delle elezioni amministrative di maggio sarà a disposizione dei cittadini, oltre al sito www.sienapartitodemocratico.it, anche il nuovo portale www.24si.it, che, oltre a tutte le informazioni sul voto, raccoglierà anche i contributi programmatici e seguirà l’attività amministrativa nei diversi comuni.

“Il nuovo sito – afferma Francesco Carnesecchi, responsabile comunicazione del Pd senese – nasce in occasione delle primarie e del voto amministrativo delle prossime settimane, ma guarda a un orizzonte più lontano. Lo stesso “24” si riferisce all’idea del futuro dei nostri territori che vorremo realizzare nei prossimi dieci anni verso il 2024. Lo spirito con il quale abbiamo realizzato questa piattaforma, dunque, è quello di poter seguire, passo dopo passo la fase delle primarie e del voto, per poi fare del sito uno spazio virtuale attraverso il quale poter conoscere l’attività dei nostri amministratori nel territorio. Anche attraverso questo portale, dunque, potremo rimanere aggiornati sullo “stato dei lavori” e sul livello di realizzazione dei progetti presentati nel corso della campagna elettorale”.

Elenco candidati

Print Friendly, PDF & Email