Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del gruppo “Insieme per Cambiare” relativo alle vicende dell’asilo nido “L’uccellino azzurro”, firmato dai consiglieri comunali Giorgio Masina e Valerio Coltellini:

Adesso che i contorni della vicenda asilo nido sembrano farsi più chiari e la demagogia lascia il posto al ragionamento, sembra finalmente delinearsi una buona soluzione per l’asilo nido l’Uccellino Azzurro di Montepulciano.

Siamo infatti in presenza di due strutture a Montepulciano città, quella comunale dell’Uccellino Azzurro e quella privata del Fumi, che offrono lo stesso servizio a costi simili ed entrambe – da quanto si apprende – soffrono lo stesso problema, ovvero quello della mancanza di bambini. E’ evidente che la struttura comunale non può continuare a operare con pochi bambini, perché come tutti sanno, o almeno dovrebbero sapere, le rette pagate dai genitori nel migliore dei casi (ovvero per la fascia più alta) non arrivano a coprire neppure il 50% del costo di ogni bambino. Figuriamoci per le altre rette di minor importo.

Tuttavia, proprio a causa della crisi economica e della crescente difficoltà delle famiglie nel far fronte alle rette, gli iscritti al servizio di asilo nido sono fortemente diminuiti negli ultimi anni. E’ una tendenza che si riscontra purtroppo anche per altri servizi importanti ma non indispensabili per le famiglie, ad esempio la flessione delle iscrizioni all’Istituto di Musica.

Questa è la situazione. Allora l’unica soluzione percorribile appare quella prospettata negli ultimi giorni, e sulla quale sembra ci sia una disponibilità di massima anche del nuovo Vescovo (che è il “responsabile” ultimo del Fumi), ovvero di unire le forze stipulando una convenzione pubblico-privato che consenta agli iscritti al nido comunale di frequentare il servizio presso l’asilo Fumi senza dover portare i bambini a Montepulciano Stazione. Il nostro gruppo, i cui componenti Masina e Coltellini si riconoscono da sempre per storia personale e politica nel principio di sussidiarietà e nella collaborazione tra pubblico e privato anche in ambito scolastico, non può che concordare con tale soluzione che permette di seguitare a fornire alle famiglie un servizio di ottimo livello a costi sostenibili per il Comune, quindi in ultima analisi per i cittadini.

Sicuramente questa soluzione avrebbe potuto essere perseguita prima di generare un polverone annunciando una chiusura evitabile. La Giunta si è mossa inizialmente in modo confuso e contraddittorio, senza informare l’opinione pubblica né farsi indirizzare dal Consiglio Comunale, come avrebbe dovuto. Speriamo che questa esperienza serva ad evitare ulteriori errori del genere in futuro. Tuttavia adesso che il problema asilo nido sembra risolto appaiono davvero strumentali i ripetuti tentativi di speculazione messi in atto da diversi schieramenti politici, a cui noi non intendiamo prestarci.

I Consiglieri del Gruppo:
Giorgio Masina
Valerio Coltellini

Print Friendly, PDF & Email