La Valdichiana

La Valdichiana

Storie dal Territorio della Valdichiana

Tag: insieme per cambiare

“Insieme per cambiare” risponde a Caroti sulla vicenda asilo nido di Montepulciano

Riceviamo e pubblichiamo una nota di “Insieme per cambiare” in risposta a quello di Roberto Caroti di Forza Italia, sulla vicenda asilo nido di Montepulciano “Roberto Caroti di Forza Italia…

Riceviamo e pubblichiamo una nota di “Insieme per cambiare” in risposta a quello di Roberto Caroti di Forza Italia, sulla vicenda asilo nido di Montepulciano

Roberto Caroti di Forza Italia con una nota stampa attacca il nostro Gruppo consiliare per l’atteggiamento tenuto sulla vicenda dell’asilo nido di Montepulciano. Devo dire che sinceramente sorprende l’improvviso attaccamento di Forza Italia all’asilo nido, e soprattutto sorprende che venga valutata negativamente la soluzione che sembra a portata di mano per salvare capra e cavoli: proseguire il servizio a Montepulciano senza creare una voragine nel bilancio del Comune che comporterebbe ulteriori rincari delle tasse a carico dei nostri concittadini. Perché ormai la questione è la seguente: si è favorevoli o meno all’accordo col Fumi? Una collaborazione con lo storico asilo cattolico Fumi, quello in cui generazioni di poliziani – sicuramente non provenienti da famiglie bolsceviche – si sono formate. Una integrazione pubblico/privato che sarebbe un esempio di applicazione del principio di sussidiarietà che è da sempre nel DNA dei moderati e che Forza Italia fin dalla sua fondazione non perde occasione per sostenere.

Peccato però che quando si presenti l’occasione per contribuire ad un’operazione storica per Montepulciano come questa, sicuramente non indolore per il centro-sinistra che infatti qualche lacerazione interna mostra di averla, Forza Italia pur di far vedere che esiste si metta a traino dei grillini con una contrarietà all’operazione degna della sinistra radicale. Infatti ha siglato un documento congiunto con Rifondazione Comunista, cosa sulla quale gli azzurri dovrebbero riflettere.

Pur essendo la posizione di Forza Italia del tutto ininfluente e marginale nel dibattito politico poliziano, visto che ha scelto di non essere rappresentata in Consiglio Comunale, non si può non sorprendersi. Non solo: si ha l’impressione che Forza Italia, e le altre forze politiche del variegato schieramento contrario all’accordo col Fumi, siano più interessate ad attaccare il resto dell’opposizione, cioè Insieme per Cambiare, che non la maggioranza. Incredibile!

Stupefacente poi la posizione personale di Roberto Caroti, consigliere della Fondazione Cantiere che gestisce l’Istituto di Musica, che pare auspicare la chiusura dell’Istituto di Musica stesso pur di non fare l’accordo col Fumi. Forse occorrerebbe chiarirsi le idee ed essere coerenti: le dimissioni dalla Fondazione Cantiere di cui si vuol sopprimere il pezzo più pregiato a questo punto sono inevitabili!”

Nessun commento su “Insieme per cambiare” risponde a Caroti sulla vicenda asilo nido di Montepulciano

Caroti (FI): “Insieme per Cambiare” subalterni alla maggioranza consiliare”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena, in risposta al comunicato odierno del gruppo “Insieme per Cambiare” del consiglio comunale di…

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Roberto Caroti, coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siena, in risposta al comunicato odierno del gruppo “Insieme per Cambiare” del consiglio comunale di Montepulciano: 

Caro Direttore, mi corre l’obbligo scrivere queste brevi note dopo l’intervento del gruppo consiliare “Insieme per cambiare” il quale se prima si è caratterizzato per l’assordante silenzio in merito alla vicenda dell’asilo nido di Montepulciano ora con il comunicato stampa ha palesato in pieno la propria posizione subalterna alla maggioranza consiliare.

Le argomentazioni a supporto dell’apologia all’operato della maggioranza sono impalpabili di fronte al vero e grave problema costituito dalla chiusura di un’istituzione che, come già da me affermato nel precedente comunicato stampa, fornisce un servizio indispensabile alle famiglie soprattutto nei tempi che stiamo vivendo, caratterizzati dalla grave situazione economica che stenta ad imboccare la strada della ripresa.

