Prospettiva Valdichiana e quotazioni immobiliari: quanto valgono le nostre case?

Nell’uscita odierna di Prospettiva Valdichiana ci occupiamo delle quotazioni immobiliari delle abitazioni civili. La crisi economica degli ultimi anni ha generato, secondo il Censis, un calo del fatturato immobiliare del settore residenziale del 39,7%, passando da 112 miliardi di euro a 68 miliardi di euro. Tuttavia, nonostante i prezzi, che secondo le stime potrebbero continuare a scendere nell’arco del 2016, sembrerebbe esserci una timida ripresa del fatturato complice una diminuzione costante dei tassi di interesse e un allentamento della morsa al credito.

I dati, analizzati ed elaborati dall’Istituto di Ricerca fiorentino reteSviluppo, provengono dall’Agenzia delle Entrate, e si riferiscono al primo semestre del 2015. Le quotazioni immobiliari OMI, pubblicate con cadenza semestrale individuano, per ogni ambito territoriale omogeneo (zona OMI) e per ciascuna tipologia immobiliare, un intervallo di valori di mercato, minimo e massimo, per unità di superficie riferiti ad unità immobiliari in condizioni ordinarie, ubicate nella medesima zona omogenea. Restano esclusi quindi gli immobili di particolare pregio o degrado o che comunque presentano caratteristiche non ordinarie per la zona di appartenenza. Il tema, di particolare interesse, avrà come oggetto le quotazioni delle abitazioni civili, ma non mancheranno nel corso dei prossimi appuntamenti di Prospettiva Valdichiana approfondimenti sugli immobili ad uso commerciale e confronti con gli anni precedenti.

Iniziamo col dire che il valore medio di vendita della Provincia di Siena è di 1.340 Euro al metro quadrato per abitazioni civili con stato conservativo “normale”. Se suddividiamo il territorio provinciale in SEL (Sistemi Economici Locali), possiamo osservare che il territorio con il valore medio di mercato più elevato è l’Area Urbana senese con un prezzo al metro quadrato di 2.250 Euro. Segue l’area del Chianti con 1.961 Euro al metro quadrato e l’Alta Valdelsa con 1.417 Euro; troviamo poi il SEL Crete Senesi Val d’Arbia, con 1.276 euro al metro quadrato, la Val di Merse con 1.274 Euro ed, infine, la Valdichiana Senese con 1.100 Euro e l’Amiata Val d’Orcia con 1.059 Euro.

Come detto, la Valdichiana Senese ha un valore al metro quadrato delle proprie abitazioni civili che è circa la metà di quello riscontrato nell’area urbana del capoluogo: la differenza può starci, ma il problema principale deriva dal fatto che mostra quotazioni inferiori a quasi tutti gli altri territori provinciali, insieme all’Amiata Val d’Orcia, proprio i due territori più periferici della provincia. All’interno del nostro territorio, il comune che esprime il valore medio di mercato più alto è Cetona, con 1.556 Euro al metro quadrato, seguito da Sarteano con 1.408 Euro e Pienza con 1.267 Euro. Più staccati troviamo Torrita di Siena con 1.087 Euro, Trequanda con 996 Euro, poi Sinalunga (972 Euro), Montepulciano (947 Euro), Chianciano Terme (946 Euro), Chiusi (938 Euro) e San Casciano dei Bagni (880 Euro). All’interno di ogni comune va poi segnalato come le quotazioni si distinguano tra zona e zona (cfr. Tabella). A livello provinciale, il comune con il valore medio di mercato più alto è Radda in Chianti con 2.283 Euro al metro quadrato, mentre il comune con il valore medio di mercato più basso è San Giovanni d’Asso con 710 Euro al metro quadrato.

Consulta il documento completo: Quotazioni Immobiliari PROV SIENA

tab 2-1 tab 2-2

tab.3

Prospettiva Valdichiana è una rubrica creata in collaborazione con Rete Sviluppo

Print Friendly, PDF & Email