Il disegno di legge di Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, è già stato presentato e approvato in consiglio dei ministri: il provvedimento riguarda il divieto totale al fumo nei luoghi pubblici, sia per le sigarette normali che per quelle elettroniche. Il divieto di fumo presente all’interno degli edifici scolastici di ogni ordine e grado, quindi, sarà esteso anche all’esterno, colpendo i tradizionali cortili in cui studenti e insegnanti si ritiravano a fumare.

Lo stop al fumo inizialmente riguardava anche le automobili, in presenza di donne in gravidanza e di minori, sia in sosta che in movimento. Tale norma, simile ad alcune già adottate in alcuni paesi europei, è stata però rinviata al dibattito parlamentare per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Per quanto riguarda le sigarette elettroniche, il disegno di legge prevede che non possano essere vendute ai minori di diciotto anni, che siano vietate a scuola e che le confezioni debbano contenere particolari caratteristiche informative, similmente alle sigarette tradizionali.

«È stata estesa la legge Sirchia alle scuole con il divieto di fumo per dare un segnale molto forte al fatto che la scuola è un luogo di formazione e educazione – ha dichiarato il premier Enrico Letta a margine del consiglio dei ministri – Si tratta di un importante provvedimento che, anche se farà discutere, conferma e inasprisce il divieto di fumo. Noi lo riteniamo necessario soprattutto nelle pertinenze degli edifici scolastici, dove spesso viene aggirato ».

 

Print Friendly, PDF & Email
Show Full Content

About Author View Posts

Redazione
Redazione

La redazione della Valdichiana è costantemente al lavoro per tenervi aggiornati su questo meraviglioso territorio!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Iscriviti alla nostra newsletter!

Ultimi Articoli

Ultimi Podcast

Ultimi Video

Valdichiana Shop

I nostri sponsor

Archivi

Close
Close