Comincia il percorso verso il Bravio 2014: sabato 22 febbraio presso la sala consiliare del Comune di Montepulciano è stato presentato il nuovo Magistrato delle Contrade per il Bravìo delle Botti 2014, la principale manifestazione storica e folcloristica della cittadina poliziana che si svolgerà durante la prossima estate.

Un nuovo gruppo dirigente, al vertice del Magistrato delle Contrade, in coincidenza con il quarantennale del Bravìo delle Botti di Montepulciano. Lo hanno presentato il Sindaco Andrea Rossi e l’Assessore al Bravìo Andrea Biagianti, alla presenza dei Rettori delle otto contrade cittadine e di numerosi collaboratori e sostenitori della festa.

Il nuovo reggitore è Giulio Pavolucci, della Contrada di Gracciano, che, dopo una lunga militanza in nero-verde e un’intensa attività nella “cabina di regia” del Gruppo Sbandieratori e Tamburini, già dal 2013 aveva messo la propria passione e conoscenza a disposizione del Magistrato. Due i vicari, altrettanto giovani: Giacomo Volpi, delle Coste, con delega all’organizzazione, e Francesca Mozzini, del Poggiolo.

Restano nel gruppo dirigente due figure “di lungo corso” che hanno traghettato il Magistrato in quest’anno di passaggio, Stefano Bazzoni e Alessandro Fracassi, grazie ai quali le nuove leve hanno potuto compiere un valido apprendistato prima di spiccare il volo. Si è così felicemente completato il percorso di rinnovamento avviato nel 2013 e che mette il nuovo gruppo dirigente nella condizione di programmare l’attività in un anno di particolare significato, quale quello del quarantesimo anniversario, e per un mandato pieno, di durata triennale.

bravio 2014 sala

Il nuovo Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci, ha ringraziato il gruppo dirigente uscente e ha presentato il nuovo gruppo di lavoro, composto per la maggior parte da giovani. Ha inoltre promosso la partecipazione diretta delle contrade nella crescita della squadra e dell’evento:

“Vogliamo stimolare il mondo contradaiolo a criticarci, a darci consigli per migliorare. Se non riusciamo a coinvolgerlo pienamente nella partecipazione dell’evento, il Bravìo rischia di rimanere sterile: dobbiamo invece impegnarci affinché il Bravìo duri tutto l’anno. Le nostre iniziative saranno arricchite dai festeggiamenti per i quarant’anni, valorizzando appieno il progetto geniale di Don Marcello del Balio. Nel corso di quarant’anni di vita ci saranno state sicuramente delle occasioni per far finire tutto: se il Bravìo delle Botti continua, con sempre maggior prestigio, significa che è diventato importante nel tessuto sociale ed economico di Montepulciano, ma soprattutto nel cuore dei poliziani.”

Il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi ha invece posto l’attenzione sul ruolo che ha avuto l’amministrazione comunale uscente sulla manifestazione:

“Il nostro mandato amministrativo scadrà il 24 maggio, ma vogliamo garantire un percorso il più possibile sereno a questo gruppo giovane e capace per arrivare al Bravìo delle Botti di agosto nella maniera migliore. In questi cinque anni abbiamo provato a dare spessore alla manifestazione e riportare al centro le contrade, vere protagoniste dell’evento. Intorno all’evento di agosto la manifestazione è cresciuta tanto da diventare una delle più importanti iniziative dell’anno poliziano, giunta alla sua quarantesima edizione. Per arricchire i festeggiamenti, in questi giorni la Società Storica Poliziana sta preparando la sua pubblicazione annuale per onorare i quarant’anni del Bravìo delle Botti.”

Il nuovo Magistrato non esclude poi la realizzazione di un Bravìo straordinario, anche se si tratta di una possibilità remota:

“Un Bravìo straordinario richiede un impegno organizzativo, economico e logistico che è difficile da realizzare in così breve tempo. Non escludo a priori la possibilità, ma servirebbe una settimana libera nel cartellone degli eventi poliziano. Sarebbe comunque complicato gestire un Bravìo straordinario senza un’adeguata programmazione.”

bravio 2014 gruppo

Print Friendly, PDF & Email