Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Andrea Rossi, candidato sindaco per la lista “Centrosinistra per Montepulciano”

Il Movimento Cinque Stelle di Montepulciano ha iniziato la campagna elettorale ed il tono è quello che ci aspettavamo: non confronto sui temi che interessano la collettività, non attenzione alle idee altrui e rilancio delle proprie ma attacchi violenti e ingiustificati, denigrazione, insinuazioni, populismo, demagogia e soprattutto “caciara”.

Ha interesse a buttarla in caciara, a confondere le idee ai cittadini, a mettere a tacere il ragionamento con l’urlo, chi non ha contenuti da proporre e, in buona fede o meno (seguendo pedissequamente il Vate, che se ne sta comodo tra le sue immense proprietà), sfrutta il momento di difficoltà per fare leva sulla logica, umana inquietudine di chi vive questa fase incerta e preoccupante.

La crisi non si supera con gli insulti, si supera semmai con un lavoro serio di ricostruzione… ma andatelo a raccontare a Grillo, che utilizza bassamente la paura, la preoccupazione, le difficoltà della gente per un proprio progetto di potere (ancora tutto da capire). E i soldatini, a testa bassa, eseguono anche dove, come a Montepulciano, non ci sono nemici (ma semmai avversari); non ci sono illegalità da smascherare, fantasmi da abbattere, scheletri da stanare dagli armadi. E così i suddetti soldatini appaiono del tutto fuori contesto quando partono a testa bassa, caricando bersagli inesistenti. Basta leggere gli interventi sulla presunta manovra in atto in Comune, nebulosamente descritta sotto il titolo “Il walzer del bastone tra le ruote…”.

Il Comune di Montepulciano non ha cambiato atteggiamento da quando è attivo il Movimento Cinque Stelle: l’insinuazione è talmente falsa da apparire palesemente ridicola e soprattutto rivela in maniera spietata quanta ignoranza in fatto di Pubblica Amministrazione regni tra gli esponenti del Movimento. Possibile che un’attività regolata da leggi si possa adattare ad una circostanza tanto esterna poi quanto la presenza di una nuova forza politica? Agli adepti di Grillo mancano, evidentemente, tanto la competenza quanto l’ esperienza e questo affermazioni lo rivelano in maniera spietata.

Il Comune di Montepulciano non nega l’accesso ai suoi atti ; questa Amministrazione ha fatto della trasparenza un suo punto prioritario, non solo assolvendo a tutti gli obblighi di legge (ogni atto come prevede la legge è pubblicato ed accessibile nel sito web del comune www.comune.montepulciano.siena.it ) ma rendendo i cittadini partecipi (con ogni mezzo, da quelli più tradizionali a quelli più evoluti) di tutte le proprie scelte, da quelle più semplici a quelle più complesse. Ogni atto è frutto di un percorso stabilito dalle norme e fortemente partecipato e nessuno si sottrae al confronto come dimostrano cinque anni di mandato scanditi da infinite occasioni di incontro aperto con i cittadini e culminati nella pubblicazione di una Relazione che, nel rispetto degli obblighi di legge, ha messo a confronto il programma di mandato (le cosiddette “promesse elettorali”) con gli obiettivi raggiunti. Chiunque, sfogliando “Comune Informa”, può farsi la sua opinione; ai grillini, che leggono poco (o solo quello che fa loro comodo), riassumo che, nonostante cinque anni difficilissimi, siamo andati ben oltre i programmi.

Non si può usare l’ignoranza come un’arma facendo leva sul disagio: quindi invito il Movimento Cinque Stelle di Montepulciano a documentarsi, leggere, soprattutto comprendere e a non brandire la scimitarra del qualunquismo: con certe armi, ci si può fare male e non c’è niente di più doloroso del giudizio dei cittadini.

Andrea Rossi
Centrosinistra per Montepulciano

Print Friendly, PDF & Email