E’ sicuramente vero che anche l’Istituto di Musica soffre per la riduzione degli iscritti ma, vorrei ricordare a Masina e C. , che mentre, seppur doloroso, è possibile, in tempi di rinunce, far a meno di far frequentare al proprio figlio l’istituto di musica è improbabile che uno dei genitori possa e debba rinunciare al proprio lavoro solo perchè strutture come l’asilo nido vengono chiuse.

Tra l’altro, con tutta la stima e l’apprezzamento per l’Asilo Fumi, vorrei ricordare che a detta dei genitori le rette delle due strutture non sono per niente simili ed a tal riguardo vorrei anche precisare che se il pagamento della differenza tra le due rette , viene accollata dall’amministrazione comunale, così come indicato dal Sindaco, ai genitori solo dei vecchi iscritti, quale risparmio economico si viene a realizzare? Ma poi è l’aspetto economico che assume rilievo in questa vicenda o piuttosto ci sono altre motivazioni che pur non essendo manifestate influiscono in modo preponderante su tale decisione.

Affermo ciò perché i genitori riferiscono che in due distinti incontri il primo con il Vice Sindaco e l’Assessore e l’altro con il Sindaco, sono state date versioni diverse e contrastanti circa le motivazioni addotte a sostegno della decisone di chiusura della struttura.

Ritengo che l’Amministrazione comunale abbia operato in modo maldestro, in primo luogo perché di decisioni di tale natura dovrebbe essere investito il Consiglio Comunale, anche se ciò può non essere previsto dal Regolamento comunale; in secondo luogo trattandosi di argomento di estrema importanza dovrebbero essere coinvolti non solo i genitori ma tutta la cittadinanza a cui la struttura appartiene, tale coinvolgimento non può che essere realizzato attraverso la convocazione di un consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza, ove ognuno possa portare il proprio contributo e dove il Sindaco e la Giunta possano illustrare ai concittadini i termini dell’operazione e gli argomenti a sostegno della stessa, realizzando così ciò che la gente oggi vuole per riavvicinarsi alla politica ed alla cosa pubblica: ESSERE ASCOLTATI.

Da ultimo vorrei dire alla Lista “Insieme per cambiare” che, se per loro, difendere le istituzioni cittadine significa essere demagoghi, ebbene sì, mi vanto di esserlo, aggiungendo che sarebbe stato bello ed importante per Montepulciano se anche loro lo fossero stati, tanto per fare un esempio, sulla questione del Tribunale!

Forza Italia Siena
Roberto Caroti

Nessun commento su Caroti (FI): “Insieme per Cambiare” subalterni alla maggioranza consiliare”

Masina e Coltellini: “Si delinea una buona soluzione per l’asilo nido”

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del gruppo “Insieme per Cambiare” relativo alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, firmato dai consiglieri comunali Giorgio Masina e Valerio Coltellini: Adesso che i…

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del gruppo “Insieme per Cambiare” relativo alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, firmato dai consiglieri comunali Giorgio Masina e Valerio Coltellini:

Adesso che i contorni della vicenda asilo nido sembrano farsi più chiari e la demagogia lascia il posto al ragionamento, sembra finalmente delinearsi una buona soluzione per l’asilo nido l’Uccellino Azzurro di Montepulciano.

Siamo infatti in presenza di due strutture a Montepulciano città, quella comunale dell’Uccellino Azzurro e quella privata del Fumi, che offrono lo stesso servizio a costi simili ed entrambe – da quanto si apprende – soffrono lo stesso problema, ovvero quello della mancanza di bambini. E’ evidente che la struttura comunale non può continuare a operare con pochi bambini, perché come tutti sanno, o almeno dovrebbero sapere, le rette pagate dai genitori nel migliore dei casi (ovvero per la fascia più alta) non arrivano a coprire neppure il 50% del costo di ogni bambino. Figuriamoci per le altre rette di minor importo.

Tuttavia, proprio a causa della crisi economica e della crescente difficoltà delle famiglie nel far fronte alle rette, gli iscritti al servizio di asilo nido sono fortemente diminuiti negli ultimi anni. E’ una tendenza che si riscontra purtroppo anche per altri servizi importanti ma non indispensabili per le famiglie, ad esempio la flessione delle iscrizioni all’Istituto di Musica.

