L’assemblea straordinaria dei soci di Bancasciano si è riunita domenica 24 novembre presso il Centro ricreativo “Le Piramidi” e ha respinto la proposta di delibera sul progetto di fusione per unione con la Bcc Montepulciano: sono stati espressi 1366 voti, con 742 no, 596 si, 28 astenuti.

Questo, il verdetto finale arrivato dopo un lungo pomeriggio fatto di dibattiti, considerazioni e interventi. Massimo Mori, socio, ci invia una nota dove riassume quello che è stato l’incontro e una possibile strada da percorrere adesso la fusione non è avvenuta.

“Con uno scarto di ben oltre i duecento voti, i soci, hanno respinto il progetto del consiglio di amministrazione di Bancasciano. Grande la soddisfazione da una parte, evidente il segno della sconfitta dall’altra, ora comincia una fase nuova che dovrà inevitabilmente muovere dalle dimissioni immediate dell’ attuale consiglio e presidente.

Cosa dire, anche nell’ultima occasione la discussione ha presentato elementi di grande asprezza, ma anche di lungimiranza e disponibilità a trovare soluzioni diverse da quelle proposte, lo stesso sindaco di Asciano, consapevole di quale sarebbe stato l’esito della votazione, aveva proposto una pausa di riflessione, ma l’arroganza di chi era convinto di avere ragione oltre la proprietà della banca, quindi i soci, li ha portati a scegliere il muro contro muro.

Ora, i soci della banca, che hanno ben capito quale sia il loro potere, aspettano la conclusione, le dimissioni di quel gruppo che si era appropriato del loro bene, li hanno delegittimati, da oggi, secondo i soci, quei signori non hanno più titolo neppure per comprare una risma di carta da fotocopie. È caduta la fiducia.

Il futuro andrà in mani diverse, e comunque sarà sottoposto ad un controllo diverso dal passato, da quello che è accaduto ieri, si comprende che non ci sarà più una fiducia a scatola chiusa, per nessuno. Da ieri, i soci si sono riappropriati dei valori che gli appartengono, hanno capito che non partecipare sarebbe per loro un grave danno e quindi il potere di coloro che verranno, sarà più limitato, meno oneroso e più controllato.”

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

1 thought on “Fusione Bancasciano BCC Montepulciano, fusione respinta

  1. Caro socio Mori, da oggi il futuro è in mani diverse. Perfetto. Lei sa
    in che mani andrà in NOSTRO futuro???? Se per caso dovesse andare nelle
    mani alte, molto alte, di persone alle quali non importa niente della
    territorialità della nostra banca, persone che magari abitano a Milano o
    a Roma, ecco..sarà proprio allora che verrò a cercare lei e le altre
    741 persone; non scriverò nessun articoletto su nessun giornale, ma
    verrò a guardarvi negli occhi, persona per persona a dirvi quello che
    penso. Perché non è come alle elezioni politiche, ieri ognuno di noi si è
    preso la responsabilità di esprimere quello che pensava alzando la mano
    al “sì” o al “no” davanti a tutti. Non ho la sfera di cristallo per
    dire quello che sicuramente succederà da oggi in poi, ma (secondo il mio
    modestissimo parere) lei e le altre 741 persone ieri avete distrutto
    una banca, la MIA banca, la NOSTRA banca. E, come dicevano ieri sera i
    membri del comitato con i bicchieri di spumante in mano, “grazie
    ragazzi!”, continuerei la frase con altre parole ma, per non essere
    volgare, lascio a voi tutti libera interpretazione!
    Alla prossima socio Mori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Valdichiana Shop

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close