Questa è la situazione. Allora l’unica soluzione percorribile appare quella prospettata negli ultimi giorni, e sulla quale sembra ci sia una disponibilità di massima anche del nuovo Vescovo (che è il “responsabile” ultimo del Fumi), ovvero di unire le forze stipulando una convenzione pubblico-privato che consenta agli iscritti al nido comunale di frequentare il servizio presso l’asilo Fumi senza dover portare i bambini a Montepulciano Stazione. Il nostro gruppo, i cui componenti Masina e Coltellini si riconoscono da sempre per storia personale e politica nel principio di sussidiarietà e nella collaborazione tra pubblico e privato anche in ambito scolastico, non può che concordare con tale soluzione che permette di seguitare a fornire alle famiglie un servizio di ottimo livello a costi sostenibili per il Comune, quindi in ultima analisi per i cittadini.

Sicuramente questa soluzione avrebbe potuto essere perseguita prima di generare un polverone annunciando una chiusura evitabile. La Giunta si è mossa inizialmente in modo confuso e contraddittorio, senza informare l’opinione pubblica né farsi indirizzare dal Consiglio Comunale, come avrebbe dovuto. Speriamo che questa esperienza serva ad evitare ulteriori errori del genere in futuro. Tuttavia adesso che il problema asilo nido sembra risolto appaiono davvero strumentali i ripetuti tentativi di speculazione messi in atto da diversi schieramenti politici, a cui noi non intendiamo prestarci.

I Consiglieri del Gruppo:
Giorgio Masina
Valerio Coltellini

1 commento su Masina e Coltellini: “Si delinea una buona soluzione per l’asilo nido”

Montepulciano: Masina e Coltellini “Insieme per cambiare”

Giorgio Masina e Valerio Coltellini, entrambi candidati a Sindaco con due liste civiche di area centro-destra, hanno deciso di unire le forze nel Consiglio Comunale che si è insediato oggi,…

Giorgio Masina e Valerio Coltellini, entrambi candidati a Sindaco con due liste civiche di area centro-destra, hanno deciso di unire le forze nel Consiglio Comunale che si è insediato oggi, 13 giugno, costituendo un gruppo di due consiglieri che si chiamerà “Insieme per cambiare”.

Il nome deriva dalla fusione dei nomi delle rispettive liste: “Insieme per Montepulciano” e “Montepulciano cambiare si può”, che hanno conquistato ciascuna un consigliere nell’assemblea poliziana. Il capogruppo sarà Giorgio Masina.

“In questo modo – spiegano i due consiglieri – vogliamo dare un forte segnale di unità al nostro elettorato, che poi è in gran parte lo stesso. Riteniamo che le divisioni e le ruggini del passato debbano e possano essere superate in piena condivisione, nel segno di una opposizione puntuale e attenta a portare all’attenzione dei nostri concittadini le cose che non vanno, ma d’altra parte responsabile e propositiva nel perseguire come unico obiettivo il bene e lo sviluppo della nostra amata città e del suo territorio piuttosto che quello di parte .

Un’ opposizione che sarà quindi probabilmente di stampo molto diverso da quella del Movimento 5 Stelle. Ribadiamo invece la completa e sincera apertura nei confronti dell’altro consigliere di area centro-destra, Daniele Chiezzi, che speriamo almeno in extremis voglia decidere di far parte del nostro gruppo. Questo permetterebbe di riunificare completamente un’area politica che, essendosi colpevolmente presentata divisa alle elezioni, adesso che la campagna elettorale è finita deve assolutamente riuscire a far prevalere le ragioni unitarie rispetto a quelle di divisione.

Auspichiamo quindi che Daniele Chiezzi scelga di condividere ed essere tra i protagonisti del nostro progetto alternativo a quello del centro-sinistra di Andrea Rossi, che ci permettebbe di costituire numericamente il secondo gruppo nel Consiglio Comunale. Sarebbe suicida da parte di Daniele Chiezzi la scelta rimanere isolato perché si autocondannerebbe all’irrilevanza. A meno che non voglia scegliere di stare con i grillini, ma in quel caso la sua strada si allontanerebbe irrimediabilmente dalla nostra e da quella del centro-destra”.

Nessun commento su Montepulciano: Masina e Coltellini “Insieme per cambiare”

Type on the field below and hit Enter/Return